Architettura moderna? Guardalo a Pechino, in Cina

Capitale della Repubblica popolare cinese (RPC), la città di Pechino è ricca di tradizioni e si trova in cima a una terra soggetta a terremoti. Questi due fattori da soli rendono conservativa la progettazione architettonica. Tuttavia, PRC ha fatto un salto nel 21 ° secolo con alcune delle strutture più moderne progettate da un architetto internazionale. Gran parte dell’impulso per la modernità di Pechino è stata l’ospitalità dei Giochi olimpici estivi del 2008. Unisciti a noi per un tour fotografico dell’architettura moderna che ha cambiato il volto di Pechino, in Cina. Possiamo solo immaginare cosa ci aspetta a Pechino quando ospiterà le Olimpiadi invernali del 2022.

Sede della CCTV

Sede della CCTV progettata da Rem Koolhaas.
James Leynse / Corbis tramite Getty Images

L’edificio che più incarna l’architettura moderna di Pechino è senza dubbio l’edificio del quartier generale della CCTV, una struttura tortuosa e robotica che alcuni hanno definito un capolavoro di puro genio.

Progettato dall’architetto olandese vincitore del Premio Pritzker Rem Koolhaas, l’edificio CCTV assolutamente unico è uno dei più grandi edifici per uffici al mondo. Solo il Pentagono ha più spazi per uffici. Le torri angolari di 49 piani sembrano in procinto di crollare, ma la struttura è progettata con cura per resistere a terremoti e venti forti. Le sezioni trasversali frastagliate realizzate con circa 10,000 tonnellate di acciaio formano le torri inclinate.

Sede dell’unica emittente cinese, China Central Television, l’edificio della CCTV dispone di studi, impianti di produzione, teatri e uffici. L’edificio della CCTV era uno dei numerosi progetti audaci costruiti per le Olimpiadi di Pechino nel 2008.

stadio nazionale

Lo Stadio Nazionale, Cerimonia di Apertura dei Giochi Olimpici di Pechino 2008.
Clive Rose / Getty Images

Una rete di bande d’acciaio forma i lati dello Stadio Nazionale di Pechino, lo Stadio Olimpico costruito per i Giochi estivi del 2008 a Pechino, Cina. Ha rapidamente ottenuto il soprannome di “nido dell’uccello”, poiché l’esterno a strisce visto dall’alto sembra replicare l’architettura aviaria.

Lo stadio nazionale è stato progettato dagli architetti svizzeri premiati con il Pritzker Herzog & de Meuron.

Centro nazionale per le arti dello spettacolo

Il Teatro Nazionale di Pechino.
Chen Jie / Getty Images (ritagliate)

Il Centro Nazionale per le Arti dello Spettacolo in titanio e vetro a Pechino è chiamato informalmente The Egg. In ogni bella immagine dell’esterno, l’architettura sembra sorgere come un essere o ondeggiare come un ovulo nelle acque circostanti.

Costruito tra il 2001 e il 2007, il National Grand Theatre è una cupola ovale circondata da un lago artificiale. Progettato dall’architetto francese Paul Andreu, lo splendido edificio è lungo 212 metri, largo 144 metri e alto 46 metri. Un corridoio sotto il lago conduce all’edificio. Si trova appena ad ovest di Piazza Tienanmen e della Grande Sala del Popolo.

L’edificio delle arti dello spettacolo è uno dei numerosi progetti audaci costruiti per le Olimpiadi di Pechino del 2008. È interessante notare che, mentre questo edificio moderno veniva costruito in Cina, un futuristico tubo ellittico che l’architetto Andreu progettò per l’aeroporto Charles de Gaulle crollò, uccidendo diverse persone.

Dentro l’uovo di Pechino

Il National Grand Theatre dell’architetto francese Paul Andreu.
Guang Niu / Getty Images

L’architetto francese Paul Andreu ha progettato il Centro nazionale per le arti dello spettacolo come simbolo di Pechino. Il centro per le arti dello spettacolo è uno dei tanti nuovi audaci progetti costruiti per intrattenere i patroni delle Olimpiadi estive di Pechino nel 2008.

All’interno della cupola ellittica si trovano quattro spazi per spettacoli: un Teatro dell’Opera, al centro dell’edificio, con 2,398 posti a sedere; la Concert Hall, situata nella parte orientale dell’edificio, ha 2,017 posti a sedere; il Drama Theatre, situato nella parte occidentale dell’edificio, ha 1,035 posti a sedere; e un piccolo teatro multifunzionale, con 556 posti a sedere, è utilizzato per musica da camera, esibizioni soliste e molte opere moderne di teatro e danza.

Terminal T3 presso l’Aeroporto Internazionale di Pechino Capitale

All’interno del Terminal 3.
Feng Li / Getty Images (ritagliate)

L’edificio del terminal T3 (Terminal 2008) presso l’Aeroporto Internazionale di Pechino Capitale è uno dei terminal aeroportuali più grandi e avanzati del mondo. Completato nel 1991 in tempo per le Olimpiadi estive, l’architetto britannico Norman Foster ha costruito i progetti dell’aeroporto che il suo team aveva realizzato nel 1998 a Stansted nel Regno Unito e l’aeroporto di Chek Lap Kok a Hong Kong nel 2014. L’aspetto aerodinamico, come qualche creatura del mare profondo sul fondo di un oceano, è un progetto che Foster + Partners continua a utilizzare anche nel 3 allo Spaceport America del New Mexico. La luce naturale e l’economia dello spazio hanno reso l’edificio del Terminal TXNUMX un importante traguardo moderno per Pechino.

Stazione di Olympic Forest Park South Gate

Stazione della metropolitana di Olympic Forest Park South Gate.
Foto Cina / Getty Images (ritagliate)

Il Beijing Olympic Forest Park è stato costruito non solo come luogo naturale per alcune delle competizioni olimpiche estive (ad esempio il tennis), ma era la speranza della città che atleti e visitatori avrebbero utilizzato lo spazio per allentare le tensioni derivanti dalle competizioni. Dopo i giochi, è diventato il più grande parco paesaggistico di Pechino, due volte più grande del Central Park di New York.

Pechino ha aperto la linea della metropolitana Olympic Branch per le Olimpiadi estive di Pechino 2008. Quale progetto migliore per Forest Park che trasformare le colonne sotterranee in alberi e piegare il soffitto in rami o palme. Questa foresta della stazione della metropolitana è simile alla foresta della cattedrale all’interno della Sagrada Familia – almeno l’intento sembra essere come la visione di Gaudi.

2012, Galaxy SOHO

Galaxy SOHO Complex di Zaha Hadid.
Lintao Zhang / Getty Images

Dopo le Olimpiadi di Pechino, l’architettura moderna della città non ha smesso di essere costruita. La laureata Pritzker Zaha Hadid ha portato i suoi progetti parametrici dell’era spaziale a Pechino tra il 2009 e il 2012 con il complesso Galaxy SOHO a uso misto. Zaha Hadid Architects ha costruito quattro torri senza angoli e senza transizioni per creare un moderno cortile cinese. È un’architettura non di blocchi ma di volumi: fluida, a più livelli e orizzontalmente verticale. SOHO China Ltd. è uno dei più grandi sviluppatori immobiliari in Cina.

2010, Torre del China World Trade Center

Torre del China World Trade Center.
James Leynse / Corbis tramite Getty Images

A New York City, il One World Trade Center è stato aperto nel 2014. Sebbene ad un’altezza di 1,083 piedi il World Trade Center di Pechino sia circa 700 piedi più corto del suo rivale di New York, è stato costruito molto più velocemente. Forse è perché Skidmore, Owings & Merrill, LLP hanno progettato entrambi i grattacieli. Il China World Trade Center è il secondo edificio più alto di Pechino, secondo solo alla China Zun Tower del 2018.

2006, Museo della capitale

Museo della capitale.
Cancan Chu / Getty Images (ritagliata)

Il Museo della capitale potrebbe essere stato il pallone di prova di Pechino nel design architettonico moderno di estranei. Il francese Jean-Marie Duthilleul e l’AREP hanno messo insieme un moderno palazzo cinese per ospitare ed esibire alcuni dei tesori più preziosi e antichi della Cina. Successo.

Pechino moderna

CCTV e altri edifici alti a Pechino.
Feng Li / Getty Images

Il quartier generale monolitico della China Central Television ha conferito a Pechino un aspetto nuovo e audace per le Olimpiadi del 2008, poi nelle vicinanze è stato costruito il China World Trade Center. Quale sarà il futuro di Pechino con l’avvicinarsi dei Giochi Olimpici Invernali del 2022?

fonti

  • Vista aerea di Bird’s Nest dalla Beijing Tourism Administration tramite Getty Images (ritagliata)
  • Beijing National Grand Theatre, China Art International Travel Service, http://theatrebeijing.com/theatres/national_grand_theatre/ [visitato il 18 febbraio 2018]
  • The National Theatre di Ryan Pyle / Corbis tramite Getty Images (ritagliata)
  • Projects, Foster + Partners, https://www.fosterandpartners.com/projects/beijing-capital-international-airport/ [visitato il 18 febbraio 2018]
  • Projects, Zaha Hadid Architects, http://www.zaha-hadid.com/architecture/galaxy-soho/ [visitato il 18 febbraio 2018]
  • China World Tower, The Skyscraper Center, http://www.skyscrapercenter.com/building/china-world-tower/379 [visitato il 18 febbraio 2018]
  • Cartella stampa del Beijing Capital Museum, PDF su http://www.arepgroup.com/eng/file/pages_contents/projects/projects_classification/public_facility/file/pekinmusee_va_bd.pdf