24 Confondere le parole spagnole e come usarle correttamente

In parte perché lo spagnolo e l’inglese hanno così tante somiglianze, è allettante pensare che raramente troverai confuso il vocabolario spagnolo. Ma in realtà, ci sono molte parole che inciampano ripetutamente gli studenti spagnoli. E non sono tutti falsi amici, parole simili alle loro controparti inglesi che non significano la stessa cosa. Alcuni sono omofoni (due o più parole diverse che suonano allo stesso modo), alcuni sono parole molto simili e alcuni possono essere imputati alle regole della grammatica.

Se vuoi evitare imbarazzo o confusione inutile, ecco alcuni dei migliori candidati per le parole da imparare:

Anno vs. Anno

Ano e año non sembrano uguali. Ma coloro che non sanno scrivere un ñ (o sono pigri) sono spesso tentati di usare invece una n in año, la parola per “anno”.

Non soccombere alla tentazione: Ano deriva dalla stessa radice latina della parola inglese “anus” e ha lo stesso significato.

Capelli vs. Cavallo

Gli anglofoni tendono ad essere imprecisi nelle loro pronunce, in parte perché alcuni suoni, come “ai” in “fountain”, possono essere rappresentati per iscritto da qualsiasi vocale. Ma i parlanti spagnoli, sebbene tendano a pronunciare le consonanti dolcemente, di solito sono distinti dalle loro vocali. Quindi parole come cabello (capelli, ma collettivamente piuttosto che come un singolo capello) e caballo (cavallo) non sono pensate come se suonassero molto simili.

Caro vs. Auto

È facile per gli stranieri mescolare la r con la rr: il primo è solitamente un lembo della lingua contro il palato, mentre il secondo è un trillo. Di solito, invertire i suoni non causerà malintesi. Ma la differenza tra caro e carro è la differenza tra qualcosa di costoso e un’auto, rispettivamente. E sì, puoi avere un carro caro.

Caccia vs. Sposare

Mentre ci possono essere alcuni che sono andati a caccia di un coniuge, cazar (cacciare) e casar (sposarsi) non sono imparentati tra loro anche se suonano allo stesso modo in America Latina.

Cook vs. Cucire

Un altro paio di verbi che suonano allo stesso modo in America Latina sono cocer (cucinare) e coser (cucire). Sebbene possano essere entrambi compiti casalinghi, non sono correlati.

Giorno

Sebbene ci siano dozzine di parole che finiscono in -a che infrangono la regola di genere principale e quindi sono maschili, día (giorno) è la più comune.

Incinta

Se sei imbarazzato e femmina, evita la tentazione di dire che sei embarazada, poiché il significato di quell’aggettivo è “incinta”. L’aggettivo più comune di imbarazzo è avergonzado. È interessante notare che embarazada (o la forma maschile, embarazado) è stata così spesso usata come traduzione errata di “imbarazzato” che quella definizione è stata aggiunta ad alcuni dizionari.

Successo

Éxito è una parola che incontrerai spesso, ma non ha niente a che fare con un’uscita. È la migliore traduzione per “successo” e può essere utilizzata in molti contesti. Ad esempio, una canzone o un film di successo può essere definito un éxito. Un’uscita è una salida.

Gringo

Se qualcuno ti chiama gringo (femminile gringa), potresti prenderlo come un insulto o potresti prenderlo come un termine di affetto o come una descrizione neutra. Tutto dipende da dove ti trovi e dal contesto.

Come sostantivo, gringo si riferisce molto spesso a uno straniero, specialmente a qualcuno che parla inglese. Ma a volte può riferirsi a qualsiasi persona che non parla spagnolo, un inglese, un residente negli Stati Uniti, un russo, qualcuno con i capelli biondi e / o qualcuno con la pelle bianca.

Inabitabile

In un certo senso, lo spagnolo abitabile e l’inglese “abitabile” sono la stessa parola: entrambi si scrivono allo stesso modo e provengono da una parola latina habitabilus, che significa “adatto per abitazione”. Ma hanno significati opposti. In altre parole, lo spagnolo abitabile significa “unabitabile “o” non abitabile “.

Sì, è fonte di confusione. Ma crea confusione solo perché l’inglese è fonte di confusione: “abitabile” e “abitabile” significano la stessa cosa, e per la stessa ragione “infiammabile” e “infiammabile” hanno lo stesso significato.

La situazione si è verificata perché il latino aveva due prefissi scritti in, uno che significa “dentro” e l’altro che significa “non”. Puoi vedere questi significati in parole come “incarcerato” (incarcerar) e “incredibile” (incrementabile), rispettivamente. Quindi con habitable il prefisso in inglese ha il significato “inside”, e il prefisso in spagnolo ha il significato “not”.

È interessante notare che una volta l’inglese “abitabile” significava “non abitabile”. Il suo significato è cambiato poche centinaia di anni fa.

Ir e Ser al tempo preterito

Due dei verbi più altamente irregolari in spagnolo sono ir (andare) e ser (essere). Sebbene i due verbi abbiano origini diverse, condividono la stessa coniugazione preterita: fui, fuiste, fue, fuimos, fuisteis, fueron. Se vedi una di queste forme, l’unico modo per sapere se proviene da ir o ser è il contesto.

Lima e limone

Forse ti è stato insegnato che limón è la parola per lime e lima è la parola per limone, l’opposto di quello che potresti aspettarti. Anche se questo è vero per alcuni oratori spagnoli, la verità è che, a seconda di dove ti trovi, entrambi i termini spagnoli a volte vengono usati per entrambi i frutti. E in alcune zone, limas e limones sono visti come due frutti simili, entrambi possono essere chiamati limoni in inglese. In alcuni luoghi, i lime non vengono comunemente mangiati (sono originari dell’Asia), quindi non esiste una parola universalmente comprensibile per loro. In ogni caso, questa è una parola che probabilmente dovrai chiedere alla gente del posto.

Mano

Mano (mano) è il sostantivo femminile più comune che termina in -o. In effetti, è solo una parola simile nell’uso quotidiano se si escludono nomi professionali (come el piloto o la piloto per pilot), nomi propri e alcune parole abbreviate come la disco (abbreviazione di la discoteca) e la foto ( abbreviazione di la fotografia). Altri due sostantivi femminili che terminano in -o sono seo (cattedrale) e nao (nave), ma quasi inutili.

Marito

La maggior parte dei nomi che terminano in -o che si riferiscono a persone si riferiscono a uomini, e la fine può essere cambiata in -a per riferirsi a donne. Quindi, ovviamente, ha senso che esposo, una parola comune per “marito”, abbia la forma femminile esposa, che significa “moglie”.

Sarebbe altrettanto logico presumere che un’altra parola per “marito”, marido, abbia un termine corrispondente, marida, per “moglie”.

Ma, almeno nello spagnolo standard, non esiste un sostantivo marida. In effetti, la frase abituale per “marito e moglie” è marido y mujer, con mujer anche la parola per “donna”.

Sebbene possa esserci un uso colloquiale limitato per marida in alcune aree, il suo uso più comune è da parte di stranieri che non conoscono meglio.

Stuzzicare e violare

Molestare qualcuno è un reato grave, ma molestare qualcuno è semplicemente disturbare quella persona (anche se la frase molestar sexualmente può avere un significato simile alla parola inglese). Una situazione simile si verifica con violar e “violate”, ma nella direzione opposta. Violare e violazioni si riferiscono tipicamente allo stupro, sebbene possano avere un significato meno grave. In inglese “violate” e “violation” hanno solitamente un significato blando, sebbene possano riferirsi allo stupro. In entrambe le lingue, il contesto fa la differenza.

Papas e un Papà

Lo spagnolo ha quattro tipi di papa, sebbene solo i primi due di seguito siano ampiamente utilizzati. Il primo papa viene dal latino, mentre gli altri provengono da lingue indigene:

  • Un papa (il capo della Chiesa cattolica romana). La parola normalmente non dovrebbe essere maiuscola tranne che all’inizio di una frase.
  • Nella maggior parte dell’America Latina, una patata, che può anche essere una patata.
  • In Messico, un tipo di cibo per bambini o zuppa insipida.
  • In Honduras, una donna sciocca.

Inoltre, papá è una parola informale per “padre”, a volte l’equivalente di “papà”. A differenza degli altri papas, il suo accento o accento è sulla seconda sillaba.

Di vs. Per

Forse non ci sono preposizioni più confuse per gli studenti spagnoli di por e para, entrambe spesso tradotte in inglese come “per”. Vedi la lezione su por vs. para per una spiegazione completa, ma la versione troppo breve è che por è tipicamente usato per indicare la causa di qualcosa mentre para è usato per indicare uno scopo.

Chiedi vs. Chiedere

Sia preguntar che pedir sono solitamente tradotti come “chiedere”, ma non significano la stessa cosa. Preguntar si riferisce al fare una domanda, mentre pedir viene utilizzato per fare una richiesta. Ma non sentirti male se li confondi: gli spagnoli che imparano l’inglese spesso si confondono con “domanda” e “dubbio” come sostantivi, dicendo “ho un dubbio” piuttosto che “ho una domanda”. Questo perché il sostantivo duda ha entrambi i significati.

Sentar vs. Sentire

Nella forma infinita, sentar (sedersi) e sentir (sentire) sono facili da distinguere. La confusione arriva quando vengono coniugati. In particolare, siento può significare “mi siedo” o “mi sento”. Inoltre, le forme congiuntive di un verbo sono spesso le forme indicative dell’altro. Quindi, quando ti imbatti in forme verbali come sienta e sentamos, dovrai prestare attenzione al contesto per sapere quale verbo viene coniugato.