Perché Bush e Lincoln hanno entrambi sospeso Habeas Corpus

Il 17 ottobre 2006, il presidente George W. Bush ha firmato una legge che sospende il diritto dell’habeas corpus alle persone “determinate dagli Stati Uniti” come “combattenti nemici” nella guerra globale al terrorismo.

L’azione di Bush ha suscitato severe critiche, principalmente per l’incapacità della legge di designare specificamente chi negli Stati Uniti determinerà chi è e chi non è un “combattente nemico”.

‘A Time of Shame This Is’

Jonathan Turley, professore di diritto costituzionale alla George Washington University, si è opposto al sostegno di Bush alla legge – il Military Commissions Act del 2006 – e alla sua sospensione delle scritture di habeas corpus. Ha dichiarato,

“Che cosa, davvero, un momento di vergogna questo è per il sistema americano. Ciò che ha fatto il Congresso e ciò che il presidente ha firmato oggi, sostanzialmente revoca oltre 200 anni di principi e valori americani”.

Non la prima volta

Il Military Commissions Act del 2006 non è stata la prima volta che il diritto garantito dalla Costituzione alle scritture di habeas corpus è stato sospeso da un’azione di un presidente.

Nei primi giorni della guerra civile degli Stati Uniti, il presidente Abraham Lincoln sospese le scritture di habeas corpus.

Sia Bush che Lincoln hanno basato le loro azioni sui pericoli della guerra, ed entrambi i presidenti hanno affrontato aspre critiche per aver portato a termine quello che molti credevano essere un attacco alla Costituzione.

Cos’è

Un atto di habeas corpus è un ordine giudizialmente esecutivo emesso da un tribunale a un funzionario della prigione che ordina che un detenuto deve essere portato in tribunale in modo che possa essere determinato se quel prigioniero è stato legalmente imprigionato e, in caso contrario, se dovrebbe essere rilasciato dalla custodia.

Una petizione di habeas corpus è una petizione presentata a un tribunale da una persona che si oppone alla propria o alla detenzione o alla detenzione di un altro.

La petizione deve dimostrare che il tribunale che ha ordinato la detenzione o la reclusione ha commesso un errore di diritto o di fatto. Il diritto dell’habeas corpus è il diritto conferito dalla costituzione a una persona di presentare prove dinanzi a un tribunale di essere stata ingiustamente incarcerata.

Da dove viene il diritto

Il diritto di scritture di habeas corpus è concesso nell’articolo I, sezione 9, clausola 2 della Costituzione, che afferma:

“Il Privilegio della Scrittura di Habeas Corpus non sarà sospeso, a meno che nei casi di ribellione o invasione la pubblica sicurezza non lo richieda.”

Bush’s Suspension of Habeas Corpus

Il presidente Bush ha sospeso le scritture di habeas corpus grazie al suo sostegno e alla firma della legge sulle commissioni militari del 2006.

Il disegno di legge conferisce al Presidente degli Stati Uniti un’autorità quasi illimitata nell’istituzione e nella conduzione di commissioni militari per processare persone detenute dagli Stati Uniti e considerate “combattenti nemici illegali” nella guerra globale al terrorismo.

Inoltre, l’atto sospende il diritto dei “combattenti nemici illegali” di presentare o di aver presentato in loro favore, scritti di habeas corpus.

In particolare, la legge afferma,

“Nessun tribunale, giustizia o giudice avrà giurisdizione per ascoltare o prendere in considerazione una domanda per un atto di habeas corpus presentato da o per conto di uno straniero detenuto dagli Stati Uniti che è stato determinato dagli Stati Uniti essere stato adeguatamente trattenuto come un combattente nemico o è in attesa di tale determinazione. ”

È importante sottolineare che il Military Commissions Act non influisce sulle centinaia di atti di habeas corpus già depositati nei tribunali civili federali per conto di persone ritenute dagli Stati Uniti come combattenti nemici illegali. L’atto sospende solo il diritto dell’imputato di presentare atti di habeas corpus fino a dopo il processo prima che la commissione militare sia stata completata.

Come spiegato in una scheda informativa della Casa Bianca sull’atto,

“… i nostri tribunali non dovrebbero essere usati impropriamente per ascoltare ogni sorta di altre sfide da parte di terroristi legalmente ritenuti combattenti nemici in tempo di guerra.”

Lincoln’s Suspension of Habeas Corpus

Oltre a dichiarare la legge marziale, il presidente Abraham Lincoln ordinò la sospensione del diritto costituzionalmente protetto alle scritture di habeas corpus nel 1861, subito dopo l’inizio della guerra civile americana. A quel tempo, la sospensione si applicava solo nel Maryland e in alcune parti degli stati del Midwest.

In risposta all’arresto del secessionista del Maryland John Merryman da parte delle truppe dell’Unione, l’allora presidente della Corte Suprema Roger B. Taney ha sfidato l’ordine di Lincoln e ha emesso un atto di habeas corpus chiedendo che l’esercito americano portasse Merryman davanti alla Corte Suprema.

Quando Lincoln e l’esercito si rifiutarono di onorare l’atto, il giudice capo Taney in Ex-parte MERRYMAN dichiarò incostituzionale la sospensione dell’habeas corpus di Lincoln. Lincoln e l’esercito hanno ignorato la sentenza di Taney.

Il 24 settembre 1862, il presidente Lincoln ha emesso un proclama che sospende il diritto alle scritture di habeas corpus a livello nazionale.

“Ora, quindi, sia ordinato, in primo luogo, che durante l’insurrezione esistente e come misura necessaria per reprimere la stessa, tutti i ribelli e gli insorti, i loro aiutanti e sostenitori negli Stati Uniti, e tutte le persone che scoraggiano gli arruolamenti di volontari, resistono alle arruolamenti della milizia , o colpevole di qualsiasi pratica sleale, che offra aiuto e conforto ai Ribelli contro l’autorità degli Stati Uniti, sarà soggetto alla legge marziale e passibile di processo e punizione da parte della Corte marziale o della Commissione militare: ”

Inoltre, la proclamazione di Lincoln specificava i cui diritti di habeas corpus sarebbero stati sospesi:

“Secondo. Che la Scrittura dell’Habeas Corpus è sospesa nei confronti di tutte le persone arrestate, o che sono ora, o in seguito, durante la ribellione, saranno imprigionate in qualsiasi forte, campo, arsenale, prigione militare o altro luogo di reclusione da parte di qualsiasi autorità militare o dalla sentenza di qualsiasi Corte Marziale o Commissione Militare “.

Nel 1866, dopo la fine della guerra civile, la Corte Suprema ripristinò ufficialmente l’habeas corpus in tutta la nazione e dichiarò illegali i processi militari nelle aree in cui i tribunali civili erano di nuovo in grado di funzionare.

Differenze e somiglianze

Ci sono differenze e somiglianze tra le azioni dei presidenti Bush e Lincoln:

  • I presidenti Bush e Lincoln hanno entrambi agito per sospendere l’habeas corpus sotto i poteri loro concessi come comandante in capo delle forze armate statunitensi durante un periodo di guerra.
  • Il presidente Lincoln ha agito di fronte a una ribellione armata negli Stati Uniti: la guerra civile degli Stati Uniti. L’azione del presidente Bush è stata una risposta alla guerra globale al terrorismo, considerata innescata dagli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 a New York City e al Pentagono. Entrambi i presidenti, tuttavia, potrebbero citare “invasione” o il termine molto più ampio “sicurezza pubblica” come fattori costituzionali per le loro azioni.
  • Il presidente Lincoln sospese l’habeas corpus unilateralmente, mentre la sospensione dell’habeas corpus del presidente Bush fu approvata dal Congresso attraverso il Military Commissions Act.
  • L’azione del presidente Lincoln ha sospeso i diritti dell’habeas corpus dei cittadini statunitensi. Il Military Commissions Act del 2006, firmato dal presidente Bush, stabilisce che il diritto di habeas corpus dovrebbe essere negato solo agli stranieri “detenuti dagli Stati Uniti”.
  • Entrambe le sospensioni dell’habeas corpus si applicavano solo alle persone detenute nelle carceri militari e processate dinanzi ai tribunali militari. I diritti dell’habeas corpus delle persone processate nei tribunali civili non sono stati influenzati.

Dibattito continuo

Certamente, la sospensione, anche se temporanea o limitata, di qualsiasi diritto o libertà concessa dalla Costituzione degli Stati Uniti è un atto epocale che dovrebbe essere compiuto solo di fronte a circostanze terribili e impreviste.

Circostanze come guerre civili e attacchi terroristici sono certamente terribili e impreviste. Ma se uno, entrambi o nessuno dei due abbia giustificato la sospensione del diritto di scrittura dell’habeas corpus rimane aperto al dibattito.