10 fatti interessanti sullo zolfo

Lo zolfo è l’elemento numero 16 sulla tavola periodica, con il simbolo dell’elemento S e un peso atomico di 32.066. Questo comune materiale non metallico si trova nel cibo, in molti prodotti per la casa e persino nel tuo stesso corpo.

Fatti sullo zolfo

Ecco 10 fatti interessanti sullo zolfo:

  1. Lo zolfo è un elemento essenziale per la vita. Si trova negli amminoacidi (cisteina e metionina) e nelle proteine. I composti di zolfo sono il motivo per cui le cipolle ti fanno piangere, perché gli asparagi danno all’urina un odore strano, perché l’aglio ha un aroma caratteristico e perché le uova marce hanno un odore così orribile.
  2. Sebbene molti composti di zolfo abbiano un forte odore, l’elemento puro è inodore. I composti di zolfo influenzano anche il tuo senso dell’olfatto. Ad esempio, l’idrogeno solforato (H2S, il colpevole dietro l’odore di uova marce) in realtà attutisce l’olfatto, quindi l’odore è molto forte all’inizio e poi svanisce. Questo è un peccato perché l’idrogeno solforato è un gas tossico e potenzialmente mortale. Lo zolfo elementare è considerato non tossico.
  3. L’umanità conosce lo zolfo sin dai tempi antichi. L’elemento, noto anche come zolfo, proviene principalmente dai vulcani. Mentre la maggior parte degli elementi chimici si trova solo nei composti, lo zolfo è uno dei pochi elementi che si trovano in forma pura.
  4. A temperatura e pressione ambiente, lo zolfo è un solido giallo. Di solito è visto come una polvere, ma forma anche cristalli. Una caratteristica interessante dei cristalli è che cambiano forma spontaneamente in base alla temperatura. Per osservare la transizione, sciogliere lo zolfo, lasciarlo raffreddare finché non cristallizza e osservare la forma del cristallo nel tempo.
  5. Sei rimasto sorpreso di poter cristallizzare lo zolfo semplicemente raffreddando la polvere sciolta? Questo è un metodo comune per la crescita dei cristalli di metallo. Sebbene lo zolfo sia un non metallo, come i metalli non si dissolverà facilmente in acqua o altri solventi (sebbene si dissolverà in disolfuro di carbonio). Se hai provato il progetto di cristallo, un’altra sorpresa potrebbe essere stata il colore del liquido di zolfo quando hai riscaldato la polvere. Lo zolfo liquido può apparire rosso sangue. I vulcani che emettono zolfo fuso mostrano un’altra caratteristica interessante dell’elemento: brucia con una fiamma blu dall’anidride solforosa che viene prodotta. I vulcani con lo zolfo sembrano scorrere con la lava blu.
  6. Il modo in cui scrivi il nome dell’elemento numero 16 dipende probabilmente da dove e quando sei cresciuto. L’International Union of Pure and Applied Chemistry (IUPAC) ha adottato l’ortografia dello zolfo nel 1990, così come la Royal Society of Chemistry nel 1992. Fino a questo punto, l’ortografia era zolfo in Gran Bretagna e nei paesi che utilizzano le lingue romane. L’ortografia originale era la parola latina zolfo, che era ellenizzata in zolfo.
  7. Lo zolfo ha molti usi. È un componente della polvere da sparo e si ritiene che sia stato utilizzato nell’antica arma lanciafiamme chiamata Fuoco greco. È un componente chiave dell’acido solforico, che viene utilizzato nei laboratori e nella produzione di altri prodotti chimici. Si trova nell’antibiotico penicillina e viene utilizzato per la fumigazione contro malattie e parassiti. Lo zolfo è un componente dei fertilizzanti e anche dei prodotti farmaceutici.
  8. Lo zolfo viene creato come parte del processo alfa nelle stelle massicce. È il decimo elemento più abbondante nell’universo. Si trova nei meteoriti e sulla Terra principalmente vicino a vulcani e sorgenti termali. L’abbondanza dell’elemento è maggiore nel nucleo che nella crosta terrestre. Si stima che ci sia abbastanza zolfo sulla Terra per formare due corpi delle dimensioni della Luna. I minerali comuni che contengono zolfo includono pirite o oro folle (solfuro di ferro), cinabro (solfuro di mercurio), galena (solfuro di piombo) e gesso (solfato di calcio).
  9. Alcuni organismi sono in grado di utilizzare composti di zolfo come fonte di energia. Un esempio sono i batteri delle caverne, che producono speciali stalattiti chiamate snottiti che gocciolano acido solforico. L’acido è sufficientemente concentrato da poter bruciare la pelle e mangiare buchi attraverso i vestiti se ti trovi sotto i minerali. La dissoluzione naturale dei minerali da parte dell’acido crea nuove grotte.
  10. Sebbene la gente abbia sempre saputo dello zolfo, non è stato riconosciuto fino a tardi come elemento (tranne che dagli alchimisti, che consideravano anche il fuoco e gli elementi della terra). Era il 1777 quando Antoine Lavoisier fornì prove convincenti che la sostanza era davvero un suo elemento unico, degno di un posto nella tavola periodica. L’elemento ha stati di ossidazione che vanno da -2 a +6, permettendogli di formare composti con tutti gli altri elementi tranne i gas nobili.