L’architettura di Washington, DC

Gli Stati Uniti sono spesso definiti un crogiolo culturale e l’architettura della sua capitale, Washington, DC, è davvero una miscela internazionale. I famosi edifici del distretto incorporano influenze dell’antico Egitto, della Grecia classica e di Roma, dell’Europa medievale e della Francia del XIX secolo.

La casa Bianca

Foto di Aldo Altamirano / Moment / Getty Images (ritagliata)

La Casa Bianca è l’elegante dimora del presidente americano, ma i suoi inizi furono umili. L’architetto di origine irlandese James Hoban potrebbe aver modellato la struttura iniziale sulla Leinster House, una tenuta in stile georgiano a Dublino, in Irlanda. Realizzata in arenaria Aquia dipinta di bianco, la Casa Bianca era più austera quando fu costruita per la prima volta tra il 1792 e il 1800. Dopo che gli inglesi la bruciarono nel 1814, Hoban ricostruì la Casa Bianca e l’architetto Benjamin Henry Latrobe aggiunse i portici nel 1824. Latrobe’s i lavori di ristrutturazione hanno trasformato la Casa Bianca da una modesta casa georgiana in un palazzo neoclassico.

Union Station

Union Station di Washington, DC.

Leigh Vogel / Getty Images per Amtrak / Getty Images Entertainment / Getty Images

Modellato sugli edifici dell’antica Roma, Union Station presenta sculture elaborate, colonne ioniche, foglie d’oro e grandi corridoi in marmo in un mix di design neoclassico e Beaux-Arts.

Nel 1800, i principali terminal ferroviari come la stazione di Euston a Londra erano spesso costruiti con un arco monumentale, che suggeriva un grande ingresso alla città. L’architetto Daniel Burnham, assistito da Pierce Anderson, ha modellato l’arco per la Union Station sul classico Arco di Costantino a Roma. All’interno, ha progettato grandi spazi a volta che ricordavano le antiche terme romane di Diocleziano.

Vicino all’ingresso, una fila di sei massicce statue di Louis St. Gaudens si trova sopra una fila di colonne ioniche. Intitolate “The Progress of Railroading”, le statue sono divinità mitiche scelte per rappresentare temi ispiratori legati alla ferrovia.

Il Campidoglio degli Stati Uniti

United States Capitol Building, Washington, DC, Corte Suprema (L) e Library of Congress (R) in background.

Carol M. Highsmith / Buyenlarge Archive Photos / Getty Images (ritagliata)

Per quasi due secoli, gli organi di governo americani, il Senato e la Camera dei rappresentanti, si sono riuniti sotto la cupola del Campidoglio degli Stati Uniti.

Quando l’ingegnere francese Pierre Charles L’Enfant progettò la nuova città di Washington, ci si aspettava che progettasse il Campidoglio. Ma L’Enfant ha rifiutato di presentare i piani e non ha ceduto all’autorità dei commissari. L’Enfant è stato licenziato e il segretario di Stato Thomas Jefferson ha proposto un concorso pubblico.

La maggior parte dei designer che hanno partecipato al concorso e presentato progetti per il Campidoglio degli Stati Uniti sono stati ispirati da idee rinascimentali. Tuttavia, tre voci sono state modellate su antichi edifici classici. Thomas Jefferson preferì i piani classici e suggerì che il Campidoglio fosse modellato sul Pantheon romano, con una rotonda a cupola circolare.

Bruciato dalle truppe britanniche nel 1814, il Campidoglio subì diversi importanti lavori di ristrutturazione. Come per molti edifici costruiti durante la fondazione di Washington DC, la maggior parte del lavoro veniva svolto da afroamericani schiavi.

La caratteristica più famosa del Campidoglio degli Stati Uniti, la cupola neoclassica in ghisa di Thomas Ustick Walter, non fu aggiunta fino alla metà del 1800. La cupola originale di Charles Bulfinch era più piccola e realizzata in legno e rame.

Lo Smithsonian Institute Castle

Il castello dello Smithsonian Institute Il castello dello Smithsonian Institute.

Noclip / Wikimedia

L’architetto vittoriano James Renwick, Jr. ha dato a questo edificio dello Smithsonian Institute l’aria di un castello medievale. Progettato come una casa per il segretario dello Smithsonian Institute, lo Smithsonian Castle ospita ora uffici amministrativi e un centro visitatori con mappe e display interattivi.

Renwick è stato un importante architetto che ha continuato a costruire l’elaborata Cattedrale di San Patrizio a New York City. Lo Smithsonian Castle ha un aspetto medievale con archi romanici arrotondati, torri quadrate e dettagli in stile neogotico.

Quando era nuovo, le pareti dello Smithsonian Castle erano grigio lilla. L’arenaria diventava rossa con l’invecchiamento.

L’edificio per uffici esecutivi di Eisenhower

Edificio per uffici esecutivi di Eisenhower.

Raymond Boyd / Michael Ochs Archives / Getty Images

Formalmente noto come Old Executive Office Building, il massiccio edificio accanto alla Casa Bianca è stato ribattezzato in onore del presidente Eisenhower nel 1999. Storicamente, è stato anche chiamato State, War, and Navy Building perché quei dipartimenti avevano uffici lì. Oggi, l’Eisenhower Executive Office Building ospita una varietà di uffici federali, incluso l’ufficio cerimoniale del Vice Presidente degli Stati Uniti.

Il capo architetto Alfred Mullett ha basato il suo progetto sull’imponente architettura in stile Secondo Impero che era popolare in Francia durante la metà del 1800. Ha dato all’Executive Office Building una facciata elaborata e un alto tetto a mansarda come gli edifici di Parigi. L’interno è noto per i suoi notevoli dettagli in ghisa e gli enormi lucernari progettati da Richard von Ezdorf.

Quando fu costruita per la prima volta, la struttura era in sorprendente contrasto con l’austera architettura neoclassica di Washington, il design di DC Mullett fu spesso deriso. Mark Twain avrebbe definito l’Executive Office Building “l’edificio più brutto d’America”.

Il Jefferson Memorial

Il Jefferson Memorial.

Carol M. Highsmith / Buyenlarge Archive Photos / Getty Images (ritagliata)

Il Jefferson Memorial è un monumento rotondo a cupola dedicato a Thomas Jefferson, il terzo presidente degli Stati Uniti. Anche studioso e architetto, Jefferson ammirava l’architettura dell’antica Roma e il lavoro dell’architetto rinascimentale italiano Andrea Palladio. L’architetto John Russell Pope ha progettato il Jefferson’s Memorial per riflettere questi gusti. Quando Pope morì nel 1937, gli architetti Daniel P. Higgins e Otto R. Eggers presero la direzione della costruzione.

Il Memoriale è modellato sul Pantheon di Roma e sulla Villa Capra di Andrea Palladio. Assomiglia anche a Monticello, la casa della Virginia che Jefferson ha progettato per se stesso.

All’ingresso, una scalinata conduce ad un portico con colonne ioniche che sorreggono un frontone triangolare. Le incisioni sul frontone raffigurano Thomas Jefferson con altri quattro uomini che hanno contribuito a redigere la Dichiarazione di indipendenza. All’interno, la sala commemorativa è uno spazio aperto circondato da colonne in marmo del Vermont. Una statua in bronzo di 19 piedi di Thomas Jefferson si trova direttamente sotto la cupola.

Il Museo Nazionale degli Indiani d’America

Il Museo Nazionale degli Indiani d’America.

Alex Wong / Getty Images

Molti gruppi nativi hanno contribuito alla progettazione del National Museum of the American Indian, uno degli edifici più recenti di Washington. L’edificio curvilineo, alto cinque piani, è costruito per assomigliare a formazioni di pietra naturale. Le pareti esterne sono realizzate in pietra calcarea Kasota color oro del Minnesota. Altri materiali includono granito, bronzo, rame, acero, cedro e ontano. All’ingresso, prismi acrilici catturano la luce.

Il National Museum of the American Indian si trova in un paesaggio di quattro acri che ricrea le prime foreste, prati e zone umide americane.

Il Marriner S. Eccles Federal Reserve Board Building

Edificio Eccles della Federal Reserve.

Brooks Kraft / Corbis News / Getty Images

L’architettura Beaux Arts ha una svolta moderna al Federal Reserve Board Building a Washington, DC Il Marriner S. Eccles Federal Reserve Board Building è più semplicemente noto come Eccles Building o Federal Reserve Building. Completato nel 1937, l’imponente edificio in marmo fu costruito per ospitare gli uffici del Federal Reserve Board degli Stati Uniti.

L’architetto, Paul Philippe Cret, si è formato all’École des Beaux-Arts in Francia. Il suo design include colonne e frontoni che suggeriscono uno stile classico, ma l’ornamento è semplificato. L’obiettivo era creare un edificio che fosse sia monumentale che dignitoso.

Il monumento a Washington

Idee egiziane nella capitale della nazione Washington Monument e Cherry Blossoms intorno al bacino di marea.

Danita Delimont / Gallo Images Collection / Getty Images (ritagliata)

Il progetto iniziale dell’architetto Robert Mills per il monumento a Washington ha onorato il primo presidente americano con un pilastro quadrato, alto 600 piedi e con la sommità piatta. Alla base del pilastro, Mills immaginava un elaborato colonnato con statue di 30 eroi della Guerra d’indipendenza e una scultura svettante di George Washington su un carro.

La costruzione di questo monumento sarebbe costata oltre un milione di dollari (più di 21 milioni di dollari oggi). I piani per il colonnato furono rinviati e alla fine eliminati. Il Washington Monument si è evoluto in un semplice obelisco di pietra affusolato sormontato da una piramide, ispirato all’antica architettura egizia.

I conflitti politici, la guerra civile e la scarsità di denaro hanno ritardato per qualche tempo la costruzione del monumento a Washington. A causa delle interruzioni, le pietre non sono tutte della stessa tonalità. Il monumento non fu completato fino al 1884. A quel tempo, il Washington Monument era la struttura più alta del mondo. Rimane la struttura più alta di Washington DC

La Cattedrale Nazionale di Washington

Cattedrale nazionale.

Carol M. Highsmith / Buyenlarge Archive Photos / Getty Images (ritagliata)

Chiamata ufficialmente la Chiesa Cattedrale di San Pietro e San Paolo, la Cattedrale Nazionale di Washington è una cattedrale episcopale e anche una “casa di preghiera nazionale” dove si tengono servizi interreligiosi.

L’edificio è in stile neogotico o neogotico. Gli architetti George Frederick Bodley e Henry Vaughn hanno profuso la cattedrale con archi a sesto acuto, archi rampanti, vetrate colorate e altri dettagli presi in prestito dall’architettura gotica medievale. Tra i tanti gargoyle della cattedrale c’è una scultura giocosa del cattivo di “Guerre Stellari” Darth Vader, aggiunta dopo che i bambini hanno presentato l’idea a un concorso di progettazione.

Il Museo Hirshhorn e il Giardino delle Sculture

Il Museo Hirshhorn.

Tony Savino / Corbis Historical / Corbis tramite Getty Images / Getty Images (ritagliata)

L’Hirshhorn Museum and Sculpture Garden prende il nome dal finanziere e filantropo Joseph H. Hirshhorn, che ha donato la sua vasta collezione di arte moderna. Lo Smithsonian Institution ha chiesto all’architetto Gordon Bunshaft, vincitore del Premio Pritzker, di progettare un museo che mostrasse l’arte moderna. Dopo diverse revisioni, il piano di Bunshaft per l’Hirshhorn Museum è diventato una massiccia scultura funzionale.

L’edificio è un cilindro cavo che poggia su quattro piedistalli curvi. Gallerie con pareti curve ampliano la vista delle opere d’arte all’interno. Le pareti con finestre si affacciano su una fontana e su una piazza a due livelli dove sono esposte sculture moderniste.

Le recensioni del museo erano contrastanti. Benjamin Forgey del Washington Post ha definito l’Hirshhorn “la più grande opera d’arte astratta della città”. Louise Huxtable del New York Times ha descritto lo stile del museo come “nato morto, moderno neo-penitenziario”. Per i visitatori di Washington, DC, il Museo Hirshhorn è diventato un’attrazione tanto quanto l’arte che contiene.

L’edificio della Corte Suprema degli Stati Uniti

Corte Suprema degli Stati Uniti.

Mark Wilson / Getty Images News / Getty Images (ritagliata)

Costruito tra il 1928 e il 1935, l’edificio della Corte Suprema degli Stati Uniti ospita il ramo giudiziario del governo. L’architetto nato in Ohio, Cass Gilbert, ha preso in prestito dall’architettura dell’antica Roma quando ha progettato l’edificio. Lo stile neoclassico è stato scelto per riflettere gli ideali democratici. In effetti, l’intero edificio è intriso di simbolismo. I frontoni scolpiti lungo la parte superiore raccontano allegorie della giustizia e della misericordia.

La Biblioteca del Congresso

La Biblioteca del Congresso.

Olivier Douliery-Pool / Getty Images News / Getty Images

Quando fu creata nel 1800, la Biblioteca del Congresso era principalmente una risorsa per i membri del Congresso. La biblioteca si trovava dove lavoravano i legislatori, nell’US Capitol Building. La collezione di libri fu distrutta due volte: durante l’attacco britannico nel 1814 e di nuovo durante un disastroso incendio nel 1851. Tuttavia, la collezione alla fine divenne così grande che il Congresso decise di costruire un secondo edificio per contenerla. Oggi, la Biblioteca del Congresso è un complesso di edifici con più libri e spazio sugli scaffali di qualsiasi altra biblioteca al mondo.

Realizzato in marmo, granito, ferro e bronzo, il Thomas Jefferson Building è stato modellato sul Beaux Arts Paris Opera House in Francia. Più di 40 artisti sono stati coinvolti nella creazione di statue, sculture in rilievo e murales dell’edificio. La cupola della Biblioteca del Congresso è placcata in oro 23 carati.

Il Lincoln Memorial

Il Lincoln Memorial.

Allan Baxter / Collezione: Photographer’s Choice RF / Getty Images

Sono passati molti anni nella pianificazione del memoriale al sedicesimo presidente americano. Una delle prime proposte prevedeva una statua di Abraham Lincoln circondata da statue di altre 16 persone, sei a cavallo. Questa idea è stata esclusa come troppo costosa, quindi è stata presa in considerazione una varietà di altri piani.

Decenni dopo, nel 1914, nel giorno del compleanno di Lincoln, fu posata la prima pietra. L’architetto Henry Bacon ha donato al memoriale 36 colonne doriche, che rappresentano i 36 stati dell’Unione al momento della morte di Lincoln. Due ulteriori colonne fiancheggiano l’ingresso. All’interno si trova una statua di 19 piedi di una Lincoln seduta scolpita dallo scultore Daniel Chester French.

Il Lincoln Memorial offre uno sfondo maestoso e drammatico per eventi politici e discorsi importanti. Il 28 agosto 1963, Martin Luther King, Jr pronunciò il suo famoso discorso “I Have a Dream” dai gradini del memoriale.

Il muro commemorativo dei veterani del Vietnam

Il controverso memoriale di Maya Lin Il granito nero del Vietnam Memorial è ancora più pronunciato dopo una nevicata del 2003.

2003 Mark Wilson / Getty Images

Realizzato in granito nero simile a uno specchio, il Vietnam Veterans Memorial Wall cattura i riflessi di coloro che lo vedono. Il muro di 250 piedi, progettato dall’architetto Maya Lin, è la parte principale del Memoriale dei veterani del Vietnam. La costruzione del memoriale modernista ha suscitato molte polemiche, quindi due memoriali tradizionali – la statua dei tre soldati e il Memoriale delle donne del Vietnam – sono stati aggiunti nelle vicinanze.

L’edificio degli archivi nazionali

Vista su Pennsylvania Avenue dell’edificio degli archivi nazionali.

Carol M. Highsmith / Buyenlarge Archive Photos / Getty Images (ritagliata)

Dove vai a vedere la Costituzione, la Carta dei diritti e la Dichiarazione di indipendenza? La capitale della nazione ha copie originali, negli archivi nazionali.

Più che un semplice edificio per uffici federali, l’Archivio nazionale è una sala espositiva e un deposito per tutti i documenti importanti creati dai Padri fondatori. Caratteristiche interne specializzate (ad es. Scaffalature, filtri dell’aria) preservano i documenti da eventuali danni.