Una panoramica della democrazia del libro in America

Democracy in America, scritto da Alexis de Tocqueville tra il 1835 e il 1840, è considerato uno dei libri più completi e penetranti mai scritti sugli Stati Uniti Dopo aver visto i tentativi falliti di un governo democratico nella sua nativa Francia, Tocqueville decise di studiare una stalla e una democrazia prospera al fine di ottenere informazioni su come funzionava. La democrazia in America è il risultato dei suoi studi. Il libro era ed è tuttora così popolare perché tratta di questioni come la religione, la stampa, il denaro, la struttura di classe, il razzismo, il ruolo del governo e il sistema giudiziario – questioni che sono rilevanti oggi come lo erano allora. Molti college negli Stati Uniti continuano a utilizzare Democracy in America nei corsi di scienze politiche e di storia.

Ci sono due volumi su Democracy in America. Il primo volume fu pubblicato nel 1835 ed è più ottimista dei due. Si concentra principalmente sulla struttura del governo e sulle istituzioni che aiutano a mantenere la libertà negli Stati Uniti. Il secondo volume, pubblicato nel 1840, si concentra maggiormente sugli individui e sugli effetti che la mentalità democratica ha sulle norme e sui pensieri che esistono nella società.

Lo scopo principale di Tocqueville nello scrivere Democracy in America era quello di analizzare il funzionamento della società politica e le varie forme di associazioni politiche, sebbene avesse anche alcune riflessioni sulla società civile e sulle relazioni tra società politica e società civile. Alla fine cerca di capire la vera natura della vita politica americana e perché era così diversa dall’Europa.

Argomenti trattati

La democrazia in America copre una vasta gamma di argomenti. Nel volume I, Tocqueville discute cose come: la condizione sociale degli anglo-americani; potere giudiziario negli Stati Uniti e sua influenza sulla società politica; la Costituzione degli Stati Uniti; la libertà di stampa; associazioni politiche; i vantaggi di un governo democratico; le conseguenze della democrazia; e il futuro delle gare negli Stati Uniti.

Nel volume II del libro, Tocqueville copre argomenti come: come la religione negli Stati Uniti si avvale delle tendenze democratiche; Cattolicesimo romano negli Stati Uniti; panteismo; uguaglianza e perfettibilità dell’uomo; scienza; letteratura; arte; come la democrazia ha modificato la lingua inglese; fanatismo spirituale; formazione scolastica; e l’uguaglianza dei sessi.

Caratteristiche della democrazia americana

Gli studi di Tocqueville sulla democrazia negli Stati Uniti lo hanno portato alla conclusione che la società americana è caratterizzata da cinque caratteristiche chiave:

1. Amore per l’uguaglianza: gli americani amano l’uguaglianza anche più di quanto amiamo la libertà o la libertà individuale (Volume 2, Parte 2, Capitolo 1).

2. Assenza di tradizione: gli americani abitano un paesaggio in gran parte privo di istituzioni e tradizioni ereditate (famiglia, classe, religione) che definiscono le loro relazioni reciproche (Volume 2, Parte 1, Capitolo 1).

3. Individualismo: poiché nessuna persona è intrinsecamente migliore di un’altra, gli americani iniziano a cercare tutte le ragioni in se stessi, guardando non alla tradizione né alla saggezza dei singoli individui, ma alla propria opinione come guida (Volume 2, Parte 2, Capitolo 2 ).

4. Tirannia della maggioranza: allo stesso tempo, gli americani danno un grande peso all’opinione della maggioranza e sentono una grande pressione. Proprio perché sono tutti uguali, si sentono insignificanti e deboli rispetto al maggior numero (Volume 1, Parte 2, Capitolo 7).

5. Importanza della libera associazione: gli americani hanno un felice impulso a lavorare insieme per migliorare la loro vita comune, più ovviamente formando associazioni di volontariato. Questa arte dell’associazione unicamente americana tempera le loro tendenze all’individualismo e dà loro l’abitudine e il gusto di servire gli altri (Volume 2, Parte 2, Capitoli 4 e 5).

Previsioni per l’America

Tocqueville è spesso acclamato per aver fatto una serie di previsioni corrette in Democracy in America. In primo luogo, ha anticipato che il dibattito sull’abolizione della schiavitù potrebbe potenzialmente lacerare gli Stati Uniti, cosa che ha fatto durante la guerra civile americana. In secondo luogo, predisse che gli Stati Uniti e la Russia sarebbero diventati superpotenze rivali, e lo fecero dopo la seconda guerra mondiale. Alcuni studiosi sostengono anche che Tocqueville, nella sua discussione sull’ascesa del settore industriale nell’economia americana, predisse correttamente che un’aristocrazia industriale sarebbe sorta dalla proprietà del lavoro. Nel libro, ha avvertito che “gli amici della democrazia devono tenere sempre un occhio ansioso in questa direzione” e ha continuato dicendo che una nuova classe benestante potrebbe potenzialmente dominare la società.

Secondo Tocqueville, la democrazia avrebbe anche alcune conseguenze sfavorevoli, tra cui la tirannia della maggioranza sul pensiero, una preoccupazione per i beni materiali e l’isolamento degli individui gli uni dagli altri e dalla società.

Fonte:

Tocqueville, Democracy in America (Harvey Mansfield e Delba Winthrop, trad., Ed .; Chicago: University of Chicago Press, 2000)