Celestial Treasures of the Constellation Centaurus

Non capita spesso che le persone dell’emisfero settentrionale riescano a vedere le stelle dell’emisfero meridionale a meno che non viaggino effettivamente a sud dell’equatore. Quando lo fanno, se ne vanno meravigliandosi di quanto possano essere belli i cieli meridionali. In particolare, la costellazione del Centauro offre alle persone uno sguardo ad alcune stelle luminose vicine e uno dei più bei ammassi globulari intorno. Vale sicuramente la pena guardarlo in una notte buia e limpida.

Capire il centauro

La costellazione del Centauro è stata tracciata per secoli e si estende su più di mille gradi quadrati di cielo. Il momento migliore per vederlo è durante le ore serali durante l’autunno nell’emisfero australe dall’autunno all’inverno (da marzo a metà luglio) anche se può essere individuato molto presto la mattina o la sera in altre parti dell’anno. Centaurus prende il nome da un essere mitologico chiamato Centauro, che è una creatura metà uomo e metà cavallo nelle leggende greche. È interessante notare che, a causa dell’oscillazione della Terra sul suo asse (chiamata “precessione”), la posizione del Centauro nel cielo è cambiata nel corso del tempo storico. In un lontano passato, è stato visto da tutto il pianeta. Tra poche migliaia di anni sarà nuovamente visibile alle persone di tutto il mondo.

Esplorando il centauro

Il Centauro ospita due delle stelle più famose del cielo: il luminoso bianco-bluastro Alpha Centauri (noto anche come Rigel Kent) e il suo vicino Beta Centauri, noto anche come Hadar, che sono tra i vicini del Sole, insieme al loro compagno Proxima Centauri (che attualmente è il più vicino).

La costellazione ospita molte stelle variabili e alcuni affascinanti oggetti del cielo profondo. Il più bello è l’ammasso globulare Omega Centauri. È appena abbastanza a nord da poter essere intravisto nel tardo inverno dalla Florida e dalle Hawaii. Questo ammasso contiene circa 10 milioni di stelle racchiuse in un’area di spazio di circa 150 anni luce di diametro. Alcuni astronomi sospettano che possa esserci un buco nero nel cuore dell’ammasso. Questa idea si basa sulle osservazioni fatte dal telescopio spaziale Hubble, che mostra le stelle tutte ammassate nel nucleo centrale, che si muovono più velocemente di quanto dovrebbero essere. Se esistesse lì, il buco nero conterrebbe circa 12,000 masse solari di materiale.

C’è anche un’idea che fluttua nei circoli astronomici che Omega Centaurus potrebbe essere i resti di una galassia nana. Queste piccole galassie esistono ancora e alcune vengono cannibalizzate dalla Via Lattea. Se questo è quello che è successo a Omega Centauri, allora è accaduto miliardi di anni fa, quando entrambi gli oggetti erano molto giovani. Omega Centauri potrebbe essere tutto ciò che è rimasto del nano originale, che è stato fatto a pezzi dallo stretto passaggio della neonata Via Lattea.

Individuare una galassia attiva in Centaurus

Non lontano dalla visione di Omega Centauri c’è un’altra meraviglia celeste. È la galassia attiva Centaurus A (nota anche come NGC 5128) ed è facilmente individuabile con un buon binocolo o un telescopio da giardino. Cen A, come è noto, è un oggetto interessante. Si trova a più di 10 milioni di anni luce da noi ed è conosciuta come una galassia starburst. È anche molto attivo, con un buco nero supermassiccio al centro e due getti di materiale che fluiscono via dal nucleo. È molto probabile che questa galassia si sia scontrata con un’altra, provocando enormi esplosioni di formazione stellare. Il telescopio spaziale Hubble ha osservato questa galassia, così come diversi array di radiotelescopi. Il nucleo della galassia è abbastanza rumoroso, il che lo rende un’area interessante di studio.

Osservando il Centauro

I periodi migliori per uscire e vedere Omega Centauri da qualsiasi parte del sud della Florida iniziano nelle ore serali di marzo e aprile. può essere visto nelle ore piccole fino a luglio e agosto. Si trova a sud di una costellazione chiamata Lupus e sembra arricciarsi intorno alla famosa costellazione della “Croce del Sud” (ufficialmente conosciuta come Crux). L’aereo della Via Lattea corre nelle vicinanze, quindi se vai a vedere Centaurus, avrai un campo ricco e stellato di oggetti da esplorare. Ci sono ammassi stellari aperti da cercare e molte galassie! Avrai bisogno di un binocolo o di un telescopio per studiare veramente la maggior parte degli oggetti in Centaurus, quindi preparati per un’esplorazione impegnativa!