Puoi usare pino o cedro per legna da ardere?

Sebbene il pino abbia proprietà di legna da ardere molto inefficienti per l’uso in stufe o caminetti, il pino e altre conifere possono essere utilizzati con alcune precauzioni di sicurezza. Nelle regioni in cui il legno di conifere è abbondante e il legno duro è difficile da trovare, dovresti usarlo e spesso puoi ottenerlo gratuitamente. La legna libera è desiderabile in linea di principio, ma la legna da ardere di legno duro più consigliabile è una legna più efficiente e pulita da bruciare. Utilizzare sempre legna da ardere di legno duro stagionato per un calore prolungato con minori effetti negativi sui sistemi a legna.

Il problema principale con il pino che brucia è che ci sono depositi solidi significativi di “creosoto” infiammabile che si accumuleranno nel tubo della stufa o nel camino del caminetto nel tempo. Questo accumulo di creosoto combustibile durante le stagioni di utilizzo può incendiarsi e provocare un incendio in stufe, camini e camini. Pertanto, vi è un rischio leggermente maggiore di incendio in casa quando si utilizzano legni resinosi.

Tutte le conifere, compreso il pino, bruceranno calde con un lampo di alte temperature, ma quel calore sarà insostenibile nel tempo. Un fuoco di legno di conifere deve essere curato spesso con grandi volumi di legno. Come spiegato sopra, i combustibili incombusti che rivestono il camino possono causare un incendio della canna fumaria, quindi è estremamente importante che la canna fumaria venga pulita regolarmente se si brucia legno di conifere.

Dovresti usare il cedro?

Molti cedri, compreso il cedro rosso, sono scelte particolarmente povere di legna da ardere. Non dovresti usare la maggior parte delle specie di cedro in nessuna stufa o caminetto che apprezzi. Ovviamente la legna brucerà, ma dovrebbe essere usata solo in un’area esterna aperta dove il fumo e il calore esplosivo sono meno preoccupanti.

Ricorda che la maggior parte delle specie di cedro viene caricata con oli volatili che vengono estratti per molti usi. I cedri sono la cosa migliore dopo un nodo di pino imbevuto di resina per accendere fuochi a legna e il cedro è un’ottima fonte di accensione naturale. Usarlo per accendere i tuoi fuochi va bene. Ma bruciarlo esclusivamente non è raccomandato.

Le tasche di questi oli di cedro causeranno scoppi e sputi di scintille e braci di fuoco, rendendolo piuttosto pericoloso per l’uso in un camino aperto all’interno. Alcune persone usano il cedro per un rapido riscaldamento durante le stagioni primaverili e autunnali, dove una breve esplosione di fuoco caldo può alleviare il freddo.

Una cosa per non incolpare i cedri: non è stato dimostrato che i cedri producano fumo tossico, a differenza di alcuni fumi di colla nei prodotti in legno composito. Non bruciare mai prodotti in legno composito come compensato, truciolato o OSB (pannello a trefoli orientato).

Odora la materia!

Tutte le stufe hanno un odore, che piace a molte persone, soprattutto quando si usano legni aromatici. Tuttavia, vale la pena controllare un odore stucchevole che diventa sgradevole. Probabilmente è dovuto a un sistema che perde. Controlla le condizioni della tua stufa e i tubi per perdite. L’apertura di finestre, in alcuni casi, può peggiorare il problema. Chiedi sempre a un esperto di stufe a legna di controllare la tua unità.