Ricerca e sequestro nelle scuole e diritti del quarto emendamento

01 di 10

Una panoramica del quarto emendamento

spxChrome / E + / Getty Images

Il quarto emendamento della costituzione degli Stati Uniti protegge i cittadini da perquisizioni e sequestri irragionevoli. Il quarto emendamento afferma: “Il diritto delle persone di essere al sicuro nelle loro persone, case, documenti ed effetti, contro perquisizioni e sequestri irragionevoli, non sarà violato e nessun mandato sarà emesso, ma su causa probabile, supportato da giuramento o affermazione e in particolare descrivendo il luogo da perquisire e le persone o le cose da sequestrare. ”

Lo scopo del quarto emendamento è quello di sostenere la privacy e la sicurezza delle singole persone contro le invasioni soggettive da parte del governo e dei suoi funzionari. Quando il governo viola le “aspettative di privacy” di un individuo, si è verificata una perquisizione illegale. La “aspettativa di privacy” di un individuo può essere definita come se l’individuo si aspetta che le proprie azioni siano libere da intrusioni governative.

Il quarto emendamento richiede che le ricerche soddisfino uno “standard di ragionevolezza”. La ragionevolezza può pesare sulle circostanze che circondano la ricerca e misurando la natura intrusiva complessiva della ricerca contro gli interessi legittimi del governo. Una perquisizione sarà irragionevole ogni volta che il governo non potrà dimostrare che era necessaria. Il governo deve dimostrare che esisteva una “probabile causa” affinché una ricerca fosse considerata “costituzionale”.

02 di 10

Ricerche senza Warrant

Getty Images / SW Productions

I tribunali hanno riconosciuto che esistono ambienti e circostanze che richiedono un’eccezione allo standard della “causa probabile”. Queste sono chiamate “eccezioni per esigenze speciali” che consentono ricerche senza garanzie. Queste ricerche di tipo devono avere una “presunzione di ragionevolezza” poiché non esiste alcun mandato.

Un esempio dell’eccezione per bisogni speciali si verifica nel caso giudiziario, Terry v Ohio, 392 US 1 (1968). In questo caso, la Corte Suprema ha stabilito un’eccezione per bisogni speciali che giustificava la ricerca di armi senza mandato da parte di un agente di polizia. Questo caso ha avuto anche un profondo impatto sull’eccezione per necessità speciali, specialmente in relazione alla probabile causa e ai requisiti del mandato del Quarto Emendamento. La Corte Suprema di questo caso ha sviluppato quattro fattori che “innescano” l’eccezione per bisogni speciali al Quarto Emendamento. Questi quattro fattori includono:

  • L’aspettativa di privacy dell’individuo è violata dall’invadenza generale della ricerca?
  • Qual è il rapporto tra l’individuo (i) oggetto di ricerca e la persona (e) che conduce la ricerca?
  • La natura deliberata dell’azione che ha portato alla ricerca ha diminuito l’aspettativa di privacy dell’individuo?
  • L’interesse del governo deve essere promosso dalla ricerca “convincente”?
  • La necessità della ricerca è immediata e la ricerca offre maggiori opportunità di successo rispetto ad altre possibili alternative?
  • Il governo rischierebbe la conduzione della ricerca senza rima o ragione?

03 di 10

Casi di ricerca e sequestro

Getty Images / Michael McClosky

Ci sono molti casi di perquisizione e sequestro che hanno determinato il processo riguardante le scuole. La Corte Suprema ha applicato l’eccezione “esigenze speciali” a un ambiente scolastico pubblico nel caso, New Jersey v TLO, supra (1985). In questo caso, la Corte ha deciso che il requisito del mandato non era adatto per un contesto scolastico principalmente perché avrebbe interferito con la necessità di una scuola di accelerare rapidamente le procedure disciplinari informali di una scuola.

TLO, supra incentrato su studentesse che sono state trovate a fumare nel bagno di una scuola. Un amministratore ha perquisito la borsa di uno studente e ha trovato sigarette, cartine, marijuana e accessori per la droga. La Corte ha ritenuto che la perquisizione fosse giustificata all’inizio perché c’erano fondati motivi per cui una perquisizione avrebbe trovato prove della violazione di uno studente o di una legge o di una politica scolastica. La corte ha anche concluso in quella sentenza che una scuola ha il potere di attuare un certo livello di controllo e supervisione sugli studenti che sarebbe ritenuto incostituzionale se esercitato su un adulto.

04 di 10

Ragionevole sospetto nelle scuole

Getty Images / David De Lossy

La maggior parte delle ricerche di studenti nelle scuole inizia come risultato di un ragionevole sospetto da parte di un dipendente del distretto scolastico che lo studente abbia violato una legge o una politica scolastica. Per avere un ragionevole sospetto, un impiegato scolastico deve avere fatti che supportano i sospetti sono veri. Una ricerca giustificabile è quella in cui un impiegato scolastico:

  1. Ha fatto osservazioni o conoscenze specifiche.
  2. Possedeva inferenze razionali che erano supportate da tutte le osservazioni e i fatti trovati e raccolti.
  3. Ha spiegato come i fatti disponibili e le inferenze razionali fornissero una base oggettiva per il sospetto quando combinati con la formazione e l’esperienza del dipendente della scuola.

Le informazioni o le conoscenze possedute dal dipendente della scuola devono provenire da una fonte valida e affidabile per essere considerate ragionevoli. Queste fonti possono includere osservazioni e conoscenze personali del dipendente, rapporti affidabili di altri funzionari scolastici, rapporti di testimoni oculari e vittime e / o suggerimenti di informatori. Il sospetto deve essere basato sui fatti e ponderato in modo che la probabilità sia sufficiente affinché il sospetto possa essere vero.

Una ricerca di uno studente giustificabile deve includere ciascuno dei seguenti componenti:

  1. Deve sussistere un ragionevole sospetto che un determinato studente abbia commesso o stia commettendo una violazione della legge o delle politiche scolastiche.
  2. Deve esserci una connessione diretta tra ciò che viene richiesto e la sospetta infrazione.
  3. Deve esserci una connessione diretta tra ciò che si cerca e il luogo in cui cercare.

In generale, i funzionari scolastici non possono perquisire un grande gruppo di studenti solo perché sospettano che una politica sia stata violata, ma non sono stati in grado di collegare la violazione a un particolare studente. Tuttavia, ci sono casi giudiziari che hanno consentito perquisizioni di gruppi così numerosi, in particolare riguardo al sospetto di qualcuno in possesso di un’arma pericolosa, che mette a rischio la sicurezza del corpo studentesco.

05 di 10

Test antidroga nelle scuole

Getty Images / Sharon Dominick

Ci sono stati diversi casi di alto profilo che si occupano di test antidroga casuali nelle scuole, in particolare quando si tratta di atletica leggera o attività extrascolastiche. La storica decisione della Corte Suprema sui test antidroga è arrivata in Vernonia School District 47J contro Acton, 515 US 646 (1995). La loro decisione ha rilevato che la politica di droga atletica studentesca del distretto che autorizzava test antidroga di analisi delle urine casuali degli studenti che hanno partecipato ai suoi programmi atletici era costituzionale. Questa decisione ha stabilito quattro fattori che i tribunali successivi hanno esaminato durante l’udienza di casi simili. Questi includono:

  1. Interesse per la privacy – Il tribunale di Veronia ha rilevato che le scuole richiedono una stretta supervisione dei bambini per fornire un ambiente educativo adeguato. Inoltre, hanno la capacità di far rispettare le regole contro gli studenti per qualcosa che sarebbe ammissibile per un adulto. Successivamente, le autorità scolastiche agiscono in loco parentis, che in latino significa, al posto del genitore. Inoltre, la Corte ha stabilito che l’aspettativa di privacy di uno studente è inferiore a quella di un normale cittadino e ancor meno se un individuo è uno studente-atleta che ha motivi per aspettarsi intrusioni.
  2. Il grado di intrusione – Il tribunale di Veronia ha deciso che il grado di intrusione dipenderà dal modo in cui è stata monitorata la produzione del campione di urina.
  3. Natura dell’immediatezza della preoccupazione della scuola – Il tribunale di Veronia ha riscontrato che scoraggiare l’uso di droghe tra gli studenti creava un’adeguata preoccupazione da parte del distretto.
  4. Mezzi meno intrusivi – La Corte di Veronia ha stabilito che la politica di quel distretto era costituzionale e appropriata.

06 di 10

Responsabili delle risorse scolastiche

Getty Images / Think Stock

Anche i funzionari delle risorse scolastiche sono spesso ufficiali delle forze dell’ordine certificati. Un “funzionario delle forze dell’ordine” deve avere una “causa probabile” per condurre una perquisizione legale, ma un impiegato scolastico deve solo stabilire “ragionevole sospetto”. Se la richiesta della ricerca è stata diretta da un amministratore scolastico, l’SRO può condurre la ricerca in base a “ragionevole sospetto”. Tuttavia, se tale ricerca viene condotta sulla base di informazioni delle forze dell’ordine, deve essere eseguita per “causa probabile”. L’SRO deve anche valutare se l’oggetto della ricerca violava una politica scolastica. Se l’SRO è un dipendente del distretto scolastico, il motivo più probabile per condurre una ricerca sarà il “ragionevole sospetto”. Infine, si dovrebbe tener conto del luogo e delle circostanze della ricerca.

07 di 10

Cane da fiuto di droga

Getty Images / Plush Studios

Un “cane annusato” non è una ricerca ai sensi del quarto emendamento. Quindi nessuna causa probabile è richiesta per un cane che annusa droghe quando usato in questo senso. Le sentenze della Corte hanno dichiarato che le persone non dovrebbero avere ragionevoli aspettative di privacy per quanto riguarda l’aria che circonda gli oggetti inanimati. Ciò rende gli armadietti degli studenti, le automobili degli studenti, gli zaini, le borse per i libri, le borsette, ecc. Che non sono fisicamente a disposizione dello studente consentiti a un cane da droga da annusare. Se un cane “colpisce” con il contrabbando, ciò determina la causa probabile per la ricerca fisica. I tribunali hanno disapprovato l’uso di cani antidroga per cercare nell’aria intorno alla persona fisica di uno studente.

08 di 10

Armadietti della scuola

Getty Images / Jetta Productions

Gli studenti non hanno “una ragionevole aspettativa di privacy” nei loro armadietti scolastici, fintanto che la scuola ha una politica studentesca pubblicata che gli armadietti sono sotto la supervisione della scuola e che la scuola ha anche la proprietà di quegli armadietti. La presenza di tale politica consente a un dipendente della scuola di condurre ricerche generalizzate nell’armadietto di uno studente indipendentemente dal fatto che vi sia o meno sospetto.

09 di 10

Ricerca di veicoli nelle scuole

Getty Images / Santokh Kochar

Una ricerca di veicoli può avvenire con veicoli per studenti parcheggiati nel cortile della scuola, purché vi sia il ragionevole sospetto di condurre una ricerca. Se un oggetto come droghe, bevande alcoliche, armi, ecc. Che viola una politica scolastica è in bella vista, un amministratore scolastico può sempre perquisire il veicolo. Una polizza scolastica che affermi che i veicoli parcheggiati nel cortile della scuola sono soggetti a perquisizione sarebbe utile per coprire la responsabilità se il problema dovesse sorgere.

10 di 10

Metal Detector

Getty Images / Jack Hillingsworth

I rivelatori di metalli a piedi sono stati considerati minimamente invasivi e sono stati giudicati costituzionali. Un metal detector portatile può essere utilizzato per cercare qualsiasi studente con il ragionevole sospetto che possa avere qualcosa di dannoso per la propria persona. Inoltre, la Corte ha confermato le sentenze secondo cui un metal detector portatile può essere utilizzato per perquisire ogni studente e le sue proprietà quando entrano nell’edificio scolastico. Tuttavia, si sconsiglia l’uso casuale di un metal detector portatile senza ragionevole sospetto.