La storia del centro commerciale

I centri commerciali sono raccolte di negozi al dettaglio indipendenti e servizi concepiti, costruiti e gestiti da una società di gestione. Gli occupanti possono includere ristoranti, banche, teatri, studi professionali e persino stazioni di servizio. Il Southdale Center di Edina, Minnesota è diventato il primo centro commerciale chiuso ad aprire nel 1956 e da allora sono state apportate molte altre innovazioni per rendere lo shopping più facile ed efficiente sia per i proprietari dei negozi che per i clienti. 

I primi grandi magazzini 

Bloomingdale’s è stata fondata nel 1872 da due fratelli di nome Lyman e Joseph Bloomingdale. Il negozio ha riscosso grande successo grazie alla popolarità della gonna a cerchio e ha praticamente inventato il concetto di grande magazzino all’inizio del XX secolo.

John Wanamaker seguì subito dopo l’apertura di “The Grand Depot”, un grande magazzino rotondo di sei piani a Filadelfia nel 1877. Mentre Wanamaker rifiutava modestamente di prendersi il merito di “inventare” il grande magazzino, il suo negozio era decisamente all’avanguardia. Le sue innovazioni includevano la prima vendita di bianco, i cartellini dei prezzi moderni e il primo ristorante in negozio. Ha aperto la strada all’uso di garanzie di rimborso e annunci sui giornali per pubblicizzare i suoi prodotti al dettaglio. 

Ma prima di Bloomingdale’s e The Grand Depot, il leader mormone Brigham Young fondò la Zion’s Cooperative Mercantile Institution a Salt Lake City nel 1868. Familmente noto come ZMCI, alcuni storici attribuiscono al negozio di Young il primo grande magazzino, anche se la maggior parte dà il merito a John Wanamaker. ZCMI vendeva vestiti, merci secche, farmaci, generi alimentari, prodotti, scarpe, bauli, macchine da cucire, vagoni e macchinari venduti e organizzati in tutti i tipi di “reparti”.

Arrivano i cataloghi per corrispondenza

Aaron Montgomery Ward ha inviato il primo catalogo di vendita per corrispondenza nel 1872 per la sua attività a Montgomery Ward. Ward ha lavorato inizialmente per il grande magazzino Marshall Field sia come commesso di un negozio che come venditore ambulante. Come venditore ambulante, si rese conto che i suoi clienti rurali sarebbero stati meglio serviti per corrispondenza, che si rivelò un’idea rivoluzionaria.

Ha avviato Montgomery Ward con solo $ 2,400 di capitale. Il primo “catalogo” era un unico foglio di carta con un listino prezzi che pubblicizzava la merce in vendita insieme alle istruzioni per l’ordinazione. Da questo umile inizio, è cresciuto ed è diventato più pesantemente illustrato e pieno zeppo di merci, guadagnandosi il soprannome di “libro dei sogni”. Montgomery Ward era un’azienda di vendita per corrispondenza fino al 1926, quando il primo negozio al dettaglio fu aperto a Plymouth, nell’Indiana.

I primi carrelli della spesa

Sylvan Goldman ha inventato il primo carrello della spesa nel 1936. Possedeva una catena di negozi di alimentari di Oklahoma City chiamata Standard / Piggly-Wiggly. Ha creato il suo primo carrello aggiungendo due cestini in filo metallico e ruote a una sedia pieghevole. Insieme al suo meccanico Fred Young, Goldman progettò in seguito un carrello della spesa dedicato nel 1947 e fondò la Folding Carrier Company per produrli.

Orla Watson di Kansas City, Missouri ha il merito di aver inventato il carrello della spesa telescopico nel 1946. Utilizzando i cestini incernierati, ogni carrello della spesa è stato inserito nel carrello prima di esso per una conservazione compatta. Questi carrelli telescopici furono usati per la prima volta al Floyd Day’s Super Market nel 1947.

L’inventore della Silicon Valley George Cokely, che ha anche inventato il Pet Rock, ha escogitato una soluzione moderna a uno dei problemi più antichi del settore dei supermercati: i carrelli della spesa rubati. Si chiama Stop Z-Cart. La ruota del carrello contiene il dispositivo che contiene un chip e alcuni componenti elettronici. Quando un carrello viene spostato a una certa distanza dal negozio, il negozio lo sa.

I primi registratori di cassa

James Ritty ha inventato il “cassiere incorruttibile” nel 1884 dopo aver ricevuto un brevetto nel 1883. È stato il primo registratore di cassa meccanico funzionante. La sua invenzione è arrivata con quel suono squillo familiare indicato nella pubblicità come “la campana sentita in tutto il mondo”.

Il registratore di cassa è stato inizialmente venduto dalla National Manufacturing Company. Dopo averne letto una descrizione, John H. Patterson decise immediatamente di acquistare sia l’azienda che il brevetto. Nel 1884 la società ribattezzò National Cash Register Company. Patterson migliorò il registro aggiungendo un rotolo di carta per registrare le transazioni di vendita. Charles F. Kettering progettò in seguito un registratore di cassa con un motore elettrico nel 1906 mentre lavorava presso la National Cash Register Company. 

Lo shopping diventa high tech

Un farmacista di Filadelfia di nome Asa Candler ha inventato il buono nel 1895. Candler ha acquistato la Coca-Cola dall’inventore originale Dr. John Pemberton, un farmacista di Atlanta. Candler ha messo dei buoni sui giornali per Coca Cola gratis da qualsiasi fontana per promuovere la nuova bevanda analcolica. Diversi anni dopo, il 2,612,994 ottobre 7, il brevetto per il codice a barre – US Patent # 1952 – fu rilasciato agli inventori Joseph Woodland e Bernard Silver. 

Tutto questo sarebbe inutile, chiunque, se le persone non potessero entrare per fare acquisti. Quindi il merito va ai co-fondatori di Horton Automatics, Dee Horton e Lew Hewitt, per aver inventato la porta scorrevole automatica nel 1954. L’azienda ha sviluppato e venduto la porta in America nel 1960. Queste porte automatiche utilizzavano attuatori per tappetini. AS Horton Automatics spiega sul suo sito web:

“L’idea è venuta a Lew Hewitt e Dee Horton di costruire una porta scorrevole automatica a metà degli anni ‘1950, quando hanno visto che le porte a battente esistenti avevano difficoltà a funzionare con i venti di Corpus Christi. Così i due uomini si sono messi al lavoro inventando una porta scorrevole automatica che aggirerebbe il problema dei venti forti e il loro effetto dannoso. Horton Automatics Inc. è stata costituita nel 1960, immettendo sul mercato la prima porta scorrevole automatica commerciale e creando letteralmente un settore completamente nuovo “. 

La loro prima porta scorrevole automatica in funzione è stata un’unità donata alla città di Corpus Christi per il dipartimento dei servizi pubblici di Shoreline Drive. Il primo venduto è stato installato presso il vecchio Driscoll Hotel per il suo Torch Restaurant.

Tutto ciò preparerebbe il terreno per i megamalls. I megamalls giganti non furono sviluppati fino agli anni ‘1980, quando il West Edmonton Mall aprì ad Alberta, in Canada, con più di 800 negozi. È stato aperto al pubblico nel 1981 e comprendeva un hotel, un parco divertimenti, un campo da minigolf, una chiesa, un parco acquatico per prendere il sole e fare surf, uno zoo e un lago di 438 piedi.