Cos’è l’antrace?

L’antrace è il nome di un’infezione potenzialmente mortale causata dal batterio che forma le spore Bacillus anthracis. I batteri sono comuni nel suolo, dove in genere esistono come spore dormienti che possono sopravvivere fino a 48 anni. Al microscopio, i batteri viventi sono grandi bastoncelli. Essere esposti ai batteri non è la stessa cosa che essere infettati da esso. Come con tutti i batteri, un’infezione richiede tempo per svilupparsi, il che offre una finestra di opportunità per la prevenzione e la cura delle malattie. L’antrace è mortale principalmente perché i batteri rilasciano tossine. La tossiemia si verifica quando sono presenti abbastanza batteri.

L’antrace colpisce principalmente il bestiame e la selvaggina, ma è possibile che gli esseri umani contraggano l’infezione dal contatto diretto o indiretto con gli animali colpiti. È anche possibile contrarre l’infezione inalando le spore o dai batteri che entrano direttamente nel corpo da un’iniezione o da una ferita aperta. Sebbene la trasmissione da persona a persona dell’antrace non sia stata confermata, è possibile che il contatto con lesioni cutanee possa trasmettere i batteri. In generale, tuttavia, l’antrace negli esseri umani non è considerato una malattia contagiosa.

Vie di infezione e sintomi di antrace

Peter Dazeley / Getty Images

Esistono quattro vie di infezione da antrace. I sintomi dell’infezione dipendono dalla via di esposizione. Mentre i sintomi dell’inalazione di antrace possono richiedere settimane prima di apparire, segni e sintomi da altre vie di solito si sviluppano entro un giorno o una settimana dopo l’esposizione.

Antrace cutaneo

Il modo più comune per contrarre l’antrace è introdurre i batteri o le spore nel corpo attraverso un taglio o una ferita aperta nella pelle. Questa forma di antrace è raramente fatale, a condizione che venga trattata. Mentre l’antrace si trova nella maggior parte dei terreni, l’infezione tende a provenire dalla manipolazione di animali infetti o della loro pelle.

I sintomi dell’infezione includono una protuberanza pruriginosa e gonfia che può assomigliare a un morso di insetto o di ragno. La protuberanza alla fine diventa una piaga indolore che sviluppa un centro nero (chiamato escara). Potrebbe esserci gonfiore nel tessuto che circonda la piaga e nei linfonodi.

Antrace gastrointestinale

L’antrace gastrointestinale deriva dal consumo di carne poco cotta di un animale infetto. I sintomi includono mal di testa, nausea, vomito, febbre, dolore addominale e perdita di appetito. Questi possono progredire in mal di gola, collo gonfio, difficoltà a deglutire e diarrea sanguinolenta. Questa forma di antrace è rara.

Inalazione di antrace

L’antrace da inalazione è anche noto come antrace polmonare. Si contrae respirando le spore di antrace. Di tutte le forme di esposizione all’antrace, questa è la più difficile da trattare e la più mortale.

I sintomi iniziali sono simili all’influenza, inclusi affaticamento, dolori muscolari, febbre lieve e mal di gola. Con il progredire dell’infezione, i sintomi possono includere nausea, deglutizione dolorosa, fastidio al torace, febbre alta, difficoltà respiratorie, tosse con sangue e meningite.

Antrace iniettato

L’antrace da iniezione si verifica quando i batteri o le spore vengono iniettati direttamente nel corpo. In Scozia, ci sono stati casi di antrace per iniezione da iniezione di droghe illegali (eroina). L’antrace da iniezione non è stata segnalata negli Stati Uniti.

I sintomi includono arrossamento e gonfiore nel sito di iniezione. Il sito di iniezione può cambiare da rosso a nero e formare un ascesso. L’infezione può portare a insufficienza d’organo, meningite e shock.

Antrace come arma di bioterrorismo

artychoke98 / Getty Images

Sebbene sia possibile catturare l’antrace toccando animali morti o mangiando carne poco cotta, la maggior parte delle persone è più preoccupata per il suo potenziale utilizzo come arma biologica.

Nel 2001, 22 persone sono state infettate dall’antrace quando le spore sono state inviate per posta negli Stati Uniti. Cinque delle persone infette sono morte a causa dell’infezione. Il servizio postale statunitense ora verifica il DNA dell’antrace nei principali centri di distribuzione.

Mentre gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica hanno deciso di distruggere le loro scorte di antrace come arma, è probabile che rimanga in uso in altri paesi. L’accordo tra Stati Uniti e Unione Sovietica per porre fine alla produzione di armi biologiche fu firmato nel 1972, ma nel 1979 oltre un milione di persone a Sverdlovsk, in Russia, furono esposte a un rilascio accidentale di antrace da un vicino complesso di armi.

Mentre il bioterrorismo dell’antrace rimane una minaccia, una migliore capacità di rilevare e trattare i batteri rende molto più probabile la prevenzione dell’infezione.

Diagnosi e trattamento dell’antrace

Jayson Punwani / Getty Images

Se hai i sintomi dell’esposizione all’antrace o hai motivo di pensare che potresti essere stato esposto ai batteri, dovresti consultare un medico professionista. Se sai per certo di essere stato esposto all’antrace, è d’obbligo una visita al pronto soccorso. Altrimenti, tieni presente che i sintomi dell’esposizione all’antrace sono simili a quelli della polmonite o dell’influenza.

Per diagnosticare l’antrace, il medico escluderà l’influenza e la polmonite. Se questi test sono negativi, i test successivi dipendono dal tipo di infezione e dai sintomi. Possono includere test cutanei, un esame del sangue per cercare i batteri o gli anticorpi, una radiografia del torace o una TAC (per l’antrace da inalazione), una puntura lombare o una puntura lombare (per la meningite da antrace) o un campione di feci ( per l’antrace gastrointestinale).

Anche se sei esposto, un’infezione di solito può essere prevenuta con antibiotici orali, come la doxiciclina (p. Es., Monodox, Vibramycin) o la ciprofloxacina (Cipro). L’antrace da inalazione non risponde al trattamento. Nelle sue fasi avanzate le tossine prodotte dai batteri possono sopraffare il corpo anche se i batteri sono controllati. In generale, è più probabile che il trattamento sia efficace se viene avviato non appena si sospetta un’infezione.

Il vaccino contro l’antrace

inalare / Getty Images

Esiste un vaccino umano per l’antrace, ma non è destinato al pubblico in generale. Sebbene il vaccino non contenga batteri vivi e non possa portare a un’infezione, è associato a effetti collaterali potenzialmente gravi. Il principale effetto collaterale è il dolore al sito di iniezione, ma alcune persone sono allergiche ai componenti del vaccino. È considerato troppo rischioso da usare nei bambini o negli anziani. Il vaccino è messo a disposizione degli scienziati che lavorano con l’antrace e altre persone in professioni ad alto rischio, come il personale militare. Altre persone che sono a maggior rischio di infezione includono veterinari del bestiame, persone che si occupano di selvaggina e persone che si iniettano droghe illegali.

Se vivi in ​​un paese in cui l’antrace è comune o viaggi in uno di essi, puoi ridurre al minimo il rischio di esposizione ai batteri evitando il contatto con il bestiame o la pelle degli animali e assicurandoti di cuocere la carne a una temperatura sicura. Indipendentemente da dove vivi, è buona norma cucinare a fondo la carne, prestare attenzione nel maneggiare qualsiasi animale morto e fare attenzione se lavori con pelli, lana o pellicce.

L’infezione da antrace si verifica principalmente nell’Africa sub-sahariana, Turchia, Pakistan, Iran, Iraq e altri paesi in via di sviluppo. È raro nell’emisfero occidentale. Ogni anno nel mondo vengono segnalati circa 2,000 casi di antrace. La mortalità è stimata tra il 20% e l’80% senza trattamento, a seconda della via dell’infezione.

Riferimenti e ulteriori letture

  • Tipi di antrace. CENTRO PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE. 21 luglio 2014.
  • Madigan, M .; Martinko, J., eds. Brock Biology of Microorganisms (11 ° ed.). Prentice Hall, 2005.
  • “Cepheid, Northrop Grumman stipulano un accordo per l’acquisto di cartucce per il test dell’antrace”. La sicurezza oggi. 16 agosto 2007.
  • Hendricks, Katherine A., et al. “Riunioni del gruppo di esperti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie sulla prevenzione e il trattamento dell’antrace negli adulti”. Malattie infettive emergenti, vol. 20, n. 2, Centers for Disease Control and Prevention (CDC), febbraio 2014.