Verbi dello stato mentale

Nella grammatica inglese e nella teoria degli atti linguistici, un verbo di stato mentale è un verbo con un significato correlato alla comprensione, alla scoperta, alla pianificazione o alla decisione. I verbi di stato mentale si riferiscono a stati cognitivi generalmente non disponibili per la valutazione esterna. Conosciuto anche come verbo mentale.

I verbi di stato mentale comuni in inglese includono conoscere, pensare, imparare, capire, percepire, sentire, indovinare, riconoscere, notare, desiderare, desiderare, sperare, decidere, aspettarsi, preferire, ricordare, dimenticare, immaginare e credere. Letitia R. Naigles osserva che i verbi di stato mentale sono “notoriamente polisemi, in quanto ciascuno è associato a più sensi” (“Manipulating the Input” in Perception, Cognition, and Language, 2000).

Significati mentali e performativi

“[I] i significati dei verbi mentali sono proposizionali: quando un parlante usa il verbo riconoscere come verbo mentale, ad esempio nella frase: Ovviamente riconosco la tua calligrafia, l’oratore si riferisce solo al suo ruolo di sperimentatore di un processo mentale. Al contrario, il significato performativo di riconoscere, come nella frase che con la presente riconosco il signor Smith, presuppone elementi interpersonali inerenti alla situazione dell’atto linguistico, come la relazione sociale tra chi parla e gli interlocutori. ” -Traugott e Dasher

Verbi dello stato mentale e ricorsione

  • “[Uno] dei tratti distintivi del linguaggio umano è la ricorsione, o la capacità di incorporare una frase all’interno di un’altra frase, come le bambole russe annidate … I verbi di stato mentale come pensare e conoscere forniscono un’impalcatura semantica per la creazione di frasi complesse con incorporamento. ” -Klein, Moses e Jean-Baptiste
  • I verbi di stato mentale possono agire come verbi di azione, adattandosi al formato canonico soggetto-verbo, come in Lo so e penso di sì. Ma i verbi dello stato mentale riguardano i contenuti della nostra mente, che esprimiamo come frasi, e quindi il loro significato supporta il processo sintattico di incorporare una frase nella posizione dell’oggetto per formare frasi come: So che alla mamma piacciono i fiori e penso che papà stia dormendo. “-David Ludden

Fatti e opinioni qualificanti

“I verbi mentali sono utili per qualificare fatti e opinioni; per esempio, molte persone pensano che, spesso sia più efficace in un argomento di quanto non sia un dato di fatto … Quest’ultimo, essendo un’affermazione assoluta, costringe il lettore a totale accordo o disaccordo, mentre il primo lascia spazio alla discussione “. -Knapp e Watkins 

Carattere non agentivo

“[I] n inglese, il carattere non agentivo di verbi di stato mentale si manifesta con la preferenza per la preposizione dativa a piuttosto che per la preposizione agentiva da nel passivo (di conseguenza, il passivo è stativo): la capacità di insegnamento di Tom è conosciuta da tutti i suoi colleghi. L’abilità di insegnamento di Tom è nota a tutti i suoi colleghi. “-Croft

Utilizzare con i verbi ausiliari

“Gli ausiliari più associati ai performativi sono ‘make’, ‘give’ e ‘issue’, mentre i verbi dello stato mentale condividono ‘have’ (avere una credenza) insieme a una miriade di alternative interessanti. Si può ‘nutrire’ una speranza, “custodire” una convinzione e “nascondere” un’intenzione. Ciò che “tratteniamo” in uno stato mentale, possiamo “emetterlo” in qualche atto illocutorio. I verbi dell’atto mentale, come ci si potrebbe aspettare, si trovano nel mezzo. Alcuni, come “decidere”, “scegliere” e “identificare,” condividere “creare” con i performativi, ma non “emettere”, tranne che per “emettere una decisione” (nel qual caso il verbo funziona come un performativo). ” -Lee

Imparare i verbi dello stato mentale

“[Astratto verbi di stato mentale compaiono presto e sono usati abbastanza frequentemente da bambini di 3 e 4 anni …

“Apparentemente, i bambini (e gli oratori in generale) apprendono i referenti invisibili dei verbi dello stato mentale associando prima questi verbi all’esecuzione di particolari tipi di atti comunicativi e successivamente concentrando il riferimento del verbo su caratteristiche particolarmente salienti di quegli atti – vale a dire, sugli stati mentali degli agenti comunicativi … ”

Usi formali e rappresentativi

“Intuitivamente, non sembra sorprendente che i bambini debbano padroneggiare gli usi figurativi più stereotipati e pragmaticamente caricati dei verbi di stato mentale prima di assumere usi veramente referenziali e compositivi; ma in realtà non è ovvio il motivo per cui dovrebbe essere così. Il fatto è che il Gli usi pragmatici non sono poi così semplici. La pragmatica della copertura implicita nell’uso di una formula come [credo] dipende in modo cruciale dalla capacità di calcolare i potenziali rischi per se stessi e per il proprio pubblico coinvolto in un atto di asserzione. sono in grado di utilizzare tali formule in modo appropriato nel discorso spontaneo, sembrerebbe che possano fare tali calcoli, almeno inconsciamente “. -Israele

Visualizzazione della funzione interpretativa

“Gli studenti del discorso hanno stili di esposizione distinti che richiamano l’attenzione sulla persona e sul ruolo di chi parla e su quelli che mascherano o fanno da sfondo a chi parla. La differenza è contrassegnata dall’assenza o dalla presenza di ‘frame’ che commentano la situazione conversazionale. Alcuni dei questi frame sono evidenti, come le battute introduttive autoironiche per incoraggiare il legame tra pubblico e oratore. Alcuni sono sottili, come l’uso di verbi mentali, come “Penso che …” o verbi di asserzione, come ” Affermo che … ‘Mi riferirò ai verbi mentali e ai verbi di asserzione collettivamente come’verbi di stato mentale… ” ‘

Fermarsi all’asserzione diretta

“I verbi di stato [M] ental consentono a chi parla di fermarsi prima di un’affermazione diretta, inquadrando un’affermazione come prodotto della mente di chi parla piuttosto che presentarla come un fatto non filtrato nel mondo. Confronta l’affermazione diretta, “e le dichiarazioni incorniciate,” Il cielo sembra blu “, o” Penso che il cielo sia blu “o” Lo giuro, quel cielo è blu “. Si dice che le affermazioni incorniciate segnalino incertezza perché segnalano che l’asserzione riflette un processo di pensiero fallibile. Sebbene i verbi di stato mentale siano stati classificati da alcuni studiosi come segni di deferenza o impotenza, sono espressioni ambigue e versatili. Nella mia ricerca, io hanno scoperto che possono rappresentare non solo l’incertezza, ma anche un’apertura alla negoziazione nei domini in cui vengono utilizzati e un’apertura ai pensieri e alle opinioni di un ascoltatore …

“I verbi di stato [M] ental sembrano direttamente correlati alla funzione interpretativa, ma ambiguamente correlati all’autorità e al comfort di chi parla, sia come organizzatore del flusso conversazionale che come interprete di testi autorevoli”. -Davis

fonti

  • William Croft, categorie sintattiche e relazioni grammaticali: l’organizzazione cognitiva delle informazioni. The University of Chicago Press, 1991
  • Peggy Cooper Davis, “Performing Interpretation: A Legacy of Civil Rights Lawyering in Brown v. Board of Education”. Razza, legge e cultura: riflessioni su Brown v. Board of Education, ed. di Austin Sarat. Oxford University Press, 1997
  • Michael Israel, “Mental Spaces and Mental Verbs in Early Child English”. Il linguaggio nel contesto dell’uso: discorso e approcci cognitivi al linguaggio, ed. di Andrea Tyler, Yiyoung Kim e Mari Takada. Mouton de Gruyter, 2008
  • Peter Knapp e Megan Watkins, Genere, testo, grammatica: tecnologie per l’insegnamento e la valutazione della scrittura. UNSW, 2005
  • Benjamin Lee, Talking Heads: Language, Metalanguage e semiotica della soggettività. Duke University Press, 1997
  • David Ludden, La psicologia del linguaggio: un approccio integrato. SAGE, 2016
  • Elizabeth Closs Traugott e Richard Dasher, “Sulla relazione storica tra i verbi mentali e verbali in inglese e giapponese”. Articoli della 7a Conferenza Internazionale di Linguistica Storica, ed. di Anna Giacalone-Ramat et al., 1987