Cos’è il Giorno della Costituzione negli Stati Uniti?

Constitution Day – chiamato anche Citizenship Day è un’osservanza del governo federale degli Stati Uniti che onora la creazione e l’adozione della Costituzione degli Stati Uniti e tutte le persone che sono diventate cittadini statunitensi, attraverso la nascita o la naturalizzazione. Di solito si osserva il 17 settembre, il giorno del 1787 che la Costituzione fu firmata dai delegati alla Convenzione costituzionale a Filadelfia, nell’Independence Hall della Pennsylvania. Quando il Giorno della Costituzione cade in un fine settimana o in un’altra festività, le scuole e le altre istituzioni in genere osservano la festività in un giorno feriale adiacente.

Il 17 settembre 1787, quarantadue dei 55 delegati alla Convenzione costituzionale tennero la loro riunione finale. Dopo quattro lunghi e caldi mesi di dibattiti e compromessi, come Il Grande Compromesso del 1787, quel giorno solo un argomento occupò all’ordine del giorno, per firmare la Costituzione degli Stati Uniti d’America.

Dal 25 maggio 1787, i 55 delegati si erano riuniti quasi ogni giorno nella State House (Independence Hall) a Filadelfia per rivedere gli Articoli della Confederazione ratificati nel 1781.

Entro la metà di giugno, è diventato chiaro ai delegati che una semplice modifica degli articoli della Confederazione non sarebbe stata sufficiente. Invece, scriverebbero un documento completamente nuovo progettato per definire e separare chiaramente i poteri del governo centrale, i poteri degli stati, i diritti del popolo e come dovrebbero essere eletti i rappresentanti del popolo.

Dopo essere stato firmato nel settembre del 1787, il Congresso ha inviato copie stampate della Costituzione alle legislature statali per la ratifica. Nei mesi successivi, James Madison, Alexander Hamilton e John Jay avrebbero scritto i Federalist Papers a sostegno, mentre Patrick Henry, Elbridge Gerry e George Mason avrebbero organizzato l’opposizione alla nuova Costituzione. Entro il 21 giugno 1788, nove stati avevano approvato la Costituzione, formando finalmente “un’Unione più perfetta”.

Non importa quanto discutiamo oggi sui dettagli del suo significato, secondo l’opinione di molti, la Costituzione firmata a Filadelfia il 17 settembre 1787, rappresenta la più grande espressione di arte politica e compromesso mai scritta. In sole quattro pagine scritte a mano, la Costituzione ci fornisce nientemeno che il manuale del proprietario per la più grande forma di governo che il mondo abbia mai conosciuto.

La storia contorta del giorno della costituzione

Le scuole pubbliche in Iowa hanno il merito di aver osservato per la prima volta un Giorno della Costituzione nel 1911. L’organizzazione Figli della Rivoluzione Americana apprezzò l’idea e la promosse attraverso un comitato che includeva membri importanti come Calvin Coolidge, John D. Rockefeller e l’eroe della prima guerra mondiale Il generale John J. Pershing.

The Constitution Town — Louisville, Ohio

Con l’orgoglio che si fa chiamare “Constitution Town”, Louisville, Ohio, attribuisce a uno dei suoi residenti il ​​riconoscimento del Giorno della Costituzione come festa nazionale. Nel 1952, Olga T. Weber, residente a Louisville, presentò una petizione chiedendo ai funzionari della città di stabilire il Giorno della Costituzione per onorare la creazione della Costituzione. In risposta, il sindaco Gerald A. Romary ha proclamato che il 17 settembre sarebbe stato osservato come Giorno della Costituzione a Louisville. Nell’aprile 1953, Weber presentò con successo una petizione all’Assemblea generale dell’Ohio affinché fosse osservata la Giornata della Costituzione in tutto lo stato. 

Nell’agosto 1953, il rappresentante degli Stati Uniti Frank T. Bow, accreditando la signora Weber e il sindaco Romary per i loro sforzi, chiese al Congresso degli Stati Uniti di rendere il Giorno della Costituzione una festa nazionale. Il Congresso ha approvato una risoluzione congiunta che designa il 17-23 settembre come Settimana della Costituzione a livello nazionale, con il presidente Dwight D. Eisenhower che l’ha firmata come legge. Il 15 aprile 1957, il consiglio comunale di Louisville dichiarò ufficialmente la città, Constitution Town. Oggi, quattro segni storici donati dalla Ohio State Archaeological and Historical Society che descrivono il ruolo di Louisville come ideatore del Constitution Day si trovano agli ingressi principali della città.

Il Congresso ha riconosciuto il giorno come “Giornata della cittadinanza” fino al 2004, quando un emendamento del senatore della Virginia Occidentale Robert Byrd al disegno di legge di spesa Omnibus del 2004, ha ribattezzato la festività “Giornata della costituzione e Giornata della cittadinanza”. L’emendamento del senatore Byrd richiedeva anche che tutte le scuole finanziate dal governo e le agenzie federali fornissero programmi educativi sulla Costituzione degli Stati Uniti il ​​giorno stesso.

Nel maggio 2005, il Dipartimento dell’Istruzione degli Stati Uniti ha annunciato l’emanazione di questa legge e ha chiarito che si applicherà a qualsiasi scuola, pubblica o privata, che riceva fondi federali di qualsiasi tipo.

Da dove viene la “Giornata della cittadinanza”?

Il nome alternativo del Constitution Day – “Citizenship Day” – deriva dal vecchio “I am an American Day”.

“I am an American Day” è stato ispirato da Arthur Pine, il capo di una società di pubblicità e pubbliche relazioni a New York City che porta il suo nome. Secondo quanto riferito, Pine ha avuto l’idea per la giornata da una canzone intitolata “I am an American” presentata alla Fiera mondiale di New York nel 1939. Pine ha organizzato che la canzone fosse eseguita sulle reti televisive e radiofoniche nazionali NBC, Mutual e ABC . La promozione ha così impressionato il presidente Franklin D. Roosevelt, che ha dichiarato “I am an American Day” un giorno ufficiale di osservanza.

Nel 1940, il Congresso designò ogni terza domenica di maggio come “Io sono un giorno americano”. L’osservanza del giorno fu ampiamente promossa nel 1944 – l’ultimo anno intero della seconda guerra mondiale – attraverso un cortometraggio di 16 minuti della Warner Brothers intitolato “I Am an American”, proiettato nelle sale di tutta l’America.

Tuttavia, nel 1949, tutti gli allora 48 stati avevano emesso proclami del Giorno della Costituzione e il 29 febbraio 1952 il Congresso spostò l’osservazione “Io sono un giorno americano” al 17 settembre e la ribattezzò “Giornata della cittadinanza”. 

Proclamazione presidenziale del giorno della costituzione

Tradizionalmente, il Presidente degli Stati Uniti emette un proclama ufficiale in osservanza del Giorno della Costituzione, del Giorno della cittadinanza e della Settimana della costituzione. La più recente proclamazione del Giorno della Costituzione è stata emessa dal presidente Barack Obama il 16 settembre 2016.

Nella sua proclamazione del Giorno della Costituzione del 2016, il presidente Obama ha dichiarato: “In quanto nazione di immigrati, la nostra eredità è radicata nel loro successo. I loro contributi ci aiutano a essere all’altezza dei nostri principi fondanti. Con orgoglio nella nostra eredità diversificata e nel nostro credo comune, affermiamo la nostra dedizione ai valori sanciti nella nostra Costituzione. Noi, le persone, dobbiamo dare vita per sempre alle parole di questo prezioso documento, e insieme assicurarci che i suoi principi durino per le generazioni a venire “.