Gli alberi migliori e peggiori in una foresta urbana

È stato stabilito dal servizio forestale degli Stati Uniti che quasi l’80% della popolazione statunitense vive in aree urbane che hanno sviluppato una relazione di dipendenza con i sistemi sociali, economici ed ecologici vicino alle città e ai sobborghi. Sebbene molto diverse dalle foreste selvagge, queste foreste urbane presentano molte sfide associate a una crescita sana, proprio come le foreste rurali. Gran parte della gestione delle foreste urbane include la piantagione dell’albero giusto per il sito appropriato.

La distribuzione della copertura arborea urbana e i benefici delle foreste urbane varieranno negli Stati Uniti e richiedono di affrontare le sfide di sostenere questa importante risorsa con i migliori alberi per il potenziale di ogni sito. 

I migliori alberi da piantare nel paesaggio urbano

  • Overcup Oak o Quercus lyrata: in realtà, la maggior parte delle querce è ottima negli ambienti urbani, ma molti sono coltivatori molto lenti, anche la quercia Overcup è lenta ma raggiunge rapidamente i 40 ‘. Si consiglia di piantare in tutti gli stati tranne che negli stati nord-centrali. 
  • Acero rosso o Acer rubrum: questo acero è un albero autoctono onnipresente e di ampio respiro. Si adatta bene alla maggior parte dei terreni e dei siti e prospera in condizioni urbane. È anche un precursore dell’autunno poiché cambia colore con largo anticipo rispetto alla maggior parte delle specie di alberi decidui orientali. 
  • Quercia bianca o Quercus alba: questa è l’altra quercia consigliata e può essere piantata in quasi tutti gli stati degli Stati Uniti. È simile alla lyrata e facile da trovare nella maggior parte dei vivai. 
  • Frassino verde o Fraxinus pennsylvanica: questo albero è originario del Nord America orientale e comune ad ovest del Wyoming e del Colorado, ma crescerà in tutti gli stati degli Stati Uniti. L’albero cresce rapidamente su siti umidi e resistente una volta stabilito. È meglio coltivato come un albero singolo con spazio adeguato per crescere, ma da evitare dove la trivellazione della cenere di smeraldo è endemica.
  • Crapemyrtle o Lagerstroemia: questo piccolo albero è l’albero da strada e da cortile meridionale più comune piantato in una vasta gamma che circonda gli Stati Uniti dal New Jersey attraverso il profondo sud, il Texas, la California meridionale e il Pacifico nord-occidentale. Ci sono varietà resistenti al freddo come Northern Crapemyrtle, Lagerstroemia indica che possono essere piantate attraverso la zona 5.
  • Corniolo o Cornus florida: questo piccolo albero appariscente per tutte le stagioni è forse il preferito di cortili e parchi in tutti gli Stati Uniti (ad eccezione degli stati medio-occidentali).
  • Acero giapponese o Acer palmatum: questi alberi hanno forme straordinarie e sono molto popolari nei cortili e nei paesaggi aperti. Come con il corniolo, non sono resistenti negli stati medio-occidentali superiori.
  • Baldcypress o Taxodium distichum: questo albero sta diventando l’albero più popolare nei paesaggi urbani. È resistente in tutti tranne che nel più arido degli stati. 
  • Altri includono le querce rosse, un ritorno delle varietà di olmo americano resistenti alle malattie e il tiglio americano (tiglio americano).

Le foreste urbane e cittadine sono una componente essenziale della “infrastruttura verde” americana, il che rende estremamente importante la cura e la gestione di questi alberi urbani. Avere gli alberi sbagliati (molti dei quali sono invasivi), se aggiunti a problemi naturali (insetti, malattie, incendi, inondazioni, tempeste di ghiaccio e vento) e sociali (sviluppo eccessivo, inquinamento atmosferico e gestione inadeguata) rappresenta una sfida come espansione urbana continua.

I migliori alberi da NON piantare nel paesaggio urbano

  • Mimosa o Albizia julibrissin: di breve durata e molto disordinata in qualsiasi paesaggio.
  • Acero argentato o Acer sacharinum: radici molto disordinate, ornamentalmente opache, aggressive
  • Leyland Cypress o Cupressocyparis leylandii: supera rapidamente lo spazio, ha vita breve.
  • Pioppo lombardo o Populus nigra: incline al cancro, con lettiera e vita breve.
  • Popcorn tree o Sapium sibiferum: specie arboree invasive.
  • Chinaberry o Melia azedarach: invade le aree disturbate per diventare boschetti.
  • Royal Paulownia o Paulownia tomentosa: invade le aree disturbate per diventare boschetti.
  • Bradford Pear o Pyrus calleryana “Bradford”: invade le aree disturbate per diventare boschetti.
  • Olmo siberiano o Ulmus pumila: invade pascoli, bordi stradali e praterie
  • Tree of Heaven o Ailanthus altissima: forma fitti boschetti clonali, altamente invasivi.