Lo sciopero delle donne di Dagenham del 1968

Quasi 200 lavoratrici abbandonarono lo stabilimento Ford Motor Company a Dagenham, in Inghilterra, durante l’estate del 1968, per protestare contro la loro disparità di trattamento. Lo sciopero delle donne di Dagenham ha portato a un’attenzione diffusa e un’importante legislazione sulla parità retributiva nel Regno Unito

Donne qualificate

Le 187 donne di Dagenham erano macchiniste che realizzavano i coprisedili per le numerose auto prodotte dalla Ford. Hanno protestato per essere stati inseriti nel grado B del sindacato di lavoratori non qualificati quando gli uomini che hanno svolto lo stesso livello di lavoro sono stati inseriti nel grado C semi-qualificato. Le donne ricevevano anche una paga inferiore rispetto agli uomini, anche agli uomini che erano anche di grado B o che pulivano i pavimenti della fabbrica.

Alla fine, lo sciopero delle donne di Dagenham interruppe completamente la produzione, poiché Ford non era in grado di vendere auto senza sedili. Ciò ha aiutato le donne e le persone che le guardavano a rendersi conto di quanto fosse importante il loro lavoro.

Supporto sindacale

In un primo momento, il sindacato non ha sostenuto le donne in sciopero. Le tattiche divisive erano state spesso utilizzate dai datori di lavoro per impedire ai lavoratori di sesso maschile di sostenere un aumento della retribuzione delle donne. Le donne di Dagenham hanno detto che i leader sindacali non hanno pensato molto a perdere solo 187 quote sindacali di donne su migliaia di lavoratori. Rimasero ferme, tuttavia, e furono raggiunte da altre 195 donne di un altro stabilimento Ford in Inghilterra.

I risultati

Lo sciopero di Dagenham si è concluso dopo che il Segretario di Stato per l’occupazione Barbara Castle ha incontrato le donne e ha sostenuto la loro causa per riportarle al lavoro. Le donne sono state ricompensate con un equo aumento di stipendio, ma la questione della riclassificazione non è stata risolta fino a dopo un altro sciopero anni dopo. Nel 1984 furono finalmente classificati come lavoratori qualificati.

Le lavoratrici di tutto il Regno Unito hanno beneficiato dello sciopero delle donne di Dagenham, che è stato un precursore dell’Equal Pay Act del 1970. La legge rende illegale avere tabelle salariali separate per uomini e donne in base al loro sesso.

Adattamento cinematografico

Il film “Made in Dagenham”, uscito nel 2010, vede Sally Hawkins come leader dello sciopero e Miranda Richardson nei panni di Barbara Castle.