Economia per principianti: comprensione delle basi

L’economia è un argomento complesso pieno di un labirinto di termini e dettagli confusi che possono essere difficili da spiegare. Persino gli economisti hanno difficoltà a definire esattamente cosa significhi economia. Tuttavia, non c’è dubbio che l’economia e le cose che apprendiamo attraverso l’economia influiscono sulla nostra vita quotidiana.

In breve, l’economia è lo studio di come le persone e i gruppi di persone utilizzano le proprie risorse. Il denaro è certamente una di quelle risorse, ma anche altre cose possono svolgere un ruolo in economia. Nel tentativo di chiarire tutto questo, diamo uno sguardo alle basi dell’economia e al motivo per cui potresti prendere in considerazione lo studio di questo campo complesso.

Il campo dell’economia

L’economia si divide in due categorie generali: microeconomia e macroeconomia. Uno guarda i singoli mercati mentre l’altro guarda un’intera economia.

Da lì, possiamo restringere l’economia a una serie di sottocampi di studio. Questi includono econometria, sviluppo economico, economia agricola, economia urbana e molto altro ancora.

Se sei interessato a come funziona il mondo e in che modo i mercati finanziari o le prospettive del settore influenzano l’economia, potresti prendere in considerazione lo studio di economia. È un campo affascinante e ha un potenziale di carriera in una serie di discipline, dalla finanza alle vendite al governo. 

Due concetti essenziali di economia

Molto di ciò che studiamo in economia ha a che fare con il denaro e i mercati. Cosa sono disposte a pagare le persone per qualcosa? Un’industria sta andando meglio di un’altra? Qual è il futuro economico del paese o del mondo? Queste sono domande importanti che gli economisti esaminano e vengono fornite con alcuni termini di base.

Domanda e offerta è una delle prime cose che impariamo in economia. L’offerta parla della quantità di qualcosa che è disponibile per la vendita mentre la domanda si riferisce alla disponibilità ad acquistarlo. Se l’offerta è superiore alla domanda, il mercato viene sbilanciato e i costi tipicamente diminuiscono. È vero il contrario se la domanda è maggiore dell’offerta disponibile perché quella merce è più desiderabile e più difficile da ottenere.

L’elasticità è un altro concetto chiave in economia. In sostanza, qui stiamo parlando di quanto il prezzo di qualcosa può oscillare prima che abbia un impatto negativo sulle vendite. L’elasticità è legata alla domanda e alcuni prodotti e servizi sono più elastici di altri.

Capire i mercati finanziari

Come ci si potrebbe aspettare, molti dei fattori che giocano nell’economia hanno a che fare con i mercati finanziari. Anche questa è una questione complicata con molti argomenti secondari in cui puoi immergerti.

Innanzitutto, è importante capire come vengono fissati i prezzi in un’economia di mercato. Al centro di tutto ciò ci sono le informazioni e ciò che è noto come contratto contingente. In sostanza, questo tipo di accordo pone delle clausole sul prezzo pagato in base a fattori esterni: se X accade, allora pagherò così tanto.

Una domanda che molti investitori hanno è “Cosa succede ai miei soldi quando i prezzi delle azioni scendono?” La risposta non è facile e prima di immergerti nel mercato azionario è essenziale che tu sappia come funziona.

A complicare ulteriormente le cose, situazioni economiche come una recessione possono buttare via molte cose. Ad esempio, solo perché un’economia entra in recessione, non significa che i prezzi scenderanno. In effetti, è l’opposto per cose come l’alloggio. Molto spesso, i prezzi aumentano perché l’offerta è in calo e la domanda è in aumento. Questo aumento dei prezzi è noto come inflazione.

Anche i tassi di interesse e di cambio causano fluttuazioni nei mercati. Sentirai spesso gli economisti esprimere preoccupazione per questi. Quando i tassi di interesse scendono, le persone tendono a comprare e prendere in prestito di più. Tuttavia, questo può causare un aumento dei tassi di interesse alla fine.

I tassi di cambio si riferiscono a come la valuta di un paese si confronta con quella di un altro. Questi sono componenti chiave nell’economia globale.

Altri termini che ascolterai in riferimento ai mercati sono costi di opportunità, misure dei costi e monopoli. Ciascuno è un elemento chiave per comprendere la previsione economica complessiva.

Misurare la crescita e il declino economico

Che sia su scala nazionale o globale, misurare la salute dell’economia non è un’impresa facile. A livello nazionale, usiamo termini come PIL, che sta per prodotto interno lordo. Si riferisce al valore di mercato dei beni e dei servizi di un paese. Il PIL di ogni paese viene analizzato da entità come la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale (FMI).

In questi giorni si discute molto anche sulla globalizzazione. Le preoccupazioni per paesi come gli Stati Uniti che esternalizzano posti di lavoro hanno molti temendo un tasso di disoccupazione più elevato e un’economia in calo. Tuttavia, alcuni sostengono che i progressi della tecnologia fanno tanto per l’occupazione quanto per la globalizzazione.

Ogni tanto sentirete funzionari governativi discutere di stimoli fiscali. Questa è una teoria per incoraggiare la crescita economica, in particolare nei tempi più difficili. Ma ancora una volta, non è così facile come creare posti di lavoro che porteranno a una maggiore spesa per i consumatori.

Come per tutte le cose in economia, niente è semplice. Questo è precisamente il motivo per cui questo argomento è così intrigante e tiene gli economisti svegli fino a tarda notte. Prevedere la ricchezza di una nazione o del mondo non è più facile che prevedere i propri guadagni 10 o 15 anni nel futuro. Ci sono troppe variabili che entrano in gioco, motivo per cui l’economia è un campo di studio infinito.