L’affondamento del Lusitania e l’ingresso dell’America nella prima guerra mondiale

Il 7 maggio 1915, il transatlantico britannico RMS Lusitania era in rotta da New York City a Liverpool, in Inghilterra, quando fu silurato e affondato da un sottomarino tedesco. Più di 1100 civili sono morti a seguito di questo attacco, inclusi più di 120 cittadini americani. Questo momento decisivo si sarebbe poi rivelato essere l’impulso che alla fine convinse l’opinione pubblica degli Stati Uniti a cambiare dalla sua precedente posizione di neutralità rispetto al partecipare alla prima guerra mondiale. Il 6 aprile 1917, il presidente Woodrow Wilson apparve davanti agli Stati Uniti Il Congresso chiede una dichiarazione di guerra contro la Germania. 

La neutralità americana all’inizio della prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale era ufficialmente iniziata il 1 ° agosto 1914 quando la Germania dichiarò guerra alla Russia. Poi il 3 e il 4 agosto 1914, la Germania dichiarò guerra rispettivamente contro Francia e Belgio, il che portò la Gran Bretagna a dichiarare guerra alla Germania. L’Austria-Ungheria ha dichiarato guerra alla Russia il 6 agosto seguendo l’esempio della Germania. A seguito di questo effetto domino che ha dato inizio alla prima guerra mondiale, il presidente Woodrow Wilson ha annunciato che gli Stati Uniti sarebbero rimasti neutrali. Ciò era coerente con l’opinione pubblica della maggioranza del popolo americano.  

All’inizio della guerra, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti erano partner commerciali molto stretti, quindi non era inaspettato che sarebbero sorte tensioni tra Stati Uniti e Germania una volta che i tedeschi avessero iniziato a condurre un blocco delle isole britanniche. Inoltre, un certo numero di navi americane dirette alla Gran Bretagna erano state danneggiate o affondate dalle mine tedesche. Poi, nel febbraio 1915, la Germania trasmise che avrebbero condotto pattuglie sottomarine senza restrizioni e combattimenti nelle acque che circondano la Gran Bretagna.

Guerra sottomarina illimitata e Lusitania

Il Lusitania era stato costruito per essere il transatlantico più veloce del mondo e poco dopo il suo viaggio inaugurale nel settembre 1907, il Lusitania compì la traversata più veloce dell’Oceano Atlantico in quel momento guadagnandosi il soprannome di “Greyhound of the Sea”. Era in grado di navigare a una velocità media di 25 nodi o circa 29 mph, che è all’incirca la stessa velocità delle moderne navi da crociera.

La costruzione della Lusitania era stata segretamente finanziata dall’Ammiragliato britannico, ed era stata costruita secondo le loro specifiche. In cambio del sussidio del governo, si è capito che se l’Inghilterra fosse entrata in guerra, la Lusitania si sarebbe impegnata a servire l’Ammiragliato. Nel 1913 la guerra si profilava all’orizzonte e il Lusitania fu messo in bacino di carenaggio per essere adeguatamente attrezzato per il servizio militare. Ciò includeva l’installazione di supporti per armi sui suoi ponti, che erano nascosti sotto il ponte in teak in modo che le armi potessero essere facilmente aggiunte quando necessario.

Alla fine dell’aprile 1915, sulla stessa pagina c’erano due annunci sui giornali di New York. In primo luogo, c’era una pubblicità dell’imminente viaggio del Lusitania programmato per partire da New York City il 1 ° maggio per il suo viaggio di ritorno attraverso l’Atlantico a Liverpool. Inoltre, c’erano stati avvertimenti che erano stati emessi dall’ambasciata tedesca a Washington, DC, secondo cui i civili che viaggiavano in zone di guerra su qualsiasi nave britannica o alleata erano stati fatti a proprio rischio. Gli avvertimenti tedeschi di attacchi sottomarini hanno avuto un impatto negativo sulla lista dei passeggeri del Lusitania come quando la nave salpò il 1 ° maggio 1915 poiché era molto al di sotto della sua capacità di un totale di 3,000 passeggeri ed equipaggio a bordo.

L’Ammiragliato britannico aveva avvertito il Lusitania di evitare la costa irlandese o di intraprendere alcune azioni evasive molto semplici, come lo zigzagare per rendere più difficile per gli U-Boot tedeschi determinare la rotta della nave. Purtroppo il capitano del Lusitania, William Thomas Turner, non ha prestato la dovuta deferenza all’avvertimento dell’Ammiragliato. Il 7 maggio, il transatlantico britannico RMS Lusitania era in rotta da New York City a Liverpool, in Inghilterra, quando fu silurato a tribordo e affondato da un sottomarino tedesco al largo delle coste dell’Irlanda. Ci sono voluti solo circa 20 minuti perché la nave affondasse. Il Lusitania trasportava circa 1,960 passeggeri ed equipaggio, di cui 1,198 vittime. Inoltre, questo elenco di passeggeri includeva 159 cittadini statunitensi e 124 americani inclusi nel bilancio delle vittime.

 Dopo che gli Alleati e gli Stati Uniti si sono lamentati, la Germania ha sostenuto che l’attacco era giustificato perché il manifesto del Lusitania elencava vari articoli di munizioni che erano diretti all’esercito britannico. Gli inglesi affermarono che nessuna delle munizioni a bordo era “viva”, quindi l’attacco alla nave non era legittimo in base alle regole di guerra in quel momento. La Germania ha sostenuto il contrario. Nel 2008, una squadra di sommozzatori ha esplorato il relitto del Lusitania in 300 piedi d’acqua e ha trovato circa quattro milioni di proiettili Remington .303 che erano stati fatti negli Stati Uniti nella stiva della nave.

Sebbene la Germania alla fine cedette alle proteste del governo degli Stati Uniti riguardo all’attacco sottomarino al Lusitania e promise di porre fine a questo tipo di guerra, sei mesi dopo un altro transatlantico fu affondato. Nel novembre 2015, un sommergibile ha affondato un transatlantico italiano senza alcun preavviso. Più di 270 persone sono morte in questo attacco, inclusi più di 25 americani che hanno fatto sì che l’opinione pubblica iniziasse a volgersi a favore dell’adesione alla guerra contro la Germania.

L’ingresso dell’America nella prima guerra mondiale

Il 31 gennaio 1917, la Germania dichiarò che stava ponendo fine alla sua moratoria autoimposta sulla guerra senza restrizioni nelle acque che si trovavano all’interno della zona di guerra. Il governo degli Stati Uniti ruppe le relazioni diplomatiche con la Germania tre giorni dopo e quasi immediatamente un sottomarino tedesco affondò la Housatonic, una nave mercantile americana.

Il 22 febbraio 1917, il Congresso approvò un disegno di legge per gli stanziamenti di armi che era stato progettato per preparare gli Stati Uniti alla guerra contro la Germania. Poi, a marzo, altre quattro navi mercantili statunitensi furono affondate dalla Germania, il che spinse il presidente Wilson a comparire davanti al Congresso il 2 aprile chiedendo una dichiarazione di guerra contro la Germania. Il Senato votò per dichiarare guerra alla Germania il 4 aprile e il 6 aprile 1917 la Camera dei Rappresentanti approvò la dichiarazione del Senato che faceva entrare gli Stati Uniti nella prima guerra mondiale.