“Be” invariante in grammatica e retorica

Una forma verbale caratteristica dell’inglese vernacolare afroamericano che viene utilizzata per indicare un’azione abituale e ripetibile. Il termine deriva dal fatto che il verbo non cambia la sua forma per riflettere il passato o il presente o per concordare con il soggetto. Questo è anche noto come “essere” aspetto, “essere” abituale e “essere” durativo.

Esempi generali

“‘Non ti stanchi o’ Mamma ti picchia? ‘ Gli chiese un giorno Jerry.
“‘Non è davvero arrabbiata,’ spiegò amorevolmente Enoch. ‘Dat è quello che lei suppone di fare. A volte ride mentre mi picchia.'” (Daniel Black, “The Sacred Place.” St. Martin’s Press, 2007)

“Quando scendo nella mia zona
Sto rockin Bad Brains e Fishbone.
Non sto cercando di rallentare il tuo ritmo
Ma non è così che cerco di muovermi.
Non accendo Korn per accenderlo;
Suonerò Jimi Hendrix fino all’alba. “
(Mos Def, “Rock n Roll”. “Black on Both Sides”, 1999)

Utilizzo di “Be” invariante nel contesto

“L’essere intellettuale deve sempre manifestarsi apertamente nei contesti in cui viene utilizzato, e non si presenta in nessun’altra forma (flessa) (come è, sono, sono, ecc.); È sempre essere. Così si fa riferimento al marcatore come invariante. Ha una forma, e quella forma ricorre sempre apertamente; non varia nelle forme o nelle forme. Aspectual be indica che le eventualità si ripetono, accadono di volta in volta o abitualmente (Green 2000, 2002). . . . Non indica che un’eventualità si sia verificata in passato, si stia verificando ora o accadrà in futuro, quindi non è un indicatore di tempo. “(Lisa J. Green,” Language and the African American Child. “Cambridge Univ. Stampa, 2011)

Indicare un’azione abituale

“Nel caso di ‘He be hollin at us,’ l’oratore indica un’azione abituale. Il sistema verbale inglese standard dei tempi passati, presenti e futuri non può accogliere questo tipo di costruzione, mentre l’uso dell’inglese nero ha catturato tutti e tre i tempi simultaneamente L’equivalente inglese standard più vicino sarebbe: ci urla sempre (o costantemente), ci urla spesso (o spesso) oppure ci urla a volte (o occasionalmente). Altri esempi di essere aspetto raccolti da interviste registrate con i bambini querelanti sono: Quando la scuola è fuori tempo, uhma andrà alla scuola estiva; Stanno colpendo le persone; e mi piace il modo in cui stimola la gente. “(Geneva Smitherman,” Talkin That Talk: Language, Culture, and Education in African America. “Routledge, 2000)

Sensi distintivi di “essere” invariante

“La caratteristica sintattica più nota unica di Black English è essere invariante, così chiamato perché di solito non è coniugato (sebbene occasionalmente si sentano forme come “It bees that way”). Ad esempio, un adolescente di Detroit ha detto,

Mio padre, lavora alla Ford. È stanco. Quindi non può mai aiutarci con i nostri compiti.

Essere stanco significa che il padre di solito è stanco. Se l’oratore avesse voluto dire che suo padre era stanco adesso, avrebbe potuto dire: “È stanco”, “È stanco” o “È stanco”. Può essere usato anche invariante con un participio presente per indicare un’azione abituale.

NERO INGLESE: Giocano a basket tutti i giorni.
INGLESE STANDARD: Giocano a basket tutti i giorni.

L’invariante essere più participio presente contrasta con:

NERO INGLESE: Giocano a basket in questo momento.
INGLESE STANDARD: stanno giocando a basket in questo momento.

Nelle domande, invariante può essere combinato con il verbo ausiliare do:

BLACK ENGLISH: Suonano tutti i giorni?
INGLESE STANDARD: Suonano tutti i giorni?

In mancanza di invariante, l’inglese standard usa il tempo presente semplice per esprimere l’azione o lo stato di cose sia abituale che presente. Pertanto, l’inglese nero fa una distinzione che l’inglese standard non può fare solo con il tempo verbale. “(HD Adamson,” Language Minority Students in American Schools. “Routledge, 2005)

Con i verbi statici

“L’uso di essere aspetto con un verbo stativo come sapere è simile all’uso dei verbi stativi nella costruzione progressiva in inglese standard come in John sta vivendo con i suoi genitori. Entrambi i casi di ciascuno di questi tipi possono essere visti come una forma di coercizione da stato a evento risultante dall’uso di una particolare morfologia aspetto e, di conseguenza, il soggetto porta anche una lettura agentiva. (David Brian Roby, “Aspect and the Classificazione degli Stati. “John Benjamins, 2009)

Un incontro con il Durative ‘Be’

“L’anno successivo, in terza media, in un’occasione stavo davanti alla porta dell’edificio scolastico, aspettando che suonasse il campanello, così potevo entrare nell’edificio dopo pranzo e tornare alle lezioni.

“” Perché sei qui? ” mi chiese uno studente nero, mentre lo guardavo perplesso e spaventato, ricordando quello che era successo l’anno prima.

“‘Mi dispiace, non capisco’, risposi allontanandomi un po ‘dalla porta.

“” Perché sei qui? ” Era irremovibile.

“‘Sto aspettando che suoni il campanello per poter entrare nell’edificio e andare alla mia classe.’

“” No, voglio dire, perché sei qui. Ogni giorno, sei qui. Perché non ti trasferisci in un altro posto? “

“” Uh? ” Non riuscivo a capire il suo dialetto, avendo recentemente imparato l’inglese standard.

“‘Per tutto il tempo che sei qui’, ha risposto.

“” Oh, di solito è qui che mi trovo prima che suoni il campanello “. Il mio primo incontro di durativo ‘essere’ verbo, in afro-inglese è stato un incontro piuttosto divertente. Ragazzi, avevo molti più dialetti da decifrare in inglese. “(Ignacio Palacios,” The Eagle and the Serpent: A Bi-Literacy Autobiography. “Hamilton Books, 2007)