Un profilo del giudice capo della Corte suprema John Roberts

John Roberts è l’attuale Presidente della Corte Suprema e nominato da George W. Bush. Ha espresso in modo controverso il voto decisivo a favore dell’Obamacare.

Credenziali conservative:

Subito dopo aver superato l’esame di abilitazione, un giovane John Glover Roberts è andato a lavorare come impiegato per il presidente della Corte Suprema William H. Rehnquest, una posizione che qualsiasi aspirante giudice capo probabilmente desidererebbe. Roberts andò poi a lavorare per il procuratore generale degli Stati Uniti William French durante l’amministrazione Reagan. Sia come avvocato che come giudice presso la Corte di Circuito degli Stati Uniti o la Corte Suprema degli Stati Uniti, Roberts ha riflesso i suoi principi tradizionali e conservatori nelle sue sentenze. Roberts non fa molti discorsi o scrive molti articoli. Preferisce parlare attraverso le sue opinioni in tribunale.

Primi anni di vita:

Il presidente della Corte Suprema John G. Roberts, Jr. è nato a Buffalo, NY, il 27 gennaio 1955 da John G. “Jack,” Sr. e Rosemary Podrasky Roberts. Suo padre era un ingegnere elettrico e dirigente per Bethlehem Steel a Johnstown, Pa. Roberts è stato allevato dai suoi genitori come cattolico romano. Il suo intelletto penetrante si è manifestato fin dalla scuola elementare. In quarta elementare, lui e la sua famiglia si sono trasferiti a Long Beach, Indiana, dove ha frequentato scuole private. Nonostante la sua intelligenza, era un leader naturale ed è stato nominato capitano della sua squadra di football del liceo anche se non era il membro più atletico.

Anni formativi:

Roberts inizialmente intendeva diventare un professore di storia e durante il suo ultimo anno di liceo scelse Harvard invece di Amherst. Forse a causa della sua educazione cattolica, Roberts è stato identificato presto dai compagni di classe e dagli insegnanti liberali come un conservatore, sebbene esternamente non abbia espresso un interesse particolarmente profondo per la politica. Dopo essersi laureato all’Harvard College nel 1976, è entrato alla Harvard Law School ed era ben noto non solo per la sua intelligenza, ma anche per il suo temperamento equilibrato. Come al liceo e all’università, è stato identificato come un conservatore, ma non era politicamente attivo.

Carriera iniziale:

Dopo essersi laureato con lode alla Harvard e alla Harvard Law School, Roberts ha ricoperto il ruolo di impiegato per il giudice della Corte d’appello del secondo circuito Henry Friendly a New York. Friendly era ben noto per il suo disprezzo per l’attivismo liberale della Corte Suprema sotto il presidente della Corte Suprema Earl Warren. Successivamente, Roberts ha lavorato per il giudice capo William H. Rehnquist, che all’epoca era un giudice associato. Gli analisti legali ritengono che sia qui che Roberts ha affinato il suo approccio conservatore alla legge, compreso il suo scetticismo nei confronti del potere federale sugli stati e il suo sostegno al potere esecutivo negli affari esteri e militari.

Lavora con il consigliere della Casa Bianca sotto Reagan:

Roberts ha lavorato brevemente per il consiglio della Casa Bianca sotto il presidente Ronald Reagan, dove si è affermato come un pragmatico politico affrontando alcune delle questioni più difficili dell’amministrazione. Sulla questione degli autobus, si oppose allo studioso di diritto conservatore Theodore B. Olson, all’epoca assistente procuratore generale, il quale sostenne che il Congresso non poteva vietare la pratica. Attraverso promemoria, Roberts ha confrontato l’ingegno legale con i membri del Congresso e giudici della Corte Suprema in pensione allo stesso modo su questioni che vanno dalla separazione dei poteri alla discriminazione abitativa e al diritto fiscale.

Dipartimento di Giustizia:

Prima del suo incarico come consulente legale associato della Casa Bianca, Roberts ha lavorato presso il Dipartimento di Giustizia sotto il procuratore generale William French Smith. Nel 1986, dopo la sua esperienza come consulente legale, ha assunto una posizione nel settore privato. Tornò al Dipartimento di Giustizia nel 1989, tuttavia, servendo come principale vice procuratore generale sotto il presidente George HW Bush. Durante le sue udienze per la conferma, Roberts ha attirato l’attenzione per aver presentato un brief per consentire a un sacerdote di consegnare un discorso a un diploma di scuola media, offuscando così la separazione tra chiesa e stato. La Corte Suprema ha votato contro la richiesta, 5-4.

Percorso per la nomina giudiziaria:

Roberts è tornato alla pratica privata alla fine del primo mandato di Bush nel 1992. Ha rappresentato una vasta gamma di clienti tra cui case automobilistiche internazionali, la NCAA e la National Mining Company per citarne solo alcuni. Nel 2001, il presidente George W. Bush ha nominato Roberts come giudice della DC Circuit Court of Appeals. I Democratici hanno tenuto la sua nomina fino a perdere il controllo del Congresso nel 2003. In panchina, Roberts ha partecipato a più di 300 sentenze e ha scritto pareri di maggioranza per la corte in 40 di quei casi.

Corto circuito:

Anche se ha emesso e si è unito a molte decisioni controverse, il caso più noto di Roberts nella corte d’appello della DC è stato Hamdan v. Rumsfeld, in cui il presunto autista e guardia del corpo di Osama bin Laden ha sfidato il suo status di combattente nemico che poteva essere processato da una commissione militare . Roberts si è unito a una decisione che revoca una sentenza di un tribunale di grado inferiore e si è schierato con l’amministrazione Bush, affermando che tali commissioni militari sono legali in base a una risoluzione del Congresso del 18 settembre 2001, che autorizzava il presidente a “usare tutta la forza necessaria e appropriata” contro al Queda. e dei suoi sostenitori.

Nomina e conferma della Corte Suprema:

Nel luglio 2005, il presidente Bush ha annunciato Roberts come la sua scelta per coprire il posto vacante creato dal giudice in pensione associato alla Corte Suprema Sandra Day O’Connor. Tuttavia, dopo la morte del giudice capo Rehnquist, Bush ha ritirato la nomina di Roberts il 6 settembre e lo ha rinominato giudice capo. La sua nomina è stata confermata dal Senato il 29 settembre con un voto di 78-22. La maggior parte delle domande poste da Roberts durante le udienze per la conferma riguardavano la sua fede cattolica. Roberts ha dichiarato inequivocabilmente che “la mia fede e le mie convinzioni religiose non giocano un ruolo nel mio giudizio”.

Vita privata:

Roberts ha sposato sua moglie, Jane Sullivan Roberts, nel 1996, quando entrambi avevano circa 40 anni. Dopo diversi tentativi falliti di avere figli propri, adottarono due figli, Josephine e John.
La signora Roberts è un avvocato con uno studio privato e condivide la fede cattolica di suo marito. Gli amici della coppia dicono di essere “profondamente religiosi … ma non indossatelo affatto sulle maniche”.
I Roberts frequentano la chiesa di Bethesda, Md. E visitano spesso il College of the Holy Cross, a Worcester, Mass., Dove Jane Roberts è una ex fiduciaria laureata (insieme al giudice Clarence Thomas).