In che modo la razza, il sesso, la classe sociale e l’istruzione hanno influenzato le elezioni?

L’8 novembre 2016, Donald Trump ha vinto le elezioni per la presidenza degli Stati Uniti, nonostante Hillary Clinton abbia vinto il voto popolare. Per molti scienziati sociali, sondaggisti ed elettori, la vittoria di Trump è stata uno shock. Il sito web di dati politici numero uno FiveThirtyEight ha dato a Trump meno del 30% di possibilità di vincere alla vigilia delle elezioni. Allora come ha vinto? Chi è uscito per il controverso candidato repubblicano?

In questa presentazione, diamo uno sguardo ai dati demografici alla base della vittoria di Trump utilizzando i dati sugli exit poll della CNN, che attinge alle intuizioni del sondaggio di 24,537 elettori di tutta la nazione per illustrare le tendenze all’interno dell’elettorato.

01 di 12

In che modo il sesso ha influenzato il voto

CNN

Non sorprende che, data l’accesa politica di genere della battaglia tra Clinton e Trump, i dati degli exit poll mostrano che la maggioranza degli uomini ha votato per Trump mentre la maggioranza delle donne ha votato per Clinton. In effetti, i loro differenziali sono quasi immagini speculari l’uno dell’altro, con il 53% degli uomini che scelgono Trump e il 54% delle donne che scelgono Clinton.

02 di 12

L’impatto dell’età sulla scelta degli elettori

CNN

I dati della CNN mostrano che gli elettori sotto i 40 anni hanno votato in modo schiacciante per Clinton, sebbene la percentuale di loro che lo ha fatto è diminuita progressivamente con l’età. Gli elettori di età superiore ai 40 hanno scelto Trump in misura quasi uguale, con più di quelli sopra i 50 che lo preferiscono ancora di più.

Illustrando quello che molti considerano un divario generazionale nei valori e nelle esperienze nella popolazione degli Stati Uniti oggi, il sostegno a Clinton è stato massimo, e per Trump il più debole, tra gli elettori più giovani d’America, mentre il sostegno a Trump è stato maggiore tra i membri più anziani dell’elettorato della nazione.

03 di 12

Gli elettori bianchi hanno vinto la corsa per Trump

CNN

I dati dei sondaggi di uscita mostrano che gli elettori bianchi hanno scelto in modo schiacciante Trump. In una dimostrazione di preferenza razzializzata che ha scioccato molti, solo il 37 per cento degli elettori bianchi ha sostenuto Clinton, mentre la stragrande maggioranza dei neri, latinoamericani, asiatici americani e quelli di altre razze hanno votato per il Democratico. Trump si è comportato più male tra gli elettori neri, anche se ha ottenuto più voti da quelli di altri gruppi razziali minoritari.

La divisione razziale tra l’elettorato si è manifestata in modo violento e aggressivo nei giorni successivi alle elezioni, mentre i crimini d’odio contro le persone di colore e quelle percepite come immigrate sono aumentate vertiginosamente.

04 di 12

Trump ha fatto meglio con gli uomini in generale, indipendentemente dalla razza

CNN

Uno sguardo simultaneo alla razza e al genere degli elettori rivela simultaneamente alcune nette differenze di genere all’interno della razza. Mentre gli elettori bianchi preferivano Trump indipendentemente dal sesso, gli uomini erano molto più propensi a votare per il repubblicano rispetto alle donne bianche.

Trump, infatti, ha guadagnato più voti dagli uomini in generale indipendentemente dalla razza, evidenziando la natura di genere del voto in queste elezioni.

05 di 12

Gli elettori bianchi hanno scelto Trump indipendentemente dall’età

CNN

Guardando contemporaneamente l’età e la razza degli elettori rivela che gli elettori bianchi preferivano Trump indipendentemente dall’età, una probabile sorpresa per molti scienziati sociali e sondaggisti che si aspettavano che la generazione dei Millennial favorisse in modo schiacciante Clinton. Alla fine, i Millennial bianchi in realtà hanno favorito Trump, così come gli elettori bianchi di tutte le età, anche se la sua popolarità è stata massima tra quelli di età superiore ai 30 anni.

Al contrario, latinoamericani e neri hanno votato in modo schiacciante per Clinton in tutti i gruppi di età, con i più alti tassi di sostegno tra i neri di 45 anni e oltre.

06 di 12

L’istruzione ha avuto un forte impatto sulle elezioni

CNN

Rispecchiando le preferenze degli elettori durante le primarie, gli americani con meno di una laurea hanno favorito Trump rispetto a Clinton mentre quelli con una laurea o più hanno votato per il Democratico. Il più grande sostegno di Clinton è venuto da quelli con un diploma post-laurea.

07 di 12

Gara educativa sopraffatta tra gli elettori bianchi

CNN

Tuttavia, guardare simultaneamente all’istruzione e alla razza rivela ancora una volta la maggiore influenza della razza sulla preferenza degli elettori in queste elezioni. Più elettori bianchi con un diploma universitario o più scelgono Trump rispetto a Clinton, anche se a un tasso inferiore rispetto a quelli senza un diploma universitario.

Tra gli elettori di colore, l’istruzione non ha avuto molta influenza sul loro voto, con maggioranze quasi uguali di coloro che hanno e senza lauree hanno votato per Clinton.

08 di 12

Le donne bianche istruite erano i valori anomali

CNN

Guardando specificamente agli elettori bianchi, i dati dei sondaggi di uscita mostrano che erano solo le donne con diplomi universitari o più che preferivano Clinton tra tutti gli elettori bianchi a tutti i livelli di istruzione. Ancora una volta, vediamo che la maggioranza degli elettori bianchi preferiva Trump, indipendentemente dall’istruzione, il che contraddice le precedenti convinzioni sull’influenza del livello di istruzione su queste elezioni.

09 di 12

In che modo il livello di reddito ha influenzato la vittoria di Trump

CNN

Un’altra sorpresa dagli exit poll è il modo in cui gli elettori hanno fatto la loro scelta quando sono stati classificati in base al reddito. I dati durante le primarie hanno mostrato che la popolarità di Trump era maggiore tra i bianchi poveri e della classe operaia, mentre gli elettori più ricchi preferivano Clinton. Tuttavia, questa tabella mostra che gli elettori con redditi inferiori a $ 50,000 hanno effettivamente preferito Clinton a Trump, mentre quelli con redditi più alti hanno preferito il repubblicano.

Questi risultati sono probabilmente aggravati dal fatto che Clinton era molto più popolare tra gli elettori di colore, e neri e latini sono ampiamente sovrarappresentati tra le fasce di reddito più basse negli Stati Uniti, mentre i bianchi sono sovrarappresentati tra le fasce di reddito più alte.

10 di 12

Gli elettori sposati hanno scelto Trump

CNN

È interessante notare che gli elettori sposati preferivano Trump mentre gli elettori non sposati preferivano Clinton. Questa scoperta riflette la nota correlazione tra le norme di genere eteronormative e una preferenza per il partito repubblicano.

11 di 12

Ma il genere ha prevalso sullo stato civile

CNN

Tuttavia, quando guardiamo allo stato civile e al genere simultaneamente, vediamo che la maggioranza degli elettori di ciascuna categoria ha scelto Clinton e che sono stati solo uomini sposati a votare per Trump in modo schiacciante. Con questa misura ,? La popolarità di Clinton era maggiore tra le donne non sposate, con la stragrande maggioranza di quella popolazione che sceglieva il democratico rispetto al repubblicano.

12 di 12

I cristiani hanno eletto Trump

CNN

Riflettendo le tendenze durante le primarie, Trump ha catturato la maggioranza dei voti cristiani. Nel frattempo, gli elettori che aderiscono ad altre religioni o che non praticano affatto la religione hanno votato in modo schiacciante per Clinton. Questi dati demografici potrebbero sorprendere visti gli attacchi del presidente eletto a vari gruppi durante la stagione elettorale, un approccio che alcuni interpretano come in contrasto con i valori cristiani. Tuttavia, è chiaro dai dati che il messaggio di Trump ha colpito i cristiani e ha allontanato altri gruppi.