Glossario di matematica: termini e definizioni di matematica

Questo è un glossario di termini matematici comuni usati in aritmetica, geometria, algebra e statistica.

Abacus: Uno strumento di conteggio iniziale utilizzato per l’aritmetica di base.

Valore assoluto: Sempre un numero positivo, il valore assoluto si riferisce alla distanza di un numero da 0.

Angolo acuto: Un angolo la cui misura è compresa tra 0 ° e 90 ° o con radianti inferiori a 90 °.

Addendo: Un numero coinvolto in un problema di addizione; i numeri aggiunti sono chiamati addendi.

Algebra: Il ramo della matematica che sostituisce le lettere ai numeri per risolvere i valori sconosciuti.

Algoritmo: Procedura o insieme di passaggi utilizzati per risolvere un calcolo matematico.

Angolo: Due raggi che condividono lo stesso punto finale (chiamato vertice dell’angolo).

Bisettrice angolare: La linea che divide un angolo in due angoli uguali.

La zona: Lo spazio bidimensionale occupato da un oggetto o da una forma, espresso in unità quadrate.

Italia: Un insieme di numeri o oggetti che seguono uno schema specifico.

Attributo: Una caratteristica o una caratteristica di un oggetto, come dimensione, forma, colore, ecc., Che ne consente il raggruppamento.

Media: La media è la stessa della media. Somma una serie di numeri e dividi la somma per il numero totale di valori per trovare la media.

Tavola XY: Il fondo di una forma o di un oggetto tridimensionale, su cui poggia un oggetto.

Base 10: Sistema numerico che assegna il valore della posizione ai numeri.

Istogramma: Un grafico che rappresenta i dati visivamente utilizzando barre di diverse altezze o lunghezze.

LETTI o Definizione PEMDAS: acronimo usato per aiutare le persone a ricordare il corretto ordine delle operazioni per la risoluzione di equazioni algebriche. BEDMAS sta per “parentesi, esponenti, divisione, moltiplicazione, addizione e sottrazione” e PEMDAS sta per “parentesi, esponenti, moltiplicazione, divisione, addizione e sottrazione”.

Campana curva: La forma a campana creata quando una linea viene tracciata utilizzando i punti dati per un elemento che soddisfa i criteri di distribuzione normale. Il centro di una curva a campana contiene i punti di valore più alto.

Binomiale: Un’equazione polinomiale con due termini solitamente uniti da un segno più o meno.

Grafico / Grafico a scatola e baffi: Una rappresentazione grafica dei dati che mostra le differenze nelle distribuzioni e traccia gli intervalli di set di dati.

Calcolo: Il ramo della matematica che coinvolge derivate e integrali, il calcolo è lo studio del moto in cui vengono studiati i valori mutevoli.

Capacità: Il volume della sostanza che un contenitore conterrà.

centimetro: Un’unità di misura metrica per la lunghezza, abbreviata in cm. 2.5 cm è approssimativamente uguale a un pollice.

Circonferenza: La distanza completa attorno a un cerchio o un quadrato.

Accordo: Un segmento che unisce due punti su un cerchio.

Coefficiente: Una lettera o un numero che rappresenta una quantità numerica associata a un termine (di solito all’inizio). Ad esempio, x è il coefficiente nell’espressione x (a + b) e 3 è il coefficiente nel termine 3y.

Fattori comuni: Un fattore condiviso da due o più numeri, i fattori comuni sono numeri che si dividono esattamente in due numeri diversi.

Angoli complementari: Due angoli che insieme equivalgono a 90 °.

Numero composto: Un numero intero positivo con almeno un fattore oltre al proprio. I numeri composti non possono essere primi perché possono essere divisi esattamente.

Cono: Una forma tridimensionale con un solo vertice e una base circolare.

Sezione conica: La sezione formata dall’intersezione di un piano e di un cono.

costante: Un valore che non cambia.

Coordinare: La coppia ordinata che fornisce una posizione o una posizione precisa su un piano di coordinate.

Congruente: Oggetti e figure che hanno la stessa dimensione e forma. Le forme congruenti possono essere trasformate l’una nell’altra con un capovolgimento, rotazione o rotazione.

coseno: In un triangolo rettangolo, il coseno è un rapporto che rappresenta la lunghezza di un lato adiacente a un angolo acuto rispetto alla lunghezza dell’ipotenusa.

Cilindro: Una forma tridimensionale caratterizzata da due basi circolari collegate da un tubo curvo.

Decagono: Un poligono / forma con dieci angoli e dieci linee rette.

Decimale: Un numero reale nel sistema di numerazione standard in base dieci.

Denominatore: Il numero inferiore di una frazione. Il denominatore è il numero totale di parti uguali in cui viene diviso il numeratore.

Laurea: L’unità di misura di un angolo rappresentata con il simbolo °.

Diagonale: Un segmento di linea che collega due vertici in un poligono.

Diametro: Una linea che passa per il centro di un cerchio e lo divide a metà.

Differenza: La differenza è la risposta a un problema di sottrazione, in cui un numero viene sottratto a un altro.

Cifra: Le cifre sono i numeri da 0 a 9 che si trovano in tutti i numeri. 176 è un numero di 3 cifre con le cifre 1, 7 e 6.

Dividendo: Un numero diviso in parti uguali (all’interno della parentesi in divisione lunga).

divisore: Un numero che divide un altro numero in parti uguali (fuori dalla parentesi nella divisione lunga).

bordo: Una linea è il punto in cui due facce si incontrano in una struttura tridimensionale.

Ellisse: Un’ellisse ha l’aspetto di un cerchio leggermente appiattito ed è anche nota come curva piana. Le orbite planetarie assumono la forma di ellissi.

Punto finale: Il “punto” in cui termina una linea o una curva.

Equilatero: Termine utilizzato per descrivere una forma i cui lati sono tutti di uguale lunghezza.

Equazione: Un’istruzione che mostra l’uguaglianza di due espressioni unendole con un segno di uguale.

Numero pari: Un numero che può essere diviso o è divisibile per 2.

Evento: Questo termine si riferisce spesso a un risultato di probabilità; può rispondere a domande sulla probabilità che uno scenario si verifichi su un altro.

Valutare: Questa parola significa “calcolare il valore numerico”.

esponente: Il numero che indica la moltiplicazione ripetuta di un termine, mostrato come apice sopra quel termine. L’esponente di 34 è 4.

Espressioni: Simboli che rappresentano numeri o operazioni tra numeri.

Faccia: Le superfici piane su un oggetto tridimensionale.

Fattore: Un numero che si divide esattamente in un altro numero. I fattori di 10 sono 1, 2, 5 e 10 (1 x 10, 2 x 5, 5 x 2, 10 x 1).

Factoring: Il processo di scomposizione dei numeri in tutti i loro fattori.

Notazione fattoriale: Spesso utilizzate in calcolo combinatorio, le notazioni fattoriali richiedono la moltiplicazione di un numero per ogni numero inferiore a esso. Il simbolo utilizzato nella notazione fattoriale è! Quando vedi x !, è necessario il fattoriale di x.

Factor Tree: Una rappresentazione grafica che mostra i fattori di un numero specifico.

Sequenza di Fibonacci: Una sequenza che inizia con uno 0 e 1 in cui ogni numero è la somma dei due numeri che lo precedono. “0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34 …” è una sequenza di Fibonacci.

figura: Forme bidimensionali.

Finito: Non infinito; ha una fine.

Capovolgere: Un riflesso o un’immagine speculare di una forma bidimensionale.

Formula: Regola che descrive numericamente la relazione tra due o più variabili.

frazione: Una quantità non intera che contiene un numeratore e un denominatore. La frazione che rappresenta la metà di 1 viene scritta come 1/2.

Frequenza: Il numero di volte in cui un evento può accadere in un dato periodo di tempo; spesso utilizzato nei calcoli di probabilità.

Furlong: Unità di misura che rappresenta la lunghezza laterale di un acro quadrato. Un furlong è di circa 1/8 di miglio, 201.17 metri o 220 iarde.

Geometria: Lo studio di linee, angoli, forme e loro proprietà. La geometria studia le forme fisiche e le dimensioni degli oggetti.

Calcolatrice grafica: Una calcolatrice con uno schermo avanzato in grado di mostrare e disegnare grafici e altre funzioni.

Teoria dei grafi: Una branca della matematica incentrata sulle proprietà dei grafici.

Il più grande fattore comune: Il numero più grande comune a ciascun insieme di fattori che divide esattamente entrambi i numeri. Il massimo comune fattore di 10 e 20 è 10.

Esagono: Un poligono a sei lati e sei angoli.

Istogramma: Un grafico che utilizza barre che corrispondono a intervalli di valori.

Iperbole: Un tipo di sezione conica o curva aperta simmetrica. L’iperbole è l’insieme di tutti i punti in un piano, la cui differenza di distanza da due punti fissi nel piano è una costante positiva.

Ipotenusa: Il lato più lungo di un triangolo rettangolo, sempre opposto all’angolo retto stesso.

Identità: Un’equazione che è vera per variabili di qualsiasi valore.

Frazione impropria: Una frazione il cui denominatore è uguale o maggiore del numeratore, ad esempio 6/4.

Disuguaglianza: Un’equazione matematica che esprime la disuguaglianza e che contiene un simbolo maggiore di (>), minore di (<) o diverso da (≠).

Interi: Tutti i numeri interi, positivi o negativi, compreso lo zero.

Irrazionale: Un numero che non può essere rappresentato come decimale o frazione. Un numero come pi è irrazionale perché contiene un numero infinito di cifre che continuano a ripetersi. Molte radici quadrate sono anche numeri irrazionali.

Isoscele: Un poligono con due lati di uguale lunghezza.

Chilometro: Unità di misura pari a 1000 metri.

nodo: Un cerchio tridimensionale chiuso che è incorporato e non può essere districato.

Come termini: Termini con la stessa variabile e gli stessi esponenti / potenze.

Come le frazioni: Frazioni con lo stesso denominatore.

linea: Un percorso rettilineo infinito che unisce un numero infinito di punti in entrambe le direzioni.

Segmento: Un percorso rettilineo che ha due punti finali, un inizio e una fine.

Equazione lineare: Un’equazione che contiene due variabili e può essere tracciata su un grafico come una linea retta.

Linea di simmetria: Una linea che divide una figura in due forme uguali.

Elementi Logici: Ragionamento corretto e leggi formali del ragionamento.

Logaritmo: La potenza alla quale una base deve essere elevata per produrre un dato numero. Se nx = a, il logaritmo di a, con n come base, è x. Il logaritmo è l’opposto dell’elevamento a potenza.

Significare: La media è la stessa della media. Somma una serie di numeri e dividi la somma per il numero totale di valori per trovare la media.

Mediano: La mediana è il “valore medio” in una serie di numeri ordinati dal minimo al maggiore. Quando il numero totale di valori in un elenco è dispari, la mediana è la voce centrale. Quando il numero totale di valori in un elenco è pari, la mediana è uguale alla somma dei due numeri centrali divisa per due.

Punto medio: Un punto che si trova esattamente a metà strada tra due posizioni.

Numeri misti: I numeri misti si riferiscono a numeri interi combinati con frazioni o decimali. Esempio 3 1/2 o 3.5.

Modalità: La modalità in un elenco di numeri sono i valori che si verificano più frequentemente.

Aritmetica modulare: Un sistema di aritmetica per interi in cui i numeri “si avvolgono” al raggiungimento di un certo valore del modulo.

Monomial: Un’espressione algebrica composta da un termine.

multiplo: Il multiplo di un numero è il prodotto di quel numero e di qualsiasi altro numero intero. 2, 4, 6 e 8 sono multipli di 2.

Moltiplicazione: La moltiplicazione è l’aggiunta ripetuta dello stesso numero indicato con il simbolo x. 4 x 3 è uguale a 3 + 3 + 3 + 3.

Moltiplicando: Una quantità moltiplicata per un’altra. Un prodotto si ottiene moltiplicando due o più moltiplicandi.

Numeri naturali: Numeri di conteggio regolari.

Numero negativo: Un numero inferiore a zero indicato con il simbolo -. Negativo 3 = -3.

Rete: Una forma bidimensionale che può essere trasformata in un oggetto bidimensionale mediante incollaggio / nastratura e piegatura.

Ennesima radice: L’ennesima radice di un numero indica quante volte un numero deve essere moltiplicato per se stesso per ottenere il valore specificato. Esempio: la quarta radice di 4 è 3 perché 81 x 3 x 3 x 3 = 3.

Standard: La media o la media; un modello o una forma consolidata.

Distribuzione normale: Nota anche come distribuzione gaussiana, la distribuzione normale si riferisce a una distribuzione di probabilità che si riflette sulla media o al centro di una curva a campana.

Numeratore: Il numero più alto in una frazione. Il numeratore è diviso in parti uguali dal denominatore.

Linea numerica: Una linea i cui punti corrispondono ai numeri.

numerale: Un simbolo scritto che denota un valore numerico.

Angolo ottuso: Un angolo che misura tra 90 ° e 180 °.

Triangolo ottuso: Un triangolo con almeno un angolo ottuso.

ottagono: Un poligono con otto lati.

Probabilità: Il rapporto / probabilità che si verifichi un evento di probabilità. Le probabilità di lanciare una moneta e farla finire testa sono una su due.

Numero dispari: Un numero intero non divisibile per 2.

operazione: Si riferisce a addizione, sottrazione, moltiplicazione o divisione.

ordinale: I numeri ordinali danno la posizione relativa in un insieme: primo, secondo, terzo, ecc.

Ordine delle operazioni: Un insieme di regole utilizzate per risolvere problemi matematici nell’ordine corretto. Questo è spesso ricordato con gli acronimi BEDMAS e PEMDAS.

Risultato: Usato in probabilità per riferirsi al risultato di un evento.

Parallelogrammo: Un quadrilatero con due serie di lati opposti paralleli.

Parabola: Una curva aperta i cui punti sono equidistanti da un punto fisso chiamato fuoco e da una linea retta fissa chiamata direttrice.

Pentagono: Un poligono a cinque lati. I pentagoni regolari hanno cinque lati uguali e cinque angoli uguali.

Per cento: Un rapporto o frazione con il denominatore 100.

Perimetro: La distanza totale intorno alla parte esterna di un poligono. Questa distanza si ottiene sommando le unità di misura da ogni lato.

Perpendicolare: Due linee o segmenti di linea che si intersecano per formare un angolo retto.

Pi: Pi è usato per rappresentare il rapporto tra una circonferenza di un cerchio e il suo diametro, indicato con il simbolo greco π.

Piano: Quando un insieme di punti si uniscono per formare una superficie piana che si estende in tutte le direzioni, si parla di piano.

Polinomio: La somma di due o più monomi.

Poligono: Segmenti di linea uniti insieme per formare una figura chiusa. Rettangoli, quadrati e pentagoni sono solo alcuni esempi di poligoni.

Numeri primi: I numeri primi sono numeri interi maggiori di 1 che sono divisibili solo per se stessi e 1.

Probabilità: La probabilità che si verifichi un evento.

Prodotto: La somma ottenuta moltiplicando due o più numeri.

Frazione propria: Una frazione il cui denominatore è maggiore del suo numeratore.

Goniometro: Un dispositivo semicircolare utilizzato per misurare gli angoli. Il bordo di un goniometro è suddiviso in gradi.

quadrante: Un quarto (qua) del piano sul sistema di coordinate cartesiane. L’aereo è diviso in 4 sezioni, ciascuna chiamata quadrante.

Equazione quadrata: Un’equazione che può essere scritta con un lato uguale a 0. Le equazioni quadratiche richiedono di trovare il polinomio quadratico uguale a zero.

Quadrilatero: Un poligono a quattro lati.

Quadruplicare: Per moltiplicare o per essere moltiplicato per 4.

Qualitative: Proprietà che devono essere descritte utilizzando qualità anziché numeri.

Quartico: Un polinomio avente un grado di 4.

Quintic: Un polinomio avente un grado di 5.

Quoziente: La soluzione a un problema di divisione.

Raggio: Una distanza trovata misurando un segmento di linea che si estende dal centro di un cerchio a un punto qualsiasi del cerchio; la linea che si estende dal centro di una sfera a qualsiasi punto sul bordo esterno della sfera.

Rapporto: Il rapporto tra due quantità. I rapporti possono essere espressi in parole, frazioni, decimali o percentuali. Esempio: il rapporto dato quando una squadra vince 4 partite su 6 è 4/6, 4: 6, quattro su sei o ~ 67%.

raggio: Una linea retta con un solo punto finale che si estende all’infinito.

Range: La differenza tra il massimo e il minimo in un insieme di dati.

Rettangolo: Un parallelogramma con quattro angoli retti.

Ripetizione di decimali: Un decimale con cifre ripetute all’infinito. Esempio: 88 diviso 33 è uguale a 2.6666666666666 … (“2.6 ripetizione”).

Riflessione: L’immagine speculare di una forma o di un oggetto, ottenuta capovolgendo la forma su un asse.

Resto: Il numero rimanente quando una quantità non può essere divisa in modo uniforme. Un resto può essere espresso come numero intero, frazione o decimale.

Angolo retto: Un angolo pari a 90 °.

Triangolo rettangolo: Un triangolo con un angolo retto.

Rombo: Un parallelogramma con quattro lati di uguale lunghezza e senza angoli retti.

Triangolo scaleno: Un triangolo con tre lati disuguali.

settore: L’area compresa tra un arco e due raggi di un cerchio, a volte indicata come un cuneo.

pendenza: Pendenza mostra la pendenza o l’inclinazione di una linea ed è determinata confrontando le posizioni di due punti sulla linea (di solito su un grafico).

Radice quadrata: Un numero al quadrato viene moltiplicato per se stesso; la radice quadrata di un numero è il numero intero che fornisce il numero originale moltiplicato per se stesso. Ad esempio, 12 x 12 o 12 al quadrato è 144, quindi la radice quadrata di 144 è 12.

Stelo e foglia: Un organizzatore grafico utilizzato per organizzare e confrontare i dati. Analogamente a un istogramma, i grafici a stelo e foglia organizzano intervalli o gruppi di dati.

Sottrazione: L’operazione di trovare la differenza tra due numeri o quantità “sottraendoli” l’uno all’altro.

Angoli supplementari: Due angoli sono supplementari se la loro somma è pari a 180 °.

Simmetria: Due metà che corrispondono perfettamente e sono identiche su un asse.

Tangente: Una linea retta che tocca una curva da un solo punto.

Termine: Pezzo di un’equazione algebrica; un numero in una sequenza o serie; un prodotto di numeri reali e / o variabili.

Tassellazione: Figure / forme piane congruenti che coprono un piano completamente senza sovrapposizioni.

Traduzione: Una traslazione, chiamata anche diapositiva, è un movimento geometrico in cui una figura o una forma viene spostata da ciascuno dei suoi punti alla stessa distanza e nella stessa direzione.

Trasversale: Una linea che incrocia / interseca due o più linee.

Trapezoidale: Un quadrilatero con esattamente due lati paralleli.

Diagramma ad albero: Utilizzato in probabilità per mostrare tutti i possibili risultati o combinazioni di un evento.

Triangolo: Un poligono a tre lati.

Trinomial: Un polinomio con tre termini.

Unità: Una quantità standard utilizzata nella misurazione. Pollici e centimetri sono unità di lunghezza, libbre e chilogrammi sono unità di peso e metri quadrati e acri sono unità di area.

Uniforme: Termine che significa “tutto uguale”. Uniforme può essere utilizzata per descrivere dimensioni, consistenza, colore, design e altro.

Variabile: Una lettera utilizzata per rappresentare un valore numerico nelle equazioni e nelle espressioni. Esempio: nell’espressione 3x + y, sia y che x sono le variabili.

Diagramma di Venn: Un diagramma di Venn viene solitamente mostrato come due cerchi sovrapposti e viene utilizzato per confrontare due set. La sezione sovrapposta contiene informazioni che sono vere per entrambi i lati o set e le parti non sovrapposte rappresentano ciascuna un set e contengono informazioni che sono vere solo per il loro set.

Volume: Unità di misura che descrive lo spazio occupato da una sostanza o la capacità di un contenitore, fornito in unità cubiche.

Vertice: Il punto di intersezione tra due o più raggi, spesso chiamato angolo. Un vertice è il punto in cui i lati bidimensionali o i bordi tridimensionali si incontrano.

Peso: La misura di quanto sia pesante qualcosa.

Numero intero: Un numero intero è un numero intero positivo.

Asse X.: L’asse orizzontale in un piano di coordinate.

X-Intercept: Il valore di x dove una linea o una curva interseca l’asse x.

X: Il numero romano per 10.

x: Un simbolo utilizzato per rappresentare una quantità sconosciuta in un’equazione o espressione.

Y-Axis: L’asse verticale in un piano di coordinate.

Y-Intercetta: Il valore di y dove una linea o una curva interseca l’asse y.

Yard: Unità di misura pari a circa 91.5 centimetri o 3 piedi.