McDonaldizzazione: definizione e panoramica del concetto

La McDonaldizzazione è un concetto sviluppato dal sociologo americano George Ritzer che si riferisce al particolare tipo di razionalizzazione della produzione, del lavoro e del consumo che è salito alla ribalta alla fine del XX secolo. L’idea di base è che questi elementi siano stati adattati in base alle caratteristiche di un ristorante fast-food – efficienza, calcolabilità, prevedibilità, standardizzazione e controllo – e che questo adattamento abbia effetti a catena in tutti gli aspetti della società.

La McDonaldizzazione della società

George Ritzer ha introdotto il concetto di McDonaldization con il suo libro del 1993, The McDonaldization of Society. Da quel momento il concetto è diventato centrale nel campo della sociologia e soprattutto all’interno della sociologia della globalizzazione.

Secondo Ritzer, la McDonaldizzazione della società è un fenomeno che si verifica quando la società, le sue istituzioni e le sue organizzazioni si adattano per avere le stesse caratteristiche che si trovano nelle catene di fast-food. Questi includono efficienza, calcolabilità, prevedibilità, standardizzazione e controllo.

La teoria della McDonaldizzazione di Ritzer è un aggiornamento della teoria del sociologo classico Max Weber su come la razionalità scientifica abbia prodotto la burocrazia, che è diventata la forza organizzativa centrale delle società moderne per gran parte del ventesimo secolo. Secondo Weber, la burocrazia moderna era definita da ruoli gerarchici, conoscenze e ruoli compartimentati, un sistema di occupazione e avanzamento basato sul merito percepito e l’autorità della razionalità giuridica dello Stato di diritto. Queste caratteristiche potrebbero essere osservate (e possono ancora esserlo) in molti aspetti delle società di tutto il mondo.

Secondo Ritzer, i cambiamenti all’interno della scienza, dell’economia e della cultura hanno spostato le società dalla burocrazia di Weber a una nuova struttura e ordine sociale che lui chiama McDonaldization. Come spiega nel suo libro omonimo, questo nuovo ordine economico e sociale è definito da quattro aspetti chiave.

  1. Efficienza comporta un focus manageriale sulla riduzione al minimo del tempo necessario per completare le singole attività, nonché quello necessario per completare l’intera operazione o processo di produzione e distribuzione.
  2. Calcolabilità è un focus su obiettivi quantificabili (contare le cose) piuttosto che su quelli soggettivi (valutazione della qualità).
  3. Prevedibilità e standardizzazione si trovano in processi di produzione o fornitura di servizi ripetitivi e di routine e nella produzione coerente di prodotti o esperienze che sono identici o vicini ad esso (prevedibilità dell’esperienza del consumatore).
  4. Infine, controllo all’interno di McDonaldization è esercitata dalla direzione per garantire che i lavoratori appaiano e agiscano allo stesso modo momento per momento e su base giornaliera. Si riferisce anche all’uso di robot e tecnologia per ridurre o sostituire i dipendenti umani ove possibile.

Ritzer afferma che queste caratteristiche non sono solo osservabili nella produzione, nel lavoro e nell’esperienza del consumatore, ma che la loro presenza distintiva in queste aree si estende come effetti a catena attraverso tutti gli aspetti della vita sociale. La McDonaldizzazione influenza i nostri valori, preferenze, obiettivi e visioni del mondo, le nostre identità e le nostre relazioni sociali. Inoltre, i sociologi riconoscono che la McDonaldizzazione è un fenomeno globale, guidato dalle corporazioni occidentali, dal potere economico e dal dominio culturale dell’Occidente, e come tale porta a un’omogeneizzazione globale della vita economica e sociale.

Lo svantaggio della McDonaldizzazione

Dopo aver spiegato come funziona McDonaldization nel libro, Ritzer spiega che questa stretta attenzione alla razionalità produce effettivamente irrazionalità. Ha osservato: “Più specificamente, irrazionalità significa che i sistemi razionali sono sistemi irragionevoli. Con ciò intendo che negano l’umanità di base, la ragione umana, delle persone che lavorano al loro interno o sono servite da loro”. Molti hanno senza dubbio incontrato ciò che Ritzer descrive qui quando la capacità umana per la ragione sembra non essere affatto presente nelle transazioni o nelle esperienze che sono guastate dalla rigida aderenza alle regole e alle politiche di un’organizzazione. Coloro che lavorano in queste condizioni spesso le sperimentano anche come disumanizzanti.

Questo perché McDonaldization non richiede una forza lavoro qualificata. Concentrarsi sulle quattro caratteristiche chiave che producono McDonaldization ha eliminato la necessità di lavoratori qualificati. I lavoratori in queste condizioni si impegnano in compiti ripetitivi, di routine, altamente concentrati e compartimentati che vengono insegnati rapidamente ed a buon mercato e quindi facili da sostituire. Questo tipo di lavoro svaluta il lavoro e sottrae potere contrattuale ai lavoratori. I sociologi osservano che questo tipo di lavoro ha ridotto i diritti e i salari dei lavoratori negli Stati Uniti e in tutto il mondo, che è esattamente il motivo per cui i lavoratori in posti come McDonald’s e Walmart stanno conducendo la lotta per un salario dignitoso negli Stati Uniti. Nel frattempo in Cina, i lavoratori che iPhone e iPad prodotti devono affrontare condizioni e difficoltà simili.

Le caratteristiche della McDonaldization si sono insinuate anche nell’esperienza del consumatore, con il lavoro del consumatore gratuito piegato nel processo di produzione. Hai mai servito il tuo tavolo in un ristorante o in un bar? Seguire fedelmente le istruzioni per montare i mobili Ikea? Scegli le tue mele, zucche o mirtilli? Verificarti al supermercato? Quindi sei stato socializzato per completare il processo di produzione o distribuzione gratuitamente, aiutando così un’azienda a raggiungere efficienza e controllo.

I sociologi osservano le caratteristiche della McDonaldizzazione in altre aree della vita, come l’istruzione e anche i media, con un chiaro passaggio dalla qualità a misure quantificabili nel tempo, standardizzazione ed efficienza che giocano un ruolo significativo in entrambi e anche nel controllo.

Guardati intorno e sarai sorpreso di scoprire che noterai gli impatti della McDonaldizzazione per tutta la vita.

Riferimento

  • Ritzer, George. “The McDonaldization of Society: 20th Anniversary Edition”. Los Angeles: Sage, 2013.