Harriet Tubman sulla banconota da 20 dollari

Harriet Tubman era una donna straordinaria: si è autoliberata dalla schiavitù, ha liberato centinaia di altri e ha persino lavorato come spia durante la Guerra Civile. In riconoscimento dei suoi successi, ci sono piani per vederla abbellire la parte anteriore della banconota da venti dollari.

Nel maggio 2019, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steve Mnuchin, citando problemi di contraffazione, ha indicato che la nuova banconota da 20 dollari non sarebbe stata disponibile per il rilascio almeno fino al 2026.

Lo stato attuale della valuta

I volti della valuta degli Stati Uniti hanno alcune cose in comune. Presentano figure di spicco nella storia americana. Figure come George Washington, Abraham Lincoln e Benjamin Franklin sono state raffigurate sulla nostra carta moneta e su alcune delle nostre monete per decenni. Questi individui erano importanti nella fondazione e / o nella leadership della nazione. Non sorprende che il denaro venga talvolta definito colloquialmente come “presidenti morti”, nonostante il fatto che alcune figure sul denaro, come Alexander Hamilton e Benjamin Franklin, non siano mai stati presidenti. In un certo senso, questo fatto non ha molta importanza per il pubblico. Hamilton, Franklin e gli altri sono più grandi delle figure della vita nella storia della fondazione della nazione. Ha senso che la valuta li includa.

Tuttavia, ciò che Washington, Lincoln, Hamilton e Franklin hanno anche in comune è che sono uomini bianchi di spicco. In effetti, pochissime donne, e meno persone di colore più in generale, sono state rappresentate nella valuta statunitense. Ad esempio, la prominente suffragista femminile Susan B. Anthony figurava su una moneta da un dollaro degli Stati Uniti coniata dal 1979 al 1981; tuttavia, la serie fu interrotta a causa della scarsa accoglienza del pubblico, solo per essere ristampata di nuovo per un breve periodo nel 1999. L’anno successivo un’altra moneta da un dollaro, questa volta con la guida e interprete dei nativi americani della nazione Shoshone, Sacagewa, che guidò Lewis e Clark nella loro spedizione. Come la moneta Susan B. Anthony, la moneta del dollaro d’oro con Sacagewa era impopolare tra il pubblico ed è di primario interesse per i collezionisti.

Tuttavia, ci sono piani per diverse donne, tra cui Harriet Tubman, Sojourner Truth, Susan B. Anthony, Lucretia Mott, Elizabeth Cady Stanton, Marian Anderson e Alice Paul, per abbellire altre denominazioni di carta moneta nei prossimi anni.

Come è successo?

Un gruppo chiamato Women on 20s ha sostenuto di sostituire l’ex presidente Andrew Jackson con la banconota da venti dollari. L’organizzazione senza scopo di lucro, di base, aveva un obiettivo principale: convincere il presidente Obama che era ora di mettere la faccia di una donna sulla moneta cartacea americana.

Le donne di 20 anni hanno utilizzato un formato elettorale online con due turni di votazione che consentono al pubblico di scegliere un candidato da una lista originale di 15 donne ispiratrici della storia americana, donne come Wilma Mankiller, Rosa Parks, Eleanor Roosevelt, Margaret Sanger, Harriet Tubman, e altri. Nel corso di 10 settimane, più di mezzo milione di persone hanno votato, con Harriet Tubman che alla fine è emersa come vincitrice. Il 12 maggio 2015, Women On 20s ha presentato una petizione al presidente Obama con i risultati delle elezioni. Il gruppo lo ha anche incoraggiato a incaricare il Segretario del Tesoro Jacob Lew di usare la sua autorità per fare questo cambio di valuta in tempo per avere un nuovo disegno di legge in circolazione prima del 100 ° anniversario del suffragio femminile nel 2020. E, dopo un anno di sondaggi pubblici, discussione e agitazione, Harriet Tubman è stata scelta per essere il volto della nuova banconota da venti dollari.

Perché la banconota da $ 20?

Riguarda il centenario del 19 ° emendamento, che ha concesso (alla maggior parte ma non a tutte) le donne il diritto di voto. L’anno 2020 segna il 100 ° anniversario dell’approvazione del diciannovesimo emendamento e Women on 19s vede avere donne nella valuta come il modo più appropriato per commemorare quel traguardo, sostenendo che “Facciamo i nomi delle donne ‘disgregatrici’, quelle che hanno guidato il modo in cui e hanno osato pensare in modo diverso, noto come le loro controparti maschili. Nel processo, forse diventerà un po ‘più facile vedere la strada per la piena uguaglianza politica, sociale ed economica per le donne. E si spera che non ci vorrà un altro secolo per realizzare il motto inscritto sui nostri soldi: E pluribus unum, o ‘Tra molti, uno’ “.

La mossa per sostituire Jackson ha senso. Sebbene sia stato acclamato nel corso della storia a causa dei suoi umili inizi e della sua ascesa alla Casa Bianca e delle sue opinioni conservatrici sulla spesa, era anche un razzista sfacciato che ha progettato la rimozione degli indigeni dal sud-est – un tragico evento nella storia noto come il Trail of Tears – per far posto ai coloni bianchi e all’espansione della schiavitù a causa della sua fede nel destino manifesto. È responsabile di alcuni dei capitoli più oscuri della storia americana.

L’attenzione del gruppo per mettere le donne sulla cartamoneta è fondamentale. Le donne erano state raffigurate sulle monete – non quelle usate di frequente, come il quarto – eppure quelle monete sono state impopolari e sono uscite rapidamente dalla circolazione. Mettere le donne in carta moneta usata più di frequente significa che milioni useranno questa valuta. Significa che i volti delle donne ci fisseranno mentre compriamo generi alimentari o server di mance. E invece di essere “tutto incentrato sui Benjamin”, potrebbe essere tutto sui Tubman.

Chi è Harriet Tubman?

Harriet Tubman ha condotto una vita impressionante. Schiava dalla nascita, si è liberata da sola, è stata conduttrice della Underground Railroad, infermiera, spia e suffragista. Fu ridotta in schiavitù dalla nascita nel 1820 a Dorchester, nel Maryland, e la sua famiglia chiamò Araminta. La famiglia di Tubman è stata spezzata dalla schiavitù e la sua stessa vita è stata segnata dalla violenza e dal dolore. Quando aveva 13 anni, ha ricevuto un colpo alla testa dal suo schiavo, che ha provocato una vita di malattie, tra cui mal di testa, narcolessia e convulsioni. A vent’anni, ha deciso di correre il rischio finale: autoliberarsi dalla schiavitù.

Chiamare Tubman coraggioso è un eufemismo. Non solo ha preso la pericolosa decisione di autoemanciparsi, ma è anche tornata nel sud dozzine di volte per aiutare centinaia di altri cercatori di libertà. Ha usato travestimenti per eludere e superare in astuzia coloro che cercavano di riportarli in schiavitù; non ha mai perso una sola persona nel volo verso la libertà.

Durante la guerra civile, Tubman ha lavorato come infermiera, cuoco, esploratore e spia. Infatti, nel 1863, guidò un raid armato che liberò 700 persone schiavizzate nella Carolina del Sud sul fiume Combahee. Harriet Tubman ha la grande distinzione di essere la prima donna in assoluto a guidare una spedizione militare nella storia americana.

Dopo la guerra civile, Tubman era un’avida suffragista che ha lavorato con sostenitori dei diritti delle donne di alto profilo come Susan B. Anthony ed Elizabeth Cady Stanton, tenendo conferenze sul diritto di voto.

Più tardi nella vita, dopo essersi ritirata in una fattoria fuori Auburn, New York, e dopo un lungo e arduo processo di appello, si è assicurata una pensione di $ 20 al mese per i suoi sforzi durante la guerra civile, il che rende ancora più ironico che ora può abbellire la parte anteriore dei $ 20. 

Questo è progresso o pandering?

Harriet Tubman è senza dubbio un grande eroe americano. Ha combattuto per gli oppressi e ha messo in gioco la propria vita e il proprio corpo numerose volte per gli altri. Come combattente per la libertà di una donna nera, la sua vita è un esempio primario di cosa significhi combattere l’intersezionalità, tenendo conto delle varie oppressioni che si intersecano. Rappresenta alcuni dei più emarginati della nostra storia e il suo nome e la sua memoria dovrebbero essere sulle labbra degli scolari di tutto il mondo. Ma dovrebbe essere sui $ 20?

Molti hanno salutato la decisione di sostituire Andrew Jackson con Harriet Tubman, citando la mossa come prova del grande progresso fatto dalla nostra nazione. In effetti, durante la parte della sua vita in cui è stata ridotta in schiavitù, avrebbe potuto essere legalmente “comprata” o “venduta” con valuta statunitense. Pertanto, prosegue l’argomento, il fatto che ora sarà il volto del denaro mostra quanto siamo arrivati.

Altri hanno osservato che questa stessa ironia è il motivo per cui Tubman non dovrebbe essere sui $ 20. L’argomento è che una donna che ha rischiato la vita innumerevoli volte per liberare gli altri e che ha passato i suoi anni a sostenere il cambiamento sociale non dovrebbe essere associata a qualcosa di degradato come il denaro. Inoltre, alcuni sostengono che il fatto che sia stata considerata “proprietà” per gran parte della sua vita rende la sua inclusione nella banconota da venti dollari ipocrita e di cattivo gusto. Ancora di più insistono sul fatto che Tubman sui $ 20 si limita a sostenere le questioni del razzismo e della disuguaglianza. Con gli attivisti che combattono sotto lo stendardo Black Lives Matter e data l’oppressione sistemica che ha ancora lasciato i neri in fondo al totem sociale, alcuni si chiedono quanto sia utile avere Harriet Tubman sui $ 20. Altri hanno sostenuto che la moneta cartacea dovrebbe essere riservata solo ai funzionari e ai presidenti del governo. 

Questo è un momento particolarmente interessante per piazzare Harriet Tubman sui $ 20. Da un lato, negli ultimi decenni gli Stati Uniti hanno assistito a un’incredibile quantità di cambiamenti sociali. Dall’avere un presidente nero al passaggio del matrimonio gay alla demografia razziale in rapida evoluzione del paese, gli Stati Uniti si stanno trasformando in una nuova nazione. Tuttavia, alcune delle vecchie guardie della nazione non scenderanno senza combattere. La crescente popolarità del conservatorismo di estrema destra, dei gruppi di supremazia bianca e persino l’ascesa di Donald Trump parla di gran parte del disagio che una parte sostanziale del paese ha con il mare sociale del cambiamento in corso. Alcune delle reazioni al vetriolo alla notizia di Tubman sulla banconota da venti dollari sottolineano che il razzismo e il sessismo sono tutt’altro che obsoleti.

È interessante notare che, mentre le donne su 20 hanno ottenuto una vittoria per la loro campagna ottenendo Harriet Tubman con $ 20, Andrew Jackson non sta davvero andando da nessuna parte: sarà ancora sul retro della nota. Forse nel caso delle donne che abbelliscono la moneta cartacea statunitense, è una situazione in cui più le cose cambiano, più le cose rimangono le stesse. 

Nel maggio 2019, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steve Mnuchin ha testimoniato davanti al Comitato per i servizi finanziari della Camera affermando che il nuovo disegno di legge da $ 20 non sarebbe stato disponibile per il rilascio almeno fino al 2026 e non sarebbe stato in circolazione fino al 2028. Citando questioni di contraffazione, ha affermato Mnuchin La valuta statunitense è in fase di riprogettazione. 

fonti

  • Editori di Biography.com. “Biografia di Harriet Tubman”. Il sito web Biography.com, A&E Television Networks, 2 aprile 2014, https://www.biography.com/activist/harriet-tubman.
  • Crenshaw, Kimberlé. “Perché l’intersezionalità non può aspettare.” The Washington Post, 24 settembre 2015, https://www.washingtonpost.com/news/in-theory/wp/2015/09/24/why-intersectionality-cant-wait/.
  • “Candidati alla fase finale”. Women On $ 20s, 2015, https://www.womenon20s.org/.
  • “Perché i $ 20?” Women On $ 20s, 2015, https://www.womenon20s.org/why_the_20.