Come funziona Thundersnow (e dove trovarlo)

Thundersnow è una tempesta di neve accompagnata da tuoni e fulmini. Il fenomeno è raro, anche nelle zone soggette a nevicate. È improbabile che tu riceva tuoni e fulmini durante una leggera nevicata. Il tempo deve essere seriamente brutto. Esempi di tempeste con neve temporalesca includono il ciclone bomba del 2018, Blizzard del 1978 (Stati Uniti nordorientali), Winter Storm Niko (Massachusetts) e Winter Storm Grayson (New York).

Dove trovare Thundersnow

Ovviamente, se non fa mai abbastanza freddo da nevicare, il temporale è fuori discussione. In un dato anno, una media di 6.4 eventi viene segnalata a livello mondiale. Sebbene il temporale sia raro in qualsiasi circostanza, alcuni luoghi hanno condizioni più favorevoli di altri:

  • Grandi pianure
  • Montagne
  • Litorali
  • Regioni effetto lago

Le aree che segnalano eventi temporaleschi superiori alla media includono il lato orientale dei Grandi Laghi degli Stati Uniti e del Canada, le regioni di pianura degli Stati Uniti centro-occidentali, il Gran Lago Salato, il Monte Everest, il Mar del Giappone, la Gran Bretagna e regioni elevate della Giordania e di Israele. Città specifiche note per sperimentare la neve temporalesca includono Bozeman, Montana; Halifax, Nuova Scozia; e Gerusalemme.

Il temporale tende a verificarsi in tarda stagione, tipicamente aprile o maggio nell’emisfero settentrionale. Il mese di punta della formazione è marzo. Le regioni costiere possono subire nevischio, grandine o pioggia gelata piuttosto che neve.

Come funziona Thundersnow

Il temporale è raro perché le condizioni che producono la neve tendono ad avere un effetto stabilizzante sull’atmosfera. In inverno, la superficie e la bassa troposfera sono fredde e hanno punti di rugiada bassi. Ciò significa che c’è poca umidità o convezione che può portare a fulmini. I fulmini surriscaldano l’aria, mentre il rapido raffreddamento produce le onde sonore che chiamiamo tuono.

I temporali possono formarsi in inverno, ma hanno caratteristiche diverse. Un tipico temporale normale è costituito da nuvole alte e strette che si alzano da una calda corrente ascensionale che porta dalla superficie fino a circa 40,000 piedi. La neve temporalesca di solito si forma quando strati di nuvole di neve piatte sviluppano instabilità e sperimentano un sollevamento dinamico. Tre cause portano all’instabilità.

  1. Un normale temporale ai margini di un fronte caldo o freddo può sfociare nell’aria fredda, trasformando la pioggia in pioggia gelata o neve.
  2. La forzatura sinottica, come si potrebbe vedere in un ciclone extratropicale, può portare a temporali. Le nuvole piatte di neve diventano irregolari o sviluppano quelle che vengono chiamate “torrette”. Le torrette si alzano intorno alle nuvole, rendendo instabile lo strato superiore. La turbolenza fa sì che le molecole d’acqua oi cristalli di ghiaccio guadagnino o perdano elettroni. Quando la differenza di carica elettrica tra due corpi diventa abbastanza grande, si verifica un fulmine.
  3. Un fronte di aria fredda che passa sopra l’acqua più calda può produrre neve temporalesca. Questo è il tipo di neve temporalesca che si vede più spesso vicino ai Grandi Laghi o vicino all’oceano.

Differenze da un normale temporale

L’ovvia differenza tra un tipico temporale e un temporale è che un temporale produce pioggia, mentre il temporale è associato alla neve. Tuttavia, anche il tuono e il fulmine del tuono sono diversi. La neve attutisce il suono, quindi il tuono del tuono suona sommesso e non viaggia così lontano come sarebbe in un cielo limpido o piovoso. Il tuono normale può essere sentito a miglia dalla sua fonte, mentre il tuono di neve temporalesca tende a essere limitato a un raggio da 2 a 3 miglia (da 3.2 a 4.8 chilometri) dal fulmine.

Anche se i tuoni possono essere attenuati, i fulmini sono accentuati dalla neve riflettente. Il fulmine del temporale appare tipicamente bianco o dorato, piuttosto che il solito blu o viola dei fulmini dei temporali.

Pericoli di Thundersnow

Le condizioni che portano a temporali portano anche a temperature pericolosamente fredde e scarsa visibilità a causa della neve che soffia. È possibile un vento di forza tropicale. Il temporale è più comune con bufere di neve o forti tempeste invernali.

È più probabile che i fulmini di tuono abbiano una carica elettrica positiva. Il fulmine a polarità positiva è più distruttivo del normale fulmine a polarità negativa. Il fulmine positivo può essere fino a dieci volte più forte del fulmine negativo, fino a 300,000 ampere e un miliardo di volt. A volte si verificano scioperi positivi a oltre 25 km di distanza dal punto di precipitazione. I fulmini possono provocare un incendio o danneggiare una linea elettrica.

fonti

  • Patrick S. Market, Chris E. Halcomb e Rebecca L. Ebert (2002). A Climatology of Thundersnow Events negli Stati Uniti contigui. American Meteorological Society. Estratto 20 febbraio il 2018.
  • Rauber, RM; et al. (2014). “Stabilità e caratteristiche di carica della regione della virgola dei cicloni invernali continentali”. J. Atmos. Sci. 71 (5): 1559-1582.