Sarah Cloyce: accusata nei processi alle streghe di Salem

Conosciuto per: accusato nei processi alle streghe di Salem del 1692; è sfuggita alla condanna anche se due delle sue sorelle sono state giustiziate.

Età al tempo dei processi alle streghe di Salem: 54
Conosciuto anche come: Sarah Cloyse, Sarah Towne, Sarah Town, Sarah Bridges

Prima dei processi alle streghe di Salem

Il padre di Sarah Towne Cloyce era William Towne e sua madre Joanna (Jone o Joan) Blessing Towne (~ 1595-22 giugno 1675), accusata una volta di stregoneria. William e Joanna arrivarono in America intorno al 1640. Tra i fratelli di Sarah c’erano anche due coinvolti nell’isteria delle streghe di Salem del 1692: Rebecca Nurse (arrestata il 24 marzo e impiccata il 19 giugno) e Mary Easty (arrestata il 21 aprile, impiccata il 22 settembre).

Sarah sposò Edmund Bridges Jr. in Inghilterra, intorno al 1660. Era una vedova con cinque figli quando sposò Peter Cloyce, padre di sei figli; hanno avuto tre figli insieme. Sarah e Peter Cloyce vivevano a Salem Village ed erano membri della chiesa di Salem Village.

Accusato

La sorella di Sarah, Rebecca Nurse, 71 anni, fu accusata di stregoneria da Abigail Williams il 19 marzo 1692. Fu visitata da una delegazione locale il 21 marzo e arrestata il giorno successivo. I magistrati John Hathorne e Jonathan Corwin hanno visitato Rebecca Nurse il 24 marzo.

27 marzo: la domenica di Pasqua, che non era una domenica speciale nelle chiese puritane, vide il Rev. Samuel Parris predicare sulla “terribile stregoneria scoppiata qui”. Ha sottolineato che il diavolo non può assumere la forma di nessuno innocente. Tituba, Sarah Osborne, Sarah Good, Rebecca Nurse e Martha Corey erano in prigione. Durante il sermone, Sarah Cloyce, probabilmente pensando a sua sorella Rebecca Nurse, lasciò la casa di riunione e chiuse la porta.

Il 3 aprile, Sarah Cloyce ha difeso sua sorella Rebecca dalle accuse di stregoneria e il giorno successivo si è trovata accusata.

Arrestato ed esaminato

L’8 aprile, Sarah Cloyce ed Elizabeth Proctor sono state nominate in mandati e arrestate. Il 10 aprile, l’incontro domenicale al Salem Village è stato interrotto con incidenti identificati come causati dallo spettro di Sarah Cloyce.

L’11 aprile, Sarah Cloyce ed Elizabeth Proctor sono state esaminate dai magistrati John Hathorne e Jonathan Corwin. Erano presenti anche il vice governatore Thomas Danforth, Isaac Addington (segretario del Massachusetts), il maggiore Samuel Appleton, James Russell e Samuel Sewall, così come il Rev. Nicholas Noyes, che ha pronunciato la preghiera. Il Rev. Samuel Parris ha preso appunti. Sarah Cloyce è stata accusata in testimonianza da John Indian, Mary Walcott, Abigail Williams e Benjamin Gould. Ha gridato che John Indian era un “grave bugiardo” e ha rifiutato di confessare.

Tra coloro che hanno accusato Sarah Cloyce c’era Mercy Lewis, la cui zia paterna Susanna Cloyce era la cognata di Sarah. Mercy Lewis ha avuto un ruolo meno attivo nell’accusare Sarah Cloyce che nell’accusare altri, inclusa la sorella di Sarah, Rebecca Nurse.

Quella stessa notte dell’11 aprile, Sarah Cloyce fu trasferita nella prigione di Boston, insieme a sua sorella Rebecca Nurse, Martha Corey, Dorcas Good e John ed Elizabeth Proctor. Anche dopo la sua prigionia, John Indian, Mary Walcott e Abigail Williams hanno affermato di essere tormentati da Sarah Cloyce.

trials

La sorella di Sarah, Mary Easty, è stata arrestata il 21 aprile e visitata il giorno successivo. È stata liberata per un breve periodo a maggio, ma è tornata quando le ragazze afflitte hanno affermato di aver visto il suo spettro. Un gran giurì ha incriminato la sorella di Sarah, Rebecca Nurse, all’inizio di giugno; il 30 giugno la giuria del processo l’ha dichiarata non colpevole. Gli accusatori e gli spettatori hanno protestato ad alta voce quando quella decisione è stata annunciata. Il tribunale ha chiesto loro di riconsiderare il verdetto e la giuria del processo lo ha fatto, giudicandola poi colpevole, scoprendo, esaminando le prove, che non aveva risposto a una domanda che le era stata posta (forse perché era quasi sorda). Anche Rebecca Nurse è stata condannata all’impiccagione. Il governatore Phips ha emesso una tregua, ma anche questa è stata accolta con proteste ed è stata revocata.

Rebecca Nurse è stata impiccata, con Sarah Good, Elizabeth Howe, Susannah Martin e Sarah Wildes, il 19 luglio.

Il caso di Mary Easty è stato esaminato a settembre ed è stata dichiarata colpevole il 9 settembre.

Insieme, le sorelle sopravvissute Sarah Cloyce e Mary Easty hanno presentato una petizione al tribunale per una “udienza equa e fayre” di prove per loro e contro di loro. Sostenevano di non avere la possibilità di difendersi e di non aver ricevuto alcun consiglio e che le prove spettrali non erano affidabili. Mary Easty ha anche aggiunto una seconda petizione con un appello incentrato più sugli altri che su se stessa: “Chiedo i tuoi onori non per la mia vita, perché so che devo morire, e il mio tempo stabilito è fissato … se possibile , che non venga più versato sangue. ”

Ma l’appello di Mary non arrivò in tempo; è stata impiccata con Martha Corey (il cui marito Giles Corey era stato pressato a morte il 19 settembre), Alice Parker, Mary Parker, Ann Pudeator, Wilmott Redd, Margaret Scott e Samuel Wardwell il 22 settembre. esecuzione nei processi alle streghe di Salem, dicendo dopo l’esecuzione: “Che cosa triste vedere otto tizzoni infernali appesi lì”.

A dicembre, un fratello di Sarah Cloyce ha contribuito a pagare la cauzione per liberare William Hobbs dalla prigione.

Accuse infine respinte

Le accuse contro Sarah Cloyce furono respinte da un gran giurì il 3 gennaio 1693. Nonostante le accuse venissero ritirate, come era consuetudine, suo marito Peter dovette pagare la prigione per le sue tasse prima che potesse essere liberata dalla prigione.

Dopo le prove

Sarah e Peter Cloyce si sono trasferiti dopo il suo rilascio, prima a Marlborough e poi a Sudbury, entrambi nel Massachusetts.

Nel 1706, quando Ann Putman Jr. confessò pubblicamente in chiesa la sua contrizione per la sua parte nelle accuse (dicendo che Satana l’aveva spinta a farlo), indicò le tre sorelle Towne:

“E in particolare, poiché ero uno degli strumenti principali per accusare la Goodwife Nurse e le sue due sorelle [inclusa Sarah Cloyce], desidero giacere nella polvere e essere umiliato per questo, in quanto ero una causa, con gli altri, di una così triste calamità per loro e le loro famiglie … ”

Nel 1711, un atto del legislatore ha annullato gli attacchi su molti che erano stati condannati, ma poiché il caso di Sarah Cloyce è stato infine archiviato, non è stata inclusa in quell’atto.

Sarah Cloyce in Fiction

Sarah Cloyce è stata il personaggio chiave nella drammatizzazione americana Playhouse del 1985 della sua storia in “Three Sovereigns for Sarah”, con Vanessa Redgrave nei panni di Sarah Cloyce nel 1702, in cerca di giustizia per se stessa e le sue sorelle.

La serie televisiva basata su Salem non includeva Sarah Cloyce come personaggio.