Informazioni sul test per la cittadinanza statunitense

Prima che gli immigrati negli Stati Uniti in cerca di cittadinanza possano prestare il giuramento di cittadinanza statunitense e iniziare a godere dei benefici della cittadinanza, devono superare un test di naturalizzazione amministrato dai servizi di cittadinanza e immigrazione degli Stati Uniti (USCIS), precedentemente noto come servizio di immigrazione e naturalizzazione INS). Il test si compone di due parti: il test di educazione civica e il test di lingua inglese.

In questi test, ci si aspetta che i richiedenti la cittadinanza, con alcune esenzioni per età e disabilità fisica, dimostrino di essere in grado di leggere, scrivere e pronunciare parole nell’uso quotidiano ordinario in lingua inglese e di avere una conoscenza e una comprensione di base di Storia, governo e tradizione americani.

Il test di educazione civica

Per la maggior parte dei candidati, la parte più difficile del test di naturalizzazione è il test di educazione civica, che valuta la conoscenza del richiedente del governo e della storia di base degli Stati Uniti. Nella parte di educazione civica del test, ai candidati vengono poste fino a 10 domande sul governo americano, la storia e “educazione civica integrata”, come geografia, simbolismo e festività. Le 10 domande sono selezionate casualmente da un elenco di 100 domande preparate dall’USCIS.

Sebbene possa esserci più di una risposta accettabile a molte delle 100 domande, il test di educazione civica non è un test a scelta multipla. La prova di educazione civica è una prova orale, somministrata durante il colloquio per la domanda di naturalizzazione.

Per superare la parte civica del test, i candidati devono rispondere correttamente ad almeno sei (6) delle 10 domande selezionate in modo casuale.

Nell’ottobre 2008, l’USCIS ha sostituito la vecchia serie di 100 domande del test di educazione civica utilizzata sin dai tempi dell’INS, con una nuova serie di domande nel tentativo di migliorare la percentuale di candidati che superavano il test.

Il test di lingua inglese

Il test di lingua inglese ha tre parti: parlare, leggere e scrivere.

La capacità del richiedente di parlare inglese viene valutata da un funzionario dell’USCIS in un colloquio individuale durante il quale il richiedente completa la domanda di naturalizzazione, modulo N-400. Durante il test, il richiedente dovrà comprendere e rispondere alle indicazioni e alle domande pronunciate dal funzionario dell’USCIS.

Nella parte di lettura del test, il richiedente deve leggere correttamente una frase su tre per passare. Nella prova di scrittura, il richiedente deve scrivere correttamente una frase su tre.

Passare o fallire e riprovare

I candidati hanno due possibilità di sostenere i test di inglese e di educazione civica. I candidati che non superano una parte del test durante il loro primo colloquio verranno riesaminati solo sulla parte del test che non hanno superato entro un periodo compreso tra 60 e 90 giorni. Anche se ai richiedenti che non superano il test viene negata la naturalizzazione, mantengono il loro status di residenti permanenti legali. Se desiderano ancora ottenere la cittadinanza statunitense, devono presentare nuovamente domanda di naturalizzazione e rimborsare tutte le tasse associate.

Quanto costa il processo di naturalizzazione?

L’attuale (2016) quota di iscrizione per la naturalizzazione negli Stati Uniti è di $ 680, inclusa una tassa “biometrica” ​​di $ 85 per i servizi di rilevamento delle impronte digitali e di identificazione.

Tuttavia, ai richiedenti di età pari o superiore a 75 anni non viene addebitata la tariffa biometrica, portando la quota totale a $ 595. 

Quanto tempo ci vuole?

USCIS riporta che a giugno 2012, il tempo medio di elaborazione totale per una domanda di naturalizzazione negli Stati Uniti era di 4.8 mesi. Se sembra un tempo lungo, si consideri che nel 2008 i tempi di elaborazione erano in media di 10-12 mesi e sono stati lunghi fino a 16-18 mesi in passato.

Esenzioni dai test e sistemazioni

A causa della loro età e del loro periodo di permanenza legale negli Stati Uniti, alcuni candidati sono esentati dal requisito di inglese del test di naturalizzazione e possono essere autorizzati a sostenere il test di educazione civica nella lingua di loro scelta. Inoltre, gli anziani che hanno determinate condizioni mediche possono richiedere l’esonero dal test di naturalizzazione.

  • I richiedenti di età pari o superiore a 50 anni quando hanno presentato domanda di naturalizzazione e hanno vissuto come residente permanente legale (titolare della carta verde) negli Stati Uniti per 20 anni sono esentati dal requisito della lingua inglese.
  • I richiedenti di età pari o superiore a 55 anni quando hanno presentato domanda di naturalizzazione e hanno vissuto come residente permanente legale (titolare della carta verde) negli Stati Uniti per 15 anni sono esentati dal requisito della lingua inglese.
  • Sebbene possano essere esentati dal requisito della lingua inglese, tutti i candidati senior sono tenuti a sostenere il test di educazione civica, ma possono essere autorizzati a sostenerlo nella loro lingua madre.

Informazioni complete sulle esenzioni ai test di naturalizzazione possono essere trovate sul sito web USCIS ‘Exceptions & Accommodations.

Quanti passano?

Secondo l’USCIS, più di 1,980,000 test di naturalizzazione sono stati somministrati a livello nazionale dal 1 ° ottobre 2009 al 30 giugno 2012. USCIS ha riferito che a giugno 2012, il tasso di superamento nazionale complessivo per tutti i candidati che hanno sostenuto sia il test di inglese che quello di educazione civica era 92 %.

Nel 2008, l’USCIS ha ridisegnato il test di naturalizzazione. L’obiettivo della riprogettazione era quello di migliorare i tassi di superamento complessivi fornendo un’esperienza di test più uniforme e coerente, valutando efficacemente la conoscenza del richiedente della storia e del governo degli Stati Uniti.

I dati del rapporto USCIS Studio sui tassi di superamento / fallimento per i candidati alla naturalizzazione indicano che il tasso di superamento per i candidati che sostengono il nuovo test è “significativamente più alto” del tasso di superamento per i candidati che sostengono il vecchio test.

Secondo il rapporto, il tasso medio annuo di superamento per il test di naturalizzazione complessivo è migliorato dall’87.1% nel 2004 al 95.8% nel 2010. Il tasso medio annuo di superamento per il test di lingua inglese è migliorato dal 90.0% nel 2004 al 97.0% nel 2010, mentre il tasso di superamento per il test civico è migliorato dal 94.2% al 97.5%.