Bruchi di Tussock Moth

I bruchi di Tussock Moth (dalla famiglia Lymantriidae) sono mangiatori voraci in grado di defogliare intere foreste. Il membro più noto di questa famiglia è la bella ma altamente dannosa Gypsy Moth che non è originaria del Nord America. Dopo la sua introduzione, il potenziale di distruzione che queste creature potrebbero provocare è diventato fin troppo chiaro. Negli Stati Uniti, il controllo della Gypsy Moth costa milioni di dollari ogni anno.

Per gli amanti degli insetti, tuttavia, i bruchi di Tussock Moth sono noti per i loro sorprendenti ciuffi di capelli, o ciuffi. Molte specie mostrano quattro caratteristici ciuffi di setole sulla schiena, che danno loro l’aspetto di uno spazzolino da denti. Alcuni hanno paia di ciuffi più lunghi vicino alla testa e dietro. A giudicare solo dall’aspetto, questi bruchi sfocati potrebbero sembrare innocui ma toccarne uno con un dito nudo e ti sentirai come se fossi stato punto dalla fibra di vetro. Alcune specie, come la coda marrone, ti lasceranno persino con un’eruzione cutanea persistente e dolorosa. Gli adulti di Tussock Moth sono spesso di colore marrone opaco o bianco. Le femmine di solito sono incapaci di volare e né i maschi né le femmine si nutrono da adulti. Si concentrano sull’accoppiamento e sulla deposizione delle uova, dopodiché muoiono in pochi giorni.

White-Marked Tussock Moth

Laszlo Podor / Getty Images

Il White-Marked Tussock Moth è un comune nativo del Nord America e si trova in tutti gli Stati Uniti orientali e in Canada. Questi bruchi si nutrono di una vasta gamma di piante ospiti, tra cui betulla, ciliegio, melo, quercia e persino alcune conifere come abete e abete rosso, e possono causare danni agli alberi se presenti in numero significativo.

Le falene Tussock con il segno bianco producono due generazioni ogni anno. La prima generazione di bruchi emerge dalle loro uova in primavera. Si nutrono di fogliame per XNUMX-XNUMX settimane prima di diventare pupe. Dopo due settimane, la falena adulta emerge dal bozzolo, pronta per accoppiarsi e deporre le uova. Il ciclo si ripete, con le uova di seconda generazione che svernano.

Browntail Moth

Mantonature / Getty Images

Le falene dalla coda bruna (Euproctis chrysorrhoea) furono introdotte in Nord America dall’Europa nel 1897. Nonostante la loro rapida diffusione iniziale negli Stati Uniti nord-orientali e in Canada, oggi si trovano solo in piccole quantità in alcuni stati del New England, dove rimangono parassiti persistenti.

Il bruco Browntail non è un tipo schizzinoso, mastica le foglie di una varietà di alberi e arbusti. In gran numero, i bruchi possono defogliare rapidamente le piante ospiti nel paesaggio. Dalla primavera all’estate, i bruchi si nutrono e fanno la muta. Raggiungono la maturità a metà estate, momento in cui si impupano sugli alberi, emergendo da adulti due settimane dopo. Le falene adulte si accoppiano e depongono le uova che si schiudono all’inizio dell’autunno. I bruchi dalla coda bruna svernano in gruppi, riparandosi in tende di seta tra gli alberi.

Avvertenza: i bruchi dalla coda marrone hanno minuscoli peli noti per causare una grave eruzione cutanea negli esseri umani e non dovrebbero essere maneggiati senza guanti protettivi.

Rusty Tussock Moth

Archivio USDA Forest Service, USDA Forest Service, Bugwood.org/Wikimedia Commons / CC-SA-3.0

Il Rusty Tussock Moth (Orgyia antiqua), noto anche come Vapourer Moth, è originario dell’Europa ma ora può essere trovato in tutto il Nord America e in Europa, così come in parti dell’Africa e dell’Asia. Questo invasore europeo si nutre sia del fogliame che della corteccia di alberi tra cui il salice, il melo, il biancospino, il cedro, l’abete Douglas e un assortimento di altri alberi e arbusti. Sulle conifere, i bruchi si nutrono di una nuova crescita, divorando non solo gli aghi ma la tenera corteccia dei ramoscelli.

Come molti altri Tussock Moth, Orgyia antiqua sverna nella fase delle uova. Una sola generazione vive ogni anno, con le larve che emergono dalle uova in primavera. I bruchi possono essere osservati durante i mesi estivi. I maschi adulti volano durante il giorno, ma le femmine non possono volare e deporre le uova in gruppo sul bozzolo da cui sono emerse.

Gypsy Moth

Università dell’Illinois / James Appleby / Wikimedia Commons / CC-SA-3.0

La Gypsy Moth fu introdotta per la prima volta negli Stati Uniti intorno al 1870. La sua successiva popolazione diffusa e l’appetito vorace ne fanno un grave parassita negli Stati Uniti orientali. I bruchi di Gypsy Moth si nutrono di querce, pioppi e una varietà di altri legni duri. Una forte infestazione può lasciare le querce estive completamente prive di fogliame. Diversi anni consecutivi di tale alimentazione possono uccidere completamente gli alberi. infatti, la Gypsy Moth è classificata come una delle “100 specie aliene più invasive al mondo”, secondo la World Conservation Union.

In primavera, le larve si schiudono dalle loro masse di uova invernali e iniziano a nutrirsi di nuove foglie. I bruchi si nutrono principalmente di notte, ma in un anno di alta popolazione di Gypsy Moth, possono continuare a nutrirsi anche durante il giorno. Dopo otto settimane di alimentazione e muta, il bruco si impupa, di solito sulla corteccia degli alberi. Entro una o due settimane, gli adulti emergono e iniziano l’accoppiamento. Le falene adulte non si nutrono. Vivono solo il tempo necessario per accoppiarsi e deporre le uova. Le larve si sviluppano all’interno delle uova in autunno ma rimangono al loro interno durante i mesi invernali, emergendo quando i boccioli iniziano ad aprirsi in primavera.

Bene Moth

Louis-Michel Nageleisen, Dipartimento di sanità forestale, Bugwood.org/Wikimedia Commons / CC-SA-3.0

La Nun Moth (Lymantria monacha), è una Tussock Moth originaria dell’Europa che non è arrivata in Nord America. Questa è una buona cosa perché nella sua area nativa ha devastato le foreste. Le suore falene amano masticare la base degli aghi sulle conifere, permettendo al resto dell’ago intatto di cadere a terra. Questa abitudine alimentare si traduce in un’estesa perdita di aghi quando le popolazioni di bruco sono elevate.

A differenza di molte altre specie di Tussock Moth, sia i maschi che le femmine sono volatori attivi. La loro mobilità consente loro di accoppiarsi e deporre le uova su aree più ampie del loro habitat forestale, il che purtroppo aumenta la diffusione della defogliazione. Le femmine depositano le uova in masse fino a 300 che svernano nella fase delle uova. Le larve emergono in primavera, proprio quando appare una nuova crescita tenera sugli alberi ospiti. Questa singola generazione divora il fogliame mentre attraversa fino a sette stadi (le fasi tra due periodi di muta nel processo di maturazione di una larva di insetto o di altri invertebrati).

Falena satinata

Gyorgy Csoka, Istituto di ricerca forestale ungherese, Bugwood.org/Wikimedia Commons / CC-SA-3.0

La falena satinata nativa eurasiatica (Leucoma salicis) è stata introdotta accidentalmente in Nord America all’inizio degli anni ‘1920. Le popolazioni originarie del New England e della British Columbia si sono gradualmente diffuse nell’entroterra, ma la predazione e i parassiti sembrano tenere questo insetto parassita in gran parte sotto controllo.

Il Satin Moth ha un ciclo di vita unico con una generazione ogni anno. Le falene adulte si accoppiano e depongono le uova nei mesi estivi e i bruchi si schiudono da quelle uova alla fine dell’estate e all’inizio dell’autunno. I minuscoli bruchi si nutrono per un breve periodo, il più delle volte su pioppi, pioppi, pioppi e salici, prima di ritirarsi nelle fessure della corteccia e tessere una ragnatela per il letargo. Le falene satinate svernano sotto forma di bruco, il che è insolito. In primavera, riemergono e si nutrono di nuovo, questa volta raggiungendo le loro dimensioni complete di quasi due pollici prima di diventare pupe a giugno.

Tussock Moth a marchio definito

Archivio forestale, Dipartimento di conservazione e risorse naturali della Pennsylvania, Bugwood.org/Wikimedia Commons / CC-SA-3.0

L’Orgyia definita ha un nome comune lungo quasi quanto il bruco. Alcuni si riferiscono alla specie come il Tussock dalla testa gialla, tuttavia, oltre ad avere una testa gialla, i ciuffi di capelli simili a uno spazzolino da denti di questo bruco sono anche di un giallo sorprendente. Comunque tu voglia chiamarli, questi bruchi si nutrono di betulle, querce, aceri e tigli in tutti gli Stati Uniti orientali.

Le falene emergono dai bozzoli alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, quando si accoppiano e depositano le uova in massa. Le femmine coprono le loro masse di uova con i peli dei loro corpi. I Tussock Moths a marcatura precisa svernano sotto forma di uova. Nuovi bruchi si schiudono in primavera quando il cibo diventa di nuovo disponibile. Attraverso la maggior parte della sua gamma, la falena Tussock a marchio definito produce una generazione all’anno, ma nelle aree più meridionali della sua portata, può produrre due generazioni.

Douglas-Fir Tussock Moths

Jerald E. Dewey, Servizio forestale USDA, Bugwood.org/Wikimedia Commons / CC-SA-3.0

Il bruco del Douglas-Fir Tussock Moth (Orgyia pseudotsugata) si nutre di abeti, abeti rossi, abeti di Douglas e altri sempreverdi degli Stati Uniti occidentali e sono una delle principali cause della loro defogliazione. I giovani bruchi si nutrono esclusivamente di nuova crescita, ma le larve mature si nutrono anche di fogliame più vecchio. Grandi infestazioni di Douglas-Fir Tussock Moths possono causare gravi danni agli alberi o addirittura ucciderli.

Una sola generazione vive ogni anno. Le larve si schiudono in tarda primavera quando si è sviluppata una nuova crescita sugli alberi ospiti. Man mano che i bruchi maturano, sviluppano i loro caratteristici ciuffi di peli scuri a ciascuna estremità. Tra la metà e la fine dell’estate, i bruchi si impupano, con gli adulti che fanno la loro comparsa dalla fine dell’estate all’autunno. Le femmine depongono le uova in masse di diverse centinaia in autunno. Le falene di Douglas-Fir Tussock svernano come uova, entrando in uno stato di diapausa (sviluppo sospeso) fino alla primavera.

Pino Tussock Moth

USDA Forest Service, Bugwood.org/Wikimedia Commons / CC-SA-3.0

Sebbene la Pine Tussock Moth (Dasychira pinicola) sia originaria del Nord America, è ancora una specie di preoccupazione per i gestori delle foreste. I bruchi di Pine Tussock Moth si nutrono due volte durante il loro ciclo di vita: in tarda estate e di nuovo la primavera successiva. Com’era prevedibile, i bruchi di Pine Tussock Moth si nutrono di fogliame di pino, insieme ad altre conifere come l’abete rosso. Preferiscono i teneri aghi di jack pine e durante gli anni di alta popolazione di bruco, interi popolamenti di questi alberi possono essere defogliati.

I bruchi emergono nei mesi estivi. Come il Satin Moth, il bruco Pine Tussock Moth si prende una pausa dall’alimentazione per tessere una ragnatela di ibernazione e rimane all’interno di questo sacco a pelo di seta fino alla primavera successiva. Il bruco finisce di nutrirsi e di muta una volta che il clima caldo torna, impupandosi a giugno.