Cosa accadde durante la ribellione di Fries del 1799?

Nel 1798, il governo federale degli Stati Uniti impose una nuova tassa su case, terreni e persone ridotte in schiavitù. Come per la maggior parte delle tasse, nessuno era molto felice di pagarle. In particolare, tra i cittadini infelici c’erano i contadini olandesi della Pennsylvania che possedevano molte terre e case, ma nessuna gente ridotta in schiavitù. Sotto la guida del signor John Fries, lasciarono cadere i loro aratri e raccolsero i loro moschetti per lanciare la ribellione di Fries del 1799, la terza ribellione fiscale nell’allora breve storia degli Stati Uniti.

L’imposta diretta sulla casa del 1798

Nel 1798, la prima grande sfida di politica estera degli Stati Uniti, la quasi guerra con la Francia, sembrava riscaldarsi. In risposta, il Congresso ampliò la Marina e sollevò un grande esercito. Per pagarlo, il Congresso ha promulgato l’imposta diretta sulla casa nel luglio 1798, imponendo 2 milioni di dollari in tasse sugli immobili e sulle persone schiavizzate da ripartire tra gli stati. L’imposta diretta sulla casa è stata la prima – e unica – imposta federale diretta sugli immobili di proprietà privata mai imposta.

Inoltre, il Congresso aveva recentemente promulgato gli Alien and Sedition Acts, che limitano il discorso determinando essere critici nei confronti del governo e aumentando il potere del ramo esecutivo federale di imprigionare o deportare gli stranieri considerati “pericolosi per la pace e la sicurezza degli Stati Uniti. ”

John Fries raduna gli olandesi della Pennsylvania

Avendo emanato la prima legge statale della nazione che poneva fine alla schiavitù nel 1780, la Pennsylvania aveva pochissime persone schiavizzate nel 1798. Di conseguenza, l’imposta federale diretta sulla casa doveva essere valutata in tutto lo stato sulla base di case e terreni, con il valore imponibile delle case a essere determinato dalla dimensione e dal numero di finestre. Mentre gli assessori fiscali federali attraversavano le campagne per misurare e contare le finestre, iniziò a crescere una forte opposizione all’imposta. Molte persone si sono rifiutate di pagare, sostenendo che la tassa non veniva riscossa in modo uguale in proporzione alla popolazione dello stato come richiesto dalla Costituzione degli Stati Uniti.

Nel febbraio 1799, il banditore della Pennsylvania John Fries organizzò riunioni nelle comunità olandesi nella parte sud-orientale dello stato per discutere come opporsi al meglio all’imposta. Molti cittadini preferivano semplicemente rifiutarsi di pagare.

Quando i residenti del Milford Township hanno minacciato fisicamente gli assessori fiscali federali e hanno impedito loro di svolgere il proprio lavoro, il governo ha tenuto una riunione pubblica per spiegare e giustificare l’imposta. Lungi dall’essere rassicurati, diversi manifestanti (alcuni armati e indossavano uniformi dell’esercito continentale) si sono presentati sventolando bandiere e gridando slogan. Di fronte alla folla minacciosa, gli agenti del governo hanno annullato l’incontro.

Fries ha avvertito gli assessori fiscali federali di smettere di fare le loro valutazioni e di lasciare Milford. Quando gli assessori rifiutarono, Fries guidò una banda armata di residenti che alla fine costrinse gli assessori a fuggire dalla città.

La ribellione di Fries inizia e finisce

Incoraggiato dal suo successo a Milford, Fries organizzò una milizia. Accompagnati da una banda crescente di soldati irregolari armati, si esercitavano come un esercito con l’accompagnamento di tamburi e pifferi.

Alla fine di marzo del 1799, circa 100 delle truppe di Fries cavalcarono verso Quakertown con l’intento di arrestare gli assessori fiscali federali. Dopo aver raggiunto Quakertown, i ribelli fiscali sono riusciti a catturare un certo numero di assessori. Hanno rilasciato gli assessori dopo averli avvertiti di non tornare in Pennsylvania e aver chiesto loro di dire al presidente degli Stati Uniti John Adams cosa era successo.

Mentre l’opposizione alla House Tax si è diffusa in Pennsylvania, gli assessori fiscali federali si sono dimessi sotto minacce di violenza. Gli assessori nelle città di Northampton e Hamilton hanno chiesto di dimettersi ma non sono stati autorizzati a farlo.

Il governo federale ha risposto emettendo mandati e inviando un maresciallo americano per arrestare persone a Northampton con l’accusa di resistenza fiscale. Gli arresti sono stati effettuati in gran parte senza incidenti e sono proseguiti in altre città vicine fino a quando una folla inferocita a Millerstown ha affrontato il maresciallo, chiedendogli di non arrestare un determinato cittadino. Dopo aver arrestato un pugno di altre persone, il maresciallo ha portato i suoi prigionieri nella città di Betlemme.

Promettendo di liberare i prigionieri, due gruppi separati di ribelli armati organizzati da Fries hanno marciato su Betlemme. Tuttavia, la milizia federale a guardia dei prigionieri respinse i ribelli, arrestando Fries e altri leader della sua fallita ribellione.

I ribelli affrontano il processo

Per la loro partecipazione alla ribellione di Fries, 30 uomini sono stati processati in un tribunale federale. Fries e due dei suoi seguaci sono stati giudicati colpevoli di tradimento e condannati all’impiccagione. Oscurato dalla sua interpretazione rigorosa della definizione di tradimento della Costituzione, spesso dibattuta, il presidente Adams perdonò Fries e gli altri condannati per tradimento.

Il 21 maggio 1800 Adams concesse l’amnistia generale a tutti i partecipanti alla ribellione di Fries. Ha affermato che i ribelli, la maggior parte dei quali parlava tedesco, erano “ignoranti della nostra lingua quanto lo erano delle nostre leggi”. Ha detto che erano stati ingannati dai “grandi uomini” del partito antifederalista che si opponevano a concedere al governo federale il potere di tassare la proprietà personale del popolo americano.

La ribellione di Fries è stata l’ultima delle tre rivolte fiscali organizzate negli Stati Uniti durante il XVIII secolo. Fu preceduta dalla ribellione di Shays dal 18 al 1786 nel Massachusetts centrale e occidentale e dalla ribellione del whisky del 1787 nella Pennsylvania occidentale. Oggi, la ribellione di Fries è commemorata da un monumento storico statale situato a Quakertown, in Pennsylvania, dove è iniziata la rivolta.

fonti

Drexler, Ken (specialista di riferimento). “Alien and Sedition Acts: Primary Documents in American History”. “Statutes at Large, 5th Congress, 2nd Session”, A Century of Lawmaking for a New Nation: US Congressional Documents and Debates, 1774 -1875. Library of Congress, 13 settembre 2019.

Kladky, Ph.D., William P. “Esercito continentale”. Washington Library, Center for Digital History, Digital Encyclopedia, Mount Vernon Ladies ‘Association, Mount Vernon, Virginia.

Kotowski, Peter. “Whisky Rebellion”. Washington Library, Center for Digital History, Digital Encyclopedia, Mount Vernon Ladies ‘Association, Mount Vernon, Virginia.