La definizione della qualifica professionale in buona fede

Una qualifica professionale in buona fede, nota anche come BFOQ, è una caratteristica o un attributo richiesto per un lavoro che potrebbe essere considerato discriminazione se non fosse necessario svolgere il lavoro in questione, o se il lavoro non fosse sicuro per una categoria di persone ma non un altro. Per determinare se una politica di assunzione o assegnazione di lavoro è discriminatoria o legale, la politica viene esaminata per accertare se la discriminazione sia necessaria per il normale funzionamento aziendale e se quella categoria a cui è stato negato l’inclusione sia unicamente pericolosa.

Eccezione alla discriminazione

Ai sensi del titolo VII, i datori di lavoro non sono autorizzati a discriminare in base a sesso, razza, religione o origine nazionale. Se è possibile dimostrare che la religione, il sesso o l’origine nazionale sono necessari per il lavoro, come l’assunzione di professori cattolici per insegnare teologia cattolica in una scuola cattolica, allora un BFOQ eccezione può essere fatto. L’eccezione BFOQ non consente la discriminazione sulla base della razza.

Il datore di lavoro deve dimostrare che il BFOQ è ragionevolmente necessario per il normale funzionamento dell’attività o se il BFOQ è per un unico motivo di sicurezza.

L’Adea (Age Discrimination in Employment Act) ha esteso questo concetto di BFOQ alla discriminazione basata sull’età.

Esempi

Un addetto al bagno può essere assunto tenendo conto del sesso perché gli utenti del bagno hanno diritti di privacy. Nel 1977, la Corte Suprema ha confermato la politica in una prigione di massima sicurezza maschile che richiedeva che le guardie fossero uomini.

Un catalogo di abbigliamento femminile potrebbe assumere solo modelli femminili per indossare abiti da donna e la società avrebbe una difesa BFOQ per la sua discriminazione sessuale. Essere una donna sarebbe una qualifica professionale autentica del lavoro di modella o un lavoro di recitazione per un ruolo specifico.

Tuttavia, assumere solo uomini come manager o solo donne come insegnanti non sarebbe un’applicazione legale di una difesa BFOQ. Essere un certo sesso non è un BFOQ per la stragrande maggioranza dei lavori.

Perché questo concetto è importante?

BFOQ è importante per il femminismo e l’uguaglianza delle donne. Le femministe degli anni ‘1960 e di altri decenni hanno sfidato con successo idee stereotipate che limitavano le donne a determinate professioni. Ciò significava spesso riesaminare idee sui requisiti di lavoro, che creavano maggiori opportunità per le donne sul posto di lavoro.

Johnson Controls

Decisione della Corte Suprema: International Union, United Automobile, Aerospace & Agricultural Implement Workers of America (UAW) contro Johnson Controls, 886 F.2d 871 (7th Cir.1989)

In questo caso, Johnson Controls ha negato determinati lavori alle donne ma non agli uomini, utilizzando l’argomento della “qualificazione professionale in buona fede”. I lavori in questione prevedevano l’esposizione al piombo che poteva nuocere ai feti; alle donne venivano abitualmente negati quei posti di lavoro (che fossero incinte o meno). La corte d’appello si è pronunciata a favore della società, ritenendo che i querelanti non avessero offerto un’alternativa che proteggesse la salute di una donna o di un feto, e inoltre che non era stato evidenziato che l’esposizione di un padre al piombo fosse un rischio per il feto.

La Corte Suprema ha ritenuto che, sulla base del Pregnancy Discrimination in Employment Act del 1978 e del Titolo VII del Civil Rights Act del 1964, la politica fosse discriminatoria e che garantire la sicurezza fetale fosse “al centro della prestazione lavorativa del dipendente”, non essenziale per essere impiegato nel lavoro di fabbricazione di batterie. La Corte ha rilevato che spetta all’azienda fornire linee guida sulla sicurezza e informare sui rischi, e spetta ai lavoratori (genitori) determinare il rischio e agire. Il giudice Scalia, in un parere concordante, ha anche sollevato la questione della legge sulla discriminazione in gravidanza, che protegge i dipendenti da un trattamento diverso in caso di gravidanza.

Il caso è considerato una pietra miliare per i diritti delle donne perché altrimenti così tanti lavori industriali potrebbero essere negati alle donne dove c’è un rischio per la salute fetale.