Meraviglie del mondo – Vincitori e finalisti

01 di 21

Cristo Redentore, una delle nuove 7 meraviglie

Statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro, Brasile.
Foto di DERWAL Fred / hemis.fr / Getty Images

Potresti conoscere le 7 meraviglie del mondo antico. Solo uno – la Grande Piramide di Giza – è ancora in piedi. Così, il produttore cinematografico e aviatore svizzero Bernard Weber ha lanciato una campagna elettorale globale per consentire a te e a milioni di altre persone di creare una NUOVA lista. A differenza dell’elenco delle meraviglie antiche, l’elenco delle nuove sette meraviglie include strutture antiche e moderne provenienti da ogni parte del mondo.

Tra le centinaia di raccomandazioni, gli architetti Zaha Hadid, Tadao Ando, ​​Cesar Pelli e altri giudici esperti hanno selezionato 21 finalisti. Quindi, milioni di elettori in tutto il mondo hanno scelto le prime sette nuove meraviglie del mondo.

Le Nuove Sette Meraviglie del Mondo sono state annunciate a Lisbona, in Portogallo, sabato 7 luglio 2007. Questa galleria fotografica mostra i vincitori e i finalisti.

Statua del Cristo Redentore:

Completata nel 1931, la statua del Cristo Redentore che domina la città di Rio de Janeiro in Brasile è un monumento all’architettura del suo tempo: l’Art Déco. In qualità di icona art déco, Gesù divenne elegante nella forma, una bandiera quasi bidimensionale con vesti dalle linee decise. Chiamata anche Cristo Redentor, la statua torreggia in cima al monte Corcovado che domina Rio de Janeiro, in Brasile. Tra i 21 finalisti, la statua del Cristo Redentore è stata votata come una delle Nuove Sette Meraviglie del Mondo. È una statua iconica.

02 di 21

Chichen Itza nello Yucatan, in Messico

A Chichen-Itza, la piramide di Kukulkan conosciuta come “El Castillo” (il castello) è una delle nuove sette meraviglie del mondo i.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation (ritagliata)

Le antiche civiltà Maya e Tolteche costruirono grandi templi, palazzi e monumenti a Chichén Itzá, nella penisola dello Yucatán in Messico.

Una delle nuove 7 meraviglie

Chichen Itza, o Chichén Itzá, offre uno scorcio raro sulla civiltà Maya e Tolteca in Messico. Situato a circa 90 miglia dalla costa nella penisola dello Yucatan settentrionale, il sito archeologico ospita templi, palazzi e altri edifici importanti.

Ci sono in realtà due parti a Chichen: la città vecchia che prosperò tra il 300 e il 900 d.C. e la nuova città che divenne il centro della civiltà Maya tra il 750 e il 1200 d.C. Chichen Itza è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO e votato per essere una nuova meraviglia del mondo.

03 di 21

Colosseo a Roma, Italia

L’antico Colosseo a Roma, Italia.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation (ritagliata)

Almeno 50,000 spettatori potevano sedersi nel Colosseo dell’antica Roma. Oggi l’anfiteatro ci ricorda le prime arene sportive moderne. Nel 2007, il Colosseo è stato nominato una delle nuove 7 meraviglie del mondo.

Una delle nuove 7 meraviglie

Gli imperatori Flavio Vespasiano e Tito costruirono il Colosseo, o Colosseo, nel centro di Roma tra il 70 e l’82 d.C. Il Colosseo è talvolta chiamato Amphitheatrum Flavium (Anfiteatro Flavio) dagli imperatori che lo costruirono.

La potente architettura ha influenzato gli impianti sportivi di tutto il mondo, incluso il Memorial Coliseum del 1923 a Los Angeles. Il potente stadio in California, modellato sull’antica Roma, è stato il sito della prima partita del Super Bowl nel 1967.

Gran parte del Colosseo di Roma si è deteriorata, ma importanti sforzi di restauro stanno preservando la struttura. L’antico anfiteatro fa parte del Centro del patrimonio mondiale dell’UNESCO a Roma e una delle attrazioni turistiche più famose di Roma.

Per ulteriori informazioni:

  • The Colosseum – Roman Death Trap – NOVA Video Review
  • Foto del Colosseo a Roma da Italy Travel
  • Dall’Anfiteatro Flavio al Colosseo dalla Storia Antica
  • The Coliseum, una poesia di Edgar Allan Poe dall’Archeology
  • Architettura in Italia
  • Nova: Building Wonders (DVD) (Acquista su Amazon)

04 di 21

Grande Muraglia cinese

Meraviglie del mondo moderno, La Grande Muraglia Cinese.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation (ritagliata)

Estendendosi per migliaia di chilometri, la Grande Muraglia cinese proteggeva l’antica Cina dagli invasori. La Grande Muraglia cinese è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Nel 2007 è stata nominata una delle nuove 7 meraviglie del mondo.

Una delle nuove 7 meraviglie

Nessuno sa esattamente quanto sia lunga la Grande Muraglia cinese. Molti dicono che la Grande Muraglia si estende per circa 3,700 chilometri. Ma la Grande Muraglia non è in realtà un singolo muro, ma una serie di muri scollegati.

Serpeggiando lungo le colline nella parte meridionale della pianura mongola, la Grande Muraglia (o Mura) fu costruita nel corso dei secoli, a partire dal 500 a.C. Durante la dinastia Qin (221-206 a.C.), molte mura furono unite e rinforzate per una maggiore resistenza. In alcuni punti, le massicce mura sono alte fino a 29.5 metri.

Per ulteriori informazioni:

  • Maggiori informazioni sulla Grande Muraglia cinese
  • Architettura in Cina

05 di 21

Machu Picchu in Perù

Meraviglie del mondo moderno Machu Picchu, la città perduta degli Incas, in Perù.
Foto di John & Lisa Merrill / Stone / Getty Images

Machu Picchu, la città perduta degli Incas, si annida su una cresta remota tra le montagne peruviane. Il 24 luglio 1911, l’esploratore americano Hiram Bingham fu condotto dai nativi in ​​una città Inca deserta quasi inaccessibile su una montagna peruviana. In questo giorno, Machu Picchu divenne noto al mondo occidentale.

Una delle nuove 7 meraviglie

Nel XV secolo, gli Inca costruirono la piccola città di Machu Picchu su un crinale tra due cime montuose. Bellissimi e remoti, gli edifici sono stati costruiti con blocchi di granito bianco finemente tagliati. Non è stata usata malta. Poiché Machu Picchu è così difficile da raggiungere, questa leggendaria città degli Inca è stata quasi persa dagli esploratori fino all’inizio del 1900. Lo storico santuario di Machu Picchu è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Altro su Machu Picchu:

  • Archeologia di Machu Picchu
  • Fatti su Machu Picchu

06 di 21

Petra, Giordania, Nabataean Caravan City

Meraviglie del mondo moderno: la città deserta di Petra L’antica città del deserto di Petra, in Giordania.
Foto di Joel Carillet / E + / Getty Images

Scolpita in pietra calcarea rosso-rosa, Petra, in Giordania, fu persa nel mondo occidentale dal XIV secolo fino all’inizio del XIX secolo. Oggi l’antica città è uno dei siti archeologici più grandi e importanti del mondo. Dal 14 è una proprietà iscritta al Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Una delle nuove 7 meraviglie

Abitata per migliaia di anni, la straordinariamente bella città desertica di Petra, la Giordania era un tempo dimora di una civiltà scomparsa da tempo. La posizione di Petra tra il Mar Rosso e il Mar Morto ne fece un importante centro per il commercio, dove venivano scambiati incenso arabo, sete cinesi e spezie indiane. Gli edifici riflettono l’accoglienza delle culture, combinando le tradizioni orientali native con l’architettura classica occidentale (850 aC-476 dC) della Grecia ellenistica. Nota dall’UNESCO come “metà costruita e metà scavata nella roccia”, questa capitale aveva anche un sofisticato sistema di dighe e canali per raccogliere, deviare e fornire acqua alla regione arida.

Per ulteriori informazioni:

  • Petra, Centro del patrimonio mondiale dell’UNESCO
  • Architettura in Medio Oriente

07 di 21

Il Taj Mahal ad Agra, in India

Meraviglie del mondo moderno Il grande Taj Mahal di marmo ad Agra, in India.
Foto di Sami’s Photography / Moment / Getty Images

Costruito nel 1648, il Taj Mahal ad Agra, in India, è un capolavoro dell’architettura musulmana. È un patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Una delle nuove 7 meraviglie

Circa 20,000 lavoratori hanno trascorso ventidue anni a costruire il bianco scintillante Taj Mahal. Realizzata interamente in marmo, la struttura è stata progettata come un mausoleo per una moglie preferita dell’imperatore Mughal Shah Jahan. L’architettura Mughal è caratterizzata da armonia, equilibrio e geometria. Splendidamente simmetrico, ogni elemento del Taj Mahal è indipendente, ma perfettamente integrato con la struttura nel suo insieme. Il maestro architetto era Ustad Isa.

Fatti e statistiche:

  • Cupola superiore – alta 213 piedi
  • Minareti – 162.5 piedi di altezza
  • Piattaforma – 186 piedi per 186 piedi
  • Costo di costruzione: 32 milioni di rupie

Crollo del Taj Mahal?

Il Taj Mahal è uno dei tanti monumenti famosi nella Watch List del World Monuments Fund, che documenta i punti di riferimento in via di estinzione. L’inquinamento e i cambiamenti ambientali hanno messo a repentaglio le fondamenta in legno del Taj Mahal. Il professor Ram Nath, un esperto dell’edificio, ha affermato che a meno che le fondamenta non vengano riparate, il Taj Mahal crollerà.

  • World Monument Fund: Taj Mahal
  • Taj Mahal indiano in pericolo di collasso all’Huffington Post
  • Taj Mahal potrebbe crollare entro cinque anni in Mail Online

Per ulteriori informazioni:

  • Architettura del Taj Mahal Dome
  • Cos’è il Taj Mahal?
  • Tempio di un amore perduto: il Taj Mahal indiano
  • L’Impero Mughal in India

08 di 21

Castello di Neuschwanstein a Schwangau, Germania

Nominated World Wonder: Disney’s Fairy Tale Inspiration Il fantasioso castello di Neuschwanstein a Schwangau, in Germania.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation (ritagliata)

Il castello di Neuschwanstein sembra familiare? Questo romantico palazzo tedesco potrebbe aver ispirato i castelli delle fiabe creati da Walt Disney.

Finalista del nuovo 7 Wonders

Sebbene sia chiamato castello, questo edificio a Schwangau, in Germania, non è una fortezza medievale. Con imponenti torrette bianche, il Castello di Neuschwanstein è un fantastico palazzo del XIX secolo costruito per Ludovico II, re di Baviera.

Ludovico II morì prima che la sua casa romantica fosse completata. Come il molto più piccolo castello di Boldt negli Stati Uniti, Neuschwanstein non è mai stato completato, ma rimane una destinazione turistica molto popolare. La sua popolarità è in gran parte basata sul fatto che questo castello sia il modello per il Castello della Bella Addormentata di Walt Disney ad Anaheim e Hong Kong e il Castello di Cenerentola nei parchi a tema Disney di Orlando e Tokyo.

09 di 21

Acropoli ad Atene, in Grecia

Meraviglia mondiale nominata: l’Acropoli e il tempio del Partenone ad Atene Il tempio del Partenone corona l’Acropoli di Atene, in Grecia.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation (ritagliata)

Incoronata dal tempio del Partenone, l’antica Acropoli di Atene, in Grecia, ospita alcuni dei monumenti architettonici più famosi del mondo.

Finalista del nuovo 7 Wonders

Acropoli significa città alta in greco. Ci sono molte acropoli in Grecia, ma l’Acropoli di Atene, o Cittadella di Atene, è la più famosa. L’Acropoli di Atene fu costruita in cima a quella che è conosciuta come la Roccia Sacra e avrebbe dovuto irradiare potere e protezione per i suoi cittadini.

L’Acropoli di Atene ospita molti importanti siti archeologici. Il più famoso è il Partenone, un tempio dedicato alla dea greca Atena. Gran parte dell’acropoli originale fu distrutta nel 480 a.C. quando i persiani invasero Atene. Molti templi, compreso il Partenone, furono ricostruiti durante l’età d’oro di Atene (460-430 aC), quando Pericle era il sovrano.

Fidia, un grande scultore ateniese, e due famosi architetti, Ictino e Callicrate, hanno svolto un ruolo chiave nella ricostruzione dell’Acropoli. La costruzione del nuovo Partenone iniziò nel 447 a.C. e fu per lo più completata nel 438 a.C.

Oggi, il Partenone è un simbolo internazionale della civiltà greca ei templi dell’Acropoli sono diventati alcuni dei monumenti architettonici più famosi del mondo. L’Acropoli di Atene è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Nel 2007, l’Acropoli di Atene è stata designata come monumento preminente nella lista del patrimonio culturale europeo. Il governo greco sta lavorando per ripristinare e preservare le antiche strutture dell’Acropoli.

Per ulteriori informazioni:

  • Architettura classica
  • Archeologia e Acropoli

10 di 21

Alhambra Palace a Granada, Spagna

Nominato World Wonder Alhambra Palace, il Castello Rosso, a Granada, in Spagna.
Foto di John Harper / Photolibrary / Getty Images

Il Palazzo dell’Alhambra, o Castello Rosso, a Granada, in Spagna, contiene alcuni dei migliori esempi di architettura moresca al mondo. Per molti secoli questa Alhambra è stata trascurata. Studiosi e archeologi iniziarono i restauri nel diciannovesimo secolo e oggi il Palazzo è una grande attrazione turistica.

Finalista del nuovo 7 Wonders

Insieme al palazzo estivo del Generalife a Granada, il Palazzo dell’Alhambra è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

11 di 21

Angkor, Cambogia

Nominato World Wonder Khmer Architecture del tempio di Angkor Wat in Cambogia.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation

Il più grande complesso al mondo di templi sacri, Angkor è un sito archeologico di 154 miglia quadrate (400 chilometri quadrati) nella provincia settentrionale cambogiana di Siem Reap. L’area contiene i resti dell’Impero Khmer, una civiltà sofisticata che prosperò tra il IX e il XIV secolo nel sud-est asiatico.

Si pensa che le idee architettoniche Khmer abbiano avuto origine in India, ma questi progetti sono stati presto mescolati con l’arte asiatica e locale che si è evoluta per creare quello che l’UNESCO ha chiamato “un nuovo orizzonte artistico”. Templi belli e decorati si estendono in tutta la comunità agricola che continua a vivere a Siem Reap. Spaziando da semplici torri in mattoni a complesse strutture in pietra, l’architettura del tempio ha identificato un ordine sociale distinto all’interno della comunità Khmer.

Finalista del nuovo 7 Wonders

Non solo Angkor è uno dei più grandi complessi di templi sacri del mondo, ma il paesaggio testimonia la pianificazione urbana dell’antica civiltà. Sono stati portati alla luce sistemi di raccolta e distribuzione dell’acqua e vie di comunicazione.

I templi più famosi nel Parco Archeologico di Angkor sono Angkor Wat – un grande complesso simmetrico e ben restaurato circondato da canali geometrici – e il Tempio Bayon, con le sue gigantesche facce di pietra.

Per ulteriori informazioni:

  • Fatti sulla civiltà di Angkor
  • Fatti su Angkor Wat

Fonte: Angkor, UNESCO World Heritage Center [accesso 26 gennaio 2014]

12 di 21

Statue dell’isola di Pasqua: 3 lezioni dai Moai

Meraviglia mondiale nominata: le statue di pietra giganti Moai of Chili, o Moai, sull’Isola di Pasqua.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation

Misteriosi monoliti di pietra giganti chiamati Moai punteggiano la costa dell’Isola di Pasqua. I volti giganti che punteggiano l’isola di Rapa Nui non sono stati scelti nella campagna per selezionare le Nuove 7 Meraviglie del Mondo. Tuttavia, sono ancora una meraviglia del mondo: quando scegli i lati, non sei sempre tra i primi sette selezionati. Cosa possiamo imparare da queste antiche statue confrontandole con altre strutture in tutto il mondo? Innanzitutto, un po ‘di storia:

Luogo: Isola vulcanica isolata, ora di proprietà di Chili, situata nell’Oceano Pacifico, a circa 2,000 km dal Cile e da Tahiti
Altri nominativi: Rapa Nui; Isla de Pascua (Isola di Pasqua è il nome europeo usato per descrivere l’isola abitata scoperta la domenica di Pasqua nel 1722 da Jacob Roggeveen)
Stabilizzato: Polinesiani, intorno al 300 d.C.
Importanza architettonica: Tra il X e il XVI secolo furono costruiti santuari cerimoniali (ahu) e furono erette centinaia di statue (Moai), scolpite nella roccia porosa e vulcanica (scorie). Generalmente sono rivolti verso l’interno, verso l’isola, con le spalle al mare.

Finalista del nuovo 7 Wonders

I Moai variano in altezza da 2 metri a 20 metri (da 6.6 a 65.6 piedi) e pesano molte tonnellate. Assomigliano a teste enormi, ma in realtà i Moai hanno corpi sottoterra. Alcuni volti Moai erano decorati con occhi di corallo. Gli archeologi ipotizzano che i Moai rappresentassero un dio, una creatura mitica o venerati antenati che proteggono l’isola.

3 lezioni da Moai:

Sì, sono misteriosi e potremmo non conoscere mai la vera storia della loro esistenza. Gli scienziati deducono cosa è successo sulla base delle osservazioni odierne, perché non esiste una storia scritta. Se solo una persona sull’isola avesse tenuto un diario, sapremmo molto di più su quello che è successo. Le statue dell’Isola di Pasqua, però, ci hanno fatto pensare a noi stessi e agli altri. Cos’altro possiamo imparare dai Moai?

  1. Proprietà: Chi possiede quello che gli architetti chiamano l’ambiente costruito? Nel 1800, diversi Moai furono rimossi dall’isola e oggi sono esposti nei musei di Londra, Parigi e Washington, DC. Le statue sarebbero dovute rimanere sull’isola di Pasqua e dovrebbero essere restituite? Quando costruisci qualcosa per qualcun altro, hai rinunciato a possedere quell’idea? L’architetto Frank Lloyd Wright era famoso per aver rivisitato le case che aveva progettato e arrabbiato per le modifiche apportate al suo design. A volte colpisce persino gli edifici con il suo bastone! Cosa penserebbero gli intagliatori dei Moai se vedessero una delle loro statue allo Smithsonian Museum?
  2. Primitivo non significa stupido o giovanile: Uno dei personaggi del film Una notte al museo è il “Capo dell’isola di Pasqua” senza nome. Invece di dialoghi intelligenti o spirituali dei Moai, gli sceneggiatori del film hanno scelto la testa per pronunciare frasi come “Hey! Dum-dum! You give me gum-gum!” Molto divertente? Una cultura con un basso livello di tecnologia è svantaggiata rispetto ad altre società, ma questo non le rende ignoranti. Le persone che vivono in quella che gli anglofoni chiamano l’Isola di Pasqua sono sempre state isolate. Abitano la terra più remota del mondo intero. I loro modi possono essere poco sofisticati rispetto ad altre parti del mondo, ma prendere in giro il primitivo sembra meschino e infantile.
  3. Il progresso avviene passo dopo passo: Si pensa che le statue siano state scolpite nel suolo vulcanico dell’isola. Sebbene possano sembrare primitivi, non sono molto antichi, forse costruiti tra il 1100 e il 1680 d.C., che è solo 100 anni prima della rivoluzione americana. In questo stesso periodo furono costruite grandi cattedrali romaniche e gotiche in tutta Europa. Le forme classiche dell’antica Grecia e di Roma hanno reinventato un Rinascimento nell’architettura. Perché gli europei sono stati in grado di costruire edifici più complessi e grandiosi degli abitanti dell’isola di Pasqua? Il progresso avviene per fasi e il progresso avviene quando le persone condividono idee e metodi. Quando le persone viaggiavano dall’Egitto a Gerusalemme e da Istanbul a Roma, le idee viaggiavano con loro. Essere isolati su un’isola porta a una lenta evoluzione delle idee. Se solo avessero avuto Internet allora …

Per ulteriori informazioni:

  • Storia dell’isola di Pasqua dall’archeologia
  • Realizzazione dei Moai dell’isola di Pasqua dall’archeologia
  • Isola di Pasqua, ombelico del mondo dal viaggio sudamericano
  • Geografia dell’isola di Pasqua dalla geografia
  • Easter Island Statue Project (sito ufficiale)
  • History’s Greatest Mysteries: Easter Island di Charles River Editors (Acquista su Amazon)
  • Mystery of Easter Island, NOVA (DVD) (Acquista su Amazon)
  • Architettura Tiki — Quasi incredibilmente, le statue sono state commercializzate ai consumatori come un manufatto Tiki — come statue da giardino, placche per interruttori della luce, magliette e giocattoli per bambini Nanoblock (Acquista su Amazon).

Fonti: Parco nazionale Rapa Nui, Centro per il patrimonio mondiale dell’UNESCO, Nazioni Unite [accesso al 19 agosto 2013]; Esplora le nostre collezioni, Smithsonian Institution [accesso 14 giugno 2014]

13 di 21

Torre Eiffel a Parigi, Francia

Nominato Meraviglia Mondiale: La Tour Eiffel La Torre Eiffel, la struttura più alta di Parigi.
Foto di Ayhan Altun / Gallo Images / Getty Images

La Torre Eiffel in Francia ha aperto la strada a nuovi usi per la costruzione in metallo. Oggi, un viaggio a Parigi non è completo senza una visita in cima alla Torre Eiffel.

Finalista del nuovo 7 Wonders

La Torre Eiffel è stata originariamente costruita per l’Esposizione Universale del 1889 per commemorare il 100 ° anniversario della Rivoluzione francese. Durante la costruzione, l’Eiffel era considerato un pugno nell’occhio dai francesi, ma le critiche si spensero una volta completata la torre.

La rivoluzione industriale in Europa ha determinato una nuova tendenza: l’uso della metallurgia nelle costruzioni. Per questo motivo, il ruolo dell’ingegnere è diventato sempre più importante, in alcuni casi rivaleggiando con quello dell’architetto. Il lavoro dell’ingegnere, architetto e designer Alexandre Gustave Eiffel è forse l’esempio più famoso di questo nuovo utilizzo del metallo. La famosa torre Eiffel a Parigi è fatta di ferro ricoperto di macchie.

Scopri di più sulle offerte di Architettura in ghisa, ferro battuto e ghisa

Progettare la Torre Eiffel:

Con i suoi 324 metri, la Torre Eiffel è la struttura più alta di Parigi. Per 1,063 anni ha misurato il più alto del mondo. Il traliccio metallico, formato con ferro strutturale purissimo, rende la torre estremamente leggera e in grado di resistere a tremende forze del vento. La Torre Eiffel aperta al vento, quindi quando ti trovi vicino alla cima potresti avere la sensazione di essere fuori. La struttura aperta consente inoltre ai visitatori di guardare “attraverso” la torre – di stare in una parte della torre e guardare attraverso il muro o il pavimento a graticcio in un’altra parte.

Per ulteriori informazioni:

  • Gustave Eiffel e la Torre Eiffel
  • Sito ufficiale della Torre Eiffel
  • Architettura in Francia

14 di 21

Basilica di Santa Sofia a Istanbul, Turchia (Ayasofya)

Nominato World Wonder Interior of the Hagia Sofia (Aya Sofia), Istanbul, Turchia. Guarda l’esterno.
Foto di Salvator Barki / Moment / Getty Images

La grande Hagia Sophia di oggi è la terza struttura costruita su questo antico sito.

  • 360 AD Megale Ekklesia (chiesa grande) ordinata dall’imperatore Konstantios; tetto in legno bruciato e edificio distrutto durante le rivolte pubbliche del 404 d.C.
  • 415 AD Hagia Sophia (Holy Wisdom) ordinata dall’imperatore Teodosio II; tetto in legno bruciato e edificio distrutto durante le rivolte pubbliche del 532 d.C.
  • 537 AD ordinato dall’imperatore Giustiniano (Flavio Giustiniano); gli architetti Anthemios di Tralles e Isidoros of Miletus impiegavano ciascuno 100 architetti, ciascuno con 100 lavoratori

A proposito di Hagia Sophia di Giustiniano, finalista delle nuove 7 meraviglie

Periodo storico: Bizantino
Lunghezza: metri 100
Larghezza: metri 69.5
Altezza: La cupola dal livello del suolo è di 55.60 metri; Raggio di 31.87 metri da nord a sud; Raggio di 30.86 metri da est a ovest
Materiali: marmo bianco dell’isola di Marmara; porfido verde dell’isola di Eğriboz; marmo rosa di Afyon; marmo giallo del Nord Africa
colonne: 104 (40 in basso e 64 in alto); le colonne della navata provengono dal Tempio di Artemide a Efesso; otto colonne della cupola provengono dall’Egitto
Ingegneria strutturale: Pendenti
mosaici: pietra, vetro, terracotta e metalli preziosi (oro e argento)
Pannelli per calligrafia: 7.5 – 8 metri di diametro, si dice sia il più grande del mondo islamico

Fonte: History, Hagia Sophia Museum su www.ayasofyamuzesi.gov.tr/en/tarihce.html [accesso 1 aprile 2013]

15 di 21

Tempio Kiyomizu a Kyoto, in Giappone

Nominato tempio World Wonder Kiyomizu a Kyoto, in Giappone.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation

L’architettura si fonde con la natura al Tempio Kiyomizu a Kyoto, in Giappone. Le parole Kiyomizu, Kiyomizu-dera o Kiyomizudera possono riferirsi a diversi templi buddisti, ma il più famoso è il Tempio Kiyomizu a Kyoto. In giapponese, kiyoi mizu significa acqua pura.

Finalista del nuovo 7 Wonders

Il tempio Kiyomizu di Kyoto fu costruito nel 1633 sulle fondamenta di un tempio molto precedente. Una cascata dalle colline adiacenti precipita nel complesso del tempio. L’ingresso al tempio è un’ampia veranda con centinaia di pilastri.

16 di 21

Cremlino e Cattedrale di San Basilio a Mosca, Russia

Nominata Meraviglia Mondiale Cattedrale di San Basilio, Piazza Rossa, Mosca.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation

Il Cremlino di Mosca è il centro simbolico e governativo della Russia. Appena fuori dalle porte del Cremlino si trova la Cattedrale di San Basilio, chiamata anche Cattedrale della Protezione della Madre di Dio. La Cattedrale di San Basilio è un carnevale di cupole a cipolla dipinte nella più espressiva delle tradizioni russo-bizantine. San Basilio fu costruito tra il 1554 e il 1560 e riflette il rinnovato interesse per gli stili tradizionali russi durante il regno di Ivan IV (il Terribile).

Ivan IV costruì la Cattedrale di San Basilio per onorare la vittoria della Russia sui Tartari a Kazan. Si dice che Ivan il Terribile avesse accecato gli architetti in modo che non potessero mai più progettare un edificio così bello.

Finalista del nuovo 7 Wonders

La piazza della cattedrale di Mosca ha alcune delle architetture più importanti della Russia, tra cui la Cattedrale della Dormizione, la Cattedrale dell’Arcangelo, il Gran Palazzo del Cremlino e il Palazzo Terem.

17 di 21

Piramidi di Giza, Egitto

Nominato World Wonder Le piramidi di Giza, in Egitto.
Foto di Cultura Travel / Seth K. Hughes / Cultura Exclusive Collection / Getty Images

Le piramidi più famose in Egitto sono le Piramidi di Giza, costruite più di 2,000 anni aC per proteggere e salvaguardare le anime dei faraoni egizi. Nel 2007, le Piramidi sono state nominate candidate onorarie in una campagna per nominare le Nuove 7 Meraviglie del Mondo.

Nella valle di Giza, in Egitto, ci sono tre grandi piramidi: la Grande Piramide di Cheope, la Piramide di Kafhre e la Piramide di Menkaura. Ogni piramide è una tomba costruita per un re egiziano.

Le 7 meraviglie originali

La Grande Piramide di Cheope è la più grande, la più antica e la meglio conservata delle tre piramidi. La sua enorme base copre circa nove acri (392,040 piedi quadrati). Costruita intorno al 2560 a.C., la Grande Piramide di Cheope è l’unico monumento sopravvissuto delle 7 meraviglie del mondo antico. Le altre meraviglie del mondo antico erano:

  • I giardini pensili di Babilonia
  • La statua di Zeus ad Olimpia
  • Il Tempio di Artemus a Efeso
  • Il Colosso di Rodi
  • Il Mausoleo di Alicarnasso
  • Il faro di Pharos di Alessandria

18 di 21

Statua della Libertà, New York City

Nominato World Wonder La Statua della Libertà a New York, USA.
Foto di Carolia / LatinContent / Getty Images

Scolpita da un artista francese, la Statua della Libertà è un simbolo duraturo degli Stati Uniti. Torreggiando su Liberty Island a New York, la Statua della Libertà è riconosciuta in tutto il mondo come un simbolo degli Stati Uniti. Lo scultore francese Frederic Auguste Bartholdi ha progettato la Statua della Libertà, dono della Francia agli Stati Uniti.

Finalista del nuovo 7 Wonders, La Statua della Libertà:

  • La costruzione iniziò in Francia nel 1875.
  • Dieci anni dopo, nel 1885, una nave da trasporto francese portò la statua a New York in 214 casse contenenti 350 pezzi separati.
  • Altezza: 151 piedi 1 pollice; Altezza totale su piedistallo: 305 piedi 1 pollice.
  • Alexandre-Gustave Eiffel ha utilizzato uno scheletro interno, un approccio ingegneristico flessibile che consente alla statua di oscillare di diversi centimetri con forti venti.
  • Peso della statua: 156 tonnellate (31 tonnellate di rame attaccate a 125 tonnellate di quadro).
  • Liberty’s Crown ha 25 finestre e 7 raggi.
  • La testa di Liberty è larga 10 piedi; ogni occhio è largo 2 piedi e mezzo; il suo naso è lungo 1 piedi e mezzo; la sua bocca è larga 2 piedi.

La Statua della Libertà è stata montata su un piedistallo progettato dall’architetto americano Richard Morris Hunt. La statua e il piedistallo furono ufficialmente completati e dedicati dal presidente Grover Cleveland il 28 ottobre 1886.

19 di 21

Stonehenge ad Amesbury, Regno Unito

Nominated World Wonder: Sophistocated Prehistoric Design Stonehenge ad Amesbury, Regno Unito.
Foto di Jason Hawkes / Stone / Getty Images

Uno dei siti archeologici più famosi al mondo, Stonehenge rivela la scienza e l’abilità di una civiltà neolitica. Prima della storia documentata, i neolitici eressero 150 enormi rocce in uno schema circolare nella pianura di Salisbury nel sud dell’Inghilterra. La maggior parte di Stonehenge è stata costruita circa duemila anni prima dell’era volgare (2000 aC). Nessuno sa con certezza perché la struttura sia stata costruita o come una società primitiva sia stata in grado di innalzare le enormi rocce. Le massicce pietre recentemente scoperte nelle vicine Durrington Walls suggeriscono che Stonehenge facesse parte di un vasto paesaggio neolitico, molto più grande di quanto immaginato in precedenza.

Finalista del nuovo 7 Wonders, Stonehenge

Luogo: Wiltshire, Inghilterra
Completato: Dal 3100 al 1100 a.C.
Architetti: una civiltà neolitica in Gran Bretagna
Materiali da costruzione: Arenaria Wiltshire Sarsen e Pembroke (Galles) Bluestone

Perché Stonehenge è importante?

Stonehenge è anche sulla lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. L’UNESCO definisce Stonehenge “il cerchio di pietre preistorico più sofisticato dal punto di vista architettonico del mondo”, citando questi motivi:

  • dimensione delle pietre preistoriche, la più grande pesa oltre 40 tonnellate (80,000 libbre)
  • sofisticato posizionamento delle grandi pietre in un design architettonico concentrico
  • modellazione artistica delle pietre
  • costruito con diversi tipi di pietra
  • precisione di ingegneria, architravi in ​​pietra bloccati orizzontalmente in posizione da giunti scolpiti

Fonte: Stonehenge, Avebury e siti associati, UNESCO World Heritage Center, Nazioni Unite [accesso al 19 agosto 2013].

20 di 21

Teatro dell’Opera di Sydney, Australia

Nominated World Wonder: A Shell-Shaped Heritage Site Sydney Opera House, Australia, al crepuscolo.
Foto di Guy Vanderelst / Photographer’s Choice / Getty Images

Progettata dall’architetto danese Jørn Utzon, la sorprendente Sydney Opera House a forma di conchiglia in Australia ispira gioia e controversia. Utzon iniziò a lavorare alla Sydney Opera House nel 1957, ma la costruzione fu circondata da polemiche. Il moderno edificio espressionista non fu completato fino al 1973, sotto la direzione di Peter Hall.

Finalista del nuovo 7 Wonders

Negli ultimi anni, gli aggiornamenti e le ristrutturazioni del teatro a forma di conchiglia sono rimasti oggetto di accesi dibattiti. Nonostante le numerose controversie, la Sydney Opera House è ampiamente elogiata come uno dei grandi punti di riferimento del mondo. È stato aggiunto alla lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 2007.

21 di 21

Timbuktu in Mali, Africa occidentale

Nominato World Wonder Timbuktu in Mali, Africa occidentale.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation

Fondata da Nomads, la città di Timbuktu divenne leggendaria per la sua ricchezza. Il nome Timbuktu ha assunto un significato mitico, suggerendo un luogo molto lontano. La vera Timbuktu si trova in Mali, nell’Africa occidentale. Gli studiosi ipotizzano che l’area sia diventata un avamposto islamico al tempo dell’Egira. La leggenda narra che un’anziana donna di nome Buktu custodisse il campo. Il posto di Buktu o Tim-Buktu divenne un rifugio sicuro per i molti mercanti e commercianti che rifornivano d’oro dall’Africa occidentale gli architetti delle cattedrali gotiche. Timbuktu divenne un centro di ricchezza, cultura, arte e istruzione superiore. La famosa Università di Sankore, fondata nel XIV secolo, attirava studiosi da molto lontano. Tre grandi moschee islamiche, Djingareyber, Sankore e Sidi Yahia, hanno reso Timbuktu un grande centro spirituale nella regione.

Finalista del nuovo 7 Wonders

Lo splendore di Timbuktu si riflette oggi nell’affascinante architettura islamica di Timbuktu. Le moschee furono importanti nella diffusione dell’Islam in Africa e la minaccia della loro “desertificazione” spinse l’UNESCO a nominare Timbuktu Patrimonio dell’Umanità nel 1988. Il futuro riservava minacce molto più gravi.

Disordini del 21 ° secolo:

Nel 2012, i radicali islamici hanno preso il controllo di Timbuktu e hanno iniziato a distruggere parti della sua architettura iconica, che ricorda la distruzione degli antichi santuari dell’Afghanistan da parte dei talebani nel 2001. Ansar al-Dine (AAD), un gruppo legato ad Al-Qaeda, ha usato picconi e asce per abbattere la porta e l’area del muro della famosa moschea Sidi Yahia. L’antica credenza religiosa avvertiva che aprire la porta avrebbe portato calamità e devastazione. Ironia della sorte, AAD ha devastato la moschea per dimostrare che il mondo non sarebbe finito se la porta si fosse aperta.

La regione rimane instabile per il visitatore occasionale. Il Dipartimento di Stato americano ha designato l’AAD come Organizzazione terroristica straniera e dal 2014 gli avvisi di viaggio rimangono in vigore per la regione. La conservazione storica dell’architettura antica sembra essere controllata da chiunque sia al potere.

Per ulteriori informazioni:

  • Gli islamisti in fuga lasciano un’eredità di distruzione a Timbuktu di Pascal Fletcher e Giles Elgood, Reuters, 29 gennaio 2013
  • La leggenda di Timbuktu
  • Splendore nell’Africa medievale

Fonti: UNESCO / CLT / WHC; Gli islamisti distruggono la moschea di Timbuktu del XV secolo, The Telegraph, 15 luglio 3; Mali Travel Warning, US Dept. of State, 2012 marzo 21 [accesso 2014 luglio 1]