Architettura per il nostro spirito e la nostra anima – Edifici sacri

In tutto il mondo, le credenze spirituali hanno ispirato una grande architettura. Inizia qui il tuo viaggio per celebrare alcuni dei famosi luoghi di ritrovo: sinagoghe, chiese, cattedrali, templi, santuari, moschee e altri edifici progettati per la preghiera, la riflessione e il culto religioso.

Nuova sinagoga

Edifici sacri: la Sinagoga Neue a cupola a Berlino, Germania La Sinagoga Neue si trova nel quartiere Scheunenviertel (quartiere dei fienili), nel cuore del quartiere ebraico di Berlino un tempo grande.
Foto di Sigrid Estrada / Hulton Archive Collection / Liaison / Getty Images (ritagliata)

La Sinagoga Neue dalla cupola blu, o Nuova Sinagoga, si trova nel distretto di Scheunenviertel (quartiere dei fienili), nel cuore del quartiere ebraico di Berlino un tempo grande. La nuova Sinagoga Neue è stata aperta nel maggio 1995.

L’originale Neue Synagogue, o Nuova Sinagoga, fu costruita tra il 1859 e il 1866. Era la principale sinagoga per la popolazione ebraica di Berlino in Oranienburger Strasse e la più grande sinagoga d’Europa.

L’architetto Eduard Knoblauch ha preso in prestito idee moresche per il design neo-bizantino della Sinagoga Neue. La sinagoga è ricca di mattoni smaltati e dettagli in terracotta. La cupola dorata è alta 50 metri. Ornata e colorata, la Sinagoga Neue è spesso paragonata al palazzo in stile moresco dell’Alhambra di Granada, in Spagna.

La Neue Synagogue è stata rivoluzionaria per il suo tempo. Il ferro è stato utilizzato per i supporti del pavimento, la struttura della cupola e le colonne visibili. L’architetto Eduard Knoblauch morì prima che la Sinagoga fosse completata, quindi la maggior parte della costruzione fu supervisionata dall’architetto Friedrich August Stüler.

La Sinagoga Neue fu distrutta durante la seconda guerra mondiale, in parte dai nazisti e in parte dai bombardamenti alleati. Nel 1958 l’edificio in rovina fu demolito. La ricostruzione è iniziata dopo la caduta del muro di Berlino. La facciata anteriore dell’edificio e la cupola sono state restaurate. Il resto dell’edificio doveva essere interamente ricostruito.

Cattedrale di San Patrizio

Edifici sacri: Cattedrale di San Patrizio a Dublino, Irlanda La cattedrale di San Patrizio del XIII secolo a Dublino, Irlanda.
Foto di Jeremy Voisey / E + Collection / Getty Images

Dov’è sepolto l’autore Jonathan Swift? Un tempo decano della cattedrale di San Patrizio, Swift fu sepolto qui nel 1745.

Da un pozzo d’acqua su questa terra, in questo sito un po ‘distante dalla città di Dublino, un prete di origine britannica del V secolo di nome “Patrick” battezzò i primi seguaci cristiani. Le esperienze religiose di Patrick in Irlanda portarono non solo alla sua santità, ma anche alla sua ultima cattedrale irlandese che prese il suo nome: San Patrizio (5-385 d.C. circa), patrono d’Irlanda.

Le prove documentate di un edificio sacro in questo luogo risalgono all’890 d.C. La prima chiesa era probabilmente una piccola struttura in legno, ma la grande cattedrale che vedi qui è stata costruita in pietra nello stile popolare del tempo. Costruita tra il 1220 e il 1260 d.C., durante quello che divenne noto come il periodo gotico nell’architettura occidentale, la cattedrale di San Patrizio assume il design della pianta cruciforme simile alle cattedrali francesi come la cattedrale di Chartres.

Tuttavia, la Cattedrale Nazionale della Chiesa Anglicana d’Irlanda di Dublino NON è oggi cattolica romana. Dalla metà del 1500 e dalla Riforma inglese, la St. Patrick’s, insieme alla vicina Christ Church Cathedral di Dublino, sono state rispettivamente le cattedrali nazionali e locali della Chiesa d’Irlanda, che non è sotto la giurisdizione del Papa.

Affermando di essere la cattedrale più grande d’Irlanda, San Patrizio ha avuto una storia lunga e tumultuosa, come lo stesso San Patrizio.

Unity Temple di Frank Lloyd Wright

Edifici sacri: Cubic Concrete Unity Temple a Oak Park, Illinois Frank Lloyd Wright ha utilizzato calcestruzzo colato per il rivoluzionario cubista Unity Temple a Oak Park, Illinois.
Foto di Raymond Boyd / Michael Ochs Archives / Getty Images

Il rivoluzionario Unity Temple di Frank Lloyd Wright è stato uno dei primi edifici pubblici costruiti con calcestruzzo colato.

Il progetto era una delle commissioni preferite di Wright. Gli fu chiesto di progettare la chiesa nel 1905 dopo che una tempesta distrusse la struttura in legno. A quel tempo, il piano di progettazione per un edificio cubista in cemento era rivoluzionario. La planimetria prevedeva un’area del tempio collegata ad una “casa di unità” da un ingresso e terrazze.

Frank Lloyd Wright ha scelto il cemento perché era, nelle sue parole, “economico” e tuttavia poteva essere reso dignitoso come la muratura tradizionale. Sperava che l’edificio esprimesse la potente semplicità degli antichi templi. Wright suggerì che l’edificio fosse chiamato “tempio” invece che chiesa.

Unity Temple è stato costruito tra il 1906 e il 1908 a un costo di circa $ 60,000. Il calcestruzzo è stato versato in posizione in stampi di legno. Il piano di Wright non prevedeva giunti di dilatazione, quindi il calcestruzzo si è incrinato nel tempo. Tuttavia, l’adorazione si tiene a Unity Temple ogni domenica dalla Congregazione Unitaria Universalista.

Nuova Sinagoga Principale, Ohel Jakob

Edifici sacri: Nuova Sinagoga Principale di Monaco, Germania La nuova Sinagoga Moderna modernista, o Ohel Jakob, a Monaco, Germania.
Foto di Andreas Strauss / LOOK / Getty Images

La nuova sinagoga modernista, o Ohel Jakob, a Monaco di Baviera, in Germania, è stata costruita per sostituire quella vecchia distrutta durante la Kristallnacht.

Progettato dagli architetti Rena Wandel-Hoefer e Wolfgang Lorch, la nuova sinagoga principale, o Ohel Jakob, è un edificio in travertino a forma di scatola con un cubo di vetro in cima. Il vetro è ricoperto da quella che viene chiamata “una maglia di bronzo”, che fa apparire il tempio architettonico come una tenda biblica. Il nome Ohel Jakob significa tenda di Giacobbe in ebraico. L’edificio simboleggia il viaggio degli israeliti attraverso il deserto, con il versetto dell’Antico Testamento “Come sono belle le tue tende, o Giacobbe!” inscritto all’ingresso della sinagoga.

Le sinagoghe originali di Monaco furono distrutte dai nazisti durante la Kristallnacht (Notte dei vetri rotti) nel 1938. La nuova sinagoga principale fu costruita tra il 2004 e il 2006 ed è stata inaugurata nel 68 ° anniversario della Kristallnacht nel 2006. Un tunnel sotterraneo tra la sinagoga e un Il museo ebraico ospita un memoriale agli ebrei uccisi nell’Olocausto.

Cattedrale di Chartres

Edifici sacri: Cattedrale gotica di Chartres a Chartres, Francia Veduta aerea della cattedrale di Chartres a Chartres, Francia.
Foto di CHICUREL Arnaud / hemis.fr / Getty Images

La cattedrale di Notre-Dame de Chartres è famosa per il suo carattere gotico francese, inclusa l’altezza imponente costruita sulla pianta a croce, facilmente visibile dall’alto.

In origine, la cattedrale di Chartres era una chiesa in stile romanico costruita nel 1145. Nel 1194, tutto tranne il fronte ovest fu distrutto da un incendio. Tra il 1205 e il 1260, la cattedrale di Chartres fu ricostruita sulle fondamenta della chiesa originale.

La ricostruzione della cattedrale di Chartres era in stile gotico e mostrava innovazioni che stabilirono lo standard per l’architettura del XIII secolo. L’enorme peso delle sue alte finestre a lucernario significava che gli archi rampanti – supporti esterni – dovevano essere usati in modi nuovi. Ogni molo curvo si collega con un arco a un muro e si estende (o “vola”) fino al suolo o ad un molo a una certa distanza. Pertanto, il potere di sostegno del contrafforte è stato notevolmente aumentato.

Costruita in pietra calcarea, la cattedrale di Chartres è alta 112 metri e lunga 34 metri.

Chiesa di Bagsværd

Chiesa di Bagsvaerd, Copenhagen, Danimarca, 1976.

seier + seier tramite Wikimedia Commons, Creative Commons Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0) ritagliato

Costruita nel 1973-76, la chiesa di Bagsværd è stata progettata dall’architetto vincitore del Premio Pritzker Jørn Utzon. Commentando il suo progetto per la chiesa di Bagsværd, Utzon ha scritto:

“In una mostra delle mie opere, inclusa la Sydney Opera House, c’era anche il disegno di una piccola chiesa nel centro di una città. Due ministri che rappresentano una congregazione che aveva risparmiato per 25 anni per costruire una nuova chiesa, l’hanno visto mi ha chiesto se sarei l’architetto della loro chiesa. Mi sono fermato lì e mi è stato offerto il miglior compito che un architetto possa avere: un momento magnifico in cui era la luce dall’alto a indicarci la strada “.

Secondo Utzon, la genesi del design risale a un’epoca in cui insegnava all’Università delle Hawaii e trascorreva del tempo sulle spiagge. Una sera, fu colpito dal passaggio regolare delle nuvole, pensando che potessero essere la base per il soffitto di una chiesa. I suoi primi schizzi mostravano gruppi di persone sulla spiaggia con le nuvole in testa. I suoi schizzi si sono evoluti con le persone incorniciate da colonne su ciascun lato e volte fluttuanti sopra, e in movimento verso una croce.

Moschea Al-Kadhimiya

Edifici sacri: mosaici elaborati a Baghdad, Iraq Moschea Al-Kadhimiya a Baghdad, Iraq.
Foto di Targa / age fotostock Collection / Getty Images

Elaborate piastrelle coprono la moschea di Al-Kadhimiya nel distretto di Kadhimain a Baghdad. La moschea fu costruita nel XVI secolo eppure è l’ultimo luogo di riposo terrestre per due imam che morirono all’inizio del IX secolo: l’Imam Musa Al-Kadhim (Musa ibn Ja’far, 16-9 d.C.) e l’Imam Muhammad Taqi Al-Jawad (Muhammad ibn Ali, 744-799 d.C.). Questa architettura di alto profilo in Iraq è spesso visitata dai soldati americani nella zona.

Hagia Sophia (Ayasofya)

Edifici sacri: la bizantina Hagia Sophia a Istanbul, Turchia Hagia Sophia a Istanbul, Turchia. Guarda l’interno.
Foto di oytun karadayi / E + / Getty Images

L’architettura cristiana e quella islamica si combinano nella Basilica di Santa Sofia a Istanbul, in Turchia.

Il nome inglese di Hagia Sophia è Divine Wisdom. In latino, la cattedrale si chiama Sancta Sophia. In turco il nome è Ayasofya. Ma con qualsiasi nome, Hagia Sophia (generalmente pronunciata EYE-ah così-FEE-ah) è un tesoro di notevole architettura bizantina. I mosaici decorativi e l’uso strutturale dei pennacchi sono solo due esempi di questa bella architettura “l’Oriente incontra l’Occidente”.

L’arte cristiana e quella islamica si combinano nella Basilica di Santa Sofia, una grande cattedrale cristiana fino alla metà del 1400. Dopo la conquista di Costantinopoli nel 1453, la Basilica di Santa Sofia divenne una moschea. Poi, nel 1935, la Basilica di Santa Sofia divenne un museo.

Hagia Sophia è stata finalista nella campagna per la scelta delle Nuove 7 meraviglie del mondo.

La Basilica di Santa Sofia sembra familiare? Costruito nel VI secolo, l’iconico Ayasofya divenne un’ispirazione per gli edifici successivi. Confronta Hagia Sophia con la Moschea Blu di Istanbul del XVII secolo.

Cupola della roccia

Edifici sacri: 7 ° secolo Cupola della roccia a Gerusalemme, Israele Preghiera del venerdì sul Monte del Tempio con il Muro del Pianto e la Cupola della roccia, Gerusalemme, Israele.
Foto di Jan Greune / LOOK / Getty Images

Con la sua cupola dorata, la Cupola della Roccia della Moschea di al-Aqsa è uno dei più antichi esempi sopravvissuti di architettura islamica.

Costruita tra il 685 e il 691 dal califfo Abd al-Malik, costruttore omayyade, la Cupola della roccia è un antico luogo sacro situato su una roccia leggendaria a Gerusalemme. All’esterno l’edificio è ottagonale, con una porta e 7 finestre su ogni lato. All’interno, la struttura a cupola è circolare.

La Cupola della Roccia è realizzata in marmo e riccamente decorata con piastrelle, mosaici, legno dorato e stucchi dipinti. I costruttori e gli artigiani provenivano da molte regioni diverse e hanno incorporato le loro tecniche e stili individuali nel progetto finale. La cupola è d’oro e si estende per 20 metri di diametro.

La Cupola della Roccia prende il nome dalla massiccia roccia (al-Sakhra) situata al centro, su cui, secondo la storia islamica, il profeta Maometto si trovava prima di ascendere al cielo. Questa roccia è altrettanto importante nella tradizione giudaica, che la considera il fondamento simbolico su cui è stato costruito il mondo e il luogo del Legame di Isacco.

La Cupola della Roccia non è una moschea, ma viene spesso chiamata con questo nome perché il luogo sacro si trova nell’atrio della Masjid al-Aqsa (moschea di al-Aqsa).

Sinagoga di Rumbach

Edifici sacri: Sinagoga moresca Rumbach a Budapest, Ungheria La sinagoga Rumbach a Budapest, Ungheria è moresca nel design.
Foto © Tom Hahn / iStockPhoto

Progettata dall’architetto Otto Wagner, la sinagoga Rumbach a Budapest, in Ungheria, ha un design moresco.

Costruita tra il 1869 e il 1872, la Sinagoga di Rumbach Street è stata la prima grande opera dell’architetto secessionista viennese Otto Wagner. Wagner ha preso in prestito idee dall’architettura islamica. La sinagoga è di forma ottagonale con due torri che ricordano i minareti di una moschea islamica.

La sinagoga di Rumbach ha visto un notevole deterioramento e attualmente non funziona come luogo di culto consacrato. La facciata esterna è stata restaurata, ma l’interno necessita ancora di lavori.

Templi sacri di Angkor

Edifici sacri: Templi sacri di Angkor in Cambogia Tempio Bayon ad Angkor in Cambogia.
Foto di Jakob Leitne / E + Collection / Getty Images

Il più grande complesso di templi sacri del mondo, Angkor, in Cambogia, è stato finalista nella campagna per la scelta delle “Nuove 7 meraviglie del mondo”.

I templi dell’Impero Khmer, risalenti tra il IX e il XIV secolo, punteggiano il paesaggio cambogiano nel sud-est asiatico. I templi più famosi sono il ben conservato Angkor Wat e le pareti in pietra del tempio Bayon.

Il parco archeologico di Angkor è uno dei più grandi complessi di templi sacri del mondo.

Cattedrale di Smolny

Edifici sacri: Cattedrale di Smolny in stile rococò a San Pietroburgo, Russia Cattedrale di Smolny con i suoi colori luminosi blu e bianchi a San Pietroburgo, in Russia.
Foto di Ken Scicluna / AWL Images Collection / Getty Images

L’architetto italiano Rastrelli ha profuso la cattedrale di Smolny con dettagli rococò. La cattedrale fu costruita tra il 1748 e il 1764.

Francesco Bartolomeo Rastrelli nacque a Parigi ma morì a San Pietroburgo, solo dopo aver progettato alcune delle più sorprendenti architetture tardo barocche di tutta la Russia. La Cattedrale Smolny a San Pietroburgo, uno dei più grandi edifici religiosi russi al centro di un complesso conventuale, fu costruita contemporaneamente a un altro dei suoi progetti, l’Hermitage Winter Palace.

Tempio Kiyomizu

Edifici sacri: tempio buddista di Kiyomizu a Kyoto, Giappone Tempio di Kiyomizu a Kyoto, in Giappone.
Foto per la stampa © 2000-2006 NewOpenWorld Foundation

L’architettura si fonde con la natura nel tempio buddista Kiyomizu a Kyoto, in Giappone.

Le parole Kiyomizu, Kiyomizu-dera o Kiyomizudera possono riferirsi a diversi templi buddisti, ma il più famoso è il Tempio Kiyomizu a Kyoto. In giapponese, kiyoi mizu significa acqua pura.

Il tempio Kiyomizu di Kyoto fu costruito nel 1633 sulle fondamenta di un tempio molto precedente. Una cascata dalle colline adiacenti precipita nel complesso del tempio. L’ingresso al tempio è un’ampia veranda con centinaia di pilastri.

Il Tempio Kiyomizu è stato uno dei finalisti della campagna per la scelta delle Nuove 7 Meraviglie del Mondo.

Cattedrale dell’Assunzione, la Cattedrale della Dormizione

Edifici sacri: architettura del primo Rinascimento a Mosca, Russia Cattedrale dell’Assunzione, Cattedrale della Dormizione, Cremlino, Mosca, Russia.
Foto di Demetrio Carrasco / AWL Images Collection / Getty Images

Costruita da Ivan III e progettata dall’architetto italiano Aristotele Fioravanti, la Cattedrale della Dormizione ortodossa russa è una testimonianza della variegata architettura di Mosca.

Per tutto il Medioevo, gli edifici più importanti della Russia seguirono modelli bizantini, ispirati all’architettura di Costantinopoli (oggi Istanbul in Turchia) e all’Impero Romano d’Oriente. Il piano per le chiese russe era quello di una croce greca, con quattro ali uguali. I muri erano alti con poche aperture. I tetti ripidi erano sormontati da una moltitudine di cupole. Durante il Rinascimento, tuttavia, le idee bizantine si mescolavano a temi classici.

Quando Ivan III fondò uno stato russo unificato, chiese al celebre architetto italiano, Alberti (noto anche come Aristotele) Fioravanti, di progettare una nuova grande cattedrale per Mosca. Costruita sul sito di una modesta chiesa eretta da Ivan I, la nuova Cattedrale dell’Assunzione combinava le tradizionali tecniche di costruzione ortodosse russe con idee del Rinascimento italiano.

La cattedrale è stata costruita con semplice pietra calcarea grigia, senza ornamenti. Al vertice ci sono cinque cupole a cipolla d’oro progettate da maestri russi. L’interno della cattedrale è riccamente decorato con più di 100 statue e più livelli di icone. La nuova cattedrale fu completata nel 1479.

Moschea di Hassan II, Marocco

Edifici sacri: 1993 Moschea Hassan II a Casablanca, Marocco Moschea Hassan II, completata nel 1993 sulla costa atlantica, a Casablanca, Marocco.
Foto di Danita Delimont / Gallo Images Collection / Getty Images

Progettata dall’architetto Michel Pinseau, la Moschea di Hassan II è il più grande monumento religioso del mondo dopo la Mecca.

La moschea di Hassan II è stata costruita tra il 1986 e il 1993 per il 60 ° compleanno dell’ex re marocchino Hassan II. La Moschea Hassan II ha spazio per 25,000 fedeli all’interno e altri 80,000 all’esterno. Il minareto di 210 metri è il più alto del mondo ed è visibile giorno e notte per miglia e miglia.

Sebbene la Moschea di Hassan II sia stata progettata da un architetto francese, è marocchina in tutto e per tutto. Ad eccezione delle colonne di granito bianco e dei lampadari in vetro, i materiali utilizzati per costruire la moschea sono stati presi dalla regione del Marocco.

Seimila artigiani marocchini tradizionali hanno lavorato per cinque anni per trasformare queste materie prime in mosaici, pavimenti e colonne in pietra e marmo, modanature in gesso scolpito e soffitti in legno intagliato e dipinto.

La moschea include anche una serie di tocchi moderni: è stata costruita per resistere ai terremoti e ha un pavimento riscaldato, porte elettriche, un tetto scorrevole e laser che brillano di notte dalla cima del minareto verso la Mecca.

Molti abitanti di Casablanc hanno sentimenti contrastanti sulla Moschea di Hassan II. Da un lato, sono orgogliosi che questo bellissimo monumento domini la loro città. Dall’altro, sono consapevoli che la spesa (le stime vanno dai 500 agli 800 milioni di dollari) avrebbe potuto essere destinata ad altri usi. Per costruire la moschea, è stato necessario distruggere una vasta sezione impoverita di Casablanca. I residenti non hanno ricevuto alcun risarcimento.

Questo centro religioso nordafricano, sulla costa dell’Oceano Atlantico, è stato danneggiato dall’acqua salata e necessita di continui restauri e manutenzioni. Rimane non solo un edificio sacro di pace, ma una meta turistica per tutti. I suoi intricati disegni di piastrelle sono commercializzati in vari modi, in particolare su piastre di interruttori e coperture di prese elettriche, sottobicchieri, piastrelle di ceramica, bandiere e tazze da caffè. 

Chiesa della Trasfigurazione

Edifici sacri: Chiesa di legno della Trasfigurazione, Kizhi, Russia Chiesa della Trasfigurazione.
Foto di DEA / W. BUSS / Collezione De Agostini Picture Library / Getty Images

Costruita nel 1714, la Chiesa della Trasfigurazione è interamente realizzata in legno. Le chiese di legno della Russia furono rapidamente rapite dalla putrefazione e dal fuoco. Nel corso dei secoli, le chiese distrutte furono sostituite con edifici più grandi e più elaborati.

Costruita nel 1714 durante il regno di Pietro il Grande, la Chiesa della Trasfigurazione ha 22 svettanti cupole a cipolla rivestite da centinaia di scandole di pioppo. Nella costruzione della cattedrale non sono stati utilizzati chiodi e oggi molti dei tronchi di abete rosso sono indeboliti da insetti e marciume. Inoltre, una carenza di fondi ha portato a trascurare e sforzi di restauro mal eseguiti.

Cattedrale di San Basilio

Cattedrale di San Basilio, 1560 e monumento a Minin e Pozharsky, 1818, Piazza Rossa, Mosca, Russia.

Shaun Botterill / Getty Images

 

Chiamata anche Cattedrale della Protezione della Madre di Dio, la Cattedrale di San Basilio fu costruita tra il 1554 e il 1560. San Basilio il Grande (330-379) nacque nell’antica Turchia e determinò la prima diffusione del cristianesimo. L’architettura di Mosca è influenzata dalle tradizioni est-incontra-ovest dei disegni bizantini ecclesiastici. Oggi San Basilio è un museo e un’attrazione turistica nella Piazza Rossa di Mosca. La festa di San Basilio è il 2 gennaio.

La cattedrale del 1560 ha anche altri nomi: Cattedrale Pokrovsky; e la Cattedrale dell’Intercessione della Vergine presso il Fossato. Si dice che l’architetto fosse Postnik Yakovlev, e in origine l’edificio era bianco con cupole dorate. Lo schema pittorico colorato fu istituito nel 1860. La statua frontale dell’architetto I. Martos, eretta nel 1818, è un monumento a Kuzma Minin e al principe Pozarskij che respinsero l’invasione polacca di Mosca all’inizio del 1600.

Basilique Saint-Denis (Chiesa di St. Denis)

Edifici sacri: Chiesa romanica e gotica di Saint-Denis, vicino a Parigi Basilique Saint-Denis, o Chiesa di San Denis, vicino a Parigi, Francia.
Foto di Gerd Scheewel / Bongarts Collection / Getty Images (ritagliata)

Costruita tra il 1137 e il 1144, la Chiesa di Saint-Denis segna l’inizio dello stile gotico in Europa.

L’abate Suger di Saint-Denis voleva creare una chiesa che fosse ancora più grande della famosa chiesa di Santa Sofia a Costantinopoli. La chiesa da lui commissionata, Basilique Saint-Denis, divenne un modello per la maggior parte delle cattedrali francesi della fine del XII secolo, comprese quelle di Chartres e Senlis. La facciata è principalmente romanica, ma molti dettagli nella chiesa si allontanano dallo stile romanico basso. La Chiesa di Saint-Denis è stato il primo grande edificio a utilizzare il nuovo stile verticale noto come gotico.

In origine la chiesa di Saint-Denis aveva due torri, ma una crollò nel 1837.

La Sacra Famiglia

Edifici sacri: la famosa Sagrada Familia di Antoni Gaudí a Barcellona, ​​Spagna I raggi del sole che arrivano attraverso le finestre nella Sagrada Familia, Barcellona.
Foto di Jodie Wallis / Moment Collection / Getty Images

Progettata da Antoni Gaudí, La Sagrada Familia, o Chiesa della Sacra Famiglia, fu iniziata nel 1882 a Barcellona, ​​in Spagna. La costruzione è continuata per più di un secolo.

L’architetto spagnolo Antoni Gaudí era in anticipo sui tempi. Nato il 25 giugno 1852, il progetto di Gaudi per la basilica più famosa di Barcellona, ​​La Sagrada Familia, è ora completamente realizzato mediante l’uso di computer ad alta potenza e software industriale del 21 ° secolo. Le sue idee ingegneristiche sono così complesse.

Eppure i temi della natura e del colore di Gaudi – “le città giardino ideali sognate dagli urbanisti della fine del XIX secolo”, afferma il Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO – sono del suo tempo. L’interno della massiccia chiesa ricrea una foresta, dove le tradizionali colonne della cattedrale sono sostituite da alberi ramificati. Quando la luce entra nel santuario, la foresta si anima con i colori della natura. Il lavoro di Gaudi “anticipò e influenzò molte delle forme e tecniche che erano rilevanti per lo sviluppo della costruzione moderna nel XX secolo”.

È risaputo che l’ossessione di Gaudi per questa unica struttura contribuì alla sua morte nel 1926. Fu colpito da un tram vicino e non fu riconosciuto per strada. La gente pensava che fosse un semplice vagabondo e lo portò in un ospedale per poveri. Morì con il suo capolavoro incompiuto.

Gaudi fu infine sepolto nella Sagrada Familia, che dovrebbe essere completata entro il 100 ° anniversario della sua morte.

Chiesa di pietra a Glendalough

Edifici sacri: antica chiesa di pietra a Glendalough, Irlanda Chiesa di pietra a Glendalough, Irlanda, contea di Wicklow.
Foto di Design Pics / The Irish Image Collection / Getty Images (ritagliata)

Glendalough, in Irlanda, ha un monastero fondato da San Kevin, un monaco eremita del VI secolo.

L’uomo noto come San Kevin ha trascorso sette anni in una grotta prima di diffondere il cristianesimo al popolo irlandese. Con la diffusione della parola sulla sua natura sacra, le comunità monastiche crebbero, rendendo le colline di Glendalough uno dei primi centri della cristianità in Irlanda.

Chiese di legno di Kizhi

Edifici sacri: Kizhi Chiese in legno sull’isola di Kizhi in Russia Chiesa in legno sull’isola di Kizhi, Russia.
Foto di Nick Laing / AWL Images Collection / Getty Images (ritagliata)

Sebbene costruite con tronchi sbozzati a partire dal XIV secolo, le chiese di Kizhi, in Russia, sono sorprendentemente complesse.

Le chiese di legno della Russia spesso arroccate sulle cime delle colline, con vista sulle foreste e sui villaggi. Sebbene i muri fossero costruiti in modo rozzo con tronchi di legno grezzo, i tetti erano spesso complessi. Le cupole a forma di cipolla, che simboleggiano il paradiso nella tradizione ortodossa russa, erano ricoperte di scandole di legno. Le cupole a cipolla riflettevano idee progettuali bizantine ed erano rigorosamente decorative. Erano costruiti con intelaiatura in legno e non avevano alcuna funzione strutturale.

Situata all’estremità settentrionale del Lago Onega vicino a San Pietroburgo, l’isola di Kizhi (anche scritta “Kishi” o “Kiszhi”) è famosa per la sua notevole serie di chiese in legno. Le prime menzioni degli insediamenti Kizhi si trovano nelle cronache del XIV e XV secolo. Molte delle strutture in legno, distrutte da fulmini e incendi, furono costantemente ricostruite nei secoli XVII, XVIII e XIX.

Nel 1960, Kizhi divenne sede di un museo a cielo aperto per la conservazione dell’architettura in legno della Russia. I lavori di restauro sono stati supervisionati dall’architetto russo Dr. A. Opolovnikov. Il pogost o recinto di Kizhi è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Cattedrale di Barcellona – Cattedrale di Santa Eulalia

Edifici sacri: Cattedrale gotica di Barcellona in Spagna Guglie illuminate e dettagli gotici della Cattedrale di Barcellona, ​​la notte a Barcellona, ​​Spagna.
Foto di Joe Beynon / Axiom Photographic Agency / Getty Images

La Cattedrale di Santa Eulalia (chiamata anche La Seu) a Barcellona è sia gotica che vittoriana.

La Cattedrale di Barcellona, ​​la Cattedrale di Santa Eulalia, si trova sul sito di un’antica basilica romana costruita nel 343 dC L’attacco dei Mori la distrusse nel 985. La basilica in rovina fu sostituita da una cattedrale romana, costruita tra il 1046 e il 1058. Tra il 1257 e il 1268 , fu aggiunta una cappella, la Capella de Santa Llucia.

Dopo il 1268, l’intera struttura ad eccezione della Cappella di Santa Llucia fu demolita per far posto a una cattedrale gotica. Le guerre e la peste ritardarono la costruzione e l’edificio principale non fu terminato fino al 1460.

La facciata gotica è in realtà un design vittoriano modellato sui disegni del XV secolo. Gli architetti Josep Oriol Mestres e August Font i Carreras completarono la facciata nel 15. La guglia centrale fu aggiunta nel 1889.

Wieskirche, 1745-1754

Edifici sacri: interno rococò della chiesa di Wies in Baviera La Wieskirche, o chiesa del pellegrinaggio del Salvatore flagellato, vicino alla città di Steingaden in Baviera, in Germania.
Foto di Eurasia / Robert Harding World Imagery / Getty Images

La chiesa del pellegrinaggio del Salvatore flagellato di Wies, 1754, è un capolavoro del design degli interni rococò, sebbene il suo esterno sia elegantemente semplice.

La Wieskirche, o Chiesa del pellegrinaggio del Salvatore flagellato (Wallfahrtskirche zum Gegeißelten Heiland auf der Wies), è una chiesa in stile tardo barocco o rococò costruita secondo i piani dell’architetto tedesco Dominikus Zimmerman. In inglese, Wieskirche è spesso chiamata Church in the Meadow, perché si trova letteralmente in un prato di campagna.

La chiesa è stata costruita sul luogo di un miracolo. Nel 1738, alcune persone fedeli a Wies notarono delle lacrime versate da una statua in legno di Gesù. Man mano che si sparse la voce del miracolo, pellegrini da tutta Europa vennero a vedere la statua di Gesù. Per accogliere i fedeli cristiani, l’abate locale chiese a Dominikus Zimmerman di creare un’architettura che avrebbe ospitato sia i pellegrini che la statua del miracolo. La chiesa è stata costruita dove è avvenuto il miracolo.

Dominikus Zimmerman ha lavorato con suo fratello, Johann Baptist, che era un maestro dell’affresco, per creare i sontuosi ornamenti interni della chiesa di Wies. La combinazione della pittura dei fratelli e degli stucchi conservati ha contribuito a far sì che la sede sia stata nominata patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1983.

Cattedrale di San Paolo

Edifici sacri – Cupola barocca di Sir Christopher Wren Sir Christopher Wren ha progettato l’alta cupola per la cattedrale di St. Paul a Londra.
Foto di Daniel Allan / Photographer’s Choice RF / Getty Images

Dopo il Grande Incendio di Londra, la Cattedrale di St. Paul è stata dotata di una magnifica cupola progettata da Sir Christopher Wren.

Nel 1666, la cattedrale di St. Paul era in cattive condizioni. Il re Carlo II chiese a Christopher Wren di rimodellarlo. Wren ha presentato progetti per un design classico basato sull’antica architettura romana. I piani disegnati da Wren richiedevano un’alta cupola. Ma, prima che i lavori potessero iniziare, il Grande Incendio di Londra ha distrutto la Cattedrale di St. Paul e gran parte della città.

Sir Christopher Wren era incaricato di ricostruire la cattedrale e più di cinquanta altre chiese londinesi. La nuova cattedrale barocca di Saint Paul fu costruita tra il 1675 e il 1710. L’idea di Christopher Wren per una cupola alta divenne parte del nuovo progetto.

Abbazia di Westminster

Edifici sacri: Abbazia di Westminster a Londra, Inghilterra Abbazia di Westminster a Londra.
Foto di Image Source / Image Source Collection / Getty Images

Il 29 aprile 2011 il principe William e Kate Middleton si sono sposati nella grande abbazia gotica di Westminster.

L’Abbazia di Westminster a Londra è considerata uno degli esempi più famosi al mondo di architettura gotica. L’Abbazia fu consacrata il 28 dicembre 1065. Re Edoardo il Confessore, che fece costruire la chiesa, morì pochi giorni dopo. Fu il primo di molti monarchi inglesi sepolti lì.

Nel corso dei secoli successivi, l’Abbazia di Westminster ha visto molti cambiamenti e aggiunte. Il re Enrico III iniziò ad aggiungere una cappella nel 1220, ma nel 1245 iniziò una ristrutturazione più ampia. Gran parte dell’Abbazia di Edoardo fu demolita per costruire una struttura più magnifica in onore di Edoardo. Il re impiegò Enrico di Reyns, Giovanni di Gloucester e Robert di Beverley, i cui nuovi progetti furono influenzati dalle chiese gotiche di Francia: il posizionamento di cappelle, archi a sesto acuto, volte a costoloni e archi rampanti erano alcune delle caratteristiche gotiche. La nuova Abbazia di Westminster, tuttavia, non ha le tradizionali due navate: quella inglese semplificata con una navata centrale, che fa anche sembrare i soffitti più alti. Un altro tocco inglese include l’uso del marmo nativo di Purbeck in tutti gli interni.

La nuova chiesa gotica del re Enrico fu consacrata il 13 ottobre 1269.

Nel corso dei secoli sono state apportate ulteriori aggiunte sia all’interno che all’esterno. Il XVI secolo Tudor Enrico VII ricostruì la Cappella della Madonna iniziata da Enrico III nel 16. Si dice che gli architetti fossero Robert Janyns e William Vertue, e questa cappella ornata fu consacrata il 1220 febbraio 19. Le torri occidentali furono aggiunte nel 1516 da Nicholas Hawksmoor (1745-1661), che aveva studiato e lavorato sotto Sir Christopher Wren. Il progetto doveva fondersi con le sezioni più antiche dell’Abbazia.

E perché si chiama Westminster? La parola minster, dalla parola “monastero”, è diventata nota come qualsiasi grande chiesa in Inghilterra. L’abbazia che re Edoardo iniziò ad espandere negli anni 1040 si trovava a ovest della Cattedrale di St. Paul, l’Eastminster di Londra.

Cappella di William H. Danforth

Edifici sacri: Cappella William H. Danforth al Florida Southern College Cappella William H. Danforth di Frank Lloyd Wright.
Foto © Jackie Craven

La cappella aconfessionale William H. Danforth è un punto di riferimento del design di Frank Lloyd Wright nel campus del Florida Southern College a Lakeland.

Costruita con cipresso rosso nativo della Florida, la Danforth Chapel è stata costruita da studenti di arti industriali ed economia domestica secondo i piani di Frank Lloyd Wright. Spesso chiamata una “cattedrale in miniatura”, la cappella ha alte finestre di vetro al piombo. I banchi e i cuscini originali sono ancora intatti.

La Cappella Danforth è aconfessionale, quindi non era prevista una croce cristiana. I lavoratori ne hanno installato comunque uno. In segno di protesta, uno studente ha tagliato la croce prima che la Cappella di Danforth fosse dedicata. La croce è stata successivamente restaurata, ma nel 1990 l’American Civil Liberty Union ha intentato una causa. Per ordine del tribunale, la croce è stata rimossa e messa in deposito.

Cattedrale di San Vito

Cattedrale di San Vito, Praga.
Matej Divizna / Getty Images

Arroccata in cima alla collina del castello, la Cattedrale di San Vito è uno dei monumenti più famosi di Praga.

Le alte guglie della Cattedrale di San Vito sono un importante simbolo di Praga. La Cattedrale è considerata un capolavoro del design gotico, ma la parte occidentale della Cattedrale di San Vito è stata costruita molto dopo il periodo gotico. Impiegando quasi 600 per costruire, la Cattedrale di San Vito combina idee architettoniche di molte epoche e le fonde in un insieme armonioso.

La chiesa originale di San Vito era un edificio romanico molto più piccolo. La costruzione della cattedrale gotica di San Vito iniziò a metà del 1300. Un capomastro francese, Matthias di Arras, ha progettato la forma essenziale dell’edificio. I suoi piani prevedevano i caratteristici archi rampanti gotici e il profilo alto e snello della cattedrale.

Quando Mattia morì nel 1352, il 23enne Peter Parler continuò la costruzione. Parler ha seguito i piani di Matthias e ha anche aggiunto le sue idee. Peter Parler è noto per la progettazione di volte del coro con volte a costole incrociate particolarmente robuste.

Peter Parler morì nel 1399 e la costruzione continuò sotto i suoi figli, Wenzel Parler e Johannes Parler, e poi sotto un altro capomastro, Petrilk. Una grande torre fu costruita sul lato sud della cattedrale. Un timpano, noto come il Golden Gate, collegava la torre al transetto sud.

La costruzione si interruppe all’inizio del 1400 a causa della guerra ussita, quando gli arredi interni furono gravemente danneggiati. Un incendio nel 1541 portò ancora più distruzione.

Per secoli, la Cattedrale di San Vito è rimasta incompiuta. Infine, nel 1844, l’architetto Josef Kranner fu incaricato di rinnovare e completare la cattedrale in stile neogotico. Josef Kranner rimosse le decorazioni barocche e supervisionò la costruzione delle fondamenta per la nuova navata. Dopo la morte di Kramer, l’architetto Josef Mocker ha continuato i lavori di ristrutturazione. Mocker ha progettato le due torri in stile gotico sulla facciata ovest. Questo progetto è stato completato alla fine del 1800 dall’architetto Kamil Hilbert.

La costruzione della Cattedrale di San Vito continuò nel XX secolo. Gli anni ‘1920 hanno portato diverse importanti aggiunte:

  • Decorazioni per facciate dello scultore Vojtěch Sucharda
  • Finestre in stile liberty nella sezione settentrionale della navata su disegno del pittore Alfons Mucha
  • Il rosone sopra il portale disegnato da Frantisek Kysela

Dopo quasi 600 anni di costruzione, la Cattedrale di San Vito fu finalmente completata nel 1929.

Duomo Cathedral of San Massimo

Edifici sacri: il Duomo di San Massimo a L’Aquila, Italia Danni al Duomo di San Massimo a L’Aquila, in Italia, dopo il terremoto 6.3 nel 2009.
Dispensa fotografica dell’ufficio stampa della polizia tramite Getty Images / Getty Images News Collection / Getty Images

I terremoti hanno colpito il Duomo di San Massimo a L’Aquila, in Italia.

Il Duomo di San Massimo a L’Aquila, in Italia, fu costruito nel XIII secolo, ma fu distrutto da un terremoto all’inizio del XVIII secolo. Nel 13 fu ricostruita la facciata della chiesa con due campanili neoclassici.

Il Duomo è stato nuovamente pesantemente danneggiato quando un terremoto ha colpito l’Italia centrale il 6 aprile 2009.

L’Aquila è il capoluogo dell’Abruzzo nel centro Italia. Il terremoto del 2009 ha devastato molte strutture storiche, alcune risalenti al periodo rinascimentale e medievale. Oltre a danneggiare il Duomo di San Massimo, il terremoto ha sgretolato la parte posteriore della basilica romanica di Santa Maria di Collemaggio. Inoltre, la cupola della chiesa settecentesca di Anime Sante è crollata e anche quella chiesa è stata pesantemente danneggiata dal terremoto.

Santa Maria di Collemaggio

Sacred Buildings: Santa Maria di Collemaggio in L’Aquila, Italy The Basilica of Santa Maria di Collemaggio in L’Aquila, Abruzzo, Italy.
Photo by DEA / G. DAGLI ORTI/De Agostini Picture Library Collection/Getty Images

L’alternanza di pietre rosa e bianche creano motivi abbaglianti sulla Basilica medievale di Santa Maria di Collemaggio.

La Basilica di Santa Maria di Collemaggio è un elegante edificio romanico che fu abbellito in stile gotico nel corso del XV secolo. Pietre rosa e bianche contrastanti sulla facciata formano motivi a crocifisso, creando un abbagliante effetto arazzo.

Altri dettagli furono aggiunti nel corso dei secoli, ma un importante intervento di conservazione, completato nel 1972, ha ripristinato gli elementi romanici della Basilica.

Una sezione posteriore della Basilica è stata gravemente danneggiata quando un terremoto ha colpito l’Italia centrale il 6 aprile 2009. Alcuni hanno sostenuto che un adeguamento sismico improprio nel 2000 ha reso la chiesa più vulnerabile ai danni del terremoto. Vedi “Introspezione sul retrofit sismico improprio della Basilica di Santa Maria di Collemaggio dopo il terremoto italiano del 2009” di Gian Paolo Cimellaro, Andrei M. Reinhorn e Alessandro De Stefano (Earthquake Engineering and Engineering Vibration, marzo 2011, Volume 10, Issue 1, pp 153 -161).

Il World Monuments Fund riporta che le zone storiche dell’Aquila sono “per lo più inaccessibili a causa delle rigide norme di sicurezza”. Sono in corso valutazioni e pianificazione per la ricostruzione. Ulteriori informazioni sui danni del terremoto del 2009 da NPR, National Public Radio – Italy Surveys Quake Damage To Historic Structures (09 aprile 2009).

Chiesa della Trinità, 1877

Edifici sacri: Boston Architecture Starts a Movement Trinity Church, Boston, 1877, Henry Hobson Richardson.
Foto di Paul Marotta / Getty Images Entertainment Collection / Getty Images (ritagliata)

Henry Hobson Richardson viene spesso definito il primo architetto americano. Invece di imitare i progetti europei di maestri come Palladio, Richardson ha combinato gli stili per creare qualcosa di nuovo.

Il progetto della Trinity Church di Boston, Massachusetts, è un adattamento libero e sciolto dell’architettura che Richardson ha studiato in Francia. A partire dal romanico francese, ha aggiunto Beaux Arts e dettagli gotici per creare la prima architettura americana, un crogiolo tanto quanto il nuovo paese stesso.

Il progetto architettonico romanico richardsoniano di molti edifici pubblici della fine del XIX secolo (ad esempio, uffici postali, biblioteche) e lo stile romanico della casa rinascimentale sono risultati diretti di questo edificio sacro a Boston. Per questo motivo, la Trinity Church di Boston è stata definita uno dei dieci edifici che hanno cambiato l’America.

Anche l’architettura moderna ha reso omaggio al design e all’importanza della Trinity Church nella storia dell’architettura. I passanti possono vedere il riflesso del XIX secolo della chiesa nella vicina Hancock Tower, un grattacielo di vetro del XX secolo, un promemoria che l’architettura si basa sul passato e che un edificio può riflettere lo spirito di una nazione.

Il Rinascimento americano: L’ultimo quarto di secolo del 1800 è stato un periodo di grande nazionalismo e fiducia in se stessi negli Stati Uniti. Come architetto, Richardson fiorì in questo periodo di grande immaginazione e libertà di pensiero. Altri architetti di questo periodo includono George B. Post, Richard Morris Hunt, Frank Furness, Stanford White e il suo partner Charles Follen McKim.

fonti

  • Storia su www.stpatrickscathedral.ie/History.aspx; La storia dell’edificio; e A History of Worship sul sito, sito web della Cattedrale di San Patrizio [visitato il 15 novembre 2014]
  • Jewish Center Munich and Synagogue Ohel Jakob and Jewish museum and synagogue in Munich, Bayern Tourismus Marketing GmbH [accesso 4 novembre 2013]
  • San Basilio Magno, Catholic Online; Emporis; Cattedrale di San Basilio e la statua di Minin e Pozharsky, Info Mosca [accesso 17 dicembre 2013]
  • Opere di Antoni Gaudí, Centro per il patrimonio mondiale dell’UNESCO [accesso 15 settembre 2014]
  • St. Kevin, Glendalough Hermitage Center [accesso 15 settembre 2014]
  • History: Architecture and Abbey History, The Chapter Office Westminster Abbey a westminster-abbey.org [visitato il 19 dicembre 2013]