Corte FISA e legge sulla sorveglianza dei servizi segreti stranieri

Il tribunale FISA è un pannello altamente riservato di 11 giudici federali la cui responsabilità principale è decidere se il governo degli Stati Uniti ha prove sufficienti contro potenze straniere o individui ritenuti agenti stranieri per consentire la loro sorveglianza da parte della comunità dell’intelligence. FISA è l’acronimo di Foreign Intelligence Surveillance Act. Il tribunale è indicato anche come Corte di sorveglianza dei servizi segreti stranieri, o FISC.

Il governo federale non può utilizzare il tribunale FISA per “prendere di mira intenzionalmente qualsiasi cittadino statunitense, o qualsiasi altra persona statunitense, o per prendere di mira intenzionalmente qualsiasi persona nota per essere negli Stati Uniti”, sebbene la National Security Agency abbia ammesso di raccogliere inavvertitamente informazioni su alcuni Americani senza mandato in nome della sicurezza nazionale. La FISA, in altre parole, non è uno strumento per combattere il terrorismo interno, ma è stata utilizzata nell’era successiva all’11 settembre per raccogliere dati sugli americani.

Il tribunale FISA si aggiorna in un complesso “simile a un bunker” gestito dalla Corte distrettuale degli Stati Uniti su Constitution Avenue, vicino alla Casa Bianca e al Campidoglio. Si dice che l’aula sia insonorizzata per prevenire le intercettazioni ei giudici non parlano pubblicamente dei casi a causa della natura delicata della sicurezza nazionale.

Oltre al tribunale FISA, esiste un secondo pannello giudiziario segreto chiamato Foreign Intelligence Surveillance Surveillance Court of Review, la cui responsabilità di sorvegliare e rivedere le decisioni prese dal tribunale FISA. La Court of Review, come la Corte FISA, ha sede a Washington, DC, ma è composta solo da tre giudici della corte distrettuale federale o della corte d’appello.

Funzioni del Tribunale FISA 

Il ruolo del tribunale FISA è quello di pronunciarsi su richieste e prove presentate dal governo federale e di concedere o negare mandati per “sorveglianza elettronica, perquisizioni fisiche e altre azioni investigative per scopi di intelligence straniera”. Il tribunale è l’unico nel paese che ha l’autorità per consentire agli agenti federali di condurre “la sorveglianza elettronica di una potenza straniera o di un agente di una potenza straniera allo scopo di ottenere informazioni di intelligence straniera”, secondo il Federal Judicial Center.

Il tribunale FISA richiede al governo federale di fornire prove sostanziali prima di concedere mandati di sorveglianza, ma i giudici raramente rifiutano le domande. Se il tribunale FISA accetta una domanda di sorveglianza governativa, limita anche l’ambito della raccolta di informazioni di intelligence a un luogo specifico, una linea telefonica o un account di posta elettronica, secondo i rapporti pubblicati. 

“Fin dalla sua emanazione, la FISA è stata uno strumento audace e produttivo nella lotta di questo paese contro gli sforzi dei governi stranieri e dei loro agenti di impegnarsi nella raccolta di informazioni mirate al governo degli Stati Uniti, sia per accertare la sua politica futura o per attuare la sua politica attuale, per acquisire informazioni riservate non pubblicamente disponibili o per impegnarsi in attività di disinformazione “, ha scritto James G. McAdams III, un ex funzionario del Dipartimento di Giustizia e istruttore legale senior presso i Centri di formazione per le forze dell’ordine federali del Dipartimento della sicurezza interna.

Origini del tribunale FISA

Il tribunale FISA è stato istituito nel 1978 quando il Congresso ha promulgato il Foreign Intelligence Surveillance Act. Il presidente Jimmy Carter ha firmato la legge il 25 ottobre 1978. Inizialmente era intesa per consentire la sorveglianza elettronica, ma è stata ampliata per includere ricerche fisiche e altre tecniche di raccolta dati.

La FISA è stata firmata come legge durante la Guerra Fredda e un periodo di profondo scetticismo del presidente dopo lo scandalo Watergate e le rivelazioni che il governo federale ha utilizzato la sorveglianza elettronica e le perquisizioni fisiche dei cittadini, un membro del Congresso, membri del Congresso, manifestanti contro la guerra e il leader dei diritti civili Martin Luther King Jr. senza mandato.

“L’atto aiuta a consolidare il rapporto di fiducia tra il popolo americano e il loro governo”, ha detto Carter nel firmare il disegno di legge. “Fornisce una base per la fiducia del popolo americano nel fatto che le attività delle loro agenzie di intelligence sono sia efficaci che legali. Fornisce sufficiente segretezza per garantire che l’intelligence relativa alla sicurezza nazionale possa essere acquisita in modo sicuro, pur consentendo la revisione da parte del tribunali e Congresso per salvaguardare i diritti degli americani e di altri “.

Espansione dei poteri FISA

Il Foreign Intelligence Surveillance Act è stato ampliato più volte oltre il suo campo di applicazione originale da quando Carter ha apposto la sua firma sulla legge nel 1978. Nel 1994, ad esempio, la legge è stata modificata per consentire al tribunale di concedere mandati per l’uso di registri a penna, trap e traccia dispositivi e record aziendali. Molte delle espansioni più sostanziali sono state messe in atto dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. A quel tempo, gli americani hanno indicato la volontà di scambiare alcune misure di libertà in nome della sicurezza nazionale.

Queste espansioni includono:

  • Il passaggio dello USA Patriot Act nell’ottobre 2001. L’acronimo sta per Uniting and Strengthening America by Providing Appropriate Tools Required to Interccept and Obstruct Terrorism. Il Patriot Act ha ampliato la portata dell’uso della sorveglianza da parte del governo e ha consentito alla comunità dell’intelligence di agire più rapidamente nelle intercettazioni. I critici, tra cui l’American Civil Liberties Union, tuttavia, hanno sottolineato il permesso al governo di ottenere i record personali degli americani ordinari dalle biblioteche e dai fornitori di servizi Internet anche senza una causa probabile.
  • L’approvazione del Protect America Act il 5 agosto 2007. La legge consentiva alla National Security Agency di condurre la sorveglianza senza un mandato o l’approvazione del tribunale FISA sul suolo americano se si credeva che l’obiettivo fosse un agente straniero. “In effetti”, ha scritto l’ACLU, “il governo può ora raccogliere tutte le comunicazioni in entrata o in uscita dagli Stati Uniti, purché non si rivolga a nessun americano in particolare e il programma sia” diretto “all’estremità straniera del la comunicazione Che sia o meno il bersaglio, le telefonate americane, le e-mail e l’uso di Internet saranno registrati dal nostro governo, e senza alcun sospetto di illecito. 
  • L’approvazione del FISA Amendments Act nel 2008, che ha concesso al governo l’autorità di accedere ai dati di comunicazione da Facebook, Google, Microsoft e Yahoo. Come per Protect America Act del 2007, il FISA Amendments Act ha preso di mira i non cittadini al di fuori degli Stati Uniti, ma riguardava i difensori della privacy a causa della probabilità che i cittadini medi fossero sorvegliati a loro insaputa o senza un mandato del tribunale FISA.

Membri della Corte FISA

Undici giudici federali sono assegnati al tribunale FISA. Sono nominati dal giudice capo della Corte Suprema degli Stati Uniti e servono un mandato di sette anni, che non sono rinnovabili e scaglionati per garantire la continuità. I giudici della Corte FISA non sono soggetti ad udienze di conferma come quelle richieste per i candidati alla Corte Suprema.

Lo statuto che ha autorizzato la creazione del tribunale FISA prevede che i giudici rappresentino almeno sette dei circuiti giudiziari statunitensi e che tre dei giudici vivano entro 20 miglia da Washington, DC, dove si trova la corte. I giudici si aggiornano per una settimana alla volta a rotazione

Gli attuali giudici della Corte FISA sono:

  • Rosemary M. Collyer: È il giudice che presiede il tribunale FISA ed è giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia da quando è stata nominata al banco federale dal presidente George W. Bush nel 2002. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2009, e scade il 7 marzo 2020.
  • James E. Boasberg: È stato giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto di Columbia da quando è stato nominato al banco federale dal presidente Barack Obama nel 2011. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2014 e scade il 18 marzo 2021.
  • Rudolph Contreras: È stato giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia da quando è stato nominato al banco federale da Obama nel 2011. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2016 e scade il 18 maggio 2023.
  • Anne C. Conway: È stata giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto centrale della Florida da quando è stata nominata al banco federale dal presidente George HW Bush nel 1991. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2016 e scade il 18 maggio 2023.
  • Raymond J. Dearie: È stato giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto orientale di New York da quando è stato nominato al banco federale dal presidente Ronald Reagan nel 1986. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 2 luglio 2012 e termina il 1 luglio 2019.
  • Claire V. Eagan: È stata giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale dell’Oklahoma da quando è stata nominata al banco federale dal presidente George W. Bush nel 2001. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 13 febbraio 2013 e termina il 18 maggio 2019.
  • James P. Jones: Ha servito come giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale della Virginia da quando è stato nominato per il banco federale dal presidente William J. Clinton nel 1995. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2015 e termina il 18 maggio 2022 .
  • Robert B. Kugler: Ha servito come giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto del New Jersey da quando è stato nominato per la panchina federale da George W. Bush nel 2002. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2017 e termina il 18 maggio 2024.
  • Michael W. Mosman: Ha servito come giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto dell’Oregon da quando è stato nominato per il banco federale dal presidente George W. Bush nel 2003. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 04 maggio 2013 e termina il 03 maggio 2020.
  • Thomas B. Russell: Ha servito come giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale del Kentucky da quando è stato nominato per la panchina federale da Clinton nel 1994. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2015 e termina il 18 maggio 2022.
  • John Joseph Tharp Jr.: Ha servito come giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale dell’Illinois da quando è stato nominato da Obama nel 2011. Il suo mandato alla corte FISA è iniziato il 19 maggio 2018 e termina il 18 maggio 2025.

Aspetti chiave: il tribunale FISA

  • FISA è l’acronimo di Foreign Intelligence Surveillance Act. L’atto è stato stabilito durante la Guerra Fredda.
  • Gli 11 membri della corte FISA decidono se il governo degli Stati Uniti può spiare potenze straniere o individui ritenuti agenti stranieri.
  • Il tribunale FISA non dovrebbe consentire agli Stati Uniti di spiare gli americani o altri che vivono nella contea, anche se i poteri del governo si sono ampliati in base alla legge.