Compiti del Presidente della Corte Suprema degli Stati Uniti

Spesso chiamato erroneamente “capo della giustizia della Corte suprema”, il capo della giustizia degli Stati Uniti è il funzionario giudiziario di più alto rango della nazione, e parla per il ramo giudiziario del governo federale e serve come funzionario amministrativo capo per il governo federale. tribunali. In questa veste, il capo della giustizia è a capo della Conferenza giudiziaria degli Stati Uniti, l’organo amministrativo principale dei tribunali federali degli Stati Uniti, e nomina il direttore dell’ufficio amministrativo dei tribunali degli Stati Uniti.

I principali doveri di un capo della giustizia

Come compiti primari, il capo della giustizia presiede le discussioni orali davanti alla Corte Suprema e stabilisce l’ordine del giorno per le riunioni della corte. Naturalmente, il capo della giustizia presiede la Corte Suprema, che comprende altri otto membri chiamati giudici associati. Il voto del giudice capo ha lo stesso peso di quelli dei giudici associati, sebbene il ruolo richieda doveri che i giudici associati non svolgono. In quanto tale, il giudice capo è tradizionalmente pagato più dei giudici associati. Lo stipendio annuale 2018 del capo della giustizia stabilito dal Congresso è di $ 267,000, leggermente superiore allo stipendio di $ 255,300 dei giudici associati. Quando si vota con la maggioranza in un caso deciso dalla Corte Suprema, il giudice supremo può scegliere di scrivere il parere della Corte o di assegnare l’incarico a uno dei giudici associati.

Storia del ruolo di capo della giustizia

L’ufficio del capo della giustizia non è esplicitamente stabilito nella Costituzione degli Stati Uniti. Mentre l’Articolo I, Sezione 3, Clausola 6 della Costituzione si riferisce a un “giudice capo” come presiedere i processi del Senato per impeachment presidenziale. L’articolo III, sezione 1 della Costituzione, che istituisce la Corte Suprema stessa, si riferisce a tutti i membri della Corte semplicemente come “giudici”. I titoli distinti di Chief Justice della Corte Suprema degli Stati Uniti e Associate Justice della Corte Suprema degli Stati Uniti sono stati creati dal Judiciary Act del 1789.

Nel 1866, il giudice associato Salmon P.Chase, che era stato di fronte alla Corte dal presidente Abraham Lincoln nel 1864, convinse il Congresso a cambiare il titolo ufficiale di Presidente della Corte Suprema degli Stati Uniti nell’attuale Presidente della Corte Suprema degli Stati Uniti. . Chase ha sostenuto che il nuovo titolo riconosceva meglio i doveri della posizione all’interno del ramo giudiziario non direttamente collegati alle deliberazioni della Corte Suprema. Nel 1888, il presidente della Corte Suprema degli Stati Uniti Melville Fuller divenne la prima persona a detenere effettivamente il titolo moderno. Dal 1789, 15 diversi presidenti hanno presentato un totale di 22 nomination ufficiali alla posizione di capo della giustizia originale o moderna.

Poiché la Costituzione impone solo che ci debba essere un giudice supremo, la pratica della nomina da parte del presidente con il consenso del Senato si è basata esclusivamente sulla tradizione. La Costituzione non vieta espressamente l’uso di altri metodi, a condizione che il giudice supremo sia scelto tra gli altri giudici in carica.

Come tutti i giudici federali, il capo della giustizia è nominato dal presidente degli Stati Uniti e deve essere confermato dal Senato. Il mandato del capo della giustizia è stabilito dall’articolo III, sezione 1 della Costituzione, che afferma che tutti i giudici federali “manterranno i loro uffici durante la buona condotta”, il che significa che i giudici principali servono per la vita, a meno che non muoiano, dimettersi o vengono rimossi dall’incarico tramite il processo di impeachment.

Presiedere impeachment e inaugurazioni

Il capo della giustizia siede come giudice nelle impeachment del presidente degli Stati Uniti, anche quando il vicepresidente degli Stati Uniti è il presidente in carica. Il presidente della Corte Suprema Salmon P.Chase ha presieduto il processo al Senato del presidente Andrew Johnson nel 1868 e il giudice capo William H. Rehnquist ha presieduto il processo del presidente William Clinton nel 1999.

Anche se si pensa che il capo della giustizia debba giurare sui presidenti alle inaugurazioni, questo è un ruolo puramente tradizionale. Secondo la legge, qualsiasi giudice federale o statale ha il potere di amministrare giuramenti d’ufficio, e anche un notaio può svolgere il compito, come nel caso in cui Calvin Coolidge prestò giuramento come presidente nel 1923.

Procedura e Reporting e Inaugurazioni

Nei procedimenti quotidiani, il capo della giustizia entra per primo in aula ed esprime il primo voto quando i giudici deliberano, e presiede anche le conferenze a porte chiuse del tribunale in cui vengono espressi i voti sui ricorsi pendenti e sui casi ascoltati in discussione orale .

Fuori dall’aula, il capo della giustizia scrive un rapporto annuale al Congresso sullo stato del sistema giudiziario federale e nomina altri giudici federali che prestano servizio in vari pannelli amministrativi e giudiziari. Il capo della giustizia serve anche come cancelliere della Smithsonian Institution e siede nei consigli di amministrazione della National Gallery of Art e dell’Hirshhorn Museum.