Trovare fonti affidabili

Ogni volta che ti viene chiesto di scrivere un documento di ricerca, il tuo insegnante richiederà una certa quantità di fonti credibili. Una fonte credibile indica qualsiasi libro, articolo, immagine o altro elemento che supporti in modo accurato e concreto l’argomento del tuo documento di ricerca. È importante utilizzare questo tipo di fonti per convincere il tuo pubblico che hai impiegato il tempo e gli sforzi per imparare e capire veramente il tuo argomento, in modo che possano fidarsi di ciò che dici. 

Perché essere scettici sulle fonti Internet?

Internet è pieno di informazioni. Sfortunatamente, non sono sempre informazioni utili o accurate, il che significa che alcuni siti sono fonti pessime.

Devi stare molto attento alle informazioni che usi quando fai il tuo caso. Scrivere un articolo di scienze politiche e citare The Onion, un sito satirico, non ti darebbe un voto molto buono, per esempio. A volte potresti trovare un post sul blog o un articolo di notizie che dice esattamente ciò di cui hai bisogno per supportare una tesi, ma le informazioni sono valide solo se provengono da una fonte affidabile e professionale. 

Tieni presente che chiunque può pubblicare informazioni sul Web. Wikipedia è un ottimo esempio. Sebbene possa sembrare davvero professionale, chiunque può modificare le informazioni. Tuttavia, può essere utile in quanto spesso elenca la propria bibliografia e le proprie fonti. Molte delle fonti a cui si fa riferimento nell’articolo provengono da riviste o testi accademici. Puoi usarli per trovare fonti reali che il tuo insegnante accetterà.

Tipi di fonti di ricerca

Le migliori fonti provengono da libri, riviste e articoli con revisione paritaria. I libri che trovi nella tua biblioteca o libreria sono buone fonti perché di solito sono già stati esaminati. Biografie, libri di testo e riviste accademiche sono tutte scommesse sicure quando fai ricerche sul tuo argomento. Puoi anche trovare molti libri in digitale online. 

Gli articoli possono essere un po ‘più complicati da discernere. Il tuo insegnante probabilmente ti dirà di utilizzare articoli sottoposti a revisione tra pari. Un articolo sottoposto a revisione paritaria è quello che è stato esaminato da esperti del settore o dell’argomento di cui tratta l’articolo. Controllano per assicurarsi che l’autore abbia presentato informazioni accurate e di qualità. Il modo più semplice per trovare questi tipi di articoli è identificare e utilizzare riviste accademiche. 

Le riviste accademiche sono fantastiche perché il loro scopo è educare e illuminare, non fare soldi. Gli articoli sono quasi sempre sottoposti a revisione paritaria. Un articolo sottoposto a revisione tra pari è un po ‘come quello che fa il tuo insegnante quando valuta il tuo elaborato. Gli autori presentano il loro lavoro e un comitato di esperti rivede i loro scritti e ricerche per determinare se sono accurati e informativi. 

Come identificare una fonte credibile

  • Se desideri utilizzare un sito web, assicurati che sia aggiornato con un autore facilmente identificabile. I siti web che terminano con .edu o .gov sono generalmente piuttosto affidabili. 
  • Assicurati che le informazioni siano le più recenti disponibili. Potresti trovare un buon articolo degli anni ‘1950, ma probabilmente ci sono articoli più contemporanei che ampliano o addirittura screditano ricerche così antiche. 
  • Familiarizza con l’autore. Se sono esperti nel loro campo, dovrebbe essere facile trovare informazioni sulla loro istruzione e determinare il loro ruolo nel campo di studio di cui stanno scrivendo. A volte inizi a vedere gli stessi nomi apparire su vari articoli o libri.  

Cose da evitare

  • Social media. Può essere qualsiasi cosa, da Facebook ai blog. Potresti trovare un articolo condiviso da uno dei tuoi amici e pensare che sia credibile, ma è probabile che non lo sia. 
  • Utilizzo di materiale non aggiornato. Non vuoi basare un argomento su informazioni che sono state smascherate o considerate incomplete.
  • Usando una citazione di seconda mano. Se trovi una citazione in un libro, assicurati di citare l’autore e la fonte originali e non l’autore che utilizza la citazione. 
  • Utilizzando qualsiasi informazione che abbia un evidente pregiudizio. Alcune riviste pubblicano a scopo di lucro o la loro ricerca è finanziata da un gruppo con un interesse speciale nel trovare determinati risultati. Questi possono sembrare davvero affidabili, quindi assicurati di capire da dove provengono le tue informazioni.

Gli studenti spesso hanno difficoltà a utilizzare le proprie fonti, soprattutto se l’insegnante ne richiede diverse. Quando inizi a scrivere, potresti pensare di sapere tutto quello che vuoi dire. Allora come si incorporano fonti esterne? Il primo passo è fare molte ricerche! Molte volte, le cose che trovi possono cambiare o perfezionare la tua tesi. Può anche aiutarti se hai un’idea generale, ma hai bisogno di aiuto per concentrarti su un argomento forte. Una volta che hai un argomento di tesi ben definito e accuratamente studiato, dovresti identificare le informazioni che supporteranno le affermazioni che fai nel tuo articolo. A seconda dell’argomento, questo potrebbe includere: grafici, statistiche, immagini, citazioni o solo riferimenti alle informazioni che hai raccolto nei tuoi studi. 

Un’altra parte importante dell’utilizzo del materiale raccolto è la citazione della fonte. Ciò può significare includere l’autore e / o la fonte all’interno del documento così come elencati all’interno di una bibliografia. Non vuoi mai commettere l’errore di plagio, che può accadere accidentalmente se non citi correttamente le tue fonti! 

Se hai bisogno di aiuto per comprendere i diversi modi per ottenere informazioni sul sito o come costruire la tua bibliografia, il laboratorio di scrittura online Owl Perdue può essere di grande aiuto. All’interno del sito troverai le regole per citare correttamente diversi tipi di materiale, formattare citazioni, bibliografie campione, praticamente tutto ciò di cui hai bisogno quando si tratta di capire come scrivere e strutturare correttamente il tuo articolo. 

Suggerimenti su come trovare le fonti

  • Inizia dalla tua scuola o dalla biblioteca locale. Queste istituzioni sono progettate per aiutarti a trovare tutto ciò di cui hai bisogno. Se non riesci a trovare ciò di cui hai bisogno nella tua biblioteca locale, molti funzionano come un sistema che ti consente di cercare un libro specifico e di fartelo consegnare alla tua biblioteca. 
  • Una volta trovate alcune fonti che ti piacciono, controlla le loro fonti! È qui che le bibliografie tornano utili. La maggior parte delle fonti che utilizzerai avrà origini proprie. Oltre a trovare ulteriori informazioni, acquisirai familiarità con i maggiori esperti nella tua materia. 
  • I database accademici sono di enorme aiuto nella ricerca di un articolo. Coprono una vasta gamma di argomenti di scrittori di tutte le discipline.
  • Chiedi aiuto al tuo insegnante. Se il tuo insegnante ha assegnato un documento, è probabile che ne sappia un po ‘del materiale. Sono disponibili molte informazioni tramite libri e Internet. A volte può sembrare opprimente e non sai da dove cominciare. Il tuo insegnante può aiutarti a iniziare e dirti i posti migliori in cui cercare in base alla tua materia.

Luoghi in cui iniziare a cercare

  • JSTOR
  • Microsoft Academic Search
  • Google Scholar
  • Refseek
  • EBSCO
  • Science.gov
  • National Science Digital Library
  • ERIC
  • GENISIS
  • GoPubMed
  • Indice Copernico
  • PhilPapers
  • Progetto Muse
  • Questia