Biografia di Melania Trump

Melania Trump è un’ex modella, imprenditrice ed ex first lady degli Stati Uniti. È sposata con Donald Trump, il ricco sviluppatore immobiliare e star della televisione di realtà che è stato eletto 45 ° presidente nelle elezioni del 2016. Nata Melanija Knavs, o Melania Knauss, nell’ex Jugoslavia, è solo la seconda first lady nata al di fuori degli Stati Uniti. 

I primi anni

La signora Trump è nata a Novo Mesto, in Slovenia, il 26 aprile 1970. La nazione era allora parte della Jugoslavia comunista. È la figlia Viktor e Amalija Knavs, un rivenditore di auto e una designer di abbigliamento per bambini. Ha studiato design e architettura all’Università di Lubiana, in Slovenia. La biografia ufficiale della Casa Bianca della signora Trump afferma che ha “interrotto i suoi studi” per far avanzare la sua carriera di modella a Milano e Parigi. Non indica se si è laureata all’università.

Carriere nella modellazione e nella moda

La signora Trump ha detto di aver iniziato la sua carriera di modella all’età di 16 anni e ha firmato il suo primo contratto importante con un’agenzia a Milano, Italia, quando ne aveva 18. È apparsa sulle copertine di Vogue, Harper’s Bazaar, GQ, In Style e New York Magazine. Ha anche modellato per Sports Illustrated Swimsuit Issue, Allure, Vogue, Self, Glamour, Vanity Fair ed Elle. 

La signora Trump ha anche lanciato una linea di gioielli venduti nel 2010 e commercializzati abbigliamento, cosmetici, cura dei capelli e profumi. La linea di gioielli “Melania Timepieces & Jewelry” è in vendita sulla rete televisiva via cavo QVC. Secondo The Associated Press, è stata identificata nei registri pubblici come CEO di Melania Marks Accessories Member Corp, la holding di Melania Marks Accessories. Quelle società gestivano royalties tra $ 15,000 e $ 50,000, secondo la dichiarazione finanziaria di Trump del 2016.

Cittadinanza

La signora Trump si è trasferita a New York nell’agosto 1996 con un visto turistico e, nell’ottobre dello stesso anno, ha ottenuto un visto H-1B per lavorare negli Stati Uniti come modella, ha detto il suo avvocato. I visti H-1B sono concessi in base a una disposizione dell’Immigration and Nationality Act che consente ai datori di lavoro statunitensi di assumere lavoratori stranieri in “professioni speciali”. La signora Trump ha ottenuto la sua carta verde nel 2001 ed è diventata cittadina nel 2006. È solo la seconda first lady nata fuori dal paese. La prima è stata Louisa Adams, moglie di John Quincy Adams, il sesto presidente della nazione.

Matrimonio con Donald Trump

Si dice che la signora Trump abbia incontrato Donald Trump nel 1998 a una festa di New York. Numerose fonti hanno affermato che ha rifiutato di fornire a Trump il suo numero di telefono.

Il New Yorker riferisce:

“Donald ha visto Melania, Donald ha chiesto a Melania il suo numero, ma Donald era arrivato con un’altra donna – l’ereditiera norvegese dei cosmetici Celina Midelfart – quindi Melania ha rifiutato. Donald insistette. Presto si innamorarono di Moomba. Si sono lasciati per un certo periodo nel 2000, quando Donald ha giocato con l’idea di candidarsi alla presidenza come membro del Partito riformista – “TRUMP KNIXES KNAUSS”, ha dichiarato il New York Post – ma presto sono tornati insieme “.

I due si sono sposati nel gennaio 2005.

La signora Trump è la terza moglie di Donald Trump. Il primo matrimonio di Trump, con Ivana Marie Zelníčková, è durato circa 15 anni prima che la coppia divorziasse nel marzo 1992. Il suo secondo matrimonio, con Marla Maples, è durato meno di sei anni prima che la coppia divorziasse nel giugno 1999.

Famiglia e vita personale

Nel marzo del 2006 hanno avuto il loro primo figlio, Barron William Trump. Il signor Trump ha avuto quattro figli con mogli precedenti. Sono: Donald Trump Jr., con la sua prima moglie Ivana; Eric Trump, con la sua prima moglie Ivana; Ivanka Trump, con la prima moglie Ivana; e Tiffany Trump, con la seconda moglie Marla. I figli di Trump ai matrimoni precedenti sono cresciuti.

Piccolo ruolo nella campagna presidenziale 2016

La signora Trump è rimasta in gran parte sullo sfondo della campagna presidenziale di suo marito. Ma ha parlato alla Convention nazionale repubblicana del 2016, un’apparizione che si è conclusa in controversia quando parte delle sue osservazioni sono state trovate molto simili a quelle di un discorso pronunciato in precedenza dall’allora First Lady Michelle Obama. Tuttavia, il suo discorso quella sera è stato il momento più importante della campagna elettorale e il primo mandato di Trump per lei. “Se vuoi che qualcuno combatta per te e il tuo paese, posso assicurarti che è il ragazzo”, ha detto di suo marito. “Non si arrenderà mai. E, cosa più importante, non ti deluderà mai. ”

Non è d’accordo con Trump in occasione

La signora Trump ha mantenuto un profilo relativamente basso come first lady. In effetti, un controverso rapporto del 2017 sulla rivista Vanity Fair ha affermato che non ha mai voluto il ruolo. “Questo non è qualcosa che lei voleva e non è qualcosa che lui avrebbe mai pensato di vincere. Non voleva che questo venisse l’inferno o l’acqua alta. Non credo pensasse che sarebbe successo”, la rivista ha citato un amico di Trump senza nome come dicendo. Un portavoce della signora Trump ha negato il rapporto, affermando che era “pieno di fonti anonime e false affermazioni”. 

Ecco alcune delle citazioni più importanti della signora Trump:

  • Sul parlare di politica con suo marito: “Sono d’accordo con tutto quello che dice? No. Anch’io ho le mie opinioni e glielo dico. A volte lo prende e ascolta, a volte no. “
  • Su come parla di politica al marito: “Gli do le mie opinioni, ea volte lui le accetta, a volte no. Sono sempre d’accordo con lui? No.”
  • Sulla sua relazione con suo marito: “Sappiamo quali sono i nostri ruoli e ne siamo felici. Penso che l’errore che alcune persone commettono è che provano a cambiare l’uomo che amano dopo essersi sposati. Non puoi cambiare una persona.”
  • Sulle posizioni controverse di suo marito: “Ho scelto di non entrare in politica e politica. Quelle politiche sono il lavoro di mio marito. “
  • Sulle sue convinzioni politiche e su come consiglia Trump: “Nessuno lo sa e nessuno lo saprà mai. Perché è tra me e mio marito. “
  • Sul suo aspetto: “Non ho apportato modifiche. Molte persone dicono che sto usando tutte le procedure per il mio viso. Non ho fatto niente. Vivo una vita sana, mi prendo cura della mia pelle e del mio corpo. Sono contro il Botox, sono contro le iniezioni; Penso che stia danneggiando il tuo viso, danneggiando i tuoi nervi. Sono tutto io. Inveccherò con grazia, come fa mia madre. “
  • Sul carattere di suo marito: “Quando lo attacchi, risponderà con un pugno dieci volte più forte. Non importa chi sei, un uomo o una donna. Tratta tutti allo stesso modo.”
  • Sulla presidenza di suo marito: “Non è politicamente corretto e dice la verità. Non tutto è rose e fiori ed è perfetto, perché non lo è. Vuole che l’America sia di nuovo grande, e può farlo .. È un grande leader – il miglior leader, un negoziatore straordinario. L’America ha bisogno di questo, e lui crede nell’America. Crede nel suo potenziale e in quello che può essere, perché ora è in grossi guai “. 
  • Sul motivo per cui non ha fatto più campagne per suo marito: “Sostengo mio marito al 100 percento, ma … abbiamo un figlio di 9 anni insieme, Barron, e lo sto crescendo. Questa è l’età in cui ha bisogno di un genitore a casa “.
  • Sul processo di naturalizzazione e sull’ottenimento della cittadinanza americana: “Sono venuto qui per la mia carriera, e ho fatto così bene, mi sono trasferito qui. Non mi è mai passato per la mente di restare qui senza documenti. Questa è solo la persona che sei. Segui le regole. Segui la legge. Ogni pochi mesi per tornare in Europa e timbrare il visto. Dopo pochi visti, ho fatto domanda per una carta verde e l’ho ottenuta nel 2001. Dopo la carta verde, ho fatto domanda per la cittadinanza. Ed è stato un lungo processo “.

Prende il bullismo e l’abuso di oppioidi

È tradizione che la first lady degli Stati Uniti utilizzi la piattaforma della più alta carica della nazione per sostenere una causa durante il loro mandato alla Casa Bianca. La signora Trump si è occupata del benessere dei bambini, in particolare sulle questioni del cyberbullismo e dell’abuso di oppioidi.

In un discorso pre-elettorale, la signora Trump ha detto che la cultura americana è diventata “troppo cattiva e troppo dura, soprattutto per i bambini e gli adolescenti. Non va mai bene quando una ragazza o un ragazzo di 12 anni viene deriso, vittima di bullismo o aggredito… È assolutamente inaccettabile quando viene fatto da qualcuno senza alcun nome nascosto su Internet. Dobbiamo trovare un modo migliore per parlarci, per non essere d’accordo, per rispettarci a vicenda “.

In un discorso alla Missione degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite a New York, ha detto che “niente potrebbe essere una causa più urgente né degna che preparare le generazioni future all’età adulta con vera chiarezza morale e responsabilità. Dobbiamo insegnare ai nostri figli i valori dell’empatia e della comunicazione che sono al centro di gentilezza, consapevolezza, integrità e leadership che possono essere insegnati solo con l’esempio “.

La signora Trump ha condotto discussioni sulla dipendenza da oppioidi alla Casa Bianca e ha visitato anche ospedali che si prendono cura di bambini nati dipendenti. “Il benessere dei bambini è della massima importanza per me e ho intenzione di utilizzare la mia piattaforma come first lady per aiutare quanti più bambini possibile”, ha detto.

Come il suo predecessore, la First Lady Michelle Obama, anche la signora Trump ha incoraggiato abitudini alimentari sane tra i bambini. “Ti incoraggio a continuare a mangiare molta frutta e verdura in modo da crescere sano e prenderti cura di te stesso … È molto importante”, ha detto.

La signora Trump ha commemorato quegli obiettivi, o pilastri, nella sua campagna “Be Best”, che tra le altre cose ha invitato gli adulti a fungere da modelli per come trattare gli altri, in particolare sui social media. “È nostra responsabilità come adulti educarli e rafforzarli che quando usano la loro voce – sia verbalmente che online – devono scegliere le loro parole con saggezza e parlare con rispetto e compassione”, ha scritto.

Riferimenti e letture consigliate

  • Biografia ufficiale archiviata: MelaniaTrump.com 
  • Biografia ufficiale della Casa Bianca: Whitehouse.gov
  • The Model American: The New Yorker
  • Dalla Slovenia delle piccole città alle porte della Casa Bianca: il New York Times
  • L’infanzia di Melania Trump a Sovenia: ABC News
  • Melania Trump si destreggia tra maternità, matrimonio e carriera proprio come noi: genitorialità
  • Il sogno americano di Melania Trump: Bazaar