Sfondo dei diritti di voto per gli studenti

In qualsiasi anno di elezioni presidenziali, i mesi prima delle elezioni offrono agli insegnanti delle scuole medie e superiori una grande opportunità per coinvolgere gli studenti nel nuovo College, Career, and Civic Life (C3) Framework for Social Studies State Standards (C3s).Questi nuovi quadri si basano sul guidare gli studenti nelle attività in modo che possano vedere come i cittadini applicano le virtù civiche ei principi democratici e hanno l’opportunità di vedere un effettivo impegno civico nel processo democratico.

“Principi come uguaglianza, libertà, libertà, rispetto dei diritti individuali e deliberazione [che] si applicano sia alle istituzioni ufficiali che alle interazioni informali tra i cittadini”.

Cosa sanno già gli studenti del voto negli Stati Uniti?

Prima di avviare un’unità elettorale, interroga gli studenti per vedere cosa sanno già sul processo di voto. Questo può essere fatto come KWL, o un grafico che delinea ciò che gli studenti già Kadesso, Wformica da sapere e cosa loro Lguadagnato dopo che l’unità è stata completata. Utilizzando questo schema, gli studenti possono prepararsi a ricercare un argomento e utilizzarlo per tenere traccia delle informazioni raccolte lungo il percorso: “Cosa” sai “già su questo argomento?” “Quali cose vuoi ‘imparare’ sull’argomento, in modo da poter concentrare la tua ricerca?” e “Che cosa hai” imparato “dalle tue ricerche?”

Una panoramica di KWL

Questo KWL inizia come un’attività di brainstorming. Questo può essere fatto individualmente o in gruppi da tre a cinque studenti. In genere, sono appropriati da 10 a 10 minuti individualmente o da 15 a XNUMX minuti per il lavoro di gruppo. Nel chiedere risposte, dedica tempo sufficiente per ascoltare tutte le risposte. Alcune domande potrebbero essere (risposte di seguito):

  • Quanti anni devi avere per votare?
  • Quali sono i requisiti per votare oltre all’età?
  • Quando i cittadini hanno ottenuto il diritto di voto?
  • Quali sono i requisiti di voto del tuo stato?
  • Perché pensi che le persone votino?
  • Perché pensi che le persone scelgano di non votare?

Gli insegnanti non dovrebbero correggere le risposte se sono sbagliate; includere risposte in conflitto o multiple. Rivedi l’elenco delle risposte e prendi nota di eventuali discrepanze, che consentiranno all’insegnante di sapere dove sono necessarie maggiori informazioni. Spiega alla classe che si riferiranno alle loro risposte più avanti in questa e nelle prossime lezioni.

Cronologia delle votazioni Timeline: pre-costituzione

Informa gli studenti che la legge più alta del paese, la Costituzione, non menzionava nulla sui titoli di voto al momento della sua adozione. Questa omissione ha lasciato le qualifiche di voto a ogni singolo stato e ha portato a qualifiche di voto molto diverse.

Studiando l’elezione, gli studenti dovrebbero imparare la definizione della parola suffragio:

Suffragio (n) il diritto di voto, soprattutto in un’elezione politica.

Una cronologia della storia dei diritti di voto è anche utile da condividere con gli studenti per spiegare come il diritto di voto è stato collegato alla cittadinanza e ai diritti civili in America. Per esempio:

  • 1776: Solo le persone che possiedono la terra possono votare quando la Dichiarazione di Indipendenza è stata firmata.
  • 1787: Nessuno standard di voto federale: gli stati decidono chi può votare quando viene adottata la Costituzione degli Stati Uniti.

Calendario dei diritti di voto: emendamenti costituzionali

In preparazione per qualsiasi elezione presidenziale, gli studenti possono esaminare i seguenti punti salienti che mostrano come i diritti di voto sono stati estesi a diversi gruppi di cittadini attraverso sei emendamenti del suffragio alla Costituzione:

  • 1868, 14 ° emendamento: La cittadinanza è definita e concessa alle persone precedentemente schiave, ma gli elettori sono esplicitamente definiti come maschi.
  • 1870, 15 ° emendamento: Il diritto di voto non può essere negato dai governi federali o statali in base alla razza.
  • 1920, 19 ° emendamento: Le donne hanno il diritto di votare alle elezioni statali e federali.
  • 1961, 23 ° emendamento: I cittadini di Washington, DC hanno il diritto di votare per il presidente degli Stati Uniti.
  • 1964, 24 ° emendamento: Il diritto di voto alle elezioni federali non sarà negato per mancato pagamento di alcuna tassa.
  • 1971, 26 ° emendamento: I diciottenni possono votare.

Calendario per le leggi sui diritti di voto

  • 1857: Nel caso storico Dred Scott v. Sandford, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che “un uomo nero non ha diritti che un uomo bianco è tenuto a rispettare”. Gli afroamericani sono ulteriormente privati ​​del diritto alla cittadinanza e, per estensione, del diritto di voto.
  • 1882: Il Congresso approva il Chinese Exclusion Act, che stabilisce restrizioni e quote sull’immigrazione cinese escludendo legalmente i cinesi dalla cittadinanza e dal voto. 
  • 1924: L’Indian Citizenship Act dichiara che tutti i nativi americani non cittadini nati negli Stati Uniti sono cittadini con diritto di voto.
  • 1965: Il Voting Rights Act diventa legge e vieta qualsiasi pratica elettorale che neghi il diritto di voto ai cittadini sulla base della razza e costringe le giurisdizioni con storie di discriminazione degli elettori a sottoporre eventuali modifiche alle leggi elettorali al governo per l’approvazione federale per avere effetto.
  • 1993: Il National Voter Registration Act richiede agli stati di consentire la registrazione per corrispondenza e di rendere disponibili i servizi di registrazione presso DMV, uffici di disoccupazione e altre agenzie statali.

Domande sulla ricerca dei diritti di voto

Una volta che gli studenti hanno acquisito familiarità con la cronologia degli emendamenti costituzionali e le leggi che garantivano il diritto di voto a diversi cittadini, gli studenti possono ricercare le seguenti domande:

  • In quali modi gli stati hanno negato a certe persone il diritto di voto?
  • Perché sono state create ciascuna delle diverse leggi sui diritti di voto?
  • Perché sono necessari emendamenti costituzionali specifici sul voto?
  • Perché pensi che ci siano voluti così tanti anni prima che le donne ottenessero il diritto di voto?
  • Quali eventi storici hanno contribuito a ciascuno degli emendamenti costituzionali?
  • Ci sono altre qualifiche necessarie per votare?
  • Ci sono cittadini oggi cui viene negato il diritto di voto?

Termini associati ai diritti di voto

Gli studenti dovrebbero acquisire familiarità con alcuni dei termini associati alla storia dei diritti di voto e al linguaggio degli emendamenti costituzionali:

  • Poll tax: Un sondaggio o una tassa di partecipazione è imposta ugualmente a tutti gli adulti al momento del voto e non è influenzata dalla proprietà o dal reddito.
  • Test di alfabetizzazione: I test di alfabetizzazione venivano usati per impedire alle persone di colore – e, a volte, ai poveri bianchi – di votare, e venivano somministrati a discrezione dei funzionari incaricati della registrazione degli elettori.
  • Clausola del nonno (o politica del nonno): Una disposizione in cui una vecchia regola continua ad applicarsi ad alcune situazioni esistenti, mentre una nuova regola si applicherà a tutti i casi futuri.
  • residenza La residenza elettorale è nello stato di residenza o domicilio legale. È il vero indirizzo fisso che è considerato una casa permanente e una presenza fisica.
  • Leggi di Jim Crow: Le leggi sulla segregazione e la privazione del diritto di voto note come “Jim Crow” rappresentavano un sistema formale e codificato di apartheid razziale che dominò il sud americano per tre quarti di secolo a partire dagli anni Novanta dell’Ottocento.
  • Emendamento sulla parità di diritti (ERA): Una proposta di emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti volta a garantire la parità di diritti per le donne. Nel 1978, una risoluzione congiunta del Congresso prorogò il termine per la ratifica al 30 giugno 1982, ma nessun altro stato ratificò l’emendamento. Diverse organizzazioni continuano a lavorare per l’adozione del SER.

Nuove domande per gli studenti

Gli insegnanti dovrebbero chiedere agli studenti di tornare ai loro grafici KWL e apportare le correzioni necessarie. Gli insegnanti possono quindi chiedere agli studenti di utilizzare la loro ricerca su leggi e specifici emendamenti costituzionali per rispondere alle seguenti nuove domande:

  • In che modo la tua nuova conoscenza degli emendamenti sul suffragio cambia o supporta le tue precedenti risposte?
  • Dopo quasi 150 anni di aggiunta del diritto di voto alla Costituzione, può pensare a qualche altro gruppo che non è stato preso in considerazione?
  • Quali domande hai ancora sul voto?

Rivedi i documenti fondanti

I nuovi quadri C3 incoraggiano gli insegnanti a cercare principi civici in testi come i documenti fondanti degli Stati Uniti. Leggendo questi importanti documenti, gli insegnanti possono aiutare gli studenti a comprendere le diverse interpretazioni di questi documenti e il loro significato:

  1. Quali affermazioni vengono fatte?
  2. Quali prove vengono utilizzate?
  3. Quale linguaggio (parole, frasi, immagini, simboli) viene utilizzato per persuadere il pubblico del documento?
  4. In che modo la lingua del documento indica un punto di vista particolare?

I seguenti collegamenti porteranno gli studenti ai documenti fondatori associati al voto e alla cittadinanza.

  • Dichiarazione di indipendenza: 4 luglio 1776. Il Secondo Congresso Continentale, riunitosi a Filadelfia nella Pennsylvania State House (ora Independence Hall), approvò questo documento che recide i legami delle colonie con la Corona britannica.
  • Costituzione degli Stati Uniti: La Costituzione degli Stati Uniti d’America è la legge suprema degli Stati Uniti. È la fonte di tutti i poteri del governo e fornisce anche importanti limitazioni al governo che proteggono i diritti fondamentali dei cittadini degli Stati Uniti. Il Delaware fu il primo stato a ratificarlo il 7 dicembre 1787; il Congresso della Confederazione stabilì il 9 marzo 1789 come data per iniziare ad operare secondo la Costituzione.
  • 14 ° emendamento: Approvato dal Congresso il 13 giugno 1866 e ratificato il 9 luglio 1868, estendeva le libertà ei diritti concessi dalla Carta dei diritti alle persone precedentemente schiave.
  • 15 ° emendamento: Approvato dal Congresso il 26 febbraio 1869 e ratificato il 3 febbraio 1870, questo ha concesso agli uomini afroamericani il diritto di voto.
  • 19 ° emendamento: Approvato dal Congresso il 4 giugno 1919 e ratificato il 18 agosto 1920, questo ha concesso alle donne il diritto di voto.
  • Legge sui diritti di voto: Questo atto è stato firmato in legge il 6 agosto 1965 dal presidente Lyndon Johnson. Ha bandito le pratiche di voto discriminatorie adottate in molti stati del sud dopo la guerra civile, compresi i test di alfabetizzazione come prerequisito per il voto.
  • 23 ° emendamento: Approvato dal Congresso il 16 giugno 1960 e ratificato il 29 marzo 1961, questo emendamento dava ai residenti del Distretto di Columbia il diritto di far contare i propri voti alle elezioni presidenziali.
  • 24 ° emendamento: Ratificato il 23 gennaio 1964, questo emendamento è stato approvato per affrontare la tassa elettorale, una tassa statale sul voto.

Risposte degli studenti alle domande precedenti

Quanti anni devi avere per votare? 

  • Negli Stati Uniti, un terzo degli stati consente ai diciassettenni di votare alle elezioni primarie e ai caucus se avranno 17 anni entro il giorno delle elezioni.

Quali sono i requisiti per votare oltre all’età? 

  • Sei un cittadino statunitense.
  • Soddisfi i requisiti di residenza del tuo stato.

Quando i cittadini hanno ottenuto il diritto di voto?

  • La Costituzione degli Stati Uniti non definiva originariamente chi poteva votare; gli emendamenti hanno esteso i diritti a vari gruppi.

Le risposte degli studenti variano in base alle seguenti domande:

  • Quali sono i requisiti di voto del tuo stato?
  • Perché pensi che le persone votino?
  • Perché pensi che le persone scelgano di non votare?