Effetti della guerra rivoluzionaria americana sulla Gran Bretagna

Il successo americano nella guerra rivoluzionaria ha creato una nuova nazione, mentre il fallimento britannico ha strappato parte dell’impero. Tali conseguenze avrebbero inevitabilmente avuto un impatto, ma gli storici discutono la loro portata rispetto a quelle delle guerre rivoluzionarie francesi e napoleoniche, che avrebbero messo alla prova la Gran Bretagna subito dopo la loro esperienza americana. I lettori moderni potrebbero aspettarsi che la Gran Bretagna abbia sofferto molto a causa della perdita della guerra, ma è possibile sostenere che le ostilità sono sopravvissute così bene che la Gran Bretagna potrebbe combattere una guerra molto lunga contro Napoleone subito dopo.

Effetto finanziario

La Gran Bretagna ha speso un’enorme quantità di denaro per combattere la guerra rivoluzionaria, facendo impennare il debito nazionale e creando un interesse annuo di quasi 10 milioni di sterline. Di conseguenza, è stato necessario aumentare le tasse. Il commercio su cui la Gran Bretagna aveva fatto affidamento per la ricchezza fu gravemente interrotto. Le importazioni e le esportazioni hanno subito forti cali e la successiva recessione ha fatto precipitare le scorte e i prezzi dei terreni. Il commercio fu anche influenzato dagli attacchi navali dei nemici della Gran Bretagna e migliaia di navi mercantili furono catturate.

D’altra parte, le industrie in tempo di guerra, come i fornitori navali e la parte dell’industria tessile che produceva uniformi, hanno subito una spinta. La disoccupazione è diminuita mentre la Gran Bretagna ha lottato per trovare abbastanza uomini per l’esercito, il che li ha portati ad assumere soldati tedeschi. I “corsari” britannici hanno sperimentato tanto successo a predare navi mercantili nemiche quanto quasi tutti i loro avversari. Gli effetti sugli scambi sono stati a breve termine. Il commercio britannico con i nuovi Stati Uniti salì allo stesso livello del commercio con le colonie nel 1785 e nel 1792 il commercio tra la Gran Bretagna e l’Europa era raddoppiato. Inoltre, mentre la Gran Bretagna guadagnava un debito nazionale ancora più grande, era in grado di conviverci e non c’erano ribellioni motivate finanziariamente come quelle in Francia. In effetti, la Gran Bretagna fu in grado di supportare diversi eserciti durante le guerre napoleoniche e schierare i propri invece di pagare per altre persone. Si dice che la Gran Bretagna abbia effettivamente prosperato perdendo la guerra.

Effetto sull’Irlanda

Molti in Irlanda si opposero al dominio britannico e videro la rivoluzione americana come una lezione da seguire e un gruppo di fratelli che combattevano contro la Gran Bretagna. Mentre l’Irlanda aveva un parlamento, solo i protestanti lo votavano e gli inglesi potevano controllarlo, il che era tutt’altro che ideale. Gli attivisti per la riforma in Irlanda hanno reagito alla lotta in America organizzando gruppi di volontari armati e un boicottaggio delle importazioni britanniche.

Gli inglesi temevano che in Irlanda sarebbe scoppiata una vera e propria rivoluzione e fecero delle concessioni. La Gran Bretagna allentò le sue restrizioni commerciali sull’Irlanda, in modo che potessero commerciare con le colonie britanniche ed esportare liberamente lana, e riformò il governo consentendo ai non anglicani di ricoprire cariche pubbliche. Hanno abrogato la legge dichiarativa irlandese, che aveva assicurato la dipendenza dell’Irlanda dalla Gran Bretagna garantendo la piena indipendenza legislativa. Il risultato è stato che l’Irlanda è rimasta parte dell’Impero britannico.

Effetto politico

Un governo in grado di sopravvivere a una guerra fallita senza pressioni è raro e il fallimento della Gran Bretagna nella rivoluzione americana ha portato a richieste di riforma costituzionale. Il nocciolo del governo è stato criticato per il modo in cui aveva gestito la guerra e per l’apparente potere che aveva, con il timore che il Parlamento avesse cessato di rappresentare le opinioni della gente – tranne i ricchi – e stesse semplicemente approvando tutto ciò che il governo faceva. Inondate le petizioni del “Movimento di associazione” che chiedevano la potatura del governo del re, l’espansione del voto e il ridisegno della mappa elettorale. Alcuni chiedevano persino il suffragio universale della virilità.

Il Movimento dell’Associazione ebbe un enorme potere intorno all’inizio del 1780 e ottenne un ampio sostegno. Non è durato a lungo. Nel giugno 1780 le rivolte di Gordon paralizzarono Londra per quasi una settimana con distruzione e omicidio. Mentre la causa delle rivolte era religiosa, proprietari terrieri e moderati erano spaventati dal sostenere ulteriori riforme e il movimento associativo declinò. Le macchinazioni politiche durante i primi anni 1780 produssero anche un governo con poca inclinazione per la riforma costituzionale. Il momento è passato.

Effetto diplomatico e imperiale

La Gran Bretagna potrebbe aver perso 13 colonie in America, ma ha mantenuto il Canada e la terra nei Caraibi, in Africa e in India. Iniziò ad espandersi in queste regioni, costruendo quello che è stato chiamato il “Secondo Impero Britannico”, che alla fine divenne il più grande dominio nella storia del mondo. Il ruolo della Gran Bretagna in Europa non fu diminuito, il suo potere diplomatico fu presto ripristinato e fu in grado di svolgere un ruolo chiave nelle guerre rivoluzionarie francesi e napoleoniche nonostante la perdita attraverso il mare.