War Hawks e la guerra del 1812

I War Hawks erano membri del Congresso che fecero pressione sul presidente James Madison perché dichiarasse guerra alla Gran Bretagna nel 1812.

I falchi della guerra tendevano ad essere membri del Congresso più giovani degli stati del sud e dell’ovest. Il loro desiderio di guerra era spinto da tendenze espansionistiche. La loro agenda includeva l’aggiunta del Canada e della Florida al territorio degli Stati Uniti, oltre a spingere la frontiera più a ovest nonostante la resistenza dei popoli indigeni.

Ragioni per la guerra

I War Hawks hanno citato molteplici tensioni tra le due potenze del 19 ° secolo come argomenti per la guerra. Le tensioni includevano violazioni che gli inglesi commisero riguardo ai diritti marittimi degli Stati Uniti, gli effetti delle guerre napoleoniche e l’animosità persistente dalla guerra rivoluzionaria.

Allo stesso tempo, la frontiera occidentale stava subendo la pressione dei popoli indigeni, che formarono un’alleanza per fermare l’invasione dei coloni bianchi. I falchi della guerra credevano che gli inglesi stessero finanziando le tribù indigene nella loro resistenza, il che le incentivava solo a dichiarare guerra ancora di più contro la Gran Bretagna.

Henry Clay

Sebbene fossero giovani e persino chiamati “i ragazzi” al Congresso, i War Hawks acquisirono influenza data la leadership e il carisma di Henry Clay. Nel dicembre 1811, il Congresso degli Stati Uniti elesse Henry Clay del Kentucky come presidente della Camera. Clay divenne un portavoce dei War Hawks e promosse l’agenda della guerra contro la Gran Bretagna.

Disaccordo al Congresso

I membri del Congresso principalmente degli stati nord-orientali erano in disaccordo con i falchi della guerra. Non volevano fare la guerra contro la Gran Bretagna perché credevano che i loro stati costieri avrebbero sopportato le conseguenze fisiche ed economiche di un attacco della flotta britannica più di quanto avrebbero fatto gli stati meridionali o occidentali.

Guerra del 1812

Alla fine, i falchi della guerra hanno influenzato il Congresso. Il presidente Madison fu infine convinto di accettare le richieste dei War Hawks, e il voto per andare in guerra con la Gran Bretagna fu approvato con un margine relativamente piccolo nel Congresso degli Stati Uniti. La guerra del 1812 durò dal giugno 1812 al febbraio 1815.

La guerra che ne risultò fu costosa per gli Stati Uniti. Ad un certo punto, le truppe britanniche marciarono su Washington, DC, e bruciarono la Casa Bianca e il Campidoglio. Alla fine, gli obiettivi espansionistici dei War Hawks non furono raggiunti, poiché non ci furono cambiamenti nei confini territoriali.

Trattato di Gand

Dopo tre anni di combattimenti, la guerra del 1812 si concluse con il Trattato di Gand. Fu firmato il 24 dicembre 1814 a Gand, in Belgio.

La guerra era una situazione di stallo, quindi lo scopo del trattato era di ripristinare le relazioni allo status quo ante bellum. Ciò significa che i confini degli Stati Uniti e della Gran Bretagna dovevano essere ripristinati alle condizioni in cui si trovavano prima della guerra del 1812. Tutte le terre catturate, i prigionieri di guerra e le risorse militari, come le navi, furono ripristinate. 

Uso moderno

Il termine “falco” persiste ancora oggi nel linguaggio americano. La parola descrive qualcuno che è favorevole a iniziare una guerra.