Jaques Derrida’s Of Grammatology

Essendo una delle opere più importanti della teoria critica, e in particolare della filosofia della decostruzione, Of Grammatology di Jacques Derrida è un lavoro essenziale per qualsiasi serio studente di letteratura, scrittura o filosofia. Alcuni dei notevoli vantaggi di questa edizione del quarantesimo anniversario della Johns Hopkins University Press includono la nuova postfazione e la traduzione aggiornata del traduttore originale, Gayatri Spivak, così come i riferimenti aggiornati e l’eccellente introduzione di uno dei più importanti professionisti della critica contemporanea, Judith Maggiordomo.

Nella sua introduzione, nota Butler, “c’erano almeno due modi diversi in cui la questione se Derrida fosse leggibile o meno in inglese è venuta in primo piano: (1) Potrebbe essere letto, date le sfide che ha fornito ai protocolli convenzionali di leggere ?, e (2) Potrebbe essere letto, dato che la versione inglese non è riuscita a catturare in ogni dettaglio i termini chiave e le transizioni dell’originale francese? ” (vii). Queste sono domande importanti e la nuova traduzione risponde a entrambe, così come Butler nel suo follow-up. 

Con più di 400 pagine, comprese note e riferimenti, Of Grammatology è un progetto sostanziale; tuttavia, coloro che intendono perseguire uno studio profondo e significativo della letteratura e della filosofia saranno notevolmente arricchiti dall’esperienza. Assicurati di leggere l’introduzione, la prefazione del traduttore e la nuova postfazione non semplicemente come un atto di “lettura attiva”, ma per un più profondo apprezzamento di questo capolavoro e di come ha profondamente influenzato il pensiero occidentale per più di quattro decenni.

L’autore

Jacques Derrida (1930–2004) ha insegnato all’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi e all’Università della California, Irvine. È nato in Algeria ed è morto a Parigi, in Francia. Oltre alla decostruzione, Derrida è importante per il post-strutturalismo e il postmodernismo. È noto per le sue teorie su Différance, Phallogocentrism, Metaphysics of Presence e Free Play. Alcuni dei suoi altri lavori importanti includono Speech and Phenomena (1967) e Writing and Difference (1967) e Margins of Philosophy (1982).

Informazioni sul traduttore

Gayatri Chakravorty Spivak è una filosofa del ventesimo secolo nota per i suoi lavori sulla teoria marxista e sulla decostruzione. È nata in India ma ora insegna alla Columbia University dove ha fondato l’Institute for Comparative Literature and Society. oltre alla teoria e alla critica, Spivak ha contribuito a far progredire gli studi sul femminismo e sul postcolonialismo. Alcuni dei suoi lavori includono In Other Worlds: Essays in Cultural Politics (1987) e A Critique of Post-Colonial Reason: Toward a History of the Vanishing Present (1999). Spivak è anche noto per le teorie dell’essenzialismo strategico e del subalterno.

A proposito di Judith Butler

Judith Butler è Maxine Elliot Professor of Comparative Literature presso il Program of Critical Theory presso l’Università della California, Berkeley. È una filosofa americana e teorica di genere meglio conosciuta per il suo lavoro rivoluzionario, Gender Trouble (1990), in cui trasmette la sua idea di performance di genere, una teoria ora generalmente accettata negli studi di genere e sessualità, anche in ambito accademico e oltre. Il lavoro di Butler è andato oltre gli studi di genere per influenzare gli studi di etica, femminismo, teoria queer, filosofia politica e teoria letteraria.

Maggiori informazioni

L’approccio rivoluzionario di Jacques Derrida alla fenomenologia, alla psicoanalisi, allo strutturalismo, alla linguistica e all’intera tradizione filosofica europea – la decostruzione – ha cambiato il volto della critica. Ha provocato una messa in discussione della filosofia, della letteratura e delle scienze umane che queste discipline avrebbero considerato in precedenza improprie.

Quarant’anni dopo, Derrida accende ancora polemiche, grazie in parte all’attenta traduzione di Gayatri Chakravorty Spivak, che ha tentato di catturare la ricchezza e la complessità dell’originale. Questa edizione dell’anniversario, in cui una Spivak matura ritraduce con maggiore consapevolezza dell’eredità di Derrida, include anche una sua nuova postfazione che integra la sua influente prefazione originale. 

Uno dei lavori più indispensabili della critica contemporanea, Of Grammatology è reso ancora più accessibile e utilizzabile da questa nuova release. Come scrive la New York Review of Books, “dovremmo essere grati di avere questo illustre libro tra le nostre mani. Molto lucido ed estremamente utile”.