Biografia di Aileen Hernandez

Aileen Hernandez è stata un’attivista per tutta la vita per i diritti civili e per i diritti delle donne. È stata una delle fondatrici della National Organization for Women (NOW) nel 1966.

Date: 23 maggio 1926-13 febbraio 2017

Radici personali

Aileen Clarke Hernandez, i cui genitori erano giamaicani, è cresciuta a Brooklyn, New York. Sua madre, Ethel Louise Hall Clarke, era una casalinga che lavorava come sarta e scambiava il lavoro domestico con i servizi del medico. Suo padre, Charles Henry Clarke Sr., era un produttore di spazzole. Le esperienze scolastiche le hanno insegnato che doveva essere “gentile” e sottomessa, e ha deciso presto di non sottomettersi.

Aileen Clarke ha studiato scienze politiche e sociologia alla Howard University di Washington DC, laureandosi nel 1947. Fu lì che iniziò a lavorare come attivista per combattere il razzismo e il sessismo, lavorando con la NAACP e in politica. Successivamente si è trasferita in California e ha conseguito un master presso la California State University di Los Angeles. Ha viaggiato molto nel corso del suo lavoro per i diritti umani e la libertà.

Pari opportunità

Durante gli anni ‘1960, Aileen Hernandez era l’unica donna nominata dal presidente Lyndon Johnson alla Commissione per le pari opportunità di lavoro (EEOC) del governo. Si è dimessa dall’EEOC a causa della frustrazione per l’incapacità o il rifiuto dell’agenzia di applicare effettivamente le leggi contro la discriminazione sessuale. Ha fondato la sua società di consulenza, che lavora con organizzazioni governative, aziendali e senza scopo di lucro.

Lavorare con NOW

Mentre l’uguaglianza delle donne stava ottenendo maggiore attenzione da parte del governo, gli attivisti hanno discusso della necessità di un’organizzazione privata per i diritti delle donne. Nel 1966, un gruppo di femministe pioniere fondò NOW. Aileen Hernandez è stata eletta primo vicepresidente esecutivo di NOW. Nel 1970, è diventata il secondo presidente nazionale di NOW, dopo Betty Friedan.

Mentre Aileen Hernandez guidava l’organizzazione, NOW lavorava per conto delle donne sul posto di lavoro per ottenere la parità di retribuzione e una migliore gestione delle denunce di discriminazione. Gli attivisti di NOW hanno manifestato in diversi stati, hanno minacciato di citare in giudizio il Segretario del lavoro degli Stati Uniti e hanno organizzato lo sciopero delle donne per l’uguaglianza.

Quando il presidente di NOW ha approvato una lista di candidati nel 1979 che non includeva persone di colore in posizioni importanti, Hernandez ha rotto con l’organizzazione, scrivendo una lettera aperta alle femministe per esprimere la sua critica all’organizzazione per aver posto tale priorità su questioni come la L’emendamento sulla parità di diritti che le questioni di razza e classe sono state ignorate.

“Sono diventato sempre più angosciato dalla crescente alienazione delle donne di minoranza che hanno aderito a organizzazioni femministe come NOW. Sono veramente le ‘donne nel mezzo’, isolate all’interno delle loro comunità minoritarie a causa del loro matrimonio con la causa femminista e isolate nel femminista movimento perché insistono sull’attenzione alle questioni che incidono pesantemente sulle minoranze “.

Altre organizzazioni

Aileen Hernandez era un leader su molteplici questioni politiche, tra cui l’alloggio, l’ambiente, il lavoro, l’istruzione e l’assistenza sanitaria. Ha co-fondato Black Women Organized for Action nel 1973. Ha anche lavorato con Black Women Stirring the Waters, California Women’s Agenda, International Ladies ‘Garment Workers’ Union e California Division of Fair Employment Practices.  

Aileen Hernandez ha vinto numerosi premi per i suoi sforzi umanitari. Nel 2005 ha fatto parte di un gruppo di 1,000 donne nominate per il Premio Nobel per la Pace. Hernandez è morto nel febbraio 2017.