Scrittura corsiva per l’apprendimento di studenti disabili

Non è raro che gli studenti dell’istruzione speciale abbiano difficoltà a scrivere. La dislessia, la disgrafia e vari tipi di disturbi basati sul linguaggio si manifestano molto quando i bambini stanno imparando a scrivere. Ma è meno comune per gli insegnanti fare questa mossa controintuitiva: prova il corsivo. 

Generalmente considerato più difficile per i bambini che scrivere in un manoscritto (stampatello) e perdere terreno nella battaglia per un tempo di classe produttivo, il copione sta trovando una rinascita a fine carriera con la folla di esperti. Non solo ci sono vantaggi nella scrittura corsiva che si traducono in altre abilità (ad esempio, l’allenamento della motricità fine della scrittura corsiva ha effetti salutari su un simile lavoro con le dita), alcuni scienziati ritengono che i bambini che sanno scrivere ordinatamente in copione siano più bravi in ​​matematica e altro analisi.

Perché dovresti considerare il corsivo

Se la scrittura a mano è difficile, prova a scrivere in corsivo. Non preoccuparti che la scrittura a mano (e la lettura della grafia) stia diventando un’arte perduta: tutti gli studenti, in particolare i bambini con educazione speciale, traggono vantaggio dai successi. Ecco alcuni motivi per cui potresti voler capovolgere il copione in classe:

  1. Le lettere scorrono molto più facilmente e di solito è necessario un solo movimento. I bambini spesso lottano con i molti movimenti fini necessari per stampare. Per i bambini con problemi di pianificazione motoria, ricordare dove mettere “cerchi e bastoncini”, incrociare le t e punteggiare le i e ricordare l’orientamento di ogni lettera non è un compito facile. Quante volte hai visto questi bambini confondere le b e le d e mettere i cerchi sulle p dalla parte sbagliata?
  2. Gli spazi separano le parole in corsivo, mentre le lettere sono unite. Pertanto, la fonetica è unita. Molti studenti trovano che la scrittura di sceneggiature sia concettualmente più facile da comprendere a questo riguardo. 
  3. Raramente vedrai inversioni nella scrittura corsiva, a differenza della stampa. I bambini rispondono bene al flusso di scrittura da sinistra a destra.
  4. Insegnare il corsivo fa risparmiare tempo. Perché passare del tempo prima a imparare a stampare, quando i bambini impareranno a leggere? Semplicemente non è essenziale che gli studenti stampino e imparino il corsivo allo stesso tempo. 
  5. La maggior parte degli insegnanti riferisce che i bambini che imparano esclusivamente a scrivere a mano non hanno difficoltà a leggere la stampa. Non è sempre così quando i bambini imparano prima a stampare. In effetti, molti insegnanti che passano alla scrittura corsiva invece che alla stampa riferiscono che è stata la mossa migliore per i loro studenti.

Suggerimenti e consigli per insegnare il corsivo

  • Insisti.
  • Inizia con le lettere senza loop (t, i, d, p, m, n, r).
  • Mostra al bambino come inclinare il foglio per rendere la scrittura più naturale.
  • Inizia con lettere minuscole.
  • Ricorda che le capacità motorie dei bambini con difficoltà di apprendimento sono spesso deboli, fornisci carta da lettere corsiva punteggiata per facilità e guida la mano del bambino. Si raccomanda l’insegnamento diretto.
  • E infine, ricordati di essere paziente: a lungo termine, risparmi tempo di insegnamento.