Come dire Urano senza ridere

Il settimo pianeta dal Sole è un gigante di ghiaccio ghiacciato di un mondo soffocato in un’atmosfera pesante. Per questi motivi, gli scienziati planetari continuano a studiarlo con telescopi sia terrestri che spaziali. La sonda spaziale Voyager 2 ha attraversato il pianeta nel 1986, offrendo agli astronomi il loro primo sguardo ravvicinato a questo mondo lontano.

Immagini storiche / Getty

Tuttavia, Urano ha un problema. O meglio, gli umani hanno un problema con il suo nome. È stato a lungo oggetto di battute che vanno dalle risatine in classe a commenti molto più espliciti sui talk show a tarda notte. Perché? Perché ha un nome che, se le persone lo dicono male, suona davvero, davvero cattivo. 

Mentre gli studenti delle scuole si divertono molto con il nome, le discussioni su “Urano” suscitano persino risatine da studenti universitari e adulti durante le lezioni dal vivo sulle stelle del planetario. È comprensibile, anche nello stesso momento in cui astronomi e insegnanti alzano gli occhi al cielo in privato quando devono insegnare sul pianeta. La domanda è, però, è necessaria tutta questa allegria? E come si dice il suo nome?

Una parola, due Urani

Si scopre che entrambe le pronunce usate dalle persone sono corrette. La versione classica, a bocca aperta (in particolare ū · rā ′ · nəs, o tu-RAY-nuss) pone l’accento sul suono lungo “LA”. Questo è quello che porta a sopracciglia alzate, risatine e risate aperte. È la pronuncia di cui la maggior parte dei docenti del planetario, ad esempio, non vuole nemmeno parlare di fronte a un pubblico. Questo è probabilmente il motivo per cui i bambini continuano a chiederlo e gli adulti ancora ridacchiano quando lo sentono.

L’altra pronuncia (ūr ′ · ə · nəs) pone l’accento sulla “U” lunga mentre il suono “LA” lungo è sostituito da un “uh” come in “YOU-ruh-nuss”. A quanto pare questa pronuncia è quella preferita dagli accademici. Certo, suona quasi come “Urine-uss”, e questo fa alzare le sopracciglia tra le persone per le quali ogni menzione di “roba” da bagno è icky. Ma, onestamente, quella seconda pronuncia è molto meglio da usare ed è storicamente più accurata.

Il nome deriva dall’antico nome greco per il dio del cielo. Leggi gli dei e la mitologia greci per saperne di più sull’omonimo pianeta. Urano era considerato uno degli dei più elementari. Era sposato con la madre Terra Gaia (e, cosa piuttosto interessante, era anche suo figlio, il che è davvero un po ‘audace!). Ebbero figli che divennero i primi Titani ed erano antenati di tutti gli altri dei greci che seguirono.

Poiché la mitologia greca è interessante per gli studiosi e poiché i nomi greci sono sparsi in tutta la nomenclatura astronomica, l’uso della pronuncia greca è più accademicamente piacevole. Ovviamente è anche meno imbarazzante. Pronunciarlo “TU-ruh-nuss” impedisce agli studenti di ridacchiare. O almeno così la gente spera. 

Urano è davvero affascinante

È davvero un peccato che le persone debbano essere così irriverenti il ​​nome di uno dei mondi più affascinanti del sistema solare. Se guardano oltre il nome, apprenderebbero informazioni interessanti su un mondo che gira intorno al Sole su un lato e periodicamente punta un polo o l’altro direttamente verso di noi. Questo dà al pianeta alcune stagioni strane (e molto lunghe). Quando la navicella Voyager 2 è passata di corsa, ha restituito immagini del pianeta a diverse lunghezze d’onda della luce.

Due viste di Urano dalla Voyager 2. L’immagine a sinistra è una vista “normale”, che mostra pochissimi dettagli nelle nuvole. Con strumenti speciali, Voyager 2 ci ha mostrato che il polo del pianeta puntava verso il Sole e che c’erano strati atmosferici distinti.
NASA.JPL 

Ha anche controllato le strane piccole lune di Urano, che sembrano tutte congelate, craterizzate e, in alcuni casi, hanno superfici dall’aspetto molto strano. 

Immagini della luna uraniana Miranda, con le sue caratteristiche di superficie uniche.
NASA / JPL

Urano stesso è classificato come un mondo “gigante di ghiaccio”. Ciò non significa che in realtà sia fatto completamente di ghiaccio. Il suo interno è un piccolo mondo roccioso (forse delle dimensioni della Terra) circondato da uno strato di ammoniaca, acqua, ammoniaca e ghiacci di metano. Sopra ci sono gli strati atmosferici, che sono costituiti principalmente da idrogeno, elio e gas metano; lo strato più in alto è fatto di nuvole e anche lì ci sono particelle di ghiaccio. Questo si qualifica come un mondo piuttosto interessante nel libro di chiunque, indipendentemente da come si chiama! 

Alla ricerca di Urano

Un altro segreto su Urano? Non così misterioso in realtà; questo mondo fu scoperto dall’astronomo e compositore musicale britannico William Herschel, nel 1781. Voleva chiamarlo in onore del suo mecenate, re Giorgio III. Questo non ha funzionato con gli astronomi in Francia, che hanno affermato di averlo scoperto anche loro. Quindi, alla fine, è stato chiamato “Urano”, cosa che è piaciuta a tutti. 

Allora, quale Urano usare?

Quindi quale pronuncia usare? Vai con ciò che è comodo. Il senso dell’umorismo su tutta la faccenda aiuta. Ricorda che il pianeta è gassoso, ma quei gas sono principalmente di idrogeno ed elio, con un po ‘di metano qua e là. Ed ecco un ultimo pensiero: lungi dall’essere un enorme scherzo, Urano risulta essere un deposito di importanti elementi costitutivi del sistema solare! Questo e la sua posizione oltre Saturno tengono impegnati gli scienziati planetari a cercare di comprenderne le affascinanti caratteristiche. 

A cura di Carolyn Collins Petersen.