Panoramica delle fatture del pilota nel governo

Nel governo degli Stati Uniti, i “corridori” sono progetti di legge sotto forma di disposizioni aggiuntive aggiunte alle versioni originali di disegni di legge o risoluzioni prese in considerazione dal Congresso. Spesso avendo poca relazione con l’oggetto del disegno di legge genitore, i motociclisti sono tipicamente usati come una tattica spesso criticata intesa a ottenere l’emanazione di un disegno di legge controverso che probabilmente non sarebbe approvato se introdotto da solo. 

Altre proposte di legge sui motociclisti, note come “demolizione” o “pillola avvelenata”, non vengono utilizzate per essere effettivamente approvate, ma semplicemente per impedire l’approvazione della legge sui genitori o per garantirne il veto da parte del presidente.

Piloti più comuni al Senato

Sebbene siano tutti in entrambe le camere, i cavalieri sono usati più spesso al Senato. Questo perché i requisiti della regola del Senato secondo cui il soggetto del cavaliere deve essere correlato o “pertinente” a quello del disegno di legge genitore sono più tolleranti di quelli della Camera dei rappresentanti. I motociclisti sono ammessi raramente alla Camera, dove gli emendamenti ai progetti di legge devono almeno occuparsi della sostanza del disegno di legge dei genitori.

Fatture dell’albero di Natale

Un parente stretto delle fatture del ciclista, le “fatture dell’albero di Natale” sono fatture che raccolgono molte modifiche, spesso non correlate. Il conto di un albero di Natale è composto da molti ciclisti. Gli emendamenti che “decorano” la legislazione principale spesso forniscono vantaggi speciali a vari gruppi o interessi. Il termine si riferisce a consentire a ciascun membro del Congresso di appendere la propria decorazione per animali domestici sulla legislazione proposta.

La maggior parte delle fatture dell’albero di Natale crescono man mano che le fatture minori passano dalla Camera. Non limitati dalla regola germanicità presente alla Camera, i senatori possono aggiungere emendamenti non correlati al disegno di legge della Camera, alcuni dei quali possono dare vantaggi fiscali a gruppi di interesse speciale negli stati di origine dei senatori e ai principali contributori della campagna. Ironia della sorte, le fatture dell’albero di Natale vengono emanate nella calca della legislazione mentre il Congresso si prepara frettolosamente ad aggiornare per le sue vacanze di Natale. Si ritiene che il termine sia stato coniato nel 1956 da Clinton Anderson, un senatore democratico del New Mexico, che quando gli è stato chiesto di commentare un disegno di legge agricolo a cui erano stati introdotti più di cento emendamenti, ha detto a Time Magazine: “Questo disegno di legge ottiene di più e più simile a un albero di Natale; c’è qualcosa sotto per quasi tutti. ”

La maggior parte degli Stati vieta efficacemente i motociclisti

Le legislature di 43 dei 50 stati hanno effettivamente bandito i passeggeri dando ai loro governatori il potere di veto della voce. Negato ai presidenti degli Stati Uniti dalla Corte Suprema degli Stati Uniti, il veto della voce consente all’esecutivo di porre il veto a singole voci discutibili all’interno di un disegno di legge.

Un esempio di un motociclista controverso

Il REAL ID Act, approvato nel 2005, richiedeva la creazione di qualcosa a cui la maggior parte degli americani si è sempre opposta: un registro nazionale di identificazione personale. La legge richiede agli stati di rilasciare nuove patenti di guida ad alta tecnologia e proibisce alle agenzie federali di accettare per determinati scopi – come l’imbarco di aerei di linea – patenti di guida e carte d’identità di stati che non soddisfano gli standard minimi di legge.

Quando è stato introdotto da solo, il REAL ID Act ha raccolto così poco sostegno in Senato che non è mai stato nemmeno portato al voto. Ma i suoi sostenitori l’hanno fatto passare comunque. Lo sponsor del disegno di legge, il rappresentante James Sensenbrenner (R) del Wisconsin, lo ha allegato a un disegno di legge che nessun politico dopo l’9 settembre avrebbe osato votare contro, intitolato “Emergency, Supplemental Appropriations Act for Defense, the Global War on Terrore e soccorso in caso di tsunami “. Quel disegno di legge stanziava denaro per pagare le truppe e pagare la guerra al terrore. Pochi hanno votato contro il disegno di legge. Il disegno di legge sulla spesa militare, con allegato il pilota del REAL ID Act, è passato alla Camera dei Rappresentanti con un voto di 11-368, con un voto di 58-100 al Senato. Il presidente George W. Bush lo ha firmato in legge l’0 maggio 11.

Le fatture dei motociclisti sono più spesso utilizzate al Senato perché le regole del Senato sono molto più tolleranti nei loro confronti rispetto alle regole della Camera. Alla Camera, tutti gli emendamenti ai progetti di legge devono generalmente essere correlati o trattare con l’oggetto della proposta di legge del genitore in esame.

I motociclisti sono più spesso attaccati a spese importanti, o “stanziamenti”, perché la sconfitta, il veto presidenziale o il ritardo di questi disegni di legge potrebbero ritardare il finanziamento di programmi governativi vitali che portano a una chiusura temporanea del governo.

Nel 1879, il presidente Rutherford B. Hayes si lamentò del fatto che i legislatori che si servivano di cavalieri potevano tenere in ostaggio l’esecutivo “insistendo per l’approvazione di un disegno di legge pena l’arresto di tutte le operazioni del governo”.

Rider Bills: come bullizzare un presidente

Gli oppositori – e ce ne sono molti – delle fatture dei motociclisti li hanno a lungo criticati come un modo per il Congresso di intimidire il Presidente degli Stati Uniti.

La presenza di un disegno di legge pilota può costringere i presidenti a emanare leggi che avrebbero posto il veto se presentate loro come disegni di legge separati.

Come concesso dalla Costituzione degli Stati Uniti, il veto presidenziale è un potere tutto o niente. Il presidente deve accettare i corridori o rifiutare l’intero disegno di legge. Soprattutto nel caso delle bollette di spesa, le conseguenze di porre loro il veto solo per annullare una fattura discutibile del ciclista potrebbero essere gravi. Fondamentalmente, l’uso delle fatture dei motociclisti diluisce notevolmente il potere di veto del presidente.

Ciò che quasi tutti i presidenti hanno affermato di aver bisogno per contrastare i conti dei motociclisti è il potere del “veto degli elementi pubblicitari”. Il veto alla voce consentirebbe al presidente di porre il veto a singole misure all’interno di un disegno di legge senza influire sullo scopo principale o sull’efficacia del disegno di legge.

Attualmente, le costituzioni di 43 dei 50 stati degli Stati Uniti hanno disposizioni che consentono ai loro governatori di utilizzare il veto della voce.

Nel 1996, il Congresso approvò e il presidente Bill Clinton firmò il Line Item Veto Act del 1996 che concedeva ai presidenti degli Stati Uniti il ​​potere di veto per le voci. Nel 1998, tuttavia, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato l’atto incostituzionale.

Le bollette del pilota confondono le persone

Come se tenere il passo con l’avanzamento delle fatture al Congresso non fosse già abbastanza difficile, le fatture dei motociclisti possono renderlo ancora più frustrante e difficile. 

Grazie alle fatture dei motociclisti una legge sulla “regolamentazione delle mele” può sembrare svanire, solo per finire per essere emanata mesi dopo come parte di una legge intitolata “Regolamentare le arance”.

In effetti, senza una lettura scrupolosamente quotidiana del Congressional Record, i motociclisti possono rendere quasi impossibile tenere il passo con il processo legislativo. E non è che il Congresso sia mai stato accusato di essere troppo trasparente nel modo in cui svolge il lavoro del popolo.

I legislatori introducono fatture anti-motociclista

Non tutti i membri del Congresso utilizzano o addirittura sostengono le fatture dei ciclisti.

Il Senatore Rand Paul (R – Kentucky) e Rep. Mia Love (R – Utah) hanno entrambi introdotto il “One Subject at a Time Act” (OSTA) come HR 4335 alla Camera e S. 1572 al Senato.

Come suggerisce il nome, il One Subject at a Time Act richiederebbe che ogni disegno di legge o risoluzione considerato dal Congresso non abbracci più di un soggetto e che il titolo di tutti i progetti di legge e le risoluzioni esprimano chiaramente e descrittivamente l’oggetto della misura.

L’OSTA concederebbe ai presidenti un veto di fatto, consentendo loro di prendere in considerazione solo una misura alla volta, invece di fatture “tutto o niente” a pacchetto.

“Sotto l’OSTA i politici non saranno più in grado di nascondere i veri argomenti delle loro fatture dietro titoli propagandistici come” PATRIOT Act “,” Protect America Act “o” No Child Left Behind Act “, ha dichiarato DownsizeDC.org, a sostegno del disegno di legge. “Nessuno vuole essere accusato di votare contro il patriottismo o di proteggere l’America, o di voler lasciare indietro i bambini. Ma nessuno di quei titoli descrive effettivamente gli argomenti di quei disegni di legge”.