Stati USA senza imposta sul reddito statale

Gli individui e le imprese in tutti i 50 stati pagano l’imposta sul reddito federale e anche i residenti in 41 stati pagano l’imposta sul reddito statale.

Sette stati non hanno alcuna imposta sul reddito statale: Alaska, Florida, Nevada, South Dakota, Texas, Washington e Wyoming. Inoltre, il New Hampshire e il Tennessee tassano solo gli interessi e il reddito da dividendi che i loro residenti guadagnano dagli investimenti finanziari.

Di particolare interesse per i pensionati o per coloro che si avvicinano alla pensione è che non vi è alcuna imposta sul reddito statale aggiuntiva sui benefici della previdenza sociale, sui prelievi dagli IRA e sui 401 (k) s, o sui pagamenti dalle pensioni in questi nove stati.

L’imposta statale sul reddito si basa in genere sul reddito imponibile o sul reddito lordo rettificato riportato nella dichiarazione dei redditi federale annuale di un contribuente.

Il costo della vita negli Stati senza imposta sul reddito non è sempre inferiore

Il fatto che uno stato non abbia un’imposta sul reddito non significa necessariamente che i suoi residenti paghino meno in tasse rispetto ai residenti in stati con un’imposta sul reddito. Tutti gli stati devono generare entrate in qualche modo e farlo attraverso vari oneri come reddito, vendite, proprietà, licenza, carburante, eredità e tasse di successione.

Tutti gli stati eccetto Alaska, Delaware, Montana, New Hampshire e Oregon attualmente applicano l’imposta sulle vendite. Gli elementi essenziali come cibo, vestiti e farmaci da prescrizione sono esenti dall’imposta sulle vendite nella maggior parte degli stati.

Inoltre, città, contee, distretti scolastici e altre giurisdizioni impongono le proprie tasse sugli immobili e sulle vendite. Per le città che non vendono i propri servizi come l’elettricità e l’acqua, questi costituiscono la loro principale fonte di reddito.

Ci sono vantaggi a vivere in uno stato senza imposta sul reddito, ma questo fattore di solito non è significativo. Il Centro apartitico sul bilancio e le priorità politiche ha riferito che le imposte sul reddito di uno stato hanno poca influenza sul fatto che le persone alla fine decidano di vivere lì. Tuttavia, vale la pena notare che durante il 2006 e il 2007, i sette stati senza alcuna imposta sul reddito hanno guidato la nazione nella crescita netta della popolazione.

Costi della vita più elevati per alcuni stati

Negli stati senza un’imposta sul reddito statale, ci si può aspettare che le vendite, la proprietà e altre imposte assortite siano più elevate. In alcuni stati, questi superano il costo medio annuo di un’imposta sul reddito statale, con un conseguente aumento del costo della vita.

I dati del Missouri Economic Research and Information Center mostrano che il costo della vita è superiore alla media in Florida, South Dakota, Nevada, Washington e Alaska (“Cost of Living Data Series”).

La conclusione è che non ci sono prove concrete sufficienti per dire se sia davvero più economico vivere in uno stato senza imposte sul reddito.

Come se la cavano questi Stati senza l’imposta sul reddito?

Senza entrate derivanti dall’imposta sul reddito, come pagano questi stati per le funzioni di base del governo? Semplice: i loro cittadini mangiano, indossano vestiti, fumano, bevono alcolici e pompano benzina nelle loro auto. Tutti questi e altri beni sono tassati dalla maggior parte degli stati. Anche gli stati con l’imposta sul reddito tendono a tassare beni e servizi al fine di ridurre le loro aliquote fiscali. Negli stati senza un’imposta sul reddito, le tasse sulle vendite e altre tasse come le tasse di immatricolazione dei veicoli tendono ad essere più alte rispetto agli stati con l’imposta sul reddito.

Ad esempio, il Tennessee, dove viene tassato solo il reddito da investimenti, ha l’imposta sulle vendite più alta d’America. Se combinata con le imposte sulle vendite locali, l’imposta statale sulle vendite del 7% del Tennessee si traduce in un’aliquota d’imposta sulle vendite effettiva combinata del 9.55%, secondo la Fondazione fiscale indipendente e bipartisan (Cammenga 2020). È più del doppio dell’aliquota dell’imposta sulle vendite combinata nelle Hawaii cariche di turisti, il 4.44%.

A Washington, i prezzi della benzina sono solitamente tra i più alti della nazione, in gran parte a causa della sua tassa sulla benzina. Secondo la US Energy Information Administration, la tassa sul gas di Washington, a 49.5 centesimi al gallone, è la quarta più alta del paese (“Fuel Tax Analysis State and Federal Motor Fuel Taxes”).

Gli stati senza reddito del Texas e del Nevada hanno imposte sulle vendite superiori alla media e il Texas ha anche aliquote fiscali effettive superiori alla media.

fonti

  • Cammenga, Janelle. “Aliquote dell’imposta sulle vendite statale e locale, metà anno 2020”. Tax Foundation, 8 luglio 2020.
  • “Serie di dati sul costo della vita”. Centro di ricerca e informazione economica del Missouri, 2020.
  • “Analisi delle tasse sul carburante 2020 Tasse statali e federali sul carburante per motori”. Dipartimento dei trasporti dello Stato di Washington, gennaio 2020.