Retribuzione presidenziale e risarcimento

A partire dal 1 ° gennaio 2001, lo stipendio annuale del Presidente degli Stati Uniti è stato aumentato a $ 400,000 all’anno, inclusa un’indennità di spesa di $ 50,000, un conto di viaggio non tassabile di $ 100,000 e un conto di intrattenimento di $ 19,000. Lo stipendio del presidente è stabilito dal Congresso e, ai sensi dell’articolo II, sezione 1 della Costituzione degli Stati Uniti, non può essere aumentato o ridotto durante il suo attuale mandato.

Perché i corniciai volevano che il presidente fosse pagato

In qualità di ricco proprietario terriero e comandante della guerra rivoluzionaria, George Washington non aveva alcun desiderio di essere pagato per servire come presidente. Anche se non ha mai accettato uno stipendio per il servizio militare, è stato infine costretto dal Congresso ad accettare $ 25,000 per i suoi doveri presidenziali. Washington non ha avuto scelta nel farlo perché la Costituzione prevede che i presidenti ricevano uno stipendio.

Nell’elaborare la Costituzione, i Framers avevano considerato ma rifiutato una proposta che i presidenti servissero gratuitamente. Alexander Hamilton ha spiegato il ragionamento nel Federalista n. 73, scrivendo “un potere sul sostegno di un uomo è un potere sulla sua volontà”. Un presidente – non importa quanto ricco – che non riceveva uno stipendio regolare potrebbe essere tentato di accettare tangenti da interessi speciali o di essere costretto dai singoli membri del Congresso. Per le stesse ragioni, i Framers hanno ritenuto essenziale che lo stipendio del presidente fosse isolato dalla politica quotidiana. Di conseguenza, la Costituzione richiede che la paga del presidente sia di un importo fisso per tutto il suo periodo in carica, in modo che il Congresso “non possa né indebolire la sua forza d’animo operando sulle sue necessità, né corrompere la sua integrità facendo appello alla sua avarizia”.

I Framers erano anche intenzionati a differenziare i presidenti dai re chiarendo che qualsiasi americano – non solo i ricchi o gli aristocratici – poteva diventare presidente e che il presidente lavorava per il popolo. 

Stipendio dell’amministratore delegato

L’aumento è stato approvato nell’ambito della legge sugli stanziamenti del Tesoro e del governo generale (legge pubblica 106-58), approvata negli ultimi giorni del 106 ° Congresso.

“Sez. 644. (a) Aumento del compenso annuale. – La sezione 102 del titolo 3, Codice degli Stati Uniti, è modificata barrando” $ 200,000 “e inserendo” $ 400,000 “. (B) Data di entrata in vigore. questa sezione entrerà in vigore a mezzogiorno del 20 gennaio 2001. ”

Da quando inizialmente era stato fissato a $ 25,000 nel 1789, lo stipendio base del presidente è stato aumentato in cinque occasioni come segue:

  • $ 50,000 il 3 marzo 1873
  • $ 75,000 il 4 marzo 1909
  • $ 100,000 il 19 gennaio 1949
  • $ 200,000 il 20 gennaio 1969
  • $ 400,000 il 20 gennaio 2001

Nel suo primo discorso inaugurale del 30 aprile 1789, il presidente George Washington dichiarò che non avrebbe accettato alcun salario o altra remunerazione per servire come presidente. Per accettare il suo stipendio di $ 25,000, Washington ha dichiarato,

“Devo rifiutare in quanto inapplicabile a me stesso qualsiasi partecipazione agli emolumenti personali che possono essere indispensabilmente inclusi in una disposizione permanente per il dipartimento esecutivo, e devo di conseguenza pregare che le stime pecuniarie per la stazione in cui sono collocato possano durante la mia permanenza in essa essere limitato a tali spese effettive come si può ritenere che il bene pubblico richieda “.

Oltre allo stipendio base e ai conti delle spese, il presidente ottiene anche altri vantaggi.

Un team medico dedicato a tempo pieno

Sin dalla Rivoluzione americana, il medico ufficiale del presidente, in qualità di direttore dell’Unità medica della Casa Bianca creata nel 1945, ha fornito ciò che la Casa Bianca chiama “risposta globale all’azione di emergenza e assistenza medica completa al presidente, al vicepresidente e al loro famiglie. ”

Operando da una clinica in loco, l’unità medica della Casa Bianca si occupa anche delle esigenze mediche del personale e dei visitatori della Casa Bianca. Il medico ufficiale del presidente sovrintende a uno staff di XNUMX-XNUMX medici militari, infermieri, assistenti medici e medici. Il medico ufficiale e alcuni membri del suo staff rimangono sempre a disposizione del presidente, alla Casa Bianca o durante i viaggi presidenziali.

Pensionamento presidenziale e manutenzione

Ai sensi della legge sugli ex presidenti, ogni ex presidente riceve una pensione imponibile a vita che è uguale al tasso annuo della paga base per il capo di un dipartimento federale esecutivo – $ 201,700 nel 2015 – lo stesso stipendio annuale pagato ai segretari delle agenzie di gabinetto .

Nel maggio 2015, il rappresentante Jason Chaffetz (R-Utah), ha introdotto il Presidential Allowance Modernization Act, un disegno di legge che avrebbe limitato la pensione vitalizia pagata agli ex presidenti a $ 200,000 e rimosso l’attuale legame tra le pensioni presidenziali e lo stipendio pagato al Governo segretarie.

Inoltre, il disegno di legge del senatore Chaffetz avrebbe ridotto la pensione presidenziale di $ 1 per ogni dollaro superiore a $ 400,000 all’anno guadagnato da ex presidenti da tutte le fonti. Ad esempio, in base al disegno di legge di Chaffetz, l’ex presidente Bill Clinton, che nel 10 ha guadagnato quasi 2014 milioni di dollari dalle tasse di parola e dai diritti sui libri, non avrebbe ricevuto alcuna pensione o indennità governativa.

Il disegno di legge è stato approvato dalla Camera l’11 gennaio 2016 e in Senato il 21 giugno 2016. Tuttavia, il 22 luglio 2016, il presidente Obama ha posto il veto al Presidential Allowance Modernization Act, dicendo al Congresso che il disegno di legge “imporrebbe oneroso e oneri irragionevoli per gli uffici degli ex presidenti “.

Aiuto nella transizione alla vita privata

Ogni ex presidente e vicepresidente può inoltre usufruire dei fondi stanziati dal Congresso per facilitare la loro transizione alla vita privata. Questi fondi vengono utilizzati per fornire spazi per uffici adeguati, compensi per il personale, servizi di comunicazione e servizi di stampa e affrancatura associati alla transizione. Ad esempio, il Congresso ha autorizzato un totale di $ 1.5 milioni per le spese di transizione del presidente uscente George HW Bush e del vicepresidente Dan Quayle.

Il servizio segreto fornisce protezione a vita per gli ex presidenti entrati in carica prima del 1 gennaio 1997 e per i loro coniugi. I coniugi superstiti di ex presidenti ricevono protezione fino al nuovo matrimonio. La legislazione emanata nel 1984 consente agli ex presidenti o ai loro familiari di rifiutare la protezione dei servizi segreti.

Gli ex presidenti e i loro coniugi, vedove e figli minorenni hanno diritto alle cure negli ospedali militari. I costi dell’assistenza sanitaria sono fatturati all’individuo a una tariffa stabilita dall’Office of Management and Budget (OMB). Gli ex presidenti e le persone a loro carico possono anche iscriversi a piani sanitari privati ​​a proprie spese.

Presidenti che hanno donato i loro stipendi

Sebbene la Costituzione imponga che i presidenti siano pagati per il servizio, tre si sono rifiutati di farlo, scegliendo invece di donare i loro stipendi.

Il presidente Donald Trump, con un patrimonio netto personale stimato di 3.1 miliardi di dollari, ha mantenuto la promessa elettorale donando il suo stipendio annuale di 400,000 dollari alla Casa Bianca a varie agenzie governative degli Stati Uniti. Per rispettare la Costituzione, Trump ha accettato di accettare solo $ 1 del suo stipendio all’anno.

Il trentunesimo presidente Herbert Hoover è stato il primo comandante in capo a rifiutare uno stipendio. Essendo diventato un multimilionario come ingegnere e uomo d’affari prima di assumere l’incarico, Hoover ha donato il suo stipendio annuo di $ 5,000 a cause di beneficenza.

Il presidente John F. Kennedy era nato nella ricchezza e nel prestigio. Quando entrò in carica nel 1961, il patrimonio della famiglia Kennedy era valutato a $ 1 miliardo, rendendo JFK il presidente più ricco della storia dell’epoca. Avendo già rifiutato il suo stipendio al Congresso mentre prestava servizio alla Camera e al Senato, rifiutò il suo stipendio presidenziale di $ 100,000, sebbene tenesse il suo conto di spesa di $ 50,000 per “intrattenimento pubblico che deve fare come presidente”. Come Hoover, Kennedy ha donato il suo stipendio in beneficenza. I maggiori destinatari sono stati i Boy Scouts e le Girls Scouts of America, lo United Negro College Fund e il Comitato delle famiglie cubane.