Biografia di LS Lowry, pittore inglese

LS Lowry (1 novembre 1887– 23 febbraio 1976) è stato un pittore inglese del XX secolo. È famoso soprattutto per i suoi dipinti di vita nelle desolate aree industriali dell’Inghilterra settentrionale, realizzati con colori tenui e caratterizzati da numerose piccole figure o “fiammiferi”. Lo stile pittorico di Lowry era molto il suo, e ha lottato per gran parte della sua carriera contro la percezione di essere un artista autodidatta e “ingenuo”.

Primi anni di vita

Laurence Stephen Lowry è nato il 1 novembre 1887 nel Lancashire, in Inghilterra. Suo padre Robert era un impiegato e sua madre Elizabeth era un’aspirante pianista. La loro famiglia, disse in seguito Lowry, era infelice; i suoi genitori non hanno riconosciuto i suoi talenti artistici. Lowry non ha avuto la possibilità di studiare arte a tempo pieno, ma ha frequentato corsi serali per molti anni. Nel 1905 prese lezioni di “disegno antico ea mano libera” e studiò anche alla Manchester Academy of Fine Art e al Salford Royal Technical College. Andava ancora a lezione negli anni ‘1920.

RECRUITING

Lowry ha lavorato per la maggior parte della sua vita come collezionista di affitti per la Pall Mall Property Company, andando in pensione a 65 anni. Tendeva a tacere sul suo “lavoro diurno” per ridurre l’impressione che non fosse un artista serio. Non voleva essere conosciuto come un “pittore della domenica”. Lowry ha dipinto dopo il lavoro e solo una volta sua madre, di cui si prendeva cura, era andata a letto.

Alla fine, Lowry ottenne il plauso della critica, a partire dalla sua prima mostra a Londra nel 1939. Nel 1945, fu insignito di un Master of Arts onorario dall’Università di Manchester. Nel 1962 fu eletto Accademico Reale. Nel 1964, l’anno in cui Lowry compì 77 anni, il primo ministro britannico Harold Wilson utilizzò uno dei dipinti di Lowry (“The Pond”) come suo biglietto natalizio ufficiale, e nel 1968 il dipinto di Lowry “Coming Out of School” faceva parte di una serie di francobolli raffiguranti grandi artisti britannici.

Smabs Sputzer / Flickr

Stile di pittura

Lowry è famoso soprattutto per i suoi dipinti di cupe scene industriali e urbane con molte piccole figure, a volte vestite con abiti colorati. Dipingeva spesso uno sfondo di fabbriche con alti camini che fluttuavano fumo e in primo piano un disegno di piccole figure sottili, tutte impegnate ad andare da qualche parte oa fare qualcosa, figure sminuite dai loro tetri dintorni.

Le figure più piccole di Lowry sono poco più che sagome nere, mentre altre sono semplici blocchi di colore con lunghi cappotti e cappelli. Nelle figure più grandi, tuttavia, ci sono chiari dettagli di ciò che le persone indossano, anche se spesso è qualcosa di squallido.

Il cielo è tipicamente grigio e coperto con inquinamento da fumo. Il tempo e le ombre non sono raffigurati, ma cani e cavalli sono comuni (di solito seminascosti dietro qualcosa poiché Lowry trovava le gambe dei cavalli difficili da dipingere).

Sebbene a Lowry piacesse dire che dipingeva solo ciò che vedeva, compose i suoi dipinti nel suo studio, lavorando sulla memoria, sugli schizzi e sull’immaginazione. I suoi dipinti successivi contenevano meno figure; alcuni nessuno. Dipinse anche alcune grandi figure singole, paesaggi e paesaggi marini simili a ritratti.

I primi dipinti e disegni di Lowry mostrano che aveva l’abilità artistica per fare ritratti tradizionali e rappresentativi. Ha scelto di non farlo per effetto perché, secondo le sue stesse parole, era più interessato a catturare una “visione” di “bellezza privata”.

“Volevo dipingere me stesso in ciò che mi assorbiva … Le figure naturali ne avrebbero spezzato l’incantesimo, quindi ho reso le mie figure quasi irreali … A dire il vero, non stavo pensando molto alle persone. Non mi importa di loro come fa un riformatore sociale. Fanno parte di una bellezza privata che mi perseguitava. Ho amato loro e le case allo stesso modo: come parte di una visione “.

Colori

Lowry ha lavorato con pittura ad olio, senza utilizzare alcun mezzo come l’olio di lino, su tela. La sua tavolozza era limitata a soli cinque colori: nero avorio, blu di Prussia, vermiglio, giallo ocra e bianco fiocchi.

Negli anni ‘1920 Lowry iniziò ad applicare uno strato di bianco in scaglie prima di iniziare a dipingere. Il suo insegnante all’epoca, Bernard Taylor, pensava che le immagini di Lowry fossero troppo scure e che avrebbe dovuto trovare un modo per illuminarle. Lowry fu lieto di scoprire, molti anni dopo, che il bianco in scaglie si è trasformato nel tempo in un grigio crema.

Lo strato di base bianco fiocchi ha riempito la grana della tela e ha creato una superficie ruvida e strutturata che si adattava alla granulosità dei soggetti di Lowry. Lowry è anche noto per aver riutilizzato tele, dipingere su opere precedenti e per aver lasciato segni nella pittura con oggetti diversi dai pennelli. A volte ha usato le sue dita, un bastone o un chiodo per lavorare la pittura nei modi usuali, aggiungendo profondità alle sue composizioni.

Morte

Lowry morì di polmonite il 23 febbraio 1976 e fu sepolto a Manchester, in Inghilterra, accanto ai suoi genitori. Pochi mesi dopo la sua morte, una mostra retrospettiva dei suoi dipinti è stata aperta alla Royal Academy of Arts di Londra.

Eredità

Al momento della sua morte, Lowry era diventato estremamente influente ei suoi dipinti venivano venduti per milioni di dollari. Nel 2000, una galleria chiamata The Lowry ha aperto a Manchester, con 400 opere di Lowry provenienti da tutta la sua carriera e in tutti i mezzi (inclusi oli, pastelli, acquerelli e disegni).

fonti

  • Clark, TJ e Anne M. Wagner. “Lowry e la pittura della vita moderna”. Tate Publishing, 2013.
  • “L S. Lowry Dead; Artist of Bleak. ” The New York Times, The New York Times, 24 febbraio 1976.
  • Rosenthal, Thomas Gabriel. “LS Lowry: l’arte e l’artista.” Unicorn Press, 2016.
  • Schwartz, Sanford. “Alla scoperta di LS Lowry.” The New York Review of Books, 26 settembre 2013.