L’Essenziale Ginkgo Biloba

Il Ginkgo biloba è conosciuto come un “albero fossile vivente”. È un albero misterioso e una specie antica e antica che viene evidenziata in questo rapporto. La linea genetica dell’albero di ginkgo abbraccia l’era mesozoica fino al periodo triassico. Si pensa che specie strettamente imparentate esistano da oltre 200 milioni di anni.

La tassonomia del ginkgo non segue semplicemente il normale sistema di classificazione familiare, ma è un’intera divisione chiamata Ginkgophyta all’interno del regno di Plantae. Precede tutti gli alberi decidui ed è considerato una “conifera” che esisteva insieme agli alberi nella divisione Pinophyta

 Gli antichi documenti cinesi sono sorprendentemente completi e descrivono l’albero come ya-chio-tu, che significa un albero con foglie come il piede di un’anatra.

01 di 08

Ginkgo Biloba – L’albero fossile vivente

Fossile di ginkgo – Columbia Britannica, Canada.
Public Domain

Il nostro “albero fossile vivente” di oggi è quasi identico alle foglie trovate nella documentazione fossile mondiale. Sono state identificate diverse specie antiche ma solo il singolo Ginkgo biloba che conosciamo oggi esiste ancora.

Conosciuto anche come albero di capelvenere, la forma della foglia di Ginkgo biloba e altri organi vegetativi sono identici ai fossili trovati negli Stati Uniti, in Europa e in Groenlandia. Il nostro ginkgo contemporaneo è coltivato e non esiste da nessuna parte in uno stato “selvaggio”. Gli scienziati pensano che il ginkgo nativo sia stato distrutto dai ghiacciai che alla fine coprirono l’intero emisfero settentrionale.

Il nome “albero di capelvenere” deriva dalla somiglianza della foglia di ginkgo con il fogliame di felce capelvenere. 

02 di 08

Come il Ginkgo Biloba è arrivato in Nord America

Moses Cone Ginkgo.
Steve Nix

Il ginkgo biloba fu introdotto per la prima volta negli Stati Uniti da William Hamilton per il suo giardino a Filadelfia nel 1784. Era un albero preferito dell’architetto Frank Lloyd Wright e si fece strada nei paesaggi urbani del Nord America. L’albero aveva la capacità di sopravvivere a parassiti, siccità, tempeste, ghiaccio, suolo cittadino, era ed è ancora ampiamente piantato.

03 di 08

L’incredibile foglia di ginkgo biloba

Foglia di Ginkgo.
Dendrology presso Virginia Tech

La foglia di Ginkgo è a forma di ventaglio e spesso paragonata a un “piede d’anatra”. Guardando da vicino, è largo circa 3 pollici con una tacca relativamente profonda che si divide in 2 lobi (da cui il nome biloba). Numerose vene si irradiano dalla base senza nervatura centrale. La foglia ha un bel colore giallo autunnale.

Altro su Ginkgo Biloba

  • Il bel capelvenere
  • Gestione e identificazione del ginkgo

04 di 08

Ginkgo Biloba e la sua vasta gamma nordamericana

La gamma di piantine di Ginkgo Biloba.
Illustrazione di USFS

 Il ginkgo biloba non è originario del Nord America, ma si pensa che esistesse prima dell’attività glaciale dell’era glaciale. Tuttavia, trapianta bene e ha una vasta gamma di piante negli Stati Uniti e in Canada.

Il ginkgo può crescere estremamente lentamente per diversi anni dopo la semina, ma poi raccoglierà e crescerà a un ritmo moderato, in particolare se riceve un’adeguata fornitura di acqua e un po ‘di fertilizzante. Ma non innaffiare eccessivamente o piantare in un’area scarsamente drenata.

05 di 08

Connessione asiatica di Ginkgo

Foglia di ginkgo.
Autorizzazione GFDL concessa per l’uso – Reinhard Kraasch

Gli antichi documenti cinesi sono sorprendentemente completi e descrivono l’albero come ya-chio-tu, che significa un albero con foglie come il piede di un’anatra.

Gli asiatici piantarono sistematicamente l’albero e si sa che molti ginkgo viventi hanno più di 5 secoli. I buddisti non solo tenevano documenti scritti, ma adoravano l’albero e lo conservavano nei giardini del tempio. I collezionisti occidentali alla fine importarono alberi di ginkgo in Europa e successivamente in Nord America.

06 di 08

Il ginkgo ha “frutta puzzolente”

Ginkgo Fruit.
Autorizzazione GFDL concessa da Kurt Stueber

Il ginkgo è dioico. Ciò significa semplicemente che ci sono piante maschili e femminili separate. Solo la pianta femmina produce un frutto. L’albero originariamente importato era spesso una femmina e ampiamente distribuito in tutto il Nord America arrivando dall’Europa al Nord America. Il problema è che la frutta puzza!

Come puoi immaginare, la descrizione dell’odore varia da “burro rancido” a “vomito”. Questo cattivo odore ha limitato la popolarità del ginkgo e allo stesso tempo induce i governi cittadini a rimuovere effettivamente l’albero e vietare la piantagione della femmina.

I ginkgo maschi non producono un frutto e sono ora selezionati come le principali cultivar utilizzate per il trapianto nelle comunità urbane e nelle strade cittadine.

07 di 08

Le migliori varietà di ginkgo maschile

Ginkgo maschio.
Autorizzazione GFDL concessa per l’uso

La forma femminile di Ginkgo ha un frutto indesiderabile che è disordinato nel paesaggio e può produrre un odore indesiderato. Devi piantare solo cultivar maschili.

Sono disponibili varietà e cultivar eccellenti:

 Autumn Gold- maschio, infruttuoso, colore dorato brillante e tasso di crescita rapido; Fairmont: maschio, infruttuoso, eretto, da ovale a piramidale; Fastigiata: crescita maschile, infruttuosa, eretta; Laciniata – margini fogliari profondamente divisi; Lakeview – forma conica maschio, infruttuosa, compatta; Mayfield – crescita fastigiata (colonnare) maschio, eretta; Pendula – rami pendenti; Princeton Sentry – maschio, infruttuoso, fastigiato, corona conica stretta per spazi limitati sopra la testa, popolare, alto 65 piedi, disponibile in alcuni vivai; Santa Cruz – a forma di ombrello; Variegata – foglie variegate.

08 di 08

Il bellissimo Moses Cone Ginkgo

Moses Cone Ginkgo.
Steve Nix

Questa immagine di ginkgo proviene da un albero vicino alla Moses Cone Manor House e uno dei migliori esempi di ginkgo esemplare in un paesaggio.