Cos’è il tradimento?

Nella legge degli Stati Uniti, il tradimento è il crimine di un cittadino degli Stati Uniti che tradisce il proprio paese. Il crimine di tradimento è spesso descritto come dare “aiuto e conforto” ai nemici sia sul suolo statunitense che straniero; è un atto punibile con la morte. 

La denuncia di tradimento è rara nella storia moderna. Ci sono stati meno di 30 casi nella storia degli Stati Uniti. Una condanna con l’accusa di tradimento richiede una confessione dell’imputato in udienza pubblica o la testimonianza di due testimoni.

Tradimento nel codice degli Stati Uniti

Il crimine di tradimento è definito nel Codice degli Stati Uniti, la compilazione ufficiale di tutte le leggi federali generali e permanenti emanate dal Congresso degli Stati Uniti attraverso il processo legislativo:

“Chiunque, a causa della fedeltà agli Stati Uniti, impone guerra contro di loro o aderisce ai loro nemici, fornendo loro aiuto e conforto negli Stati Uniti o altrove, è colpevole di tradimento e subirà la morte, o sarà imprigionato non meno di cinque anni e multato in base a questo titolo ma non inferiore a $ 10,000; e non sarà in grado di ricoprire alcuna carica sotto gli Stati Uniti. ”

Punizione per tradimento

Il Congresso ha enunciato la punizione per tradimento, favoreggiamento e traditore nel 1790:

“Se una o più persone, dovute alla fedeltà agli Stati Uniti d’America, faranno guerra contro di loro, o aderiranno ai loro nemici, dando loro aiuto e conforto negli Stati Uniti, o altrove, e saranno condannate per confessione in Corte aperta, o sulla testimonianza di due testimoni dello stesso atto palese del tradimento di cui lui o loro saranno incriminati, tale persona o persone saranno giudicate colpevoli di tradimento contro gli Stati Uniti e SOFFERANNO LA MORTE; e che, se del caso, persona o persone, che sono a conoscenza della commissione di uno qualsiasi dei suddetti tradimenti, dovranno nascondere e non, non appena possibile, rivelare e rendere noto lo stesso al Presidente degli Stati Uniti o ad uno dei suoi Giudici, o al presidente o al governatore di un particolare Stato, o ad uno dei giudici o giudici dello stesso, tale persona o persone, su condanna, saranno giudicate colpevoli di errata prigionia di tradimento e saranno condannate a non più di sette anni e multate. non superiore a mille dollari. ”

Tradimento nella Costituzione

La Costituzione degli Stati Uniti definisce anche il tradimento. In effetti, sfidare gli Stati Uniti con un atto di grave sedizione da parte di un traditore è l’unico crimine enunciato nel documento.

Il tradimento è definito nell’articolo III, sezione III della Costituzione:

“Il tradimento contro gli Stati Uniti consisterà solo nell’irrompere guerra contro di loro, o nell’adesione ai loro nemici, fornendo loro aiuto e conforto. Nessuna persona sarà condannata per tradimento se non sulla testimonianza di due Testimoni dello stesso atto palese, o sulla confessione in udienza pubblica.

“Il Congresso avrà il potere di dichiarare la punizione del tradimento, ma nessun Attainder of Treason opererà la corruzione del sangue o la confisca eccetto durante la vita della persona colpita.”

La Costituzione richiede anche la rimozione del presidente, del vicepresidente e di tutti i loro uffici se condannati per tradimento o altri atti di sedizione che costituiscono “crimini gravi e delitti”. Nessun presidente nella storia degli Stati Uniti è stato messo sotto accusa per tradimento.

Primo grande processo per tradimento

Il primo e più importante caso che coinvolge accuse di tradimento negli Stati Uniti includeva l’ex vicepresidente Aaron Burr, un personaggio colorato nella storia americana noto principalmente per la sua uccisione di Alexander Hamilton in un duello.

Burr è stato accusato di aver cospirato per creare una nuova nazione indipendente convincendo i territori degli Stati Uniti a ovest del fiume Mississippi a secedere dall’Unione. Il processo di Burr con l’accusa di tradimento nel 1807 fu lungo e presieduto dal giudice capo John Marshall. Finì con un’assoluzione perché non c’erano prove sufficienti della sedizione di Burr.

Condanne per tradimento

Una delle condanne per tradimento di più alto profilo è stata quella di Tokyo Rose, o Iva Ikuko Toguri D’Aquino. L’americano bloccato in Giappone allo scoppio della seconda guerra mondiale ha trasmesso propaganda per il Giappone ed è stato successivamente imprigionato. Successivamente è stata graziata dal presidente Gerald Ford nonostante i suoi atti di sedizione.

Un’altra importante condanna per tradimento era quella dell’Asse Sally, il cui vero nome era Mildred E. Gillars. L’emittente radiofonica di origine americana è stata giudicata colpevole di aver trasmesso propaganda a sostegno dei nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Il governo degli Stati Uniti non ha presentato accuse di tradimento dalla fine di quella guerra.

Tradimento nella storia moderna

Sebbene non ci siano state accuse ufficiali di tradimento nella storia moderna, ci sono state molte accuse di tale sedizione anti-americana mosse dai politici.

Ad esempio, il viaggio dell’attrice Jane Fonda nel 1972 ad Hanoi durante la guerra del Vietnam ha suscitato indignazione tra molti americani, in particolare quando è stato riferito che aveva criticato aspramente i leader militari statunitensi come “criminali di guerra”. La visita di Fonda ha preso vita propria ed è diventata oggetto di leggenda metropolitana.

Nel 2013, alcuni membri del Congresso hanno accusato un ex tecnico della CIA ed ex appaltatore governativo di nome Edward Snowden di aver commesso tradimento per aver smascherato un programma di sorveglianza della National Security Agency chiamato PRISM.

Tuttavia, né Fonda né Snowden sono mai stati accusati di tradimento.