Fatti chiave sul Monte Rushmore

Il Monte Rushmore si trova nelle Black Hills di Keystone, nel South Dakota. La scultura di quattro famosi presidenti – George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln – è stata scolpita nella parete rocciosa di granito per molti decenni. Secondo il National Park Service, circa 3 milioni di persone visitano il monumento ogni anno. 

Anche nel parco nazionale si trova l’Avenue of Flags, che rappresenta i 50 stati, il Distretto di Columbia, Guam, Porto Rico, Samoa americane, Isole Vergini e Isole Marianne Settentrionali. In estate, il monumento è illuminato di notte.

Storia del Parco Nazionale del Monte Rushmore 

Il modello di Gutzon Borglum del Monte. Memoriale di Rushmore, dove vedi i piani originali.

Divisione stampe e fotografie della Library of Congress / Public Domain / Wikimedia Commons

Il Mount Rushmore National Park è stato il frutto dell’ingegno di Doane Robinson, noto come il “padre del monte Rushmore”. Il suo obiettivo era creare un’attrazione che attirasse persone da tutto il paese nel suo stato. Robinson ha contattato Gutzon Borglum, lo scultore che stava lavorando al monumento a Stone Mountain, in Georgia.

Borglum incontrò Robinson durante il 1924 e il 1925. Fu lui a identificare il Monte Rushmore come un luogo perfetto per un grande monumento. Ciò era dovuto all’altezza della scogliera sopra l’area circostante; la sua composizione di granito, che sarebbe lenta a erodersi; e il fatto che fosse rivolto a sud-est, per sfruttare ogni giorno il sorgere del sole. Robinson ha lavorato con John Boland, il presidente Calvin Coolidge, il rappresentante William Williamson e il senatore Peter Norbeck per ottenere il sostegno al Congresso e il finanziamento per procedere.

Il Congresso ha accettato di raggiungere fino a $ 250,000 di finanziamento per il progetto e ha creato la Mount Rushmore National Memorial Commission. I lavori iniziarono e nel 1933 il progetto Mount Rushmore divenne parte del National Park Service. A Borglum non piaceva che l’NPS sovrintendesse alla costruzione. Tuttavia, continuò a lavorare al progetto fino alla sua morte nel 1941. Il monumento fu ritenuto completo e pronto per la dedica il 31 ottobre 1941. Il costo finale fu di quasi 1 milione di dollari.

Nonostante la sua posizione “perfetta”, il Monte Rushmore fu costruito su un terreno sacro alle popolazioni indigene che vi abitavano. A tutt’oggi, molti considerano la costruzione del monumento una profanazione della terra. “Le Black Hills sono sacre ai Lakota Sioux, gli occupanti originali dell’area quando arrivarono i coloni bianchi”, osserva PBS sul suo sito web “American Experience”. In un trattato del 1868, il governo degli Stati Uniti aveva “promesso” la terra dei Lakota Sioux che includeva le Black Hills e il sito dove ora si trova il monumento del Monte Rushmore, osserva PBS. Tuttavia il Congresso non ha nemmeno preso in considerazione questo fatto quando ha concesso i fondi per il progetto.

Perché ciascuno dei 4 presidenti è stato scelto

Tetra Images / Getty Images

Borglum ha deciso quali presidenti includere sulla montagna. Secondo il National Park Service, ecco il suo ragionamento:

  • George Washington: è stato il primo presidente e ha rappresentato le fondamenta della democrazia americana.
  • Thomas Jefferson: Con l’acquisto della Louisiana, ha notevolmente ampliato la nazione. Fu anche l’autore della Dichiarazione di Indipendenza estremamente influente. 
  • Theodore Roosevelt: Non solo rappresentava lo sviluppo industriale della nazione, ma era anche ampiamente conosciuto per gli sforzi di conservazione. 
  • Abraham Lincoln: In qualità di presidente durante la Guerra Civile degli Stati Uniti, rappresenta la preservazione della nazione al di sopra di tutti i costi. 

Sicuramente c’è stata una reazione negativa per quanto riguarda la scelta delle figure da rappresentare sul monumento. Anche il “padre del monte Rushmore” aveva preoccupazioni, come osserva PBS:

“All’inizio del progetto, Gutzon Borglum aveva convinto … Robinson, i presidenti avrebbero dato all’opera un significato nazionale, rifiutando il suggerimento iniziale di Robinson che la scultura onorasse i più grandi eroi dell’Occidente, sia nativi americani che pionieri”.

In effetti, PBS spiega ulteriormente che “nel 1939 il capo dei Sioux Henry Standing Bear invitò lo scultore Korczak Ziolkowski … a scolpire un monumento alla nazione Sioux nelle Black Hills”. Sebbene Ziolkowski sia morto nel 1982, quel progetto – il Crazy Horse Memorial, una scultura del famoso capo dei Sioux Crazy Horse – è ancora in costruzione oggi (a partire da marzo 2021) e “è il più grande intaglio di montagna del mondo in corso”, secondo il Sito web del Crazy Horse Memorial.

Scultura eseguita con dinamite

La “scimmia della polvere” tiene in mano dinamite e detonatori.

 Foto di archivio / Getty Images

Con 450,000 tonnellate di granito che dovevano essere rimosse, lo scultore ha scoperto presto che i martelli pneumatici non si sarebbero occupati del lavoro abbastanza velocemente. Ha impiegato un esperto di munizioni per inserire cariche di dinamite nei fori praticati e ha fatto saltare la roccia quando gli operai erano fuori dalla montagna. Alla fine, il 90% del granito rimosso dalla parete rocciosa è stato fatto con dinamite

Modifiche al design

La sala delle registrazioni incompiuta dietro la testa di Abraham Lincoln, proprio come l’ha lasciata Gutzon Borglum.

Rachel.Miller727 / Creative Commons / Wiki Commons

Durante la produzione, il design ha subito nove modifiche.

Trabeazione

Ciò che appare non è esattamente il modo in cui la scultura è stata concepita dallo scultore Borglum, che aveva anche in programma di incidere la dicitura sulla parete rocciosa, chiamata Trabeazione. Doveva contenere una breve storia degli Stati Uniti, evidenziando nove importanti eventi tra il 1776 e il 1906, scolpiti in un’immagine dell’acquisto della Louisiana. Dati i problemi relativi alla formulazione e al finanziamento e al fatto che le persone non sarebbero in grado di leggerlo a distanza, quell’idea è stata scartata.

Hall of Records

Un altro piano era quello di avere una Hall of Records in una stanza dietro la testa di Lincoln a cui il pubblico avrebbe avuto accesso tramite una scala dalla base della montagna. In mostra sarebbero importanti documenti in una stanza decorata con mosaici. Anch’essa fu interrotta, nel 1939, per mancanza di fondi. Il Congresso ha detto all’artista di concentrarsi sui volti e di farlo. Un tunnel è ciò che resta. Ospita alcuni pannelli di porcellana che danno lo sfondo alla costruzione del monumento, dell’artista e dei presidenti, ma è inaccessibile ai visitatori a causa della mancanza di una scala.

Più che teste

I modelli del design includono i quattro presidenti dalla vita in su. Il finanziamento è sempre stato un problema e la direttiva era di attenersi alle quattro facce.

Jefferson è stato trasferito

Thomas Jefferson era originariamente dall’altra parte di George Washington.

Carmen Martinez Torron / Getty Images

Thomas Jefferson è stato originariamente iniziato alla destra di George Washington e la scultura della faccia di Jefferson è iniziata nel 1931. Tuttavia, il granito era pieno di quarzo. I lavoratori continuavano a far saltare il quarzo, ma dopo 18 mesi si sono resi conto che la posizione non funzionava. La sua faccia è stata fatta esplodere con la dinamite e scolpita sull’altro lato.

intaglio

Intagliatori di pietre su impalcature e montacarichi scolpiscono il volto di Thomas Jefferson nel Monte Rushmore.

George Rinhart / Getty Images

Gli operai erano appesi a un cavo d’acciaio da 3/8 pollici sulle sedie di Bosun mentre lavoravano con martelli pneumatici, trapani e scalpelli e trasportavano dinamite. A loro merito, nessuno è morto durante la costruzione del Monte Rushmore, o la distruzione della montagna, a seconda dei casi. Un equipaggio di 400 persone ha lavorato alla scultura.

Fatti su Borglum

Scultore americano Gutzon Borglum.

George Rinhart / Getty Images

Sfondo d’arte

Gutzon Borglum ha studiato a Parigi e ha stretto amicizia con Auguste Rodin, che ha fortemente influenzato il giovane artista. Borglum è stato il primo scultore americano ad avere la sua opera acquistata dal Metropolitan Museum of Art di New York City.

Stone Mountain

Sebbene Borglum avesse iniziato la scultura a Stone Mountain, in Georgia, non la finì mai. Se ne andò in cattivi rapporti e il suo lavoro fu sgombrato dalla parete della montagna. Un altro scultore, Augustus Lukeman, è stato chiamato per finire il lavoro.

Boss Tempestoso

Borglum era spesso via durante la scultura del Monte Rushmore. Mentre veniva completato, realizzò anche una scultura di Thomas Paine per Parigi e Woodrow Wilson per la Polonia. Suo figlio ha supervisionato i lavori sulla montagna durante la sua assenza.

Quando era sul posto, era noto per i suoi sbalzi d’umore e licenziava e riassumeva continuamente le persone. La sua energia per il progetto e la sua perseveranza, attraverso molti anni di prove e problemi con i finanziamenti, alla fine hanno portato al completamento del progetto. Sfortunatamente, è morto sette mesi prima che fosse fatto. Suo figlio l’ha completato.

Origine del nome della montagna

La montagna prese il nome, incredibilmente, da un avvocato di New York per affari che chiese il nome del luogo nel 1884 o 1885. Un uomo del posto con il gruppo che guardava la montagna lo informò che non aveva un nome ma disse , “Lo chiameremo ora, e lo chiameremo Rushmore Peak”, secondo una lettera di Charles Rushmore, l’avvocato che era nella zona per un cliente che cercava una mina.

Riferimenti aggiuntivi

  • “Nativi americani e Monte Rushmore.” PBS, Public Broadcasting Service, pbs.org.
  • “I fatti in breve.” Crazy Horse Memorial®, crazyhorsememorial.org.