Scopri i minerali di mica

01 di 11

biotite

I minerali di mica.
Andrew Alden

I minerali di mica si distinguono per la loro perfetta scissione basale, il che significa che sono facilmente suddivisi in fogli sottili, spesso trasparenti. Due miche, biotite e muscovite, sono così comuni da essere considerate minerali che formano le rocce. Il resto è relativamente raro, ma la flogopite è la più probabile che si veda sul campo. I negozi di roccia prediligono in modo schiacciante i coloratissimi minerali fuchsite e lepidolite mica.

La formula generale per i minerali di mica è XY2-3 [(Si, Al) 4O10] (OH, F) 2, dove X = K, Na, Ca e Y = Mg, Fe, Li, Al. La loro composizione molecolare è costituita da doppi fogli di unità di silice fortemente unite (SiO4) che racchiudono tra loro un foglio di idrossile (OH) più cationi Y. I cationi X si trovano tra questi panini e li legano liberamente.

Insieme al talco, alla clorite, alla serpentina e ai minerali argillosi, le miche sono classificate come minerali fillosilicati, “fillo-” che significa “foglia”. Non solo le miche si dividono in fogli, ma sono anche flessibili.

La biotite o mica nera, K (Mg, Fe2 +) 3 (Al, Fe3 +) Si3O10 (OH, F) 2, è ricca di ferro e magnesio e si trova tipicamente nelle rocce ignee mafiche. 

La biotite è così comune da essere considerata un minerale che forma le rocce. Prende il nome in onore di Jean Baptiste Biot, un fisico francese che per primo ha descritto gli effetti ottici nei minerali di mica. La biotite in realtà è una gamma di miche nere; a seconda del loro contenuto di ferro vanno dall’eastonite alla siderofillite alla flogopite. 

La biotite si trova ampiamente in molti diversi tipi di roccia, aggiungendo glitter allo scisto, “pepe” nel granito sale e pepe e oscurità alle arenarie. La biotite non ha usi commerciali e raramente si trova nei cristalli da collezione. È utile, tuttavia, nella datazione potassio-argon.

Si verifica una roccia rara costituita interamente da biotite. Secondo le regole della nomenclatura si chiama biotite, ma ha anche il bel nome glimmerite.

02 di 11

Celadonite

Il campione di minerali di mica dalle montagne di El Paso, California.
Andrew Alden

La celadonite, K (Mg, Fe2 +) (Al, Fe3 +) (Si4O10) (OH) 2, è una mica verde scuro molto simile alla glauconite per composizione e struttura, ma i due minerali si trovano in contesti molto diversi. 

La celadonite è meglio conosciuta nell’ambiente geologico qui mostrato: riempiendo le aperture (vescicole) nella lava basaltica, mentre la glauconite si forma nei sedimenti del mare poco profondo. Ha un po ‘più di ferro (Fe) della glauconite e la sua struttura molecolare è meglio organizzata, facendo la differenza negli studi a raggi X. La sua striscia tende ad essere un verde più bluastro di quella della glauconite. I mineralogisti lo considerano parte di una serie con muscovite, la miscela tra loro chiamata fengite.

La celadonite è ben nota agli artisti come pigmento naturale, “terra verde”, che va dal verde bluastro all’oliva. Si trova in antiche pitture murali ed è prodotto oggi da molte località diverse, ognuna con il suo colore particolare. Il suo nome significa “verde mare” in francese.

Non confondere la celadonite (SELL-a-donite) con la caledonite (KAL-a-DOAN-ite), un raro carbonato-solfato di piombo-rame che è anche blu-verde.

03 di 11

fuchsite

I minerali di mica.
Andrew Alden

Fuchsite (sito FOOK), K (Cr, Al) 2Si3AlO10 (OH, F) 2, è una varietà di muscovite ricca di cromo. Questo esemplare proviene dalla provincia brasiliana di Minas Gerais.

04 di 11

glauconite

I minerali di mica.
Ron Schott / Flickr

La glauconite è una mica verde scuro con la formula (K, Na) (Fe3 +, Al, Mg) 2 (Si, Al) 4O10 (OH) 2. Si forma per alterazione di altre miche nelle rocce sedimentarie marine ed è utilizzato dai giardinieri organici come fertilizzante di potassio a lenta cessione. È molto simile alla celadonite, che si sviluppa in ambienti diversi.

05 di 11

Lepidolite

I minerali di mica.
Foto (c) 2009 Andrew Alden, concesso in licenza a About.com (politica di utilizzo corretto)

La lepidolite (lep-PIDDLE-ite), K (Li, Fe + 2) Al3Si3AlO10 (OH, F) 2, si distingue per il suo colore lilla o viola, che è dovuto al suo contenuto di litio. 

Questo esemplare di lepidolite è costituito da minuscoli fiocchi di lepidolite e da una matrice di quarzo il cui colore neutro non oscura il colore caratteristico della mica. La lepidolite può anche essere rosa, gialla o grigia.

Un caso notevole di lepidolite è nei verdi, corpi di granito che vengono alterati dai vapori contenenti fluoro. Potrebbe essere questo, ma proveniva da un negozio di roccia senza dati sulla sua origine. Dove si trova in grumi più grandi nei corpi di pegmatite, la lepidolite è un minerale di litio, specialmente in combinazione con il minerale pirosseno spodumene, l’altro minerale di litio relativamente comune.

06 di 11

Margarite

I minerali di mica.
unforth / Flickr

La margarite, CaAl2 (Si2Al2O10 (OH, F) 2, è anche chiamata mica di calcio o lime. È rosa pallido, verde o giallo e non è flessibile come le altre miche.

07 di 11

moscovita

I minerali di mica.
Andrew Alden

La moscovite, KAl2Si3AlO10 (OH, F) 2, è una mica ad alto contenuto di alluminio comune nelle rocce felsiche e nelle rocce metamorfiche della serie pelitica, derivate dall’argilla. 

La moscovite una volta era comunemente usata per le finestre, e le produttive miniere di mica russe hanno dato il nome alla moscovite (una volta era ampiamente conosciuta come “vetro di muta”). Oggi le finestre in mica sono ancora utilizzate nelle stufe in ghisa, ma l’uso maggiore della moscovite è come isolante nelle apparecchiature elettriche.

In qualsiasi roccia metamorfica di basso grado, un aspetto scintillante è molto spesso dovuto a un minerale di mica, la mica bianca muscovite o la mica biotite nera.

08 di 11

Fengite (mariposite)

I minerali di mica.
Andrew Alden

La fengite è una mica, K (Mg, Al) 2 (OH) 2 (Si, Al) 4O10, gradazionale tra la muscovite e la celadonite. Questa varietà è mariposita.

Phengite è un nome catchall utilizzato principalmente negli studi microscopici per un minerale di mica che si discosta dagli attributi ideali della muscovite (in particolare, un α alto, β e γ e un 2V basso). La formula consente una considerevole sostituzione del ferro per Mg e Al (cioè sia Fe + 2 che Fe + 3). Per la cronaca, Deer Howie e Zussman danno la formula come K (Al, Fe3 +) Al1 – x (Mg, Fe2 +) x [Al1 – xSi3 + xO10] (OH) 2.

La mariposite è una varietà di fengite contenente cromo verde, descritta per la prima volta nel 1868 dal paese di Mother Lode in California, dove è associata a vene di quarzo contenenti oro e precursori di serpentinite. Di solito ha un portamento massiccio, con una lucentezza cerosa e senza cristalli visibili. La roccia di quarzo contenente mariposite è una pietra paesaggistica popolare, spesso chiamata mariposite. Il nome deriva dalla contea di Mariposa. Presumibilmente la roccia una volta era un candidato per la roccia dello stato della California, ma prevaleva la serpentinite.

09 di 11

phlogopite

I minerali di mica.
Woudloper / Wikimedia Commons

La flogopite (FLOG-o-pite), KMg3AlSi3O10 (OH, F) 2, è biotite senza ferro, e le due si fondono l’una nell’altra per composizione e occorrenza. 

La flogopite è favorita nelle rocce ricche di magnesio e nei calcari metamorfizzati. Dove la biotite è nera o verde scuro, la flogopite è marrone più chiaro o verde o ramata. 

10 di 11

sericite

I minerali di mica.
Andrew Alden

Sericite è un nome per muscovite con grani estremamente piccoli. Lo vedrai ovunque vedi persone perché è usato nel trucco.

La sericite si trova tipicamente nelle rocce metamorfiche di basso grado come l’ardesia e la fillite. Il termine “alterazione sericitica” si riferisce a questo tipo di metamorfismo.

La sericite è anche un minerale industriale, comunemente usato nel trucco, nella plastica e in altri prodotti per aggiungere una lucentezza setosa. I truccatori la conoscono come “polvere di mica brillante”, usata in tutto, dall’ombretto al lucidalabbra. Gli artigiani di tutti i tipi si affidano ad esso per aggiungere un bagliore luccicante o perlato all’argilla e ai pigmenti gommati, tra molti altri usi. I produttori di caramelle lo usano nella polvere lucente.

11 di 11

Stilpnomelane

I minerali di mica.
Andrew Alden

Stilpnomelane è un minerale nero ricco di ferro della famiglia dei fillosilicati con formula K (Fe2 +, Mg, Fe3 +) 8 (Si, Al) 12 (O, OH) 36nH2O. Si forma ad alte pressioni e basse temperature nelle rocce metamorfiche. I suoi cristalli traballanti sono fragili piuttosto che flessibili. Il suo nome significa “nero splendente” in greco scientifico.